Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Viaggi interstellari.

Sono in molti a pensare che quello in cui viviamo sia il secolo in cui l'uomo riuscirà per la prima volta a raggiungere le stelle; almeno un'altra stella (Alpha Centauri) anche se sarà trenendamente difficile.

Vorrei sapere se qui c'è qualcuno che, interessato al tema, sappia qual'è al momento la tecnologia più promettente al momento per realizzare questo vecchio sogno. Da quello che leggo qua e là pare sia la vela solare, meglio, la vela spinta da raggi laser. Anzi, un sistema di vele diverse che riflettono più volte i raggi laser per amplificarli. Pare che così si poassano raggiungere velocità prossime a quella della luce. Su questo e altri sistemi mi piacerebbe saperne di più; ci sono libri che ne parlano?

Magari non vorrei che succedesse come nel film Avatar.

E si potrà mai superare la velocità della luce?
Autistico
«13

Commenti

  • AutisticoAutistico Veterano
    Pubblicazioni: 218
    Il geniale fisico e inventore Nikola Tesla aveva inventato la propulsione elettrogravitazionale, aveva cioè capito come alterare il campo gravitazionale per sfruttarlo come propulsione spaziale. Sfortunatamente tutti i suoi progetti sono stati secretati dall'FBI. Ad ogni modo quella sarebbe senza dubbio il modo migliore per muoversi nello spazio.
  • SwiftSwift Veterano Pro
    Pubblicazioni: 941
    Autistico ha detto:

    Il geniale fisico e inventore Nikola Tesla aveva inventato la propulsione elettrogravitazionale, aveva cioè capito come alterare il campo gravitazionale per sfruttarlo come propulsione spaziale. Sfortunatamente tutti i suoi progetti sono stati secretati dall'FBI. Ad ogni modo quella sarebbe senza dubbio il modo migliore per muoversi nello spazio.

    Se non sbaglio, dopo di lui anche il fisico tedesco Burkhard Heim ha proposto la propulsione elettrogravitazionale. Lui si riallacciò a un filone iniziato da Heaviside. Che rapporto c'è tra il sistema di Tesla e quello di Heim? E perchè dovrebbero essere tenuti secretati?
    Autistico
  • Sniper_OpsSniper_Ops Mastro Libraio
    Pubblicazioni: 551
    @Swift @Autistico
    La principale differenza che mi balza all'occhio tra le due teorie è che Heim creò la sua teoria basandosi su uno spazio-tempo quantizzato, mentre Tesla rifiutò fino all'ultimo la Relatività.
    ("La teoria della relatività è come un mendicante vestito color porpora che la gente ignorante scambia per un re.")
    Tesla aveva l'idea che l'Universo fosse permeato da un campo di energia sfruttabile per fini umani (che successivamente venne identificato come l'energia del Vuoto), ma non ricordo se lo intendesse come la componente dello spazio e del tempo.
    In aggiunta Tesla avrebbe voluto usare direttamente degli effetti macroscopici per la propulsione, mentre Heim voleva usare degli effetti quantistici che si sarebbero riversati poi nel macroscopico tramite la connessione che tentò di creare tra le due principali teorie tutt'ora vigenti.
    La principale ragione che credo avrebbe potuto portare ad una confisca da parte delle forze dell'ordine credo sia il fatto che lui fu un forte visionario, quindi molte invenzioni sarebbero risultate molto utili per un qualche tipo di sviluppo da tenere in segreto in modo da avere in vantaggio rispetto agli altri stati (principalmente credo di carattere Bellico).
    AutisticoSwift
  • AutisticoAutistico Veterano
    Pubblicazioni: 218
    C'è da considerare anche che le scoperte di Nikola Tesla (come anche quelle di altri) avrebbero posto fine alla crisi energetica mondiale, il che non è molto conveniente per persone piuttosto potenti che ci speculano sopra. Per quanto riguarda Heim ed Heavside non li avevo mai sentiti per quindi mi devo informare, grazie per avermeli fatti conoscere
  • AutisticoAutistico Veterano
    Pubblicazioni: 218
    La teoria di Heim è molto interessante! Non ho trovato però al momento nulla riguardo la sua propulsione, quindi non so dire se tra le due ci sia un qualche rapporto. Riguardo quella di Tesla posso solo dirti che sfruttava un'anomalia fisica che si verifica nei corpi che ruotano ad alta velocità (la scoprì probabilmente durante la sperimentazione della turbina rotante ad altissimo rendimento da lui inventata) e sul fatto che aveva compreso (grazie anche a studi sui fulmini globulari) il collegamento tra energia del vuoto e la gravità (la gravità sarebbe originata da una differente "densità" di energia del vuoto provocata da una repulsione tra quest'ultima e la massa, in maniera molto simile al meccanismo ipotizzato da Newton o al meccanismo ipotizzato dalla teoria delle stringhe). A livello pratico, a quanto ho capito, aveva intenzione di ottenere effetti antigravitazionali sfruttando vortici di plasma. Non so se il meccanismo è analogo alla propulsione di Heim
    Swift
  • Pubblicazioni: 566
    @Swift cio' che dici sulle vele solari e' errato, perche' mai una vela solare (allo stato di progresso tecnologico attuale) potra' raggiungere la velocita' della luce e neppure lontanamente avvicinarsi ad essa. I componenti formati da materia (quindi da atomi) e' improbabile che possano reggere a livello strutturale una simile velocita'.

