Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

costo educatore

EinsteinEinstein Veterano
modificato 10 January in Diagnosi, criteri e strumenti
Buongiorno, ho 16 anni e mi sono state consigliate delle uscite con l'educatore.
 I miei genitori hanno dei dubbi sul costo eccessivo delle uscite in quanto vengono a costare 82 euro ogni uscita di 90 minuti, in pratica 41 euro ogni 45 minuti.
Qualcuno di voi può dirmi quanto vengono a costare in media?
Tra l'altro questo mi porta in giro per la città facendomi vedere le vie, cose di cui io non ho bisogno.
A cosa mi servono queste uscite per quanto riguarda il miglioramento della socializzazione con i coetanei? Ringrazio chi  mi risponderà.
rondinella61Shinji
Post edited by Sophia on
«134

Commenti

  • SophiaSophia SymbolModeratore
    modificato 10 January Pubblicazioni: 4,273
    qui trovi la descrizione dell'intervento con compagno adulto.

    http://antrodichirone.com/index.php/it/2016/05/09/da-solo-non-riesco-e-se-ci-fosse-un-compagno-adulto/

    Può essere un intervento molto valido soprattutto se si instaura un buon rapporto e se si raggiungono gli obiettivi preposti.

    I costi sono a discrezione della struttura.

    Rispetto alle cose che fai con lui, potresti provare a confrontarti e a cercare insieme obirttivi più opportuni.

    È importante comunque che tra voi vi sia una buona intesa e fiducia, e che si instauri un clima favorevole.
    Einstein
    Post edited by riot on
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • EinsteinEinstein Veterano
    Pubblicazioni: 297
    grazie della risposta....se volesse rispondere anche qualcun altro gliene sarei grato

  • EinsteinEinstein Veterano
    Pubblicazioni: 297
    Gli obiettivi la struttura li sa...non tocca a loro programmare il tutto al fine di raggiungerli?
  • EinsteinEinstein Veterano
    Pubblicazioni: 297
    Ieri mi ha portato in un bar distante 15 minuti da casa per un'ora, cosa che aveva già fatto un'altra volta.
    Mi chiedo come può migliorare la mia socializzazione con gli altri se non faccio terapia di gruppo!!!!!
    Mi sembrano delle uscite inutili che potrei fare anche con mio padre. Oltretutto carissime ( 1 euro al minuto)
    Voi cosa ne pensate?
    Grazie
  • SophiaSophia SymbolModeratore
    modificato 11 January Pubblicazioni: 4,273
    Sai gli obiettivi è bene che siano condivisi in modo che si valutino insieme e si facccio un percorso che va nella stessa direzione.

    Esperienze come quella del Bar si effettuano per condividere qualcosa che riguarda la quotidianità e i piccoli scambi tra le persone.

    I gruppi sono un'altra cosa.
    Sono due tipi di intervento diverso che possono anche essere sumultanei.

    Credo tu debba parlare di queste cose e dure al terapista quel che scrivi qui.
    Einstein
    Post edited by Sophia on
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • EinsteinEinstein Veterano
    Pubblicazioni: 297
    Infatti, mi sono scocciato di fare queste uscite che non servono. Sempre le stesse, camminata e bar. Non ho bisogno di questo ma di socializzare con altri. Se non mi fanno la terapia di gruppo li mollo. Quà in Sardegna non sono buoni a niente. Questo educatore non è formato per asperger!!!!
  • ShinjiShinji Veterano Pro
    modificato 11 January Pubblicazioni: 208
    Ma a parte camminare cosa fate? Parlate? Ti chiede di ordinare tu al bancone del bar o cose simili? Perché altrimenti anche a me sembra abbastanza inutile andare in giro per le strade senza interagire con nessuno (anzi a me sembra molto aspie come cosa, io lo faccio spesso di andare in giro per cavoli miei). Però non avendo conoscenze in materie è solo un punto di vista ovviamente.
    Valenta
    Post edited by Shinji on
    The closer you get to the light, the greater your shadow becomes.
  • mamma_francescamamma_francesca Veterano Pro
    Pubblicazioni: 834
    Quanti anni ha l'educatore? Non è che fa la parte di un amico con cui uscire insieme? Forse è importante se parlate tra di voi e ti aiuta a gestire una conversazione, oppure si comporta come un baby sitter?

