Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Problemi della vita quotidiana

Circa un mesetto fa, un autocarro mi ha tanponato, mi ero fermata poco prima delle strisce pedonali per far attraversare una signora.
Era di mattina presto ed era il mio primo incidente. Stavo nel pallone totale. Non so neanche come ho preso io cid, e con la tremarella l'ho compilato insieme al conducente del mezzo.
Ebbene risparmio tutta la trafila, carrozzeria, telefonate all'assicurazione. Riparano l'auto, e passano da allora due settimane. Io penso, vabbè tutto sistemato.
Ovviamente da allora ho il panico a guidare, spesso poso l'auto e prendo il bus, e quando passa davanti al punto dell'incidente mi prende il panico.

Ieri mi vado a vedere la posta elettronica e scopro che l'assicurazione mi dice che c'è un altro mezzo coinvolto.
Non riesco a trovare la forza di chiamare l'assicurazione e nel frattempo vedo che sul cellulare c'è una chiamata della carrozzeria.
Il mio amico che si sa muovere è partito ed io non so cosa fare.
Non stanno prendendo mille paranoie:
Che la carrozzeria si rifaccia su di me per il danno.
Che sono stata una stupida a non chiamare i vigili.
Che sono un'incapace e mi vergogno da morire a chiedere al mio ex aiuto (quello è emotivo e già so che mi colpevolizzerebbe)
Mio figlio fa gli esami ed io non voglio turbarlo.
Io non mi sono guardata intorno dopo l'incidente e mi sono concentrata solo sulla mia vettura e quella dell'autocarro, l'altra auto non ci.ho fatto caso.
A pure vero che manco si è avvicinato quando facevo il cid.

Sembra un'esagerazione, ma mi sento morire e senza forza di agire. Ho una fredda agitazione, e tanta paura di sbagliare.
Paura di essere derisa come una che manco le cose normali riesce a risolversi.
Ho tanti pensieri neri e tanta paura a fare.
MononokeHimerondinella61AmelieGeco
«1

Commenti

  • DomenicoDomenico Andato
    Pubblicazioni: 3,935
    Nel 2013 mio padre fu tamponato da dietro e come conseguenza tamponò l'auto davanti. Che io ricordi (ero presente) era l'auto che ha tamponato che doveva fare il CID sia con mio padre sia con la ragazza tamponata da mio padre. Se ho capito la dinamica sei stata tu la tamponata dall'autocarro e presumo la terza macchina ha tamponato l'autocarro. COn quale motivazione sei rimasta coinvolta in seguito se inj tutto e per tutto sei parte lesa?

    Perdona la domanda non ci capisco nulla ma cerco di esser eutile per quel poco che posso.
    marco3882
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • OrsoX2OrsoX2 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 847

    Quando hai avuto l'incidente hai fatto delle foto col cell? Le hai inviate alla tua compagnia assicuratrice?

    Se l'assicurazione si è fatta viva solo ieri, hai un po' di tempo per aspettare il ritorno del tuo "amico che si sa muovere" che è partito, o di superare l'ostacolo che ti impedisce di chiedere aiuto al tuo ex. In generale, tieni presente che la tua compagnia sa che ci sono sempre dei truffatori in agguato e sta dalla parte tua: puoi chiedere di aiutarti anche a loro.

    marco3882
    ("Caducità delle umane cose!" - considerazione indifferentemente attribuibile a Umani e Non)
  • pokepoke Andato
    Pubblicazioni: 1,721
    Grazie ragazzi, devo dire che già il fatto di averlo scritto ha spazzato un po' via l'onda di depressione ed ansia che mi stava attanagliando.
    Almeno i battito sono tornati regolari.
    Ma in questi due giorni, ammetto di aver pensato/sperato di finire sottoterra letteralmente.

    L'amico poco fa l'ho sentito, ma quello è uno che con le parole si sa muovere, dice di stare tranquilli.

    Non potrà aiutarmi in quanto è fuori per una settimana, e dovrò attuare quello che Domenico scriveva in un altro topic.
    (Far da sé...).