    La vela solare sfrutta la condizione di basso attrito dello spazio aperto per accumulare nella progressivamente nella vela l'energia cinetica dei fotoni della stella per produrre una spinta, per cui (in presenza di luce) e' possibile un'accelerazione progressiva fino a velocita' anche abbastanza elevate, ma 1 serve una fonte di luce (senza non hai propulsione), 2 sulla traiettoria non devono esserci detriti che potrebbero danneggiare la vela solare, e 3 il viaggio difficilmente prevede un ritorno in tempi ragionevoli (puoi pur sempre aspettare che una stella si spenga ;) ), perche' e' pur vero che tramite determinati accorgimenti e' possibile "ottimizare" la spinta tramite tecnologie che aumentano o riducono la riflettenza (per evitare situazioni di stallo), ma per cio' che mi riguarda dubito che quella delle vele solari sia una tecnologia sfruttabile fintanto che non si trova una una fonte consistente di fotoni (superiore nella quantita' a quella emessa dalla stella nello spazio) da sparare contro la vela solare, che quindi agirebbe similmente ad una mongolfiera in uno spostamento d'aria rettilineo.

    ***

    Allo stato attuale l'unica via "percorribile" sembrerebbe essere quella della fusione nucleare. In pratica una navicella che si nutre degli atomi che trova sulla sua traiettoria.

    ***

    Spero che l'essere umano risolva prima i problemi che affliggono la civilta' prima di colonizzare altri pianeti. Sarebbe sconveniente portare i nostri casini su un'altro pianeta. 
    AutisticoAJDaisySwift
    Tutto appare sempre un po' diverso
    quando lo si esprime, un po' falsato, un po' sciocco, sì, e anche questo è
    bene e mi piace moltissimo, anche con questo sono perfettamente d'accordo,
    che ciò che è tesoro e saggezza d'un uomo suoni sempre un po'
    sciocco alle orecchie degli altri.
    -Siddharta
  • SwiftSwift Veterano Pro
    Pubblicazioni: 941
    Teoria di Heim
    Schema del dispositivo antigravitazionale

    Questa teoria, tutt'altro che confermata, si basa su una visione rivoluzionaria dell'universo e delle sue leggi elaborata nella seconda metà del secolo scorso dal fisico tedesco Burkhard Heim. Essa, in seguito a recenti sviluppi apportati da Walter Dröscher e Jochem Häuser,[7] prevede l'esistenza di due ulteriori campi di forza che si aggiungono ai quattro noti dalla fisica delle particelle che, in presenza di un particolare dispositivo, possono dar luogo a una sorta di campo anti-gravitazionale che potrebbe essere usato per spingere un veicolo nello spazio. In una particolare situazione di campo oscillante, lo stesso dispositivo che genera la spinta anti-gravitazionale sarebbe in grado di diminuire l'inerzia propria del veicolo eliminando così gli effetti della massa relativistica e consentendo al veicolo stesso di superare n volte la velocità della luce. Un'interpretazione di questo fenomeno viene data ipotizzando che il veicolo lasci il nostro spazio ordinario per entrare in una sorta di iperspazio in cui il valore di c è notevolmente superiore.