    Tu sei in grado di uscire da solo per fare una passeggiata e entrare in un bar e ordinare e effettuare una consumazione?
    SophiaEinsteinValenta
  • Nick31629Nick31629 Neofita
    modificato 11 January Pubblicazioni: 7
    Einstein ha detto:

    Ieri mi ha portato in un bar distante 15 minuti da casa per un'ora, cosa che aveva già fatto un'altra volta.
    Mi chiedo come può migliorare la mia socializzazione con gli altri se non faccio terapia di gruppo!!!!!
    Mi sembrano delle uscite inutili che potrei fare anche con mio padre. Oltretutto carissime ( 1 euro al minuto)
    Voi cosa ne pensate?
    Grazie

    @Einstein Secondo me, sta facendo più che bene il tuo "educatore" (secondo me si dovrebbe dire terapeuta), ora mi spiego meglio: socializzazione, ovvero socializzare viene dalla parolà sociètà, insieme di persone etranee al tuo nucleo familiare (e non) che convivono in una società, chiamasi citta/paese/nazione/ecc.
    Qualè posto più facile per incontrare (e/o condividere pensieri) con queste persone se non ad un bar, dove porter ordinare qualcosa, scambiarsi idee, comunicare con i negozianti; insomma esprimersi con altre persone, prima in un negozio piccolo (come il bar, un giornalaio, ecc) poi più in la andrai fuori, in posti più affollati ed ampi (ristoranti, centri commerciali, ecc)
    Quindi, credo che sia meglio non disprezzare queste prime uscite, che secondo me sono una buona base di partenza per una "grande destinazione".

    Ovviamente, ti dò un consiglio: chiedi al tuo terapeuta di poter interagire col barisra e di ordinare tu per tutti e due.
    Einstein
    Post edited by Nick31629 on
  • PavelyPavely Andato
    modificato 11 January Pubblicazioni: 3,350
    @Einstein hai COMPLETAMENTE ragione.

    E Dio solo sa quanto è umiliante e inutile ciò che stai facendo.

    82 euro l'ora (immagino IVA compresa) è un prezzo medio, non eccessivo.

    Le "uscite" fanno parte di un protocollo con cui, specialmente in America, si tenta di "sbloccare" le persone che, in contesti sociali, non parlano.

    Ad esempio: se una persona aggredita o oggetto di violenza domestica tace in un contesto pubblico (mutismo elettivo), lo psicologo deve "portarla al parco" e stare con essa come il tuo "educatore" fa con te.

    Qui si tratta di usare un protocollo nato per una cosa e trasporla per un'altra- l'Autismo - per cui - assolutamente - è improduttivo. Ma, e questo è importante dirlo, la cosa andrà avanti per molto. I Neurotipici - che non ci ascoltano a priori - la stanno ancora sperimentando (ci sono molti esempi di tentativi qui in Italia). Stanno raccogliendo ancora dati. Alla fine, gli NT capiranno la stupidità della cosa. Ma per farlo, hanno bisogno di DATI. Di molti dati e hanno bisogno di discuterli in Conferenze e così via.

    §

    Se ti può essere di conforto, @Einstein vorrei dirti che verso Febbraio anch'io dovrò fare questa cosa delle uscite.

    Nel mio caso, però, penso di essere stato fortunato. Senti che storia...

    Una persona che ammiro tantissimo - un filosofo molto vicino all'Autismo e che, da sempre, lo studia - ha messo una buona parola per me presso una grande associazione nazionale di persone autistiche. La Chiesa Valdese ha finanziato il progetto di aiuto e io ci sono rientrato.

    Da persona con problemi molto gravi, posso dirti di essere stato FORTUNATO a fare questa esperienza.

    §

    Parla sinceramente con i tuoi genitori di come ti senti.

    Ed insieme cercato nuove strade.

    Potete.

    Davvero.

    Non c'è un "obbligo" di fare questa.

    Ma parla con i tuoi genitori. Sii sincero con loro. Cerca di comunicare loro il tuo disagio.

    E' importante.

    : |

    loresteEinsteinWendy
    Post edited by Pavely on
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586