Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Il meglio di Non-capisco

  • Bando Pubblico senza risposte

    @Simone85 purtoppo in Italia è sempre questione di conoscenze e favoritismi. poi parliamo di posti di lavoro, figurati!

    @AndrewAmbient devi trovare il modo d'inserirti come assistito. parla con chi ti diagnosticato, se ha qualche idea in merito.
    AndrewAmbientSimone85
  • La RAZIONALITA' è un tratto Asperger?

    @iie mi ritrovo pienamente nelle tue parole (pur non essendo
    diagnosticata ufficialmente). Da sempre sono stata etichettata come persona
    estremamente razionale e per diversi anni ci ho anche creduto… mi avevano
    convinto di esserlo. Qualcosa però non tornava, come in tutte le definizioni
    che mi ritrovo date da neurotipici, più aumenta la mia consapevolezza, più mi
    rendo conto che c’è qualcosa di diverso. Mi confronto con mio marito
    (squisitamente neurotipico): lui ha un modello di pensiero estremamente
    razionale, ragiona in modo schematico, preciso, “freddo” (anche se questa
    parola applicata al pensiero per me ha poco significato) e funzionale. Di
    fronte allo stimolo si ferma, ragiona e sforna una risposta perfettamente in
    linea con le sue convinzioni/idee/schemi. Questo non significa che trovi sempre
    la soluzione migliore, però ne trova sempre una. Ovvio sto semplificando, ma io
    non sono assolutamente così, per me la razionalità è strettamente legata alla
    logica neurotipica che in me è totalmente assente. E qui ti chiedo @iie: la tua
    logica è la stessa di un neurotipico? Anch’io utilizzo pattern e schemi di
    pensiero, ma sono lontanissimi da ciò che un neurotipico potrebbe riconoscere
    come tali. Non so se riesco a spiegarmi.

    Sono quindi arrivata
    alla conclusione che quello che in me viene considerata razionalità sia in
    realtà  quel filtro/griglia che applico
    al mio modo di rispondere agli stimoli esterni. Questo avviene per due motivi.
    Il primo è quello di cercare di “assomigliare” ai neurotipici per essere
    accettata, l’altro è quello di impegnarmi per essere quella che io voglio
    essere (oggi preponderante). In un’unica parola si ritorna al bisogno di controllo, che però,
    ripeto, secondo me è totalmente avulso da quello di razionalità.

    vera68
  • Ipersensibilità e routine inesistenti

    Leggo, nel post iniziale di clalui, espressioni come "non manifesta [...]" e "non sembra [...]". Vorrei intervenire nella discussione perché sono assolutamente convinto che i miei genitori, a suo tempo, avrebbero potuto usare espressioni simili per descrivermi.

    Io, infatti, non ho mai "esternato" (non ho mai avvertito alcuna esigenza di farlo) i miei sentimenti; sono sempre stato estremamente "chiuso in me stesso", e in me stesso ho sempre cercato il modo per affrontare le situazioni in cui non potevo esercitare il controllo (anche quelle - e ce ne sono state moltissime - che mi facevano "soffrire").

    Ho, inoltre, sempre dato "per scontato" che questa "sofferenza" fosse normale, comune a tutti, e che tutti cercassero di "sopportarla in silenzio" come facevo io. Del resto, come avrei mai potuto immaginare diversamente?

    (Ad esempio solo quest'anno, dopo la diagnosi, ho capito di avere una particolare sensibilità alla luce solare e ho scoperto l'utilità degli occhiali da sole, strumento che prima non avrei mai pensato di utilizzare.)

    ---

    Provo ad affrontare, ipoteticamente (perché a me in realtà non è mai piaciuto), l'esempio dell'andare alle giostre.

    Il contesto "giostre" raccoglie in sé, concentrate in un unico luogo, diverse "attrazioni" specifiche (che non si trovano altrove). Supponiamo che io ricavi, da alcune di esse, emozioni positive. La mia mente, quindi, associa univocamente al contesto "giostre" queste emozioni positive.

    Ci sono poi, sempre nello stesso contesto, fattori come il "rumore", i quali, invece, generano in me emozioni negative. Tali fattori, però, non sono specifici di questo particolare ambiente (anche se vi si trovano in maniera particolarmente accentuata), pertanto la mia mente non opera un'associazione "uno a uno" tra "giostre" e, ad esempio, appunto, "rumore".