    Esso, come si può vedere dalla figura, è costituito da un grosso anello rotante di materiale conduttore (il cui rendimento è tanto maggiore quanto più alta è la sua conduttività) immerso in un potente campo magnetico Φ generato da una bobina sottostante l'anello. Per dar luogo agli effetti descritti occorre che le due forze "extra" previste dalla teoria interagiscano col campo gravitazionale generando la prima, detta gravito-fotonica, un campo antigravitazionale repulsivo e la seconda, detta quintessenza, in onore ai quattro elementi della filosofia greca e latina, la riduzione d'inerzia prima descritta. La rotazione del grosso volano conduttore dà luogo a un'interazione tra campi elettro-magnetici e gravitazionali prevista dalla teoria di Heim e consente il fenomeno propulsivo descritto.





    https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/2/25/Schema_di_propulsione_spaziale_secondo_la_teoria_di_Heim-Droescher.jpghttps://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/2/25/Schema_di_propulsione_spaziale_secondo_la_teoria_di_Heim-Droescher.jpg

    Ok, cerco di fare copia incolla come posso.

    Sull'energia radiante di Tesla, se ci si rifersce a quella, io credo che fosse inquinante, cancerogena.
    Mi sembrava un pò matto; rifiutava la Relatività ma poi dieceva che il suo connazionale Bosccovich l'aveva scoperta prima; contraddizione.
    Su Heim, i fisici non lo considerano bene. Considerato strambo anche lui.
    Quello che è certo è che nessuno è mai riuscito a unificare la Fisica.
    Autistico
  • Sniper_OpsSniper_Ops Mastro Libraio
    Pubblicazioni: 551
    [Non mi apre il link]
    Swift ha detto:

    Teoria di Heim
    Schema del dispositivo antigravitazionale

    Questa teoria, tutt'altro che confermata, si basa su una visione rivoluzionaria dell'universo e delle sue leggi elaborata nella seconda metà del secolo scorso dal fisico tedesco Burkhard Heim. Essa, in seguito a recenti sviluppi apportati da Walter Dröscher e Jochem Häuser,[7] prevede l'esistenza di due ulteriori campi di forza che si aggiungono ai quattro noti dalla fisica delle particelle che, in presenza di un particolare dispositivo, possono dar luogo a una sorta di campo anti-gravitazionale che potrebbe essere usato per spingere un veicolo nello spazio. In una particolare situazione di campo oscillante, lo stesso dispositivo che genera la spinta anti-gravitazionale sarebbe in grado di diminuire l'inerzia propria del veicolo eliminando così gli effetti della massa relativistica e consentendo al veicolo stesso di superare n volte la velocità della luce. Un'interpretazione di questo fenomeno viene data ipotizzando che il veicolo lasci il nostro spazio ordinario per entrare in una sorta di iperspazio in cui il valore di c è notevolmente superiore.

    Esso, come si può vedere dalla figura, è costituito da un grosso anello rotante di materiale conduttore (il cui rendimento è tanto maggiore quanto più alta è la sua conduttività) immerso in un potente campo magnetico Φ generato da una bobina sottostante l'anello. Per dar luogo agli effetti descritti occorre che le due forze "extra" previste dalla teoria interagiscano col campo gravitazionale generando la prima, detta gravito-fotonica, un campo antigravitazionale repulsivo e la seconda, detta quintessenza, in onore ai quattro elementi della filosofia greca e latina, la riduzione d'inerzia prima descritta. La rotazione del grosso volano conduttore dà luogo a un'interazione tra campi elettro-magnetici e gravitazionali prevista dalla teoria di Heim e consente il fenomeno propulsivo descritto.




    Praticamente ha creato una teoria ad Hoc per la sua stessa invenzione.
    Swift ha detto:

    Teoria di Heim


    Sull'energia radiante di Tesla, se ci si rifersce a quella, io credo che fosse inquinante, cancerogena.