    Io domani mi faccio coraggio e sento l'assicurazione.

    È che per me telefonare è.... faticosissimo, proprio mi crea ansia.
    Mi sento idiota, quello sì, perché di fronte a queste situazioni il mio unico pensiero è sparire e sperare che tutto si sistemi, ma quello che mi ha spaventato è la fattura della carrozzeria cioè 4.000 .. la dettero a me, per la garanzia.

    Però devo dire che sto valutando l'idea di rifare l'abbinamento al bus.

    Non avevo pensato all'ipotesi che il terzo sia apparso dopo e non nella mezz'ora in cui sono stata lì, per marciarci...
    NewtonMononokeHimeOrsoX2
  • SophiaSophia SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 5,902
    @poke se ho capito bene la tua è la prima auto quindi hai ragione. Chi tampona ha torto e deve pagare. Quindi credo tu possa stare tranquilla.

    Non sei l'unica in queste cose.
    Io sono stata vittima di un incidente molto importante con conseguenze non belle e irreversibili, e non sono riuscita a far presente in pronto soccorso molte delle cose utili sia per tutelare la mia salute sia ai fini risarcitori.
    In pratica oltre al danno anche la beffa.

    L'importante è non farsi prendere dall'ansia e accettare la propria natura. D'altra parte se non si può essere altrimenti, è inutile recriminarsi.
    MononokeHimeNewtonAmelieOrsoX2vera68
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • marco3882marco3882 Colonna
    Pubblicazioni: 1,354
    Ci spieghi questa terza auto in che posizione si trovava al momento del tamponamento e con chi quindi si è scontrata? (se con te, con il camion, entrambi?)

    È importante per capire come mai questa terza auto può creare problemi al tuo risarcimento.
    Domenico
  • MononokeHimeMononokeHime Colonna
    Pubblicazioni: 1,546
    Sophia ha detto:

    ... Non sei l’unica in queste cose.
    ...
    L'importante è non farsi prendere dall'ansia e accettare la propria natura. D'altra parte se non si può essere altrimenti, è inutile recriminarsi.

    Quoto quanto ha detto Sophia.
    Faccio cose che tante altre persone non farebbero o non riuscirebbero, eppure mi perdo in cose assurde, ridicole, in cose che per la maggior parte delle persone sono cose ordinarie o facilmente affrontabili, e questo mi fa una gran rabbia, mi fa sentire un’incapace, a volte una cogli..a, ma appunto frustrarsi e recriminarsi per come si è non serve, bisogna accettare, perdonarsi, e quando possibile chiedere una mano.


    DomenicoSophia
    Che io abbia il corraggio di accettare le cose che non posso cambiare, la forza di cambiare le cose che posso cambiare, e la saggezza per poterle distinguere. (versione personale)
  • DomenicoDomenico Andato
    Pubblicazioni: 3,935
    MononokeHime ha detto:

    Sophia ha detto:

    ... Non sei l’unica in queste cose.
    ...
    L'importante è non farsi prendere dall'ansia e accettare la propria natura. D'altra parte se non si può essere altrimenti, è inutile recriminarsi.

    Quoto quanto ha detto Sophia.
    Faccio cose che tante altre persone non farebbero o non riuscirebbero, eppure mi perdo in cose assurde, ridicole, in cose che per la maggior parte delle persone sono cose ordinarie o facilmente affrontabili, e questo mi fa una gran rabbia, mi fa sentire un’incapace, a volte una cogli..a, ma appunto frustrarsi e recriminarsi per come si è non serve, bisogna accettare, perdonarsi, e quando possibile chiedere una mano.


    Anche io, credo sia proprio parte integrante della condizione autistica: scali le Alpi solo poi per scivolare su una buccia di banana.
    SophiaAmelieMononokeHimeOrsoX2
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • pokepoke Andato
    Pubblicazioni: 1,721
    @Sophia
    Non era la mia prima auto, ma il primo tamponamento che ho subito e per il quale ho fatto un CID.