    Come ho già in parte scritto sopra, inoltre, la scarsa consapevolezza si traduce nel non riuscire nemmeno a immaginare la possibilità di ridurre gli stimoli negativi (che non vengono percepiti come "da ridurre", bensì come "inevitabili", "da sopportare").

    Il desiderio di emozioni positive, quindi, prende il sopravvento sulla necessità di evitare o contenere quelle negative (necessità esistente ma non percepita), le quali inoltre, essendo presenti - seppur in misura minore - in moltissimi altri contesti, non sono propriamente messe in relazione con l'ambiente specifico, e giocano quindi un ruolo minore nella determinazione della volontà finale.

    Questo meccanismo mi sembra, almeno in parte, simile a quello descritto da LifeIs (ma potrei ovviamente sbagliarmi).

    Inoltre io, personalmente, ho sempre avuto difficoltà a riconoscere il "piacere"; a distinguere, cioè, quello che "mi piace" da quello che "non mi piace".

    In questo contesto è chiaro che io, bambino immaginario, potrei desiderare [e chiedere di] "andare alle giostre".



    Questa è solo una delle [infinite] possibili interpretazioni.
    rondinella61mammafranceclalui
  • Secondo voi il mancato amore per se stessi, attira persone sbagliate?

    Non amo molto me stesso, è molte donne mi hanno deluso.
    Sarà colpa del mancato amore per me stesso.
    UnconventionalLoverElenaj
  • La “disperazione” e la preoccupazione di voi genitori, me le spiegate?

    Poi scusami volevo dire un altra cosa che prima.mi è sfuggita. Non è che noi vogliamo snaturarvi o cambiarvi... Siamo i vostri genitori vogliamo educarvi. Cosi come i nostri genitori hanno fatto con noi. Solo che dobbiamo usare metodi diversi. Neanche un ragazzino neurotipica ama essere sgridato ripreso corretto se fa qualcosa che non deve fare. Neanche a un ragazzino neurotipica nella maggior parte dei casi piace andare a scuola essere costretto a studiare... Ma bisogna pur dare degli strumenti per vivere no? Anche noi neurotipica a nostro modo siamo stati " addestrati". Leggo spesso questa parola riferita alle varie terapie a cui sottoponiamo i nostri figli. Io devo permettere a mio figlio di poter comunicare altrimenti come potrebbe mai sopravvive re senza potermi far capire quello che desidera o meno?/quando potrà dirmi " no mamma questo non voglio farlo" o Carmelo capire in qualsiasi n altri modo beh allora potremo cercare modi alternativi, ma senza poter comunicare mio figlio si ritroverà sempre a dover subire le mie decisioni. Cerchiamo di darvi gli strumenti per la vostra " autodeterminazione "... Cosa c e di sbagliato? Mi interessa molto il tuo punto di vista.
    mammaconfusa80claluimafalda
  • Siete orgogliosi di essere italiani?

    io come te non abito in mafiaitaglia quindi vedendola dall esterno vedi molto di piu le incongruenze 
    non sono minimamente interessato a  palare con mafiaitagliani perche come  ho gia scritto davanti a  parole e cose reali ti rispnderanno come te 
     ba bla bla  che tradotto e prot prot prot 
     a leggere una cosa che non piace fai gnuff  e ti si riempie la pancia di aria dallo spavento 
    tu non si asper  se scivi cosi 
    dopo  che ti  si e' riempita la pancia di aria   per aver letto o sentito qualcosa che ti ha colpito come uno schiaffo ai due possibilita 
    o  apri la bocca e t i escono parole senza senso come  ,, tutto il mondo e' paese anche in svizzera e' cosi ,, sopra la panca la capra campa , cosa ti sei messo in testa del erba non si puo fare il fascio   ,, oppure deglutici e  l'aria si trasforma in prot prot 
    quindi in mafiaitaglia  a moltissime cose che dirai   ti risponderanno prot prot linguaggio 
    esempio  accendendo la tv o la radio impiegherai 15 minuti a capire di cosa parlano ,, 
    mafiaitaglia  e' un regime dittatoriane non libero quindi ,, ecco perche le persone  parlano con sottinntesi 
    i  zozzamafiaitaglia le pesone non usano  mettere  nomi nelle frasi  ma piuttosto dicono quella roba li  
    sono sotto una cappa di paura  e non usano la franchezza di scrivere una frasa cn nome verbo agettivo  etc etc 
    esempio se io dico una cosa  tipo ,, non esiste paese zozzo al mondo in cui delle persne vanno a prendere veleni  tossici e se li mettono  sotto casa  pur sapendo di far ammalare e prendere tumoti e morte i propri vicini di casaaaaaaaaaaaaaaaaa
    non esistono  in nessun altro stato  ferriere  in mezzo alla citta  consapevoli che la ferriera fa tumori e la politica mafiosa non fa nemmeno mettere filtri costosi per diminuie il tasso di morte 
    non esiste nessun altro paese cosi zozzo come mafiaitaglia  in cui per guadagnare  e farsi bonificare estero su estero militari della marina corrotti vanno in acque  territoriali di altri paesi   per recuperare persone e mettere in moto un cirquito mafioso di finti aiuti a finte persone 
     a tutto questo tu risponderai siiiiiiiiiii ma  non ce il due senza il tre ,,  la gatta cieca ha fatto i  gattini freddolosi e  non se ne puuo piu anche in svizzera e' csi ,,, io rinuncio a scrivere e parlo solo con asper   ciaoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo   buoni prot prot  


