Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

La gravità dell’autismo può derivare dalla paura

wolfgangwolfgang SymbolModeratore
modificato December 2012 in Sensi, percezioni, attenzione
La gravità dell’autismo può derivare dalla paura
I sintomi dell´autismo sono collegati all´apprendimento di ansia e paura

Tratto da ScienceBlog
Articolo originale: Autism severity may stems from fear

Tradotto da Oskene

La maggior parte delle persone sa quando aver paura e quando invece è tutto ok.
Ma le nuove ricerche sull’autismo mostrano che i bambini diagnosticati fanno più fatica a lasciare andare le proprie vecchie, sorpassate paure. Ancora più significativo, lo studio del Brigham Young University ha scoperto che questa rigida paura è collegata alla classica difficoltà sintomatica dell’autismo, come i movimenti ripetuti e le resistenze nei confronti dei cambiamenti.
image
Kalia
Post edited by wolfgang on
Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.

Commenti

  • Andato_87Andato_87 Andato
    Pubblicazioni: 3,049
    Questo spiega troppe cose…
  • Andato34Andato34 SymbolAndato
    Pubblicazioni: 4,027
    Ma gli scienziati che fanno sti studi si informano sulle altre teorie prima di sparare le loro? Questa cosa della paura è spiegata dalla Intense Wolrd Theory. E non è solo la paura ad essere amplificata, sono tutte le emozioni. 
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
  • PavelyPavely Andato
    Pubblicazioni: 3,350
    Io non lo credo.

    Non sono, affatto, d'accordo.

    Secondo me, i "sintomi" dell'Autismo non hanno nulla a che fare con l'Ansia o la Paura.

    Secondo la mia personalissima lettura, l'Autismo "nasce" dalla creazione dell'Intelligenza.

    Ogni Bambino crescendo "impara" ad essere intelligente. Alcune intelligenze si incamminano su di un binario "neurotipico" (si capiscono "determinate cose") altre si incamminano su di un binario "neurodiverso" (si capiscono "altre cose").

    Definisco intelligenza l'integrazione "in rete" delle Funzioni mentali legate alla Cognizione: Astrazione. Progettazione, Gestione del tempo, Flessibilità  cognitiva, Insight, Giudizio, Problem solving.

    Questi "sette fattori" se sono "scollegati" producono un Autismo severo e "difficile". Se riescono a creare "bretelle, raccordi, legami, dialoghi, interelazioni, interferenze, ecc ecc" si risolvono in uno schema di Salute.

    Ovviamente: la Neurodiversa crea legami assai diversi dalla "norma" Neurotipica.

    i Neurotipici progettano le cose in una determinata maniera... imparano in un certo modo... hanno insight prevedibili e così via.

    Sono 7 elementi. Quindi, esistono circa, 800.000 legami possibili tra di loro. (7*7*7*7*7*7*7*7). Sono una somma enorme di possibilità.

    E' OVVIO che Madre natura abbia creato delle Autostrade tra i fattori cognitivi. Esempio: è chiaro che abbia strutturato una determinata sequenza di Astrazione e Insight all'interno degli altri fattori. Queste corsie preferenziali, che "sembrano" funzionare meglio, sono la Neurotipicità.

    §

    Il richiamo alla Paura mi sembra, davvero, inutile.

    E' come dire che si ha "paura" di fare l'Autostrada.

    O si ha paura di essere Neurotipico.

    Ma no... ma che logica c'è?

    Certo a me, come Neurodiverso, piacciono le strade piccole.

    Non ci posso fare nulla, ecco.
  • biancabianca Senatore
    modificato December 2012 Pubblicazioni: 1,380
    Per me invece è tragicamente vero e questa è la riprova di come sia complicato trovare una matrice comune.
    La gente confonde l'ansia con la paura, mentre sono due condizioni completamente diverse. Io non sono ansiosa, non mi sale il battito, non ho attacchi e non mi servono tranquillanti. La paura è qualcosa di molto piu sottile e non impedisce una vita normale. Impari che è una costante nella tua vita e, semplicemente, lasci che esista, anche se vorresti che non ci fosse.
    Kalia
    Post edited by bianca on
  • Icaro89Icaro89 Colonna
    Pubblicazioni: 1,223
    E' un'ipotesi molto interessante, credo che abbia forti riscontri anche per me
    vera68
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    modificato December 2012 Pubblicazioni: 10,757
    Ma gli scienziati che fanno sti studi si informano sulle altre teorie prima di sparare le loro? Questa cosa della paura è spiegata dalla Intense Wolrd Theory. E non è solo la paura ad essere amplificata, sono tutte le emozioni. 
    Perché le ipotesi vanno anche verificate.

    Inoltre sono meccanismi diversi. Nel caso della IW si parla di iper-attivazione delle strutture limbiche, quindi di reazione maggiore a paura, etc.. Questo studio invece indaga gli effetti dei sistemi di apprendimento e memoria. E ha trovato che è più difficile de-condizionare le paure già acquisite. Sono due fenomeni solo parzialmente collegati. Se ti leggi l'articolo scientifico si capisce bene. Sono proprio due effetti differenti, ci sono entrambi (seppur con grande variabilità tra le diverse persone autistiche), ma sono due effetti differenti. La IW ci dice che un autistico reagisce di più. Questo studio ci dice che reagisce più a lungo.
    Post edited by wolfgang on
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • Andato34Andato34 SymbolAndato
    Pubblicazioni: 4,027
    L'articolo scientifico è a pagamento non posso leggerlo. Posso solo basarmi sull'articolo che avete postato qui, è quello che stiamo commentando qui immagino.
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online