Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Stigma dove non pensavo di trovarlo

Vi scrivo dopo una lunga assenza dal forum per una bella depressione per parlarvi di stigma. 

Prima però vorrei puntualizzare una cosa: sono una persona orgogliosa. Non di particolari talenti, non sento di averne, ma dello sforzo enorme con cui ho cercato di oppormi alle limitazioni che la mia condizione di persona "diversamente funzionante" mi imponeva. Quello che ho è costato grossi sacrifici sin dalla tenera età. 

E' vero, sono stata fortunata ad avere alcune risorse personali (l'entusiasmo, ad esempio) ed estrinseche (il contesto dove vivo è piccolo e la vita è relativamente semplice). E' vero anche che mio marito mi ha sostenuta in questi anni con il suo appoggio morale - non economico, ho sempre lavorato molto. 

Tutto questo non è servito ad evitarmi lo stigma. Qualsiasi tentativo di avere un rapporto paritario con i miei curanti, cosa che mi aspetto essendo una persona che lavora e paga le tasse, è subito considerato arrogante. 

Mi ritrovo a dover fingere di non sapere nulla di biologia, a sostituire alcune parole con altre più semplici per incontrare le aspettative di medici e assistenti sociali che non capiscono che avere una corteccia più sottile non vuole necessariamente dire essere incapaci di relazionarsi, di guadagnarsi il pane, di studiare. Attività che, visto il clima, per me sono ormai prioritarie rispetto a qualsiasi cura. Chissà come mi tratterebbero se non avessi le risorse che ho?

Devo dire però che ho anche trovato psichiatri e medici che danno correttamente del lei e che hanno una visione più moderna e post-Basaglia dei servizi di salute mentale. E non sono necessariamente i più giovani. 
NemoOrsoX2rondinella61MononokeHimenebelMarco75

Commenti

  • Marco75Marco75 Moderatore
    Pubblicazioni: 2,043
    E' una banalità, ma credo che, in questi casi, la cosa migliore sia cercare di lasciarsi scivolare addosso questi episodi il più possibile. Se la tua salute ormai l'hai affidata a queste persone (e se non è possibile cambiare, come mi pare di capire) non si può che cercare di minimizzarne l'impatto.
    Lo stigma purtroppo viene fuori, anche inconsapevolmente, nel momento in cui una persona viene a conoscenza di una tua condizione atipica. E' lo stesso meccanismo per cui a volte le persone NT tendono ad adottare un tono paternalistico, quasi si rivolgessero a dei bambini, con adulti ND (ne parlavamo in un'altra discussione).
    Da parte di professionisti ci si aspetterebbe, in teoria, un comportamento diverso e più rispettoso, ma purtroppo la realtà è spesso diversa. Anzi, l'aura di "autorità" che si è convinti di rivestire in virtù del proprio ruolo, porta spesso ad atteggiamenti veramente odiosi...
    rondinella61Apgar7
    "There are those that break and bend. I'm the other kind"

    Cinema, teatro, visioni
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online