Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Anche voi venite spesso fraintesi o forse presi di mira?

ElementoAcquaElementoAcqua Membro
modificato 15 April in Studio e lavoro
Senza sapervi dare una spiegazione e tantomeno senza sapere cosa fare per cambiare le cose, come comportarsi

Sono una persona molto disponibile con gli altri, sono una gran lavoratrice, sono precisa e tutto, ma la gente sembra sempre prendermi di mira........come se mi odiassero tutti. Perfino i capi, nonostante faccia più e meglio degli altri.

Non so davvero come fare. Non so nemmeno se vengo fraintesa o al contrario vengo presa di mira per la mia troppa disponibilità, non so proprio cosa pensano, non ho la più pallida idea di quali dialoghi interni si possano fare certe persone. E di conseguenza, brancolo nel buio non sapendo minimamente come modificare il mio comportamento, se in un verso dando con pazienza ancora più spiegazioni di come già faccio, ecc. o nel verso opposto.

Mi odiano tutti......forse percepiscono una diversità anche senza riuscire a definire di cosa si tratti e mi odiano, non saprei

Vi è mai successo?
rondinella61OrsoX2woodstockTormalinaNeraNemo
Post edited by Sophia on
«1

Commenti

  • ArtemideRArtemideR Membro Pro
    Pubblicazioni: 175
    Si mi succede. L'ultima volta che ho lavorato con dei colleghi ho scoperto dopo molto che avevano un gruppo di WhatsApp di lavoro, oppure li ho scoperti molte volte a nascondermi le cose, i fatti non gli oggetti, o a non riferirmi di incontri con i superiori e cose così. Fanno gruppetto e non mi inseriscono e se ci provo io non mi lasciano entrare.
    rondinella61TormalinaNera
  • Marco75Marco75 Moderatore
    Pubblicazioni: 1,260
    @ElementoAcqua, cosa intendi di preciso (se ti va di dirlo) con "prendere di mira"? Quello che provi è una semplice sensazione di esclusione o invisibilità, o ti sembra proprio di vedere comportamenti vessatori?
    ale82OrsoX2
    "Love yourself first"
  • OrsoX2OrsoX2 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 524
    @ElementoAcqua ho l'impressione che, da un lato gli altri possano male interpretare le tue intenzioni, dall'altro tu possa male interpretare le loro reazioni. Questo è, in generale, quello che capitava a me "prima" di essere diagnosticato. Adesso, il semplice fatto di "sapere" di tendere ad essere troppo diretto ed incurante delle convenzioni, mi rende sia più prudente e riflessivo nel mio comportamento sia meno sbrigativo nel giudicare le reazioni degli altri. Come scrive @Marco75 , te la senti si specificare meglio e di farci qualche esempio?
    rondinella61mandragola77
    ("Caducità delle umane cose!" - considerazione indifferentemente attribuibile a Umani e Non)
  • vera68vera68 Veterano Pro
    modificato 14 April Pubblicazioni: 367
    Anche a me succede spesso, nonostante cerchi di essere delicata e attenta nel parlare.
    Spesso mi hanno detto che sono saccente, che penso di avere sempre la soluzione a tutto.
    Questo va al di là dell'apparire "piccolo professore" che riguarda la conoscenza e la cultura, credo.
    Ci sono questioni su cui ho davvero speso la vita, questioni riguardanti i rapporti umani e i giochi psicologici che ne scaturiscono, nate dai miei problemi nelle relazioni
    Tutte le scelte che ho fatto nella mia vita sono state dettate dal risolvere questi punti interrogativi. E tutte le conclusioni che ne ho tratto sono diventate per me come verità assolute di cui parlo volentieri in un misto di soddisfazione personale e di desiderio di essere d'aiuto e di sincera condivisione, senza pensare che a volte la persona con cui parlo non gliene frega nulla, l'argomento relazioni non per lei un problema o la vede in modo diverso da me. Sicuramente non è l'argomento cardine della vita
    Io sono arrivata alla conclusione che la gente mi fraintende quando voglio essere d'aiuto o di conforto, perché io relaziono tutto alla mia esperienza, sostanzialmente se è valso per me lo è per tutti, a volte è vero ma non sempre, lo so, ma io mi attacco a queste mie verità come punto di appoggio nelle sabbie mobili, mi serve per galleggiare in questo mondo.
    La mia testa gira continuamente, deduce, collega associa il tutto impastato in una introspezione profonda.
    Io mi sono data questa spiegazione.

