Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Quando i figli "schifano" i vostri interessi (speciali).

Vi è mai capitato?
A me, purtroppo sì.
E se una parte di me dice "è normale, loro non sono te", ce n'è un'altra che ha come un piccolo lutto.
E mi chiedo se sono io che non so trasmettere quello che provo per una data cosa (che ne so, un libro) o proprio non c'è nulla da fare, non dipende da me ma dalla "vita".
Non sapete quanti libri ho conservato per loro e a stento hanno dato un'occhiatina alla copertina...
Quando morirò ci sarà un "bel" falò commemorativo per la mamma?
Che ne sarà delle cose che ho amato (che considero "figli di serie C)?
Sì, ok, quando sarò morta non mi porrò il problema e adesso è inutile porselo, però... boh.
rondinella61WBorgNemo

Commenti

  • PonyoPonyo Veterano Pro
    modificato 13 March Pubblicazioni: 425
    Pensi che si stiano perdendo qualcosa di bello? Ti senti colpevole del fatto che, non riuscendo a trasmettere loro la passione, non gli consenti di accedervi?
    Domitilla
    Post edited by Ponyo on
  • DomitillaDomitilla Senatore
    Pubblicazioni: 2,468
    @Ponyo la prima sicuramente, la seconda più che senso di colpa è tristezza.
    Sia chiaro, non ne sto facendo un dramma da patologia, eh :)
    E poi, non capisco come possa non piacere una cosa piacevole, ma i gusti eccetera... prendo ciò come un atto di fede, so che è così anche se non capisco.
    È proprio il non capire che mi spinge a scrivere qui.
    So che non si può capire tutto e certe cose non vanno capite, si vivono e basta, ma... no, continuo ad insistere a voler capire.
    Accipicchia i sentimenti e le emozioni si vivono, non si capiscono!
    Non mi entrerà mai in testa.
    Nemo
  • PonyoPonyo Veterano Pro
    Pubblicazioni: 425
    Secondo me questa cosa non è vera. I sentimenti sono analizzabili e vanno capiti come il resto. Parere personale. Sorry per l'OT.
  • pokepoke Neofita
    Pubblicazioni: 1,582
    Domitilla, il fatto che i figli derivano o non siano interessati agli interessi materni è secondo me, da interpretare positivamente in quanto denota che essi hanno sviluppato interessi propri ovvero che si sono strutturati con una propria identità.

    Ti racconto un fatto, ho una fortre passione per la saggistica di B. Russell, mio figlio (ragazzo dall'intelligenza notevole) spesso deride questo mio interesse, ebbene ad una interrogazione di italiano si è venduto, con la prof.ssa do aver letto i libri di Russell (nella realtà non li hai mai neanche toccati!).
    Questo cosa significa, che è nel processo di crescita verso l'indipendenza prendere le distanze dalla madre ma poi.... quando serve può accadere che ti riscoprano.

    A me ad esempio non fa né caldo né freddo, sapere che quel che mi piace non interessa, ma sottilmente sono stata orgogliosa di lui quando ha riconosciuto (non con me, ma con una prof.ssa) il valore di quello che amo.
    Dagli tempo.
    claluiMarco75Domitillarondinella61
  • Marco75Marco75 Moderatore
    Pubblicazioni: 1,419
    Posso parlare da figlio: io, le cose che amava mio padre, le ho in gran parte schifate per tutto il tempo in cui lui è stato in vita. Il motivo non era (probabilmente) solo un normale senso di ribellione, ma anche: a) il suo atteggiamento, spessissimo sminuente, verso i miei, di interessi; b) il trasmettermi la conoscenza di certe cose quasi come un dovere, piuttosto che una possibile fonte di arricchimento.
    Così, dovevo leggere anziché giocare ai videogiochi (e ho iniziato tardi), dovevo vedere i film di Charlie Chaplin e i musical anziché gli horror (ho scoperto entrambi tardissimo), dovevo ascoltare Elton John e Ivan Graziani anziché Bruce Springsteen, e via dicendo.
    Ora, capisco un po' di più lui, la sua probabilissima difficoltà nel trasmettere l'interesse per certe cose, e per reazione l'atteggiamento impositivo (che nascondeva probabilmente un fondo di insicurezza).
    E attualmente, comunque, ho un bel cofanetto dvd di Chaplin, e conservo tutti i suoi vinili di Elton John e Graziani (che ascolto molto spesso e volentieri, specie il secondo).
    Per dire. :)
    rondinella61Domitilla89mattcv
    "Love yourself first"
  • giugiu Membro Pro
    Pubblicazioni: 73
    Ciao Domitilla, ti rispondo da figlia di una mamma che probabilmente aveva almeno un piede nello spettro e che ormai non c’ è più, ti racconto.....lei aveva una grande passione per i dolci li preparava appena poteva lasciava stare tutto (pulire, uscire, fare cose più urgenti) pur di stare pomeriggi a prepararne, si vedeva che era il suo mondo ci si immergeva interamente non parlava, non sentiva mentre li faceva e canticchiava sempre le stesse canzoni a modo suo probabilmente avrebbe voluto condividere con me questa passione non me l’ha mai chiesto esplicitamente (non era molto brava a chiedere ciò che non era strettamente necessario) ma so che avrebbe voluto. Credimi io non so preparare nemmeno una semplice ciambella ma conservo con cura ogni sua ricetta scritta a mano ogni sua forminina per i dolci e tante altre cose che lei usava, dopo tanti anni queste cose me la fanno sentire ancora vicina. Sono sicura i tuoi figli non butteranno via niente
    Domitillarondinella61amigdalaAmelieMarco75Valenta
  • PavelyPavely Andato
    Pubblicazioni: 3,350
    Più che disinteresse, ciò che mi ferisce è quando la persona in questione prova e poi non ama ciò di cui ho parlato...

