Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Il meglio di Utile

  • Il libro "La bolla dell'autismo"

    Forse @CeccoNacci intendeva quello "sguardo diagnosticante" del giudizio sommario che spesso si incontra, e pesa.

    Anche se questo nulla c'entra con l'autismo, accade in altri frangenti, accade tutte le volte che le cose non vanno nel verso di uno "sviluppo normalmente e socialmente atteso"
    Pensa al ragazzino drogato, ribelle ecc, ma anche imbranato cronico, sempre attaccato alle gonne di mamma ecc..

    Tutti professori diventano!


    Esatto!! e in questi ultimi anni si è accentuato in maniera esorbitante! Grazie @vera68 per aver chiarito il mio messaggio

    gufomatto79vera68
  • non trovo lavoro

    Ti conviene prendere il diploma...
    Sei seguito dal csm?
    Lì di solito hanno convenzioni con cooperative o altro che fanno fare attività (certe volte con rimborso spese o pagato) che possono essere equiparate al lavoro.
    L'invalidità è un arma a doppio taglio, cerca sul forum, se ne è parlato tanto, c'era un ragazzo, vincitore di concorso e invalido che non l'hanno assunto comunque perché asperger ovvero per lo stato disabile mentale.
    mammarosannarinco92
  • Volere le persone tutte per me

    @rinco92 dice:

    Prima devo dire che mi vergognavo di più ma adesso meno e non è un segno buono perché sta a significare che non me ne frega più nulla della mia vita e che sto raschiando il fondo.

    Adesso uno che leggerà simili commenti penserà che io abbia gravi problemi mentali e che non sia tutto ma sono assolutamente normale e dall'esterno non si nota nulla di strano, sono una persona come tante ma con alcuni problemi, anche gravi per certi versi.

    In passato c'è stata qualche ragazza che mi interessava ma ho sempre lasciato stare non perché io fossi brutto (mi reputo normale) ma per la mia vita sociale. Infatti non ho amici, non esco, non lavoro, non so fare niente, sono goffo, imbranato e in più ho il Doc e sicuramente fobia sociale. Cosa racconto a una ragazza o anche a un potenziale amico di tutto questo? Cosa penserebbero?

    Ogni tanto, e non è detto che siano pochi, c'è qualcuno che vede oltre la scorza
    Io credo che ci sia polpa buona sotto quella scorza, penso che ci sia un uomo intelligente che sa di avere un potenziale che è solo ingabbiato
    Altrimenti non avresti fatto una valutazione così di te, come quella che ho riportato.

    Prova a frequentare un qualche ambiente di volontariato..
    Abiti in un piccolo paese o in una città?
    rinco92Valentadamy
  • Fobia sociale, sintomi Asperger e famiglia

    Uno psicoterapeuta e psicologo clinico.

    L'analisi transazionale é uno strumento di lavoro che può essere di grande aiuto soprattutto nella comunicazione e per capire come agiscono le comunicazioni dell'altro su di noi e come noi rispondiamo.
    Spesso le nostre comunicazioni sono fatte di "giochi" inconsapevoli che attuiamo o in cui siamo tirati dentro e inconsapevolmente partecipiamo a questi giochi. Giochi che spesso anche noi mettiamo in atto con le comunicazioni che facciamo ad altri.

    Sapere quando è utile chiudere uno di questi giochi che instaura un circolo vizioso e sapere come fare dà un senso, almeno quello, a tanti episodi della nostra vita.
    Quindi un analista transazionale può servire, secondo me. A me è servito molto

    Una volta un neuropsicologo mi ha parlato di "inefficienza appresa", cioè quando uno ha appreso benissimo ad essere inefficiente.
    Non lo è inefficiente, ha imparato benissimo ad esserlo... Si è allenato per una vita intera!

    Edit:, correzione ortografica
    rinco92Blunotte
  • Diagnosi pubblica

    @smeagol ho una diagnosi privata fatta da uno specialista in autismo e asperger. Vorrei richiedere quella pubblica per poter ottenere una possibile invalidità perché da sola non riesco a gestirmi. Ho bisogno di aiuto e di supporto concreto.

    La sindrome di Asperger sulle diagnosi non esiste più dal 2013 anche se qualcuno ancora lo scrive.
    Smeagol
  • Il libro "La bolla dell'autismo"

    Scusate se rispondo solo ora, tengo a precisare che non conosco l'autore del libro o il libro stesso, quindi mi limito a rispondere alla lunghissima discussione che ne è derivata.
    Personalmente non condivido l'attaccamento per la diagnosi che hanno in molti, la cosa importante è fare l'intervento appropriato.
    In un mondo utopico ed ideale ogni bambino sarebbe valorizzato nella propria individualità, questo sarebbe un mondo in cui non sarebbero necessarie diagnosi a meno di casi gravi di disabilità intellettiva (NON handicap mentale) o altre condizioni particolarmente disabilitanti.
    Purtroppo NON viviamo in un mondo ideale.
    Una diagnosi serve a:
    1) far capire ai genitori che c'è un problema ed invogliargli ad iniziare un percorso terapeutico (per esperienza molti genitori rifiutano di iniziare le terapie senza avere una diagnosi, cosa che non condivido, non comprendo e reputo dannosa, ma è un dato di fatto)
    2) far capire agli insegnanti che è necessaria una individualizzazione (per esperienza è molto raro riuscire ad avere un piano didattico personalizzato senza diagnosi, cosa che non condivido, non comprendo e reputo dannosa, ma è un dato di fatto)
    3) una diagnosi può essere una "parola chiave" per formarsi ed informasi, ma ovviamente deve essere precisa, altrimenti se si riporta solo "autismo" si rischia di incappare in suggerimenti non utili per il proprio figlio/sé stessi.
    4) una diagnosi (in un adulto/adolescente) può avere anche un senso identitaria
    5) dare un nome alle cose aiuta i professionisti a scambiarsi opinioni (ed i genere se sono formati ci mettono poco a determinare di "cosa" stanno parlando, un po' più difficile lo è per i ricercatori che spesso generalizzano troppo.
    6) Accedere ai servizi, purtroppo senza una diagnosi i servizi non vengono attivati.