    @Swift , è un tuo presentimento o conosci qualche ricerca in merito?
  • SwiftSwift Veterano Pro
    Pubblicazioni: 941
    Sniper_Ops ha detto:

    [Non mi apre il link]

    Swift ha detto:

    Teoria di Heim
    Schema del dispositivo antigravitazionale

    Questa teoria, tutt'altro che confermata, si basa su una visione rivoluzionaria dell'universo e delle sue leggi elaborata nella seconda metà del secolo scorso dal fisico tedesco Burkhard Heim. Essa, in seguito a recenti sviluppi apportati da Walter Dröscher e Jochem Häuser,[7] prevede l'esistenza di due ulteriori campi di forza che si aggiungono ai quattro noti dalla fisica delle particelle che, in presenza di un particolare dispositivo, possono dar luogo a una sorta di campo anti-gravitazionale che potrebbe essere usato per spingere un veicolo nello spazio. In una particolare situazione di campo oscillante, lo stesso dispositivo che genera la spinta anti-gravitazionale sarebbe in grado di diminuire l'inerzia propria del veicolo eliminando così gli effetti della massa relativistica e consentendo al veicolo stesso di superare n volte la velocità della luce. Un'interpretazione di questo fenomeno viene data ipotizzando che il veicolo lasci il nostro spazio ordinario per entrare in una sorta di iperspazio in cui il valore di c è notevolmente superiore.

    Esso, come si può vedere dalla figura, è costituito da un grosso anello rotante di materiale conduttore (il cui rendimento è tanto maggiore quanto più alta è la sua conduttività) immerso in un potente campo magnetico Φ generato da una bobina sottostante l'anello. Per dar luogo agli effetti descritti occorre che le due forze "extra" previste dalla teoria interagiscano col campo gravitazionale generando la prima, detta gravito-fotonica, un campo antigravitazionale repulsivo e la seconda, detta quintessenza, in onore ai quattro elementi della filosofia greca e latina, la riduzione d'inerzia prima descritta. La rotazione del grosso volano conduttore dà luogo a un'interazione tra campi elettro-magnetici e gravitazionali prevista dalla teoria di Heim e consente il fenomeno propulsivo descritto.




    Praticamente ha creato una teoria ad Hoc per la sua stessa invenzione.
    Swift ha detto:

    Teoria di Heim


    Sull'energia radiante di Tesla, se ci si rifersce a quella, io credo che fosse inquinante, cancerogena.

    @Swift , è un tuo presentimento o conosci qualche ricerca in merito?
    Tesla voleva riempire l'atmosfera di energia radiante. Quindi avrebbe fatto aumentare a dismisura l'inquinamento elettromagnetico.
    Su Heim, penso sia vero, tuttavia alcuni spunti potrebbero essere giusti.
  • SwiftSwift Veterano Pro
    Pubblicazioni: 941
    Jin_Nemo_Oudeis ha detto:

    @Swift cio' che dici sulle vele solari e' errato, perche' mai una vela solare (allo stato di progresso tecnologico attuale) potra' raggiungere la velocita' della luce e neppure lontanamente avvicinarsi ad essa. I componenti formati da materia (quindi da atomi) e' improbabile che possano reggere a livello strutturale una simile velocita'.

    La vela solare sfrutta la condizione di basso attrito dello spazio aperto per accumulare nella progressivamente nella vela l'energia cinetica dei fotoni della stella per produrre una spinta, per cui (in presenza di luce) e' possibile un'accelerazione progressiva fino a velocita' anche abbastanza elevate, ma 1 serve una fonte di luce (senza non hai propulsione), 2 sulla traiettoria non devono esserci detriti che potrebbero danneggiare la vela solare, e 3 il viaggio difficilmente prevede un ritorno in tempi ragionevoli (puoi pur sempre aspettare che una stella si spenga ;) ), perche' e' pur vero che tramite determinati accorgimenti e' possibile "ottimizare" la spinta tramite tecnologie che aumentano o riducono la riflettenza (per evitare situazioni di stallo), ma per cio' che mi riguarda dubito che quella delle vele solari sia una tecnologia sfruttabile fintanto che non si trova una una fonte consistente di fotoni (superiore nella quantita' a quella emessa dalla stella nello spazio) da sparare contro la vela solare, che quindi agirebbe similmente ad una mongolfiera in uno spostamento d'aria rettilineo.

    ***

    Allo stato attuale l'unica via "percorribile" sembrerebbe essere quella della fusione nucleare. In pratica una navicella che si nutre degli atomi che trova sulla sua traiettoria.

    ***

    Spero che l'essere umano risolva prima i problemi che affliggono la civilta' prima di colonizzare altri pianeti. Sarebbe sconveniente portare i nostri casini su un'altro pianeta. 

    Altro che, c'è da augurarsi che nessuno scopra il modo di raggiungere altre stelle; altrimenti stermineremmo gli abitanti, come è successo qui. In Tasmania li abbiamo ammazzati tutti.

Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586