Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Il meglio di Utile

  • Non se scrivo nella sez giusta: mio.figlio 20 mesi

    Salve@nuvolebarocche. È vero che tuo figlio ha 20 mesi e che potrà sicuramente cambiare con la crescita e che quindi non rientri nello spettro, tuttavia da mamma mi sento di consigliarti di non far passare solo il tempo ed attendere la crescita. Fare un'osservazione ma nello stesso tempo iniziare una terapia, potrebbe essere un'idea. Se non dovesse rientrare nello spettro, non potrà che fargli bene, in caso contrario, le terapie iniziate in tenera età sono sicuramente la via migliore che noi genitori possiamo far seguire ai nostri figli. A volte sono i neuropsichiatri a dirci di aspettare ma a volte l'attesa si prolunga e in quel tempo avremmo potuto già intervenire. Mi sento di darti questo consiglio.
    carla_75
  • Le donne scappano da me.motivo?

    @aspergernato più d'uno.
    In ogni caso il punto secondo me non è trovare una donna, ma porsi la domanda "perché una donna dovrebbe stare con me?". L'amore non dovrebbe essere un atto egoistico, prima di richiedere amore bisogna rendersi "amabili".
    Coxesenrondinella61ValentaSirAlphaexaNewtonBlackCrowmarco3882
  • Piccoli e grandi traguardi dei nostri cuccioli...oggi sorrido perché....

    Anche mia figlia fa la stessa cosa. È brava a cercare ma non riesce a nascondersi...
    mammaconfusa80Speranza
  • Rivedibilita di 104.

    @Linna

    fai attenzione, l'INPS non manda avviso di scadenza della 104, almeno a noi non l'ha mai mandata, devi provvedere tu a fare la domanda prima che scada altrimenti la scuola interrompe l'insegnante di sostegno.
    Attenta, il caf tende allo scaricabarile... ;-)


    SirAlphaexacarla_75
  • Rivedibilita di 104.

    Ciao,
    noi abbiamo passato la trafila più volte ma posso dirti che ogni volta qualcosa cambia. Tu sei a posto fino al febbraio 2019, considerando le lentezze burocratiche italiane, dipende da dove vivi, non tutte le INPS sono uguali, purtroppo, diciamo 3 mesi prima ti muovi per far richiesta di certificazione NPI dell'ASL tramite il medico curante. Questa documentazione ti servirà per la visita all'inps. Per prenotare la visita all'inps puoi farlo dal portale INPS o tramite CAF, poi loro ti manderanno comunicazione per la visita presso l'INPS.
    Il portale inps è alquanto caotico, meglio se vai al caf, anche se i caf non vediono di buon occhio queste pratiche perchè devono farlo a titolo gratuito.
    Per utilizzare direttamente i servizi INPS devi richiedere il pin dispositivo o usare SPID se ce l'hai.
    N.B.
    Se non ricordo male è necessario indicare la richiesta del supporto scolastico sulla domanda all'INPS, ossia di voler fruire dei benefici della legge 185 insieme alla 104.
     

    N.B.2
    Mio figlio è autistico diagnosticato dall'età di 3 anni, ora ne ha dodici, mediamente facciamo una revisione ogni 18-24 mesi, la prossima a marzo 2019.
    mammaconfusa80
  • Raffaele Morelli ha scritto ché per superare un trauma non ne devi parlare, mi sembra assurdo.

    Credo si riferisca al rimuginio a voce alta che può capitare nelle sedute di certi psicologi.

    Non so come spiegare, ma parlare ore e ore di un problema non serve a risolverlo e vi dirò, è vero.
    Cioè non è sbagliato parlarne, ma ad un certo punto bisogna anche far basta e pensare a che cosa fare *nonostante* il problema.

    Esempio (scemo): organizzo un picnic, piove e mi viene un trauma.
    Cos'è meglio?
    Parlare 30 ore di come questo mi ha rovinato la vita o dirsi "ok, sono distrutta, il picnic è fallito per sempre e non rimedierò mai perché non posso tornare indientro nel tempo. Cosa posso fare in concreto per andare avanti?"
    SirAlphaexaAmelieApgar7asia1234
  • Le donne scappano da me.motivo?

    Cerco di fare un'interpretazione se no non se ne esce.

    Credo che @aspergernato voglia dire che le persone lo prendono per una persona "senza carattere" (si dice senza carattere non "senza personalità") nel senso che cade facilmente succube degli altri ed è troppo accondiscendente, cercando di imitare ed assorbire i modi di fare delle persone che ha intorno. Questo lo fa apparire poco genuino o addirittura una persona "falsa" (si dice "non genuino" non bugiardo, bugiardo si dice solo quando uno mente intenzionalmente per tornaconto personale, se menti a te stesso o mimi la personalità degli altri non sei bugiardo, al più se gli altri pensano che tu lo faccia apposta possono pensare che sei una "persona falsa").
    marco3882AmelieNewtoncarla_75AJDaisyCoxesen
  • Diagnosi ( e una bella notizia!)