    Detto questo, un diagnosi nosografica, cioé legata al nome della condizione è l'ultima cosa. Molto più importante effettuare una valutazione di punti di forza e di debolezza specifici per sviluppare un piano di intervento individualizzato. Le terapie poi hanno una decina di nomi, ma quello che viene svolto all'interno di quella terapia cambia per ognuno, due bambini che fanno un intervento cognitivo-comportamentale non faranno lo stesso programma. Se gli interventi sono "fotocopie" il problema non è la diagnosi ma il professionista.

    I discorsi contro le diagnosi sono molto belli in astratto, nella pratica, c'è ancora il problema delle sottodiagnosi, della mancanza e del ritardo di servizi educativi e scolastici ed il fatto che no, non crescono bene comunque i bambini "lievi", anche molti bambini neurotipici crescono male, figuriamoci chi è diverso dalla norma.
    vera68NemoLinnaLisaLaufeysonMaregufomatto79Tatmammaconfusa80adiRomulanderriot
  • Fobia sociale e Asperger: due facce della stessa medaglia?

    Fobia sociale tout court, oppure fobia di determinati contesti perchè non li si conosce/si sa che ci si sta male? La prima penso sia relativamente svincolata dall'Asperger, la seconda mi sembra in netta correlazione positiva con la sindrome.
    rinco92
  • Diagnosi pubblica

    Ops! @Kamen ho fatto un mix! Ma spero sia comunque comprensibile per entrambi! Hehehe ;P

    Però non ti nego che prima avevo in mente Di fare l’esempio con il medico di base... ma poi ho pensato alla mia, che quando andai per dirle che il ciclo era un po’ troppo lungo... mi ha subito sparato un tumore Come possibile causa, alla faccia della delicatezza! Inutile dirti che fortunatamente non era nulla di preoccupante!

    Ho fatto l’esempio del neurologo invece per esperienza diretta di mio padre: poi indirizzati ad altre specializzazioni a ragione..
    Purtroppo come dici tu, inevitabile rimanere delusi con l’esperienza che hai avuto, perché più che diagnosi ti ha giudicata...
    Ma mettila così, il medico di base può avere una infarinatura generale, non ha le competenze che spesso noi ci aspettiamo da loro. Tra l’altro non ci dimentichiamo che ogni medico di base ha una sua specializzazione: la mia è oculista! Quello di mia madre era cardiologo ecc.
    nel tuo caso credo che un “generico” psicologo (più di un qualsiasi dottore) possa esser in grado di cogliere le sfumature e competenze psicologiche delle donne E non solo come giustamente sottolinei tu...

    ma a questo punto (e mi scuso se ot) non avendo una diagnosi Certa pregressa, potrebbe anche darti 1altra valutazione: potrebbero essere altre cose ma con i stessi sintomi... in quel caso la contesteresti la diagnosi perché non è specializzato per as?
    Kamen
  • Fobia sociale, sintomi Asperger e famiglia

    La mia storia è costellata da episodi di questo tipo e proprio dentro la famiglia.
    Il problema è che poi sei tu il primo a crederci.
    Non mi ricordo il nome dello psicologo (te lo cerco) ma questi parlando proprio di apprendimento parlava espressamente della apparente stupidità dei soggetti con esaurimento nervoso. Cioè sono talmente logori da essere ottenebrati, non sono stupidi ma così appaiono, e loro così si sentono per via del feedback che ne ricevono che alimenta poi il loro stesso giudizio su loro stessi. E il tuo nick conferma.

    Io sono stata salvata dal mio prof di matematica che dava libero sfogo alle nostre menti con l'esercizio del problem solving. In quell'occasione ho capito che per fare le cose esistono molti modi, alcuni più efficienti altri meno, ho capito che esistono strade che non portano all'obiettivo benché corrette e sono tentativi che hanno il loro diritto di esistenza anche se infruttuosa.
    Quell' uomo mi ha dato diritto di parola e di pensiero.

    Fai delle esperienze in ambienti sani, dove tu possa essere apprezzato. Mi auguro tu possa incontrare una persona saggia che tu elevi a tuo mentore. Tu hai solo bisogno di quello.

    Discipline che coniugano attività fisica e meditazione tipo yoga, tai chi, potrebbero esserti di aiuto. Ci hai mai pensato?
    rinco92Nemo
  • Il libro "La bolla dell'autismo"

    ho parlato con l'autore del libro quando ho cominciato tutto questo percorso per mio figlio, posso dire che mi sembrava una persona molto professionale e che su molte cose mi ci ritrovo molto, i nostri figli per questi centri sono diventati assegni ambulanti, si prescrive per tutti psicomotricità che poi è il saper giocare e poi si aspetta l'evoluzione del bambino, ma perchè non si fanno corsi che insegnano a tutti i genitori come giocare per sviluppare determinate abilità, invece la psicomotricista si chiude nell'aula con il bambino e sembra ci sia il segreto di stato su cosa fanno.
    vera68Domitilla
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online