Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

La mia vita è un inferno a causa dell’AS. Che faccio?

Premetto da subito che mi sono già presentato prima e col dire che non ho fatto questa domanda per sentirmi dire “sei giovane e consapevole di tutto ciò” ecc, ma perché la mia vita a scuola e fuori è un inferno, e quindi voi più grandi di me, strambi e diversi come me, che sicuramente ci siete già passati come ci sto passando adesso io, possiate dire ciò che ne pensate. Ho scoperto di quesgo disturbo cercando su internet qualcosa sulle mie stramberie e questo è il risultato. Apparte che la mia vita è noiosa e monotona, comunque: Vado in prima superiore, asperger, affetto da disturbo ossessivo compulsivo (a volte mi vengono certi attacchi in cui impazzisco). Nerd appassionato di videogiochi e informatica e che non esce mai di casa, sono brutto (me l hanno detto un sacco di volte a scuola “cesso” “ma vedi quanro sei brutto”, “ma non ti vedi che sei un cesso” “cesso ambulante”, scusate se ripeto questa parola scurrile, ma preferisco dire le cose come stanno invece di farci giri di parole, sono “diverso” dagli altri, sempre stato sfigato a elementari,medie,superiori, in gita di 3 media quasi nessuno mi voleva in stanza, sono 10 giorni che ho iniziato la prima superiore con tutti compagni nuovi, e già vengo preso in giro per il mio essere strambo, mi imitano i tic, mi hanno chiesto “alle medie avevi il sostegno?”, mi dicono “tu non sai manco come ti chiami” oppure mi dicono “ti amo” e cercano di tirarmi a se alcune a volte, ma poco prima mi dicevano che non mi sopportano, che sono brutto, oggi ho fatto,il giro della scuola e ho visitati 2 piani diversi dal mio e quando sono tornato in classe mi dicevano “ti sei perso, sei andato su e giù per 2 piani”, nonostante dicessi che non era vero, alle elementari e medie sono stato preso in giro anche da insegnanti occasionalmente, i miei coetanei mi deridono perché sono strambo (dovuto all’AS credo), ho comportamenti molto insoliti, insomma sono più o meno lo stereotipo dell’ asperger (strano,solitario,problemi emozionali, empatia non alle stelle (ci sono periodi dove ne ho di più e altri dove ne ho di meno), odio contatti fisici, la vita sociale, non esco mai, ho il mio “senso di giustizia” diverso da quello normale, fobie, ossessioni e soffro d’ansia e per il doc ho pensieri ossessivi,rituali mentali,comportamenti ripetitivi e certe volte impazzisco, mi sento male, o respiro e cammino, o salto su e giù e cerco di calmarmi quando non riesco a fare i miei rituali mentali), comunque mi prendono in giro anche per i miei tic gesticolo con le mani, sbatto gli occhi per 2 secondi, arriccio il naso, guardo da strambo, mi mordicchio le labbra ed è dalle medie che mi ci sfottono imitandomi e facensomelo notare per prendermi in giro, e ora ho anche preso la cosa di scuotere la mano destra quando cammino o per nervosismo o perché così mi viene.per sfottermi, ho 0 amici, mai avuti amici veri,ho anche difficoltà a salutare le persone o a parlare con la gente (quando vedo qualcuno cerco di non farmi vedere, saluto solo se mi capita proprio in faccia qualcuno, sennò scappo senza farmi vedere e quando saluto sono goffo e cerco sempre di andarmene subito. Alle medie ero soprannominato: azzeccato,malato,malato di videogiochi, malato di “playstationite”, handicappato, quest’anno ancora non ci sono stato ancora soprannominato così, ma so che succederà presto, massimo altre 2-3 settimane..Le ragazze mi prendono in giro dicendomi “ti amo” (dalle medie che succede e il bello è che non sono sempre le stesse, circa 6-7 l’hanno fatto) Sono sempre stato visto come “speciale” da quelli più grandi di me e a volte sono anche stato trattato diversamente dai miei compagni dai prof a scuola, alcuni prof già hanno capito che sono “speciale”. Quella che mi piace (una che stava in classe con me alle medie) che alle medie faceva il doppio gioco, mi sfotteva dicendomi ti amo (l ha fatto per 3 anni e a fine anni ha ammesso che non era vero, anche s e lo sapevo già, mi faceva dispetti e brutti scherzi insieme ad altri e mi aiutava allo stesso tempo quando ero in difficoltà era sia buona e cattiva con me, ma dice che era cattiva con me “per attirare la mia attenzione” , vabbè comunque mi tratta come un bambino, tipo oggi mi ha chiesto “che macchina ti piace?” completamente fuori luogo e insieme alle sue amiche alle medie mi teneva d occhio alle cene di classe (gliel aveva detto mia madre dì farlo), lei una figa con amici, normale rispetto a me,bel fisico, molto carina e con una grande vita sociale, e io sono un nerd sfortunato, goffo, videogiocatore e bravo in informatica, ma non ho fatto questa domanda per parlare di lei dato che ho capito che qualcosa tra me e lei è impossibile. Voi cosa fareste al mio posto? Dite di andare avanti così o fare che cosa? Io non so davvero che fare, non ditemi tipo “fai qualche sport”, perché sono negato in tutti gli sport, calcio,basket,pallamano,pallavolo ecc., 4 anni di basket, e non so manco le regole un altro po. Quello che voglio sapere è come convivere con l’AS. Dite voi.
rondinella61harimau08Markovmamma66Marco75Valentaarabafenice83Simone85SoleMononokeHime

Commenti

  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 5,418
    Che scuola superiore fai? Vivi in una città grande e ragionevolmente aperta o in posti piccoli?
  • SusanDelgadoSusanDelgado Neofita
    modificato 22 September Pubblicazioni: 21
    Ciao Ryder, ti rispondo io che ho subito un bullismo cominciato alle medie e finito all'ultimo anno di superiori. Capisco come ti senti, dico davvero. Ti capisco anche se sono una ragazza e ti capisco da MOLTO sospetta AS.
    Cosa puoi fare? 1) cercare una diagnosi, 2) cercare un supporto psicologico. Quest'ultimo punto è importantissimo perché sei in un periodo in cui qualsiasi cosa è un dramma. Lo so, been there. 
    Poi puoi fare ciò che io non sono mai riuscita a fare io, ovvero prendere coscienza che stai subendo del bullismo e che puoi subire e basta, farti mettere i piedi in testa, oppure lasciarti scivolare tutto. Per fare ciò, devi trovarti un hobby fuori da scuola che porti però interazione sociale con altre persone. Dici che sei negato negli sport? Hai mai avuto la passione per la musica? Hai mai pensato di suonare per esempio nella banda del tuo paese? Faresti amicizie che non ti aspetti e interagiresti con gente di diverse fasce d'età. In più è molto facile imparare, basta informarsi.
    Per quanto riguarda la scuola, per me ogni giorno era un incubo e anch'io avevo professori che si mettevano dalla parte dei bulli e quindi contro di me, so
    benissimo come ti senti. Ma non lasciare che questo ti definisca. Cambia taglio di capelli, vestiti bene, vai in giro a testa alta e mostragli che quello che gli dici non lo senti nemmeno (per te ci sono o non ci sono dev'essere la stessa cosa, devi renderli invisibili), e nel frattempo cerchi di fare conversazione con altri ragazzi della scuola. Se hai il coraggio di affrontare questