Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Perché i bambini autistici parlano in terza persona

wolfgangwolfgang SymbolModeratore
modificato 8 September in Apprendimento e linguaggio
This discussion was created from comments split from: Perchè l’autismo non è una malattia, ma una variante della specie umana.
Post edited by lollina on
Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
«1345678

Commenti

  • AleenaAleena Colonna
    modificato 9 June Pubblicazioni: 1,050

    Vi capita di parlare in terza persona riferendovi a voi stessi? Lo fate consapevolmente o inconsapevolmente? Perchè è ritenuta una caratteristica Aspie (nell'Aspie Quiz c'è una domanda in proposito)?

    Post edited by lollina on
    I exist as I am, that is enough,
    If no other in the world be aware I sit content,
    And if each and all be aware I sit content.

    ---Walt Whitman
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,137
    A me capita e anche a mia moglie e mia figlia (aspie anche loro). Specialmente capitava alla bambina. Si è una caratteristica degli aspie mescolare i pronomi. In particolare prima e terza persona. Sull'origine ci sono molte teorie diverse, appena ho un'attimo te ne parlo. Sull'aspie quiz dovrebbe esserci una domanda si.
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,137
    Tu pensa che una delle cose che fa pensare alcuni "storici" che lo stesso Hans Asperger fosse Asperger è proprio la sua predilezione per la terza persona!
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,137
    Penso che il problema principale derivi dalla "relatività", infatti non è solo tra prima e terza persona, ma anche ad esempio nel chiamare i genitori con il nome proprio invece che mamma e papà o cose simili. Personalmente negli adulti ritengo che sia una cosa acquisita da bambini e mai notata/"corretta". Infatti dopo un po' di lavoro (e la nostra attenzione ad usarli correttamente) mia figlia ha tranquillamente imparato. Il fatto è che gli asperger si dice abbiano deficit sociali. In realtà il problema è nella "reciprocità" e da essa deriva la "relatività" dei pronomi. Un bambino asperger ha difficoltà a capire che a seconda del contesto deve usare le parole in modo differente (cioé che i pronomi sono relativi), un adulto non ha problemi a comprendere il concetto ma può essere un'abitudine radicata dall'infanzia.
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • AleenaAleena Colonna
    Pubblicazioni: 1,050

    Non pensavo fosse una caratteristica tanto peculiare. Il mio interesse per l'autismo è cominciato proprio perchè una persona ridendo e scherzando mi ha detto che si stava peroccupando per l'aggravarsi del mio autismo dal momento che parlavo di me stessa in terza persona. Era una battuta, ma mi si è accesa una lampadina ed ora eccomi qua. In effetti io chiamo da sempre i miei genitori per nome, mi è anche stato fatto notare che sono più o meno le uniche persone che chiamo per nome, ho molta difficoltà infatti a rivolgermi agli altri in maniera diretta usando il loro nome proprio, può essere dovuto allo stesso meccanismo?

    I exist as I am, that is enough,
    If no other in the world be aware I sit content,
    And if each and all be aware I sit content.

    ---Walt Whitman
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,137

     ho molta difficoltà infatti a rivolgermi agli altri in maniera diretta usando il loro nome proprio, può essere dovuto allo stesso meccanismo?

    Questo è forse più facilmente dovuto ad un tentativo non cosciente di prendere le distanze in modo da ridurre il carico emotivo del contatto.

    P.S. hai fatto l'aspie quiz?

    Puck
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • AleenaAleena Colonna
    Pubblicazioni: 1,050
    si credo sia plausibile. ho fatto l'aspie quiz, il risultato è "Sembri avere sia tratti Aspie (neurodiversi) che neurotipici"
    I exist as I am, that is enough,
    If no other in the world be aware I sit content,
    And if each and all be aware I sit content.

    ---Walt Whitman
  • rosi_pomeliarosi_pomelia Colonna
    Pubblicazioni: 319
    Mio figlio ha parlato esclusivamente in terza persona fino a 4 anni.

  • marielmariel Senatore
    Pubblicazioni: 1,519
    ogni tanto mi piace dire ad es. " eli è arrabbiata" o "eli non può venire" parlando di me, ma non credo che sia inteso in questo senso o no ?
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,137
    si è inteso esattamente in questo senso...
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586