Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Sull'Asperger quanto ne sanno gli psicologi?

La maggior parte degli psicologi sa riconoscere un asperger?
In generale quanto ne sanno della condizione? La considerano un disturbo o una neurodiversità?
Alla facoltà di psicologia è molto studiata o ci si dedica molto di più ad altri argomenti?
«134

Commenti

  • RonnyRonny Neofita
    Pubblicazioni: 994
    Scusate, mi è venuta in mente un'altra domanda: lo psicologo e lo studente di psicologia medio sa la differenza tra Empatia e Teoria della Mente?
    Lo chiedo perché ho letto che fino a poco tempo fa gli specialisti credevano che gli asperger non avessero empatia perché avevamo scarsa teoria della mente, quindi magari nell'ambito psichiatrico questo è un concetto"specialistico"
  • Marco75Marco75 Moderatore
    Pubblicazioni: 1,705
    Non credo che si possa generalizzare.
    Per esperienza, ci sono gli psicologi che hanno un'idea dell'autismo molto stereotipata, quelli che hanno studiato l'argomento e lo conoscono più approfonditamente, e in mezzo varie gradazioni di conoscenza. Lo stesso vale per la classificazione disturbo/neurodiversità.
    Per riconoscere una persona Asperger, comunque, ci vuole qualcuno che sia specializzato nelle condizioni dello spettro autistico.
    Riguardo all'argomento teoria della mente, invece, so che si tratta di un tema controverso, su cui gli stessi specialisti non hanno ancora raggiunto una posizione unitaria...
    "Love yourself first"
  • RonnyRonny Neofita
    Pubblicazioni: 994
    Scusa perché la teoria della mente dovrebbe essere un tema controverso?
  • ElenajElenaj Veterano Pro
    Pubblicazioni: 663
    A meno che non ti rivolgi a esperti nel campo dell'autismo, non è facile trovare uno psicologo che sappia spiegarti in modo esauriente cos'è la sindrome di Asperger. Lo psicologo da cui ero seguita ho dovuto "ricordargli" io di cosa si trattasse.
    Io ho fatto la triennale di psicologia e questo argomento non è stato nemmeno affrontato. Sicuramente se ne parlerà in magistrale (mi auguro!).
    WBorgrondinella61
  • RonnyRonny Neofita
    Pubblicazioni: 994
    @Elenaj quindi l'insegnamento su cos'è l'asperger rientra in una qualche specializzazione?
  • Marco75Marco75 Moderatore
    Pubblicazioni: 1,705
    A quanto so, sulle posizioni di Baron-Cohen sulla carenza di ToM non c'è concordia. Questo almeno mi è parso di capire dalle informazioni che ho reperito in rete. Sicuramente una scarsa ToM non è una caratteristica SEMPRE presente nello spettro.
    "Love yourself first"
  • RonnyRonny Neofita
    Pubblicazioni: 994
    @Marco75 Ma il fatto che esistano degli asperger con Teoria della Mente non è dovuto al fatto che l'asperger è uno spettro e quindi ci possono essere degli aspie che hanno alcune caratteristiche e altre no?
    La mia domanda era più generale: la maggior parte degli psicologi, indipendentemente dall'asperger, sa la differenza tra empatia cognitiva ed affettiva?
  • Marco75Marco75 Moderatore
    Pubblicazioni: 1,705
    @Ronny, sì, il motivo principale dovrebbe essere l'articolarsi della condizione lungo uno spettro.
    Per quanto riguarda la differenza tra i due tipi di empatia, dovrebbe essere un concetto noto a chiunque si occupi di psicologia (o almeno spero che lo sia...)
    "Love yourself first"
  • RonnyRonny Neofita
    Pubblicazioni: 994
    Sempre riguardo al rapporto tra empatia e teoria della mente, la distinzione tra le due per gli nt è "intuitiva" o no?
    Nel senso, per loro sono due processi mentali fusi in un unico processo mentale, oppure sono due atti distinti che però a differenza nostra riescono a portare a termine entrambi con facilità?
    So che chiederlo ad altri asperger non è il massimo per ottenere una risposta perché neanche voi siete nt quindi non potete saperlo ahahah però è una cosa che mi sono sempre chiesto
    Marco75
  • rondinella61rondinella61 Colonna
    Pubblicazioni: 1,342
    @Ronny
    Provo a risponderti io (mi considero NT con qualche caratteristica asperger): per me, la teoria della mente ha a che fare con l'empatia cognitiva. Invece l'empatia affettiva non l'avevo mai considerato come empatia, bensì come "impressionarsi". Ovvero: vedo una persona piangere e "mi impressiono" e piango anch'io. Solo da quando leggo il Forum ho imparato ad accomunare  i 2 tipi di empatia.

    Per quanto mi riguarda, l'empatia affettiva è automatica; non si può sfuggirle; per esempio, non puoi trattenerti dal piangere se vedi una scena tragica, un animale picchiato, etc...

    Invece l'empatia cognitiva richiede un minimo atto di volontà. 
    -Se devo fare una critica ad una persona che mi è antipatica, non mi passa neanche per la mente di mettermi nei suoi panni e di parlare con un minimo di diplomazia, per non ferirla. Quindi, sparo e uccido (si fa per dire!).

    -Ma se la critica la devo fare a una persona cui voglio bene, prima di aprire bocca passo qualche secondo mettendomi nei suoi panni, quindi di seguito modulo le mie parole in modo da non toccare i suoi punti deboli e non farla star male. E' anche questa una capacità automatica, però necessita di spostare l'interruttore su "ON". :)

    Non so se era questo che volevi sapere...
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586