Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Essere padre con la sindrome di Asperger: i possibili rischi

Pietro1999Pietro1999 Neofita
Salve a tutti, cari amici!

Ho aperto questo post per presentarvi un quesito che mi attanaglia da un po' di tempo.
Io ho la sindrome di Asperger, ho un alto funzionamento cognitivo e ho il desiderio di mettere su famiglia e avere dei figli biologici.
All'interno della famiglia di mia madre è presente un suo zio (il quale presenta dei tratti autistici) che ha avuto una figlia con un ritardo mentale abbastanza grave.
Quello che vorrei chiedervi è se nell'eventualità che la mia partner fosse NT e che avessimo un figlio le probabilità che esso sia ritardato o comunque gravemente autistico sono comunque maggiori che in persone normali, oppure le stesse?
Quanti padri Asperger che hanno avuto figli li hanno avuti normali o al massimo con la loro stessa condizione?

Nell'attesa della risposta vi ringrazio per l'attenzione e vi lascio un caro saluto!

Pietro
Post edited by riot on
«1

Commenti

  • PavelyPavely Veterano
    Pubblicazioni: 3,154
    Si hanno, Pietro, probabilità maggiori.

    Ma ciò che conta alla fine - come è naturale e logico - è il Profilo genetico (appunto) della tua futura compagna.
    Ad esempio: moltissimi Asperger sposano donne di altre Regioni o di altri Paesi. Queste differenze genetiche contano.



    Senza elencare i dati esatti, però, un maggior "rischio" c'è.

    È indubbio ed è noto.


  • SophiaSophia SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 4,044
    Benvenuto @pietro1999

    sentiamo il parere di @wolfgang, ricercatore e amministratore di questo spazio.
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • riotriot Moderatore
    Pubblicazioni: 3,617
    Benvenuto!

    "Gli stronzi e i disonesti vanno sempre avanti nella vita. Le persone per bene restano indietro."
    (Affermazione constatativa esistenziale di una mia conoscente).
  • OrsoX2OrsoX2 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 452
    Benvenuto! 
    ("Caducità delle umane cose!" - considerazione indifferentemente attribuibile a Umani e Non)
  • Pietro1999Pietro1999 Neofita
    modificato 13 February Pubblicazioni: 5
    Grazie a tutti per l'accoglienza!
    Aspetto con trepidazione l'intervento dell'esperto @wolfgang allora!
    Post edited by Pietro1999 on
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,317
    @Pietro1999 non sono al momento presenti studi sulla probabilità di ricorrenza di figli con autismo e disabilità intellettiva in genitori Asperger. Tuttavia per quello che sappiamo al momento della genetica di queste condizioni, la probabilità di avere un figlio Asperger è elevata, ma la probabilità di avere un figlio a basso funzionamento è pari alla semplice moltiplicazione delle probabilità di autismo e disabilità intellettiva.
    Detto in altre parole la probabilità di un Asperger di avere un figlio a basso funzionamento è uguale a quella di un NT di avere un figlio con sola disabilità intellettiva.
    In realtà questa probabilità è leggermente maggiore perché non sappiamo quale sia la tua genetica ed esistono dei casi in cui uno stesso gene può provocare sia alto che basso funzionamento, ma sono relativamente rari e la percentuale aumenta presumibilmente di poco.
    Quello che conta davvero però è la genetica tua e del futuro partner, cosa che purtroppo non conosciamo (ed anche conoscendola al momento stime precise non sono ancora disponibili).
    WBorgSophiamarco3882WendyMarco75Grizli
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,317
    @Pietro1999 aggiungo una cosa importante a mio avviso. Se decidi di avere un figlio e sai di essere a rischio maggiore di Spettro Autistico per ovvi motivi, un consiglio non solo scientifico ma anche personale (sono nello Spettro, mia moglie anche e ho due figli diagnosticati da 3 specialisti diversi in 2 nazioni diverse), quello che è realmente importante è che vi facciate seguire (anche sporadicamente, tipo 1 volta ogni 2-3 mesi) da qualcuno che conosce l'autismo e che possa tenere "sotto osservazione" il bambino e darvi eventuali dritte genitoriali.
    Infatti la "gravità" apparente dell'autismo durante la prima infanzia non è direttamente completamente collegata né al funzionamento adulto né al quoziente intellettivo. Può capitare il caso relativamente frequente che ad un Aspie venga un bambino che sembra con un funzionamento più basso, ma che in realtà magari ha un "buon cognitivo". In quel caso un intervento precoce, anche poco intensivo, è molto, molto efficiente. Non si tratta ovviamente di rendere "normale" il bambino, ma di spostarlo verso l'alto nel funzionamento e di prevenire eventuali disturbi secondari legati ad una sbagliata interazione con l'ambiente.

