Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Cosa sono i meltdown? E cosa succede quando se ne ha uno?

Ho sentito parlare di questi “meltdown”, ma non riesco a capire cosa sono. Io non somo stato diagnosticato professionalmente, ma comunque so di essere sia asperger e sia affetto da disturbo ossessivo compulsivo perche ho davvero tantissime caratteristiche di tutti e due i disturbi, e poi ai test ho fatto anche un punteggi un po’ alti che rientravano nello spettro autistico. Comunque a me con il DOC mi capita a volte che mi può venire un pensiero ossessivo (qualsiasi), non riesco a svolgere i miei rituali mentali, è capitato diverse volte che impazzissi tipi muovendomi come un pazzo sull letto sbattendo i piedi o girandomi a destra e sinistra o saltando a pancia in sotto sul letto (da sdraiato) oppure quando sono in piedi o che dovevo saltare su e giù o darmi qualche botta in testa per cercare di calmarmi e mi capita anche certe volte per i pensieri ossessivi che mi sento talmente male che devi alzarmi, camminare avanti e indietro e cercare di respirare sempre per calmarmi e mi sento la testa fusa. Ma questo qui significa avere un meltdown? O significa avere cosa? A voi capitano mai cosa simili a queste? È grave quello che mi succede (non mi succede tutti i giorni, ma mi capita di tanto in tanto). Aspetto vostre risposte
Post edited by [Utente Cancellato] on
«1

Commenti

  • CapussoCapusso Membro
    Pubblicazioni: 65
    Quello che é capitato molto raramente a me in passato é di arrivare a questo punto di rottura in cui smetti di essere timido e introverso perché gli altri non riescono a capirti e sei in una situazione in cui non puoi scappare o nasconderti allora nel mio caso agisco impulsivamente fregandomene di qualsiasi cosa che ho intorno. Zero controllo solo istinto, a mio parere é una delle più belle sensazioni che si può avere da aspie ovviamente le conseguenze non sono spesso belle.
    StellaCadenteCiainaIndiokatriss
  • riotriot Moderatore
    modificato 14 September Pubblicazioni: 4,265
    RiccardoP90 qui puoi leggere esattamente di cosa si tratta:



    CiainaIndio
    Post edited by riot on
    La vita è troppo breve per ignorare le incomprensioni. 
  • RonnyRonny Neofita
    Pubblicazioni: 988
    Appena avuto. Semplicemente ti incazzi come una bestia, non per forza contro una persona ma anche contro un luogo, una situazione o un oggetto
    CiainaIndioriotShikiSniper_Opskatriss
  • riotriot Moderatore
    modificato 15 September Pubblicazioni: 4,265
    quello che è stato detto da David Vagni ad un recente seminario, è che i meltdown vanno evitati il più possibile in quanto è come se vanno a formare delle "cicatrici" cerebrali aumentando la possibilità che si verifichino nuovamente.

    io lo faccio attraverso relax e meditazione, ma se nonostate tutto succede, evito di tenere oggetti nelle mani (il mio ultimo cellulare ne sa qualcosa...)

    CiainaIndioMononokeHimeShikiMarco75Sniper_OpskatrissCyranoalia
    Post edited by riot on
    La vita è troppo breve per ignorare le incomprensioni. 
  • ShikiShiki Veterano Pro
    Pubblicazioni: 519
    @Capusso io non penso proprio che sia bello perdere il controllo delle proprie emozioni e sovraccaricare fino a quel punto.
    Mi capitano spesso ma ancora più spesso gli shutdown.
    Nessuno di loro sono una bella esperienza... ma i miei meltdown sono distruttivi.
    katriss
    Il mio BLOG: mymadreams.wordpress.com
    Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna… punito perché vede l’alba prima degli altri. [Oscar Wilde]
  • MononokeHimeMononokeHime Colonna
    modificato 15 September Pubblicazioni: 1,237
    I miei meltdown sono proprio come quello che ha Shaun Murphy con il Dr Glassman nell’atrio dell’ospedale, nella serie “The good doctor”. Sono dovuti a sovraccarico emotivo. È come una pentola a pressione, dove la pressione è troppa (e non riesci a parlare, esprimerti, farti capire, comunicare). Non si riesce più a ragionare. L’unica cosa che si desidera è allontanarsi dalla fonte di stress/sovraccarico, e gli attacchi fisici (se ci si arriva, se capitano) sono solo modi per allontanare la causa di malessere, o per allontanarsi da essa. Sono reazioni (per quanto sbagliate). Non scegli, non pensi, non decidi, si può solo cercare/fare in modo di non arrivare al “punto di non ritorno”. Questo quando se ne ha consapevolezza e ci si rende conto che si sta per averne uno (le prime volte che avvenivano non sapevo cosa mi succedeva e non capivo, e mi sentivo in colpa, e sbagliata, anche spaventata, per la paura di poter fare del male a qualcuno).
    katriss
    Post edited by MononokeHime on
    Che io abbia il corraggio di accettare le cose che non posso cambiare, la forza di cambiare le cose che posso cambiare, e la saggezza per poterle distinguere. (versione personale)
  • RonnyRonny Neofita
    Pubblicazioni: 988
    L'incidenza di meltdown e shutdown dipende anche dall'opinione che hai del mondo e di te stesso. Se ti vedi come spazzatura, hai molte più probabilità di avere gli shutdown; se invece ti vedi come un essere umano con valore, tendi ad accettare meno i fastidi che ti danno gli altri, perciò ti vengono più meltdown
    CiainaIndiokatriss
  • Marco75Marco75 Moderatore
    Pubblicazioni: 1,704
    Aggiungo che non sempre il meltdown è una botta di rabbia. Spesso sì, ma può essere anche una qualsiasi espressione emotiva incontrollata, non necessariamente legata alla rabbia. 
    Proprio qui, ricordo che qualcuno disse che anche un forte pianto (se è improvviso e incontrollato) può essere un meltdown. A me è capitato di tremare in modo incontrollato in tutto il corpo, e avere serie difficoltà a esprimere un pensiero coerente, dopo un sovraccarico emotivo. Un po' come capita al protagonista di "Mary & Max". Anche quello lo considero meltdown.
    CiainaIndioSamalakatrissMononokeHime
    "Love yourself first"
  • ShikiShiki Veterano Pro
    Pubblicazioni: 519
    @Ronny a me capitano molto spesso entrambi ma inizialmente erano di più i meltdown. Penso che poi ho rispiegato agli shutdown per paura di passare come pazza, specialmente fuori casa.

    @Marco75 ma infatti è molto più che una botta di rabbia e può variare molto da soggetto a soggetto e in base alla situazione.
    Lo descrivo meglio come simile all'attacco di panico.
    Marco75katriss
    Il mio BLOG: mymadreams.wordpress.com
    Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna… punito perché vede l’alba prima degli altri. [Oscar Wilde]
  • katrisskatriss Membro Pro
    Pubblicazioni: 140
    Molte situazioni descritte da voi le ho vissute anche io...urla, pianti,;spaccare qualcosa, sbattere la testa contro al muro, non capire più cosa dico e penso,;tremare, non controllare il corpo...momenti emotivamente intensissimi in cui la razionalità pare sparita e l'agitazione pare eterna...
    Lo yoga e la respirazione un po' aiutano ma, se la situazione scatenante è per me troppo intensa e improvvisa, non riesco proprio a trattenermi.
    Marco75
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586