Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Le bambine sono più "avanti"... o forse no?

Spesso si sente dire che le bambine maturano prima dei bambini, ma cosa consiste in questa "maturità"?
Per quanto riguarda il senso di responsabilità, credo che sia un fatto culturale e non mi ci soffermo.
Vorrei parlare dei passatempi.
Sembra che le bambine smettano di giocare prima, allora che fanno?
Socializzano.
Mi è capitato di vederlo: le femmine chiacchierano e i maschi fanno dei giochi "infantili".
Ma questo non è una sorta di maggior neurotipicità?
Anche tra neurotipici, intendo.
Ricordo di aver smesso i giocattoli molto più tardi rispetto alle coetanee.
Ma non è questo il punto, secondo me è interessante vedere come i neurotipici intendano maturità il preferire le interazioni socializzanti rispetto alle pratiche (come può essere il gioco), è come se le elevassero rispetto alle altre, anche se poi in età adulta arriva il lavorare in team, che alla fine non è forse come un gioco in gruppo?
Chi da bambino ha saputo coinvolgere gli altri nei propri giochi, saprà lavorare meglio in gruppo?
Secondo me sì e forse è anche da qui che nasce lo stereotipo delle donne che si fanno la guerra tra loro.
Perché "giocare alle chiacchiere" poi genera l'effetto "Beautiful spostati".
Se le bambine giocassero ad esempio alla piccola assicuratrice o alla giardiniera, credo che ci sarebbero meno "lei ha detto a quell'altra che una terza ha detto..." e che poi scattano le occhiatacce e i vari "non sono più tua amica", sia da bambine che da adulte.
Marco75RonnyAmeliedamyFabrizioVaderPiu82
«1

Commenti

  • RonnyRonny Neofita
    Pubblicazioni: 1,109
    Immagino che sia anche perché le bambine di solito sono più brave a scuola rispetto ai coetanei, anche se immagino che questa bravura si concetri più su materie come italiano, geografia ecc. rispetto a matematica (ammetto che dico questo perché è quello che sento spesso in giro, non so se è un luogo comune o la realtà dei fatti). Ciò porta a vederle come più mature, anche se la quantità di psicodrammi presenti nel mondo femminile di tutte le età, non me le fa vedere molto più mature degli uomini
  • mamma_francescamamma_francesca Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,083
    Secondo me maturano prima nel senso che si interessano di più del mondo, ascoltano gli adulti, si fanno delle opinioni; i maschi in realtà sia che siano NT sia che siano ND sono molto concentrati su se stessi e ripetitivi, alla fine li vedi che fanno sempre gli stessi giochi, sono capaci di giocare a palla tutti gli intervalli senza cambiare mai, oppure se sono della tipologia nerd, parlano tra loro dei videogiochi che gli piacciono per tutto il tempo: ovviamente mio figlio si è inserito in questo gruppetto che è più piccolo di quello del calcio.
  • DomitillaDomitilla Senatore
    modificato 12 June Pubblicazioni: 2,743
    @Ronny Interessante, ma bisogna vedere che si intende con bravura.
    A scuola generalmente è considerato bravo chi fa né più né meno di quanto richiesto e non rompe le scatole (cosa fondamentale).
    In media le bambine sono meno agitate compagni maschi (e credo ci sia anche una componente culturale in questo) quindi la bravura spicca.
    Una bravura media, quella che piace all'insegnante medio, che di solito è "sull'orlo di una crisi di nervi" (spesso a ragione).
    Le ragazze tendono ad adeguarsi meglio perché secondo me capiscono prima come evitare i rompimenti sociali (e con rompimenti intendo rotture di scatole).
    Ecco, aggiungo, la bravura sta nel capire e dare all'insegnante ciò che vuole, in maniera forse anche inconsapevole.
    Di ragazzi maschi che hanno questa dote ne ho visti forse nessuno.

    @mamma_francesca in pratica se fosse una gara (ma non lo è) il "maschio" più neurotipico del mondo sarebbe sempre meno neurotipico del suo corrispettivo femminile (tipo la forza fisica ma invertita).

    Riassumendo mi vien da pensare che una bambina Asperger estroversa e socievole probabilmente sia molto più simile ad un bambino neurotipico.
    AmeliePiu82
    Post edited by Domitilla on
  • mamma_francescamamma_francesca Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,083
    No secondo me il modo di essere neurotipico per un maschio è diverso dal modo di essere neurotipico di una femmina.
    Neurotipico in fondo non vuole dire niente di più del tipo di cervello più diffuso. Se gli aspi fossero la maggioranza sarebbero loro i neurotipici.
    Terra_di_Mezzo
  • NewtonNewton Pilastro
    Pubblicazioni: 4,242
    Tempo fa un'amica mi raccontava di una sua conoscente che aveva un bambino. Questo bambino era cresciuto più della media, dunque pur avendo solo 8 anni ne dimostrava 12-13. Il problema è che, sembrando più grande, le persone si aspettavano che lui si comportasse come un ragazzino, e dunque agli altri appariva come fosse "lento", quando invece era come i suoi coetanei. L'aspettativa degli altri lo fregava.

    Nel caso delle bambine per me succede una cosa simile: per questioni biologiche, sviluppano prima e sembrano più grandi, di conseguenza vengono trattate cose se effettivamente lo fossero e loro si sentono in dovere di responsabilizzarsi. Così abbiamo bambine che a 12 anni spicciano casa, si occupano dei fratelli piccoli, e bambini che invece giocano e basta. Le richieste che si fanno a maschi e femmine sono diverse. Ho usato l'esempio dell'aiutare a casa, ma la cosa si estende ad altre richieste sociali, come l'essere carine/curate, dunque mettere vestiti poco pratici e non sporcarli (dunque fare giochi calmi).
    Le bambine ND forse sono un po' meno permeabili alle pressioni sociali.
    rondinella61RonnydamyAmeliePiu82
  • FabrizioVaderFabrizioVader Veterano Pro
    Pubblicazioni: 321
    @Newton ma tendono comunque ad essere più permeabili rispetto ai MASCHI ND. @Domitilla esatto,a un bambinO neurotipico :) 
  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 5,748
    L'unica maturità precoce che ho visto è che le ragazze sviluppano prima… ma caratterialmente non so se maturano davvero prima.
    Sicuramente dipende da ognuna… Perché, metti caso, una che a 13 anni lascia i giochi di per bucarsi l'orecchio e piangere coi genitori che non la autorizzano a far tardi la sera o a farsi il suo primo tatuaggio… per me non è assolutamente matura! Molto molto molto più maturo uno che gioca ancora!

    Infatti ho conosciuto diversi maschi che hanno completamente saltato la fase adolescenziale, son passati direttamente dai giochi alla maturità adulta.
    FabrizioVader
  • NewtonNewton Pilastro
    Pubblicazioni: 4,242
    @FabrizioVader apparentemente sì. Però in tutta sincerità non saprei determinare se sia così per uan questione innata o perché le femmine hanno pressioni maggiori, dunque a parità di età e condizione il maschio è in generale meno chiamato ad essere in un certo modo.
  • FabrizioVaderFabrizioVader Veterano Pro
    Pubblicazioni: 321
    @Newton direi che la spiegazione più plausibile è che ci sia una base innata che viene esacerbata
  • DomitillaDomitilla Senatore
    Pubblicazioni: 2,743
    @Markov è quello che penso anche io, ma secondo me il popolo nt associa a maturità il tipo di socializzazione basato sul parlare e basta, ovvero il tipo diretto.
    Il gioco (che può essere anche uno sport o simili attività di gruppo) è indiretto.
    Markov
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586