    Edit: c'è anche un'altra possibilità: rapportando tutto alla mia esperienza può darsi che tocchi involontariamente sul vivo l'esperienza del mio interlocutore, irritandolo.
    Sniper_OpsMononokeHimewoodstockrondinella61
    Post edited by vera68 on
  • cicalinacicalina Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,256
    @vera68 con chi hai quest'atteggiamento se posso?
    E' vero se è vero che è vero che..

    che mi fa impazzire se penso che le cose che ho toccato insieme a te debbano svanire...dimmi che non è, dimmi che non è tutta un'illusione...un'illusione"
  • marielmariel Senatore
    Pubblicazioni: 1,545
    Dire la verità fa male, nessuno vuole sentirla.Il problema fondamentale sta nel non essere ipocriti.....mi capita(va),  tento di evitarlo ormai, di esprimere la mia opinione in merito a comportamenti solo per spirito di osservazione, ad esempio " tizio avrebbe potuto dividere in parti uguali il conto al bar invece di far pagare a ciascuno la somma precisa del proprio aperitivo" l'ho riferita ad una tipa al solo scopo di evidenziare che per poca differenza si era complicata la divisione" ovviamente è stata tradotta come "quel cafone ha fatto distinzione con le quote perche la sua era piu bassa",   in piu' la traduzione è stata comunicata al tizio facendomi odiare...
    rondinella61
  • vntlnzvntlnz Membro
    Pubblicazioni: 26
    @ElementoAcqua
    Da quando ho smesso di dare il 100% vado più d'accordo con i colleghi.
    In più mi tengo un margine da usare solo in casi di emergenza.
    Nelle amicizie invece non ti saprei dire, sono negato.
    Forse lavori in un ambiente in cui il perfezionismo non è apprezzato?
    rondinella61
  • vera68vera68 Veterano Pro
    modificato 15 April Pubblicazioni: 367
    cicalina ha detto:

    @vera68 con chi hai quest'atteggiamento se posso?

    @cicalina, in genere quando il mio interlocutore mi racconta di qualcosa che per me è riconducibile alla mia esperienza.
    Ciò a cui mi riferivo prima, parlando di cose che ritengo per me verità assolute, sono deduzioni che derivano da difficoltà di relazione in via di risoluzione. Per questo probabilmente sembra che abbia la soluzione in tasca.
    C'è in realtà il desiderio di essere d'aiuto mettendomi anche a nudo, perché se fossi io al posto del mio interlocutore credo che mi nutrirei di tale esperienza. però forse per chi si trova in difficoltà legge solo che io sono riuscito a gestire in qualche modo la situazione problematica mentre loro no. Probabilmente per questo appaio boriosa.
    rondinella61
    Post edited by vera68 on
  • RonnyRonny Membro
    Pubblicazioni: 300
    @vera68 quando un neurotipico ti parla di un suo problema, un modo alternativo per mostrare preoccupazione è dire frasi che per convenzione tra i neurotipici mostrano questo senza nessun'altra comunicazione, come ad esempio "no, davvero, quanto mi dispiace", "veramente una brutta situazione", "a me una cosa del genere quanto mi farebbe arrabbiare" ecc. È il loro modo di empatia e di darsi sostegno, che non si basa sulle proposte per risolvere il problema
    vera68rondinella61OrsoX2Sniper_Ops
  • ElementoAcquaElementoAcqua Membro
    Pubblicazioni: 32
    @Marco75 comportamenti vessatori
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586