Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Mutismo selettivo

AleenaAleena Colonna
modificato March 2013 in Altre diversità...
Vi capitano episodi di mutismo selettivo? Come vi comportate? Come la prendono le persone con cui avete a che fare? 
Post edited by wolfgang on
I exist as I am, that is enough,
If no other in the world be aware I sit content,
And if each and all be aware I sit content.

---Walt Whitman
«13

Commenti

  • anankeananke Senatore
    Pubblicazioni: 1,585
    Semplicemente so quando mi capita ed evito le situazioni che possono portarmi ad avere un simile atteggiamento:)
    Non mi capita quando comprendo esattamente la struttura della situazione sociale nella quale mi vengo a trovare.
    Se sto lavorando e devo avere a che fare con alcune persone per questo, non ho alcun problema.
    Se esco con il mio ragazzo e degli amici neppure lì ho dei problemi. So esattamente come mi devo comportare e può essere, se la compagnia mi piace, che partecipi con sincero entusiasmo. Ciò non toglie che in caso contrario troverei comunque un modo per ottenere lo stesso risultato.
    Episodi di mutismo mi possono subentrare tranquillamente quando mi trovo da sola con una persona che pure mi sta simpatica ma con la quale dopo due o tre minuti mi rendo conto di non sapere come proseguire in quanto non so muovermi non dico nello small talk ma neppure in qualcosa appena appena più alto. Se parlo deve avere un senso. Lo ha chiedere informazioni basilari sull'altro, parlare di qualunque cosa, ma non sono in grado di gestire una conversazione parlando del nulla. Che poi magari non è neppure un autentico parlare del nulla, ma avete presente, insomma tanto per capirci, le cose che si dicono per far conversazione. E' un'ampia fetta delle relazioni sociali (soprattutto fra le donne) e io sinceramente non sono capace:) Non nel senso che io non sia disposta, è proprio che non sono capace. M'è capitato di avvertire dispiacere per quel senso di paralisi al petto che sentivo di fronte all'impossibilità di proseguire la conversazione con una persona che mi stava simpatica. M'è successo di recente con una ragazza per la quale provo stima. Una volta le ho pure fatto un piccolo regalino, cosa che faccio generalmente per compensare le mie difficoltà sociali, allo scopo di far comprendere all'altra persona che nonostante il mio atteggiamento distaccato provo della simpatia nei suoi confronti. Di recente l'ho vista e ho sentito che stava attraversano un momento di infelicità nonostante le apparenze. Ho come avvertito il suo dolore e ho dovuto ricacciare indietro le lacrime un paio di volte perchè era come se lo percepissi pur non essendo il mio.
    Insomma così:)
  • Andato34Andato34 SymbolAndato
    Pubblicazioni: 4,027
    Sì, mi capitano. Certo non è un mutismo che non rispondo neanche a quello che mi chiedono, ma rispondo quasi a monosillabi. Anch'io come @oskene cerco di evitare situazioni in cui so che mi capita, anche perché non si divertirebbero ne gli altri ne io. Le persone credo la prendano male, credo pensino che mi sento superiore e non voglio parlare con loro, ma dopo un po' imparano semplicemente a ignorarmi e penso ce l'abbiano un po' con me (magari perchè pensano che io ce l'abbia con loro). Il motivo credo sia una forma di paura del giudizio degli altri, probabilmente quando vedo che le persone non mi capirebbero proprio per niente e mi giudicherebbero male.
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
  • elettraelettra Veterano
    Pubblicazioni: 889
    A me capita quando sono molto abbattuta o arrabbiata. Per esempio se ho avuto un litigio grave con qualcuno a cui tengo o più in generale, quando non riesco a risolvere un conflitto (con me stessa o con altri) che mi distrugge emotivamente.
    I thought what I'd do was, I'd pretend I was one of those deaf-mutes.

    When I've eliminated the impossible, whatever remains, no matter how mad it might seem, must be the truth.
  • AndatoJAndatoJ Veterano
    Pubblicazioni: 147
    Anche a me capita, piuttosto frequentemente. Quando c'è qualcosa che mi turba o quando avverto la stanchezza per essere stata diverso tempo a contatto con gli altri. Non riesco proprio a parlare.
    Peraltro mi comporto in maniera molto simile ad @oskene nel momento in cui vedo qualcuno stare male e passare un brutto periodo; non sono certamente in grado di dire cose che possano aiutarlo, anzi verosimilmente non sono proprio in grado di dire nulla; mi esprimo tramite piccoli gesti e attenzioni.
  • AleenaAleena Colonna
    Pubblicazioni: 1,050
    Evitare le situazioni, ok... ma cosa fare quando noi vorremmo partecipare e stare bene in una situazione che invece ci porta questo tipo di reazione? Nello specifico quando la compagnia di una persona ci porta a cadere nel silenzio? Specialmente se dall'altra parte non c'è alcuna comprensione... 
    I exist as I am, that is enough,
    If no other in the world be aware I sit content,
    And if each and all be aware I sit content.

    ---Walt Whitman
  • AndatoJAndatoJ Veterano
    Pubblicazioni: 147
    @Aleena: generalmente io prendo un "break", cioè per qualche minuto mi astraggo per riprendermi; vado al bagno, o fingo di leggere un sms sul cell, in realtà mi concentro per "riprendermi", e generalmente questo mi aiuta a tornare dagli altri già con una faccia diversa ed una predisposizione diversa.
  • AleenaAleena Colonna
    Pubblicazioni: 1,050
    @Jessie: grazie del consiglio, proverò a seguirlo, sicuramente aiuta... :)
    I exist as I am, that is enough,
    If no other in the world be aware I sit content,
    And if each and all be aware I sit content.

    ---Walt Whitman
  • Andato34Andato34 SymbolAndato
    Pubblicazioni: 4,027
    Non si deve per forza parlare e/o divertirsi con tutti. Non si è obbligati a comunicare con tutti. Che senso ha auto-obbligarsi a comunicare/divertirsi con una persona?
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
  • AleenaAleena Colonna
    Pubblicazioni: 1,050
    è che quella persona mi piace, tutto qua, vorrei andarci più d'accordo
    I exist as I am, that is enough,
    If no other in the world be aware I sit content,
    And if each and all be aware I sit content.

    ---Walt Whitman
  • Andato34Andato34 SymbolAndato
    Pubblicazioni: 4,027
    Ehm, scusa ma se non ci vai d'accordo come fa a piacerti?
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online