    Marco75rondinella61riotGrizlivera68Apgar7
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • MarcofMarcof Pilastro
    modificato 14 February Pubblicazioni: 3,735
    Ma allora come si spiega la facilità con cui le persone nello spettro hanno deficit cognitivi altrimenti rari?
    È possibile che facciano diagnosi di autismo a persone con deficit intellettivo grave solo perché i sintomi sono uguali?
    Post edited by Marcof on
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,317
    @Marcof non ho capito la tua domanda, ma provo a risponderti lo stesso (se poi intendevi altro dimmelo).

    1. Le diagnosi (non l'autismo) sono più frequenti tanto più è grave la persona (sia come autismo sia come disabilità intellettiva). Nella popolazione generale il 20% degli autistici ha un QI<80, il 20% ha un QI>120 e il restante 60% ha un QI nella norma. Se però vediamo le persone che sono certificate/diagnosticate, le percentuali diventano: 75% QI<70, 5% QI>120 in Italia, mentre negli USA la distribuzione è più simile a quella della popolazione generale con solo il 40% con QI<80.
    2. Nella popolazione generale un QI<80 ce l'ha il 5%, nell'autismo è il 20%, quindi c'è una differenza di circa il 15% che guarda caso coincide proprio con le "sindromi autistiche", cioè modifiche genetiche che provocano contemporaneamente disabilità intellettiva ed autismo. La maggioranza dei genitori di questi bambini però sono neurotipici. Nei genitori con figli con autismo grave i casi di Asperger sono rari.
    WendyOrsoX2riotMarcof
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • PavelyPavely Veterano
    Pubblicazioni: 3,154
    wolfgang ha detto:

    @Marcof non ho capito la tua domanda, ma provo a risponderti lo stesso (se poi intendevi altro dimmelo).


    1. Le diagnosi (non l'autismo) sono più frequenti tanto più è grave la persona (sia come autismo sia come disabilità intellettiva). Nella popolazione generale il 20% degli autistici ha un QI<80, il 20% ha un QI>120 e il restante 60% ha un QI nella norma. Se però vediamo le persone che sono certificate/diagnosticate, le percentuali diventano: 75% QI<70, 5% QI>120 in Italia, mentre negli USA la distribuzione è più simile a quella della popolazione generale con solo il 40% con QI<80.
    2. Nella popolazione generale un QI<80 ce l'ha il 5%, nell'autismo è il 20%, quindi c'è una differenza di circa il 15% che guarda caso coincide proprio con le "sindromi autistiche", cioè modifiche genetiche che provocano contemporaneamente disabilità intellettiva ed autismo. La maggioranza dei genitori di questi bambini però sono neurotipici. Nei genitori con figli con autismo grave i casi di Asperger sono rari.
    @wolfgang da questi dati si può dedurre l'ipotesi che la disabilità intellettiva generi l'autismo?

    In altre parole: ci sono i soli disabili intellettivi, poi si entra nell'area delle sindromi autistiche, quindi si ha il solo autismo...

    Lo spettro - cambiando "metaforicamente" colore - può allargarsi oltre l'autismo stesso?

Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586