    luca95DrMoody
  • Inizia il nuovo gruppo Alieni Terrestri a CuoreMenteLab per adolescenti e adulti

    scusa Davide , nn volgio fare il criticone ma cosa serve?? a nulla ,, io esempio sono stufo di persone normali che mi annusano , catalogano ,analizzano , perche loro sono in paranoia e non riescono  vivere ,, come quando senti con amici  una bellissima canzone c' sempre il pirla in paranoia che dice ma chi sono come si chiamano  a si adesso ricordo e' di quell album,, ma che serve ??? io odio essere annusato da normali ,, normali che vista la mia strana cofigurazione mentale volevano sbattere in ricovero forzato presso manicomi o strutture chiuse ,,a che serve il tuo gruppo se non tutto parte da te dentro ?? preferisco il rapporto con un animale che con un umano e di molto ,, tu stai solo cercando di catalogare perche hai paura di perdere la  tua razionalita davanti al nulla
    il librofaccia e tutti i microsoft del mondo che ti spiano per catalogarti , ED AVERE  POTERE  DI TE !!    
    ale82
  • Siete orgogliosi di essere italiani?

    italia  e' mafiaitaglia  
    quattromilacinquecento imprenditori si sono suicidati mentre un fake presidente del consiglio mafioso napolitano firmava un appalto per 120 f35   3 sommergibili e  altri nn incrociatori  ,, 
    mafiaitaglia e' addormentare le coscienze poco a  poco riducendo le capacita di reazione indignazione a delle azioni di furt rapina saccheggio 
    mafiaitaglia e' l'unico paese al mondo dove 56 milioni di persone credono di essere bravi ragazzi, basta semplicemente disinteressarsi dell altro e di cio che ti circonda fino a quando , per sfortuna ti casca addosso 
    mafiaitaglia  e' uno dei pochi paesi al mondo in cui le donne per comperare una casa od una automobile non vanno in banca ad aprire un mutuo ,, semplicemente aprono le gambe , 
    l'85 % dellle donne abita in una casa perche ha aperto le gambe al marito protettore di turno il quale e' uno dei pochi popoli che paga le prestazioni sessuali anche dopo sposato con continui regalini tipo automobili perche sa benissimo che per blocchi psicologici non ha voluto  soddisfare la moglie  sessualmente ,, costringendola in maschere vestiti tipo crocerossina mamma 
       
    luca95
  • Siete orgogliosi di essere italiani?