    @notar gioire per i progressi va bene, gioire perché non ha una possibile diagnosi ma due, forse ha poco senso. Lo dico non per rovinarti la festa (anche se so di rovinartela) ma godetevi i progressi funzionali di vostro figlio (che da quel che dici ci sono stati e sono stati importanti), non quelli diagnostici ho visto troppi bambini entrare e uscire dalle diagnosi per poter gioire di questo, anche perché, magari non è il vostro caso, ma spesso certe decisioni diagnostiche sono prese per decisioni più economiche che scientifiche (l'autismo da maggiore diritto a fondi e terapie rispetto al disturbo del linguaggio e/o ADHD).
    PS
    Poi ovviamente un disturbo del linguaggio con lieve ADHD è di per sé più lieve di un disturbo dello spettro autistico di livello 3 (grave), ma non è una diagnosi più positiva di un disturbo dello spettro autistico lieve (senza difficoltà di attenzione e linguaggio).
    SirAlphaexaMarco75mammaconfusa80
  • spiegare l'Asperger ai compagni di classe

    @daddo sono un ragazzo di 19 anni che sospetta di essere asperger (ho fatto un punteggio di 143 punti al RAADS-R). Le superiori le già finite, ma avendole finite da poco ricordo bene come è l'ambiente, per questo ti consiglio di non dirlo. Dal fatto che ne vuoi parlare ai tuoi compagni, presumo che con loro hai un buon rapporto e li consideri delle persone mature; ciò ti fa credere che se gli spieghi della sindrome e del fatto che è una condizione neurologica diversa ma non inferiore a quella neurotipica loro capiranno, ma probabilmente non andrà così.
    Io credo che non riuscirai a convincerli perché un fatto del genere loro fanno fatica anche solo a concepirlo. Io, te e gli altri membri di questi forum la possibilità di una cosa del genere l'abbiamo presa in considerazione fin dall'infanzia (perché siamo vissuti in un mondo in cui la maggior parte delle persone si comportava e pensava in un modo diverso dal nostro), per questo, quando abbiamo scoperto dell'asperger, la possibilità che esistessero persone con un condizione neurologica diversa (e che noi potessimo essere come loro) non ci ha davvero sconvolto. Per un neurotipico però questo è quasi ai limiti dell'assurdo, perché tutte le persone "sane" che ha incontrato o erano neurotipici come lui o erano neurodiversi (non per forza asperger, ma anche bipolari, schizzofrenici, depressi ecc.) ad alto funzionamento che la propria diversità la tenevano ben nascosta sotto una facciata di "normalità", e quindi li ha sempre considerati "normali" o al massimo un po' "strani". Pure la maggior parte degli psicologi neurotipici, che lo spettro autistico (spero) lo devono studiare per dovere professionale, fanno fatica a considerarci con la stessa dignità dei neurotipici, figurati se l'uomo della strada riesce a capire con una discussione di mezzora che non siamo come rain man.
    Detto ciò, è abbastanza probabile che non ti credano, ma la cosa peggiore sarebbe se le tue stranezze fossero così evidenti da convincerli che quello che dici è vero. Questa informazione non verrà affatto usata per comprenderti o accettarti, ma verrà usata per denigrarti nelle discussioni a cui tu non sarai presente.
    Una cosa che io ho notato nelle discussioni tra neurotipici è che loro si divertono a parlare male degli assenti, anche se questi sono semplici conoscenti oppure amici. Nella mia classe era un'abitudine, quando ci si trovava in gruppo, raccontare i difetti di chi non c'era. E la mia era una classe abbastanza unita e tranquilla, non una di quelle in cui si odiano tutti. Non so se da te è lo stesso, ma non immagino sia molto diverso.
    La prossima volta che ti ritrovi con loro cerca di notare se hanno questo comportamento: se ce l'hanno considera che lo terranno anche nei tuoi confronti quando tu non ci sarai, e se è questo il caso, dato che ti hanno fatto notare loro le tue stranezze, sicuramente parleranno anche di quelle.
    Tornando al discorso di prima, immagina che decidano di crederti e che per questo motivo smettessero di considerarti un loro pari. La voce del tuo "ritardo mentale" si diffonderà a macchia d'olio e cambieranno il tuo atteggiamento verso di te. Chi non vorrà trattarti male ti tratterà come se fossi un bambino di otto anni, età a cui credono veramente che tu sia rimasto; buona parte di loro si divertirà a prenderti in giro e le persone a cui stavi antipatico già da prima e che prima ti lasciavano in pace per via della tua reputazione non danneggiata (c'è sempre qualcuno a cui stai antipatico che aspetta che tu fai qualcosa di sbagliato per andarti contro.I neurotipici spesso se ne accorgono ma noi spesso facciamo fatica ad accorgercene perché abbiamo poca Teoria della Mente) sfrutteranno l'occasione per attaccarti pesantemente.
    Io in una certa misura alcuni di questi atteggiamenti li ho subiti, eppure non ho mai detto ai miei compagni del fatto che sono asperger. In realtà non lo avrei potuto fare neanche se lo avessi voluto, perché non lo ancora scoperto, ma se anche lo avessi saputo di sicuro non glielo avrei detto. Men che meno ho intenzione di rivelarlo a qualcuno ora che vado all'università.
    Chiaramente, se ritieni giusto dirlo, hai tutto il diritto di farlo ma prima cerca di capire bene come reagirebbe l'ambiente in cui stai, perché una volta che lo hai fatto non puoi più tornare indietro.
    rondinella61OrsoX2milly
  • indennità o accompagnamento, chiedo un parere

    Salve @carla_75, proprio stamattina sono andata al patronato per fare la domanda per la 104. Ci abbiamo pensato molto ma alla fine abbiamo deciso. Pensavo anche io al fatto che mia figlia sarà etichettata come portatrice di handicap magari per sempre. Poi mi sono detta che dovevo fare tutto quello che poteva esserle utile. Adesso all'asilo la presenza di un'insegnante di sostegno per lei è importante.
    mammaconfusa80carla_75
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586