    Per quanto riguarda chiedere un aiuto, sembra tabto semplice ma non lo è.
    Giacché presuppone
    Persone/amicizie/relazioni.
    Capacità di saper chiedere aiuto.
    Momento specifico in cui puoi farlo.
    Dominare l'ansia e l'abbattimento del fatto.
    Accettate.che si è degli inetti a risolvere problemi reali.
    Accettare la rete di scambio sottontesa quando si.chiede un favore.

    Poi, il dover sostenere una situazione che si riteneva chiusa e con l'ipotesi di altre
    Interazioni, non credo sia esattamente perdersi in un bicchiere d'acqua.

    Questa situazione mi ha determinato un'ansia da guida. E la convinzione che anche quando si rispettano le regole ci sono altre sottoregole che se non conosci ti mettono nei guai.

    @marco3882
    L'azione si è svolta così.

    Procedevo a velocità moderata, vedo una donna che sta per attraversare sulle strisce pedonali, mi fermo.
    Una vettura mi sfreccia alla mia sx, io mi immagino la pedona investita, e subito dopo l'autocarro mi tampona.
    Scendo, e sto lì per 40 minuti, il conducente di questa vettura non lo vedo ed il cid è firmato da me ed il conducente.

    Esce fuori un terzo da una lettera ricevuta pochi giorni fa.
    In un momento in cui ho lo stress di un figlio che sta facendo gli esami.

    Ovvio che se avessi una rete relazionale sarebbe tutto molto diverso, ovvio che se sono in abbattimento è perché non c'è.

    Non c'è da perdonarsi, non sono i sensi di colpa che mi fanno star male, ma il senso di esposizione nei confronti degli imprevisti quotidiani.
    OrsoX2AmelieMononokeHime
  • marco3882marco3882 Colonna
    Pubblicazioni: 1,354
    @poke allora non capisco proprio questo terzo mezzo che ruolo ha. Soprattutto che gli unici mezzi venuti in contatto siete tu e camion.
    La macchina che ti ha passato a sinistra da come scrivi non ha provocato l incidente ed è scappata.
    Devi chiamare l assicurazione e farti spiegare per filo e per segno.
    Altrimenti non si può capire dove questo terzo mezzo crea problemi al tuo risarcimento.
    La tua assicurazione dovrebbe aiutarti.
    Però fai questa telefonata. In questi casi non bisogna perdere mai tempo
    DomenicoSophiavera68
  • MononokeHimeMononokeHime Colonna
    Pubblicazioni: 1,546
    Esistono consulenti che si occupano di sinistri, e seguono le pratiche e i contatti con l’assicurazione, seguono la parte legale, e pensano a quello che a te (inteso come chi ha avuto l’incidente) non è venuto in mente.
    In una situazione che sembrava trasparente e a nostro chiaro “vantaggio” (assenza totale di colpa) il consulente ci ha tutelato da tentativo dell’altra parte di rivalersi su cose inesistenti, ma puntando sulla paura e ignoranza di chi tentavano di truffare.
    In questo senso chiedere aiuto.
    Per me “chiedere aiuto” è anche chiamare la polizia stradale sapendo che sono un’inetta a livello burocratico, e che so che potrei farmi fregare dal primo “pistola”.
    A livello di rete sociale a cui chiedere aiuto nel momento del bisogno nemmeno io ho nessuno per mia incapacità in tal senso.
    Purtroppo conosco altre persone che in buona fede contro persone in mala fede, o perché non volevano “rogne” sul momento, o perché non avevano previsto le conseguenze, su sono ritrovati “fregati” o “inguaiati”. Purtroppo quello degli imprevisti è appunto qualcosa che per definizione sfugge dal nostro controllo, e a volte (se non spesso) dalle nostre capacità di previsione.
    Il mio è un volerti dimostrare solidarietà (nel caso non fosse chiaro l’intento).
    DomenicoSophia
    Che io abbia il corraggio di accettare le cose che non posso cambiare, la forza di cambiare le cose che posso cambiare, e la saggezza per poterle distinguere. (versione personale)
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online