    Pavely sei fantastico 
    avessi io la tua capacita di esprimermi !!  grrrrr che invidia 
    fortunatamente io nnon sono piu  mafiaitagliano  anzi zozzomafiaitagliano 
    fortunatamente  e con gran fatica sono andato via da questo zozzo paese composto da 56 milioni di perone che si credono bravi ragazzi ,, persone perbene ,, ma sono tutte mafiose ,, solo  e se tu vivi fuori da una situazione la vedi perfettamente se ci caschi dentro sei intrappolato  quindi come un rapporto piu o meno d'amore che hai avuto quando eri giovane e ora vedendolo dall esterno ne vedi tutti i lati solo vivedo all estero capisci quando e' zozza quanto e' laida quanto e' skuallida mafiaitaglia .. io ho impiegato 6 anni per chiudere la ditta vendere casa e trasferirmi in un paese meno mafioso del vostro e ne sono felicissimo ed orgoglioso ,, ogni tanto aiuto mafiaitagliani all estero a tirarsi giu le fette di salame che avete sugli occhi prima di venire schiacciati dal vostro continuare a  cercare di vendere perline agli indiani e termosifoni agli africani hahahaha  fate veramente  pena, tranne quelle ditte che faticosamente si sono catapultate da 30 anni alla estero essere mafiaitagliani e' una vergogna che tutti noi all estero cerchiamo di nascondere ,, io sono orgoglioso di tutti i piccoli mafiaitagliani che con le unghie e con i denti si attaccano con un enorme forza di volonta a qualsiasi lavoro umilissimo pur di non tornare in quella fogna di paese ,, e non si va via per mancanza di lavoro nho !!! si va via per mancanza di aria libera che t entra prepotente nei polmoni e ti fa sgignazzare come un matto se senti uno che si crede di essere e vivere nel settimo paese iu indistrializato ,, Mafiaitaglia e' mafia  ,, cosa e' la mafia ?? 
    l mafia e' una condizione  psicologica morale in cui viene creato un centro di potere che detiene la tua liberta a costo della tua vita sottomettendoti 
    esempi di mafia ,, io non so quando io  verro censurato so che sicuramente saro censurato epr scrivere quello che penso dando informazioni reali e numeri reali da una persona mafiosa che  dira parola vuote su frasi vuote solo perche lui vuole detenere il potere ,, piu de 50 %delle tue domande reali avranno una risposta brugungiagadanga ,, questa e' mafiaitaglia  il rispondere prot prot  e' ora di girare la pagina cosa ti sei messo in testa i valori della famiglia , finche la barca va meglio lasciarla andare ,, mafia non e' solo rispondere con frasi vuote ad una domanda reale con parole reali ma pretendere anche di avere ragione ,, ed iniziare ad urlare per avere ragione con frasi tipo vatti a curare e trovane uno buono io non scrivo piu fino a quando capiro il livello di censura che mafiaitaglia  governata da cia gladio US con napolitano cossiga P1 P2 P3 P56 P57  P 89  P95  che mettono su marionette come presidenti del consiglio   a raffica tanto il mafiaitagliano non ha le palle nemmeno per fare un sciopero generale      
    luca95Pavely
  • Siete orgogliosi di essere italiani?

    Clap Clap Clap!
    Bravo Pavely!


    Io non mi sono mai sentito un italiano, perché lo stato mi ha raccontato un sacco di frottole facendomi credere di avere un'identita nazionale che non ho e non potrei mai avere, perché non esiste. Poi lo stato mi ha chiesto di rinunciare alla mia lingua per parlare solo italiano (una maestra delle elementari..che rappresenta lo stato in istituto)


    Carta di identità: nazionalità :italiana!!! Cosa?!

    L'Italia non è una nazione, è uno stato che ingloba diverse nazioni...sommariamente, quelle descritte da Pavely.
    Ma siccome la penisola italiana dal punto di vista geografico è qualcosa che appare come un tutt'uno, che stacca dal resto del continente, qualcuno ha avuto l'idea di riunire la penisola sotto un unico stendardo.
    L'idea di per se non è nettamente condannabile, se non per i morti che vi sono stati per realizzare questo idealismo.

    Comunque.. Una nazione è un gruppo di individui che condividono religione, cultura, lingua, storia.
    Uno stato è un istituzione che ingloba un determinato numero di individui, a prescindere dalla nazione di appartenenza.

    Lasciamo perdere la religione, che al giorno d'oggi è qualcosa che identifica sempre meno noi occidentali. E contando il fatto che quella dominante è diffusa in praticamente tutta Europa.
    I Veneti condividono la stessa storia, la stessa cultura e pure la stessa lingua. Perché l'italiano è una lingua artificiale che trae origine dal volgare, il quale è servito per comunicare tra nazioni peninsulari diverse. Il veneto è la lingua dei veneti, come da statuto. E si suddivide in vari dialetti che contengono a loro volta delle variazioni da zona a zona (vicentino, trevigiano, ecc).

    Io sono un veneto. Abito nella nazione che si estende da una piccola parte del biellese ad una piccola parte del Friuli. Nella nazione che si estende dal bellunese a qualche territorio emiliano di confine.
    Io non chiedo indipendenza e non scendero mai col carro armato.
    Chiedo che lo stato chieda scusa ai veneti per tutte le menzogne e le negazioni che sono state subite da tutti noi.
    Poi per il resto è bello l'arricchimento culturale che si ha dialogando con i non veneti o addirittura con i non italiani!!

    Basta menzogne! Marciamo uniti ma consapevoli della verità
    PavelyDrMoodyAmelie
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586