Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Mvsica Oscvra

Ciao a tutti, scusate per il disturbo. Ho da qualche mese iniziato ad ascoltare Black Metal (e anche qualche suo sottogenere - Depressive e Black Ambient in particolare).
Dal momento che non è certo musica comprensibile per il pubblico medio, ho sviluppato uno dei miei soliti pensieri da elitaria, con la convinzione che sia musica adatta a delle persone più profonde e sensibili della media (sì, lo so che risulto fin troppo antipatica dicendoloh).
Quindi, visto che questo forum dovrebbe fare al caso mio, c'è qualcuno che ascolta Black Metal o che ne è incuriosito/a? I vostri pensieri a riguardo? Sono molto curiosa.
P.s.: voglio precisare che non ne sono assolutamente un'esperta, e che mi piace prendermi i miei tempi nell'ascoltare gli album. Non linciatemi, grazie.
AJDaisymandragola77
«134

Commenti

  • luckyduckluckyduck Membro Pro
    Pubblicazioni: 298
    Ciao @8_1498

    Ho provato ad ascoltare gli Shining, ma avrei preferito dei brani unicamente strumentali e senza immagini sanguinolente.
  • UnconventionalLoverUnconventionalLover Veterano Pro
    modificato 4 December Pubblicazioni: 706
    Io trovo che non abbia senso ascoltare i contenuti se non si riesce a comprenderli. Non capisco niente quando qualcuno fa gli scream con la voce gutturale. Sono costretto a vedermi le lyrics.
    Una volta stavo ascoltando Mare Nostrum degli Stormlord, non si capiva di cosa chiacchierassero ed in che lingua poi. Ho visto le lyrics...era inglese allo stato puro.

    Dunque qualcosa di Black metal potrebbe anche piacermi, ma basta che sia strumentale.

    Metal...di metal ascolto più che altro folk metal, tipo In Extremo.
    È tutto un altro paio di maniche, chiaramente.
    Post edited by UnconventionalLover on
  • AJDaisyAJDaisy Pilastro
    Pubblicazioni: 6,708
    Presente. Credo che un po' di "elitismo" sia un classico di quando si ascolta musica "non alla portata di tutti". Non è così immediato provare emozioni di fronte ad un sound estremo e difficile da digerire.
    Non ascolto solo Black Metal ovviamente, ascolto veramente di tutto. In questo momento tuttavia sono sugli Opeth, che sebbene non siano propriamente nella sfera del BM, sono comunque accomunabili al range di sound alternativo non alla portata di tutti e sono parzialmente scandinavi.
    Comunque in gioventù ho prodotto 2 album black metal (influenze prettamente industriali) ed in seguito mi sono riversato su industrial, goth ed ebm.
    UnconventionalLover
  • nebelnebel Veterano Pro
    Pubblicazioni: 208
    eccomi qui, non sono una patita ma è forse il genere che ho affrontato di più. quest'anno l'ho totalmente messo da parte e a memoria mi pare di non aver ascoltato nemmeno un album nuovo, quelli che ho apprezzato di più dallo scorso anno sono coldworld, psychonaut4, oathbreaker e mizmor (doom/black).

    per qualsiasi consiglio chiedimi pure, non avrò di certo ascoltato tutto però qualcosa la posso dire.
    non ti so dire qualcosa di certo riguardo la profondità e la sensibilità rispetto alla media, però sono stata a vari concerti, e il pubblico bm è mediamente più posato, rispettoso ed educato rispetto ad altri generi. forse l'unica eccezione riguarda il live dei taake, in quel caso c'è stato del movimento.
    AJDaisy
  • AJDaisyAJDaisy Pilastro
    Pubblicazioni: 6,708
  • nebelnebel Veterano Pro
    Pubblicazioni: 208
    commento man mano che scorro la pagina e trovo qualcosa che conosco:
    the ruins of beverast: in realtà li ho sempre catalogati automaticamente come death/doom, ho ascoltato l'album uscito quest'anno, exuvia, non particolarmente esaltante per me;
    taake: strano (ma non troppo) ci sia quell'album e non over bjoergvin graater himmerik;
    negura bunget: curioso ci siano, forse dopo la dipartita del frontman han preso un po' quota, ricordo che facessero tantissime date in italia;
    satyricon: dovevano pur esserci, personalmente preferisco rebel extravaganza;
    blut aus nord: ho ascoltato solo quell'album, pochi mesi fa, non male, a tempo debito recupererò tutta la discografia;
    wolves in the throne room: conosco solo two hunters, ascoltato anche questo pochi mesi fa, non mi aveva convinto più di tanto;
    taake: ecco l'album che dicevo, ottimo;
    burzum: nulla da dire, storia del black;
    emperor: album molto ricco (a momenti saturo), da ascoltare almeno una volta, getta insieme ad altri gruppi le basi del symphonic black;
    (mayhem: giuro che non li ho mai ascoltati, ho la brutta abitudine di saltare le pietre miliari e gettarmi dritta nell'underground)
    xasthur: suoni interessanti considerando che il progetto arriva, mi pare, dalla california;
    windir: pagan black, molto orecchiabile e di facile presa, un ottimo album per una band di culto;

    ...mi sono appena accorta di quanto sia lunga la lista! meglio fermarsi, c'è qualcos'altro che conosco ma per la maggiore vedo titoli per me nuovi, interessantissimo.

    lo scorso anno ho comprato un libro di nome "da satana all'iperuranio", contiene cento recensioni di album black di ogni sottogenere, l'intento è quello di tracciare una linea cronologica dal passato fino ad oggi per seguirne l'evoluzione nel tempo.
    AJDaisymandragola77
  • Pubblicazioni: 81
    Quando si tratta di metal, sono più per il power-metal. Elvenking, per fare un nome.

    Aggiungo - Ho sentito molto a lungo la teoria che il metal fosse musica "elitaria", "colta", "alla portata di pochi". In seguito ho iniziato a vedere il metal come un sistema chiuso e fine a se stesso, e le vicende di Burzum mi hanno fatto concludere che il metal non ha nulla in più degli altri generi musicali.
    AJDaisynebel
  • AJDaisyAJDaisy Pilastro
    Pubblicazioni: 6,708
    @nebel sono partito dalla top 100 perché mi sembrava simpatico, ma il sito è completo, puoi anche dividere per nazione per esempio.
    Dividere per nazione o sottogenere può essere interessante.
    nebel
  • luckyduckluckyduck Membro Pro
    modificato 7 December Pubblicazioni: 298
    Da ragazzo, sono della prima metà dei '70, sentivo dire che l'heavy metal era la musica migliore e che la "gente" ascoltava solo spazzatura. Però erano affermazioni fatte da persone molto giovani che non avevano alcuna educazione musicale.

    Forse il panorama si è evoluto, ma definire "colto" un genere che impone di accettare testi e immagini molto impressionanti (non voglio precisare) mi sembra del tutto fuorviante. Come se provocare il disgusto non possa essere una emozione-esito della musica di cui tenere conto. Non esistono solo ascoltatori estasiati dal BM, ci sono anche quelli disgustati.

    Se ne prenda atto. Si tratta certamente di un estremismo musicale assai meno apprezzabile della dodecafonia, perché osa utilizzare per fare arte il mero cattivo gusto. Io resto dell'idea degli antichi greci: la musica condiziona l'umore e la volontà, un genere incentrato sul suicidio va oltre la libertà di espressione.

    Vi chiedo scusa se sono un rompipalle. Ma esistono anche argomenti simili.
    riotrondinella61
    Post edited by luckyduck on
  • AJDaisyAJDaisy Pilastro
    Pubblicazioni: 6,708
    Io personalmente mi sono discostato abbastanza nelle tematiche e nelle immagini del true black metal, a favore di uno stile che nelle sonorità a volte lo richiama abbastanza (altre, spesso, lo mescola ad altri generi), ma che nei testi porta più ad un pensiero nichilista, o antireligioso, piuttosto che ad uno che richiami il satanismo o l'occultismo. Ho preferito parlare anche di malattia, del cancro (di mia madre per la precisione), sebbene i giri di parole possano far sembrare che si parli di altro. Ho toccato la sfera gotica e vampiresca per passione personale, parlando anche di bellezza, di cultura.
    Ho preferito spaziare anche nell'industriale e piuttosto parlare della società (sempre ben celato).
    Non mi ha mai affascinato il satanismo; trovo che essere satanista sia praticamente equivalente ad essere cristiano, ma con dei valori inversi (il che mi piace ovviamente persino meno).
    Tuttavia invece il sound del Black Metal mi affascina, mi ha sempre affascinato ascoltarlo, mi ha entusiasmato suonarlo.
    rondinella61
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586