Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Sentirsi "diverso"

Non so voi, ma io è da quando facevo le medie (dove mi prendevano spesso in giro) che ho questa sensazione di sentirmi "diverso", quindi "non accettato", "facile vittima di discriminazioni", e ammetto che è forse per questo motivo che ho un esagerato "senso di giustizia" (molto personale a mio parere), che non sopporta le prepotenze (o quelle sentite come tali), le discriminazioni ed altre cose così. Questa sensazione di sentirmi "diverso" la sento anche quando ad esempio leggo su internet (specialmente tra i commenti alle notizie) o sento sui mezzi pubblici gente che esprime idee "violente" (come inneggiare alla pena di morte e alle torture -cosa che io aborro- ), razziste o semplicemente dettate da ignoranza o da sensazioni "veicolate" dai media (specialmente televisione).
A farmi sentire ancora più "diverso" è vedere che le persone che si comportano in questo modo sono la maggioranza -almeno su internet e sui mezzi pubblici-.

Voi cosa ne pensate?

Scusate la lunghezza dell'intervento.
Marco75

Commenti

  • snoopy34snoopy34 Neofita
    Pubblicazioni: 13
    Hai presente quando Nanni Moretti dice di sentirsi d'accordo con la minoranza? Ecco..
  • UnconventionalLoverUnconventionalLover Veterano Pro
    Pubblicazioni: 706
    Un esagerato senso di giustizia, contrario alle prepotenze altrui.....

    Innanzitutto ti faccio i migliori complimenti e ti ringrazio.
    Ma tu sei uno degli eroi che combattono ogni giorno per un mondo migliore! Ricordatelo a vita!!! Sei eccellente, solo per quello che hai scritto. Io ti credo e ti faccio notare quanto meriti!
    Sei una risorsa per questo mondo. Non abbatterti e porta pazienza con tutta sta gente di cui parli!


    Io ho notato che una volta pensavo troppo alle ingiustizie commesse nei miei confronti da quelle categorie di persone da te citate. E davo pure peso a ciò che dicevano.
    Chiaro, certe cose mi fanno ancora arrabbiare se sono rivolte verso il prossimo..ed è un bene eh.
    Ma quando TU come persona hai a che fare con elementi del genere (pietosi e poveri di Valori), fregatene, fregatene e fregatene.

    Consiglio del giorno: Un atteggiamento mentale di superiorità farà il suo dovere e dovrebbe consentirti di scollegare il cervello al momento opportuno. Quando ti fanno qualcosa che non va...chissenefrega! Lasciali parlare a vanvera, dagli ragione per finta....tu sei un eroe, loro dei pezzenti.

    Mi raccomando però...che resti un atteggiamento mentale e stop.
    Perché, pur essendo loro nel complesso penosi, anche noi abbiamo da imparare da questi qui.
    Al lavoro ho un furbo di cui non dico altro (basta la parola furbo e con questo ho detto tutto). È una vergogna dell'azienda. Però ho usato lui come persona per trarre degli insegnamenti: ho tratto il fatto che sa sbrigarsi le sue cose (dunque ho messo da parte la parte marcia e più evidente della sua furbizia, studiando la sua furbizia benevola) e quando lavora con me è una buona presenza, in quanto grazie al suo scadente modus operandi io vengo messo in rilievo innanzi ai titolari.
    Grazie a lui di esistere, perché la sua presenza mi valorizza e perché ora me la cavo meglio nello sbrigare i miei affari!!!

    In sintesi, fregatene altamente della gentaglia che interagisce con te, ma Usala per diventare migliore e per colmare le tue lacune.
    Ciao, carissimo!
    Marco75
  • MinolloMinollo Neofita
    Pubblicazioni: 42

    Un esagerato senso di giustizia, contrario alle prepotenze altrui.....

    Innanzitutto ti faccio i migliori complimenti e ti ringrazio.
    Ma tu sei uno degli eroi che combattono ogni giorno per un mondo migliore! Ricordatelo a vita!!! Sei eccellente, solo per quello che hai scritto. Io ti credo e ti faccio notare quanto meriti!
    Sei una risorsa per questo mondo. Non abbatterti e porta pazienza con tutta sta gente di cui parli!


    Io ho notato che una volta pensavo troppo alle ingiustizie commesse nei miei confronti da quelle categorie di persone da te citate. E davo pure peso a ciò che dicevano.
    Chiaro, certe cose mi fanno ancora arrabbiare se sono rivolte verso il prossimo..ed è un bene eh.
    Ma quando TU come persona hai a che fare con elementi del genere (pietosi e poveri di Valori), fregatene, fregatene e fregatene.

    Consiglio del giorno: Un atteggiamento mentale di superiorità farà il suo dovere e dovrebbe consentirti di scollegare il cervello al momento opportuno. Quando ti fanno qualcosa che non va...chissenefrega! Lasciali parlare a vanvera, dagli ragione per finta....tu sei un eroe, loro dei pezzenti.

    Mi raccomando però...che resti un atteggiamento mentale e stop.
    Perché, pur essendo loro nel complesso penosi, anche noi abbiamo da imparare da questi qui.
    Al lavoro ho un furbo di cui non dico altro (basta la parola furbo e con questo ho detto tutto). È una vergogna dell'azienda. Però ho usato lui come persona per trarre degli insegnamenti: ho tratto il fatto che sa sbrigarsi le sue cose (dunque ho messo da parte la parte marcia e più evidente della sua furbizia, studiando la sua furbizia benevola) e quando lavora con me è una buona presenza, in quanto grazie al suo scadente modus operandi io vengo messo in rilievo innanzi ai titolari.
    Grazie a lui di esistere, perché la sua presenza mi valorizza e perché ora me la cavo meglio nello sbrigare i miei affari!!!

    In sintesi, fregatene altamente della gentaglia che interagisce con te, ma Usala per diventare migliore e per colmare le tue lacune.
    Ciao, carissimo!

    Grazie del consiglio! ;)
    UnconventionalLover
  • Apgar7Apgar7 Membro Pro
    modificato 20 November Pubblicazioni: 110
    @Minollo Premesso che non è che sia proprio un animale sociale, ma per diversi anni ho tentato di imparare. In questi anni di studio spesso mi sono imbattuta in teorie che sostenevano che esprimere idee violente ha una funzione prosociale.

    Se io e te facciamo gruppo contro un altro ci sentiamo più uniti. Uniti nel biasimo. Di chi? Di chi è diverso da noi naturalmente, meglio ancora se non può direttamente farci del male.
    A me non riesce per niente, mi sento in colpa e sento di mentire a me stessa, ma a chi questo gioco lo sa fare quest'attenzione selettiva ai propri bisogni rispetto a quelli dell'altro viene incredibilmente naturale. Io la trovo un'abilità scimmiesca, ma in realtà è intelligente nella prospettiva sia della sopravvivenza individuale che del gruppo.
    rondinella61UnconventionalLover
    Post edited by Apgar7 on
  • Marco75Marco75 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 760
    Razionalmente capisco quello che dice @Apgar7, ma trovo che secoli di evoluzione dovrebbero averci insegnato altro. Cose come il rispetto per la diversità, l'empatia, la gentilezza, insomma cose che vanno proprio nella direzione contraria rispetto a quelle che ha evidenziato (e di cui parla @Minollo).
    Insomma, credo che si possa essere "sociali" e riuscire a diventare comunità senza far del male agli altri, e anche (sì, perché no) reprimere questa tendenza al biasimo della diversità laddove viene naturale (non succede a tutti, giustamente).
    rondinella61
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586