    Ad esempio: io ho un amore grandissimo per Pavél Aljksandrovic Florenskij. (Per me, uno dei 10 filosofi più importanti dell'umanità).

    Una volta, mi sono aperto ad una persona e ne ho parlato (si trova tanto anche tradotto in Italiano).

    La persona in questione ha approfondito e mi ha detto che non era granché.



    Grande lutto.

    Davvero.
    DomitillaMarco75ale82
  • ale82ale82 Veterano Pro
    modificato 15 March Pubblicazioni: 870
    Credo di aver fatto vivere qualcosa di simile ai miei genitori, perlopiù a mio padre.
    Non sono mai riuscita a stare dietro a molte delle sue passioni e questo, di fatto, ha creato nel tempo muri difficili da superare, anche per poter fare una semplice chiacchierata tra di noi.
    É un uomo dal pensiero molto rigido, poco aperto e abituato a considerare l'altrui intelligenza solo rispetto a certi argomenti.
    Appassionato di matematica, algebra, geometria, trigonometria, praticamente tutte quelle cose nelle quali sono del tutto incapace in maniera più che imbarazzante.
    Dirgli che non capivo e facevo fatica, faceva di me, ai suoi occhi un inetta svogliata, che probabilmente avrebbe concluso molto poco nella vita a causa di quella che lui riteneva una mia scarsa attitudine all'impegno e allo studio.
    Per un certo periodo il suo interesse per la musica ci ha resi un po più vicini, fino a quando la sua rigidità rispetto ai propri gusti musicali, ha cominciato a prendere il sopravvento...asseriva che alcuni generi che ascoltavo e suonavo fossero meramente immondizia.
    Il mio asso nella manica peró, rispetto a questo, si é rivelata dalla mia disobbedienza riguardo un altra sua grande passione: le dottrine esoteriche.
    Mio padre possedeva e possiede tutt'ora una vasta libreria sul tema, libreria che mi veniva vietato di consultare fin da quando imparai a leggere.
    Mi ricordo da ragazzina a leggere di nascosto una quantità di pagine infinite prima dei suoi rientri a casa, e la paura di non aver riposto i libri nel giusto ordine(quando se ne accorgeva erano guai seri.. :D )
    Ebbene posso dire che a distanza di anni é diventato un interesse comune, anche se non mancano pacifici scontri su alcuni argomenti.
    Quello che mi fa piacere é che dopo lunghi anni abbia rivalutato la mia persona, arrivando addirittura a chiedermi consiglio e aiuto su molte cose che fanno parte dei miei interessi e delle mie competenze.
    Onestamente, credo che questa esperienza da figlia, mi abbia molto influenzato come madre.
    Percepisco i miei figli come qualcosa che appartiene al mondo, prima che a me,
    non provo delusione quando loro non sembrano apprezzare i miei interessi
    e anzi, sono felice e stupita quando li vedo cimentarsi in passioni diverse dalle mie, alle quali talvolta mi approccio anche io con curiosità.
    DomitillaMarco75rondinella61
    Post edited by ale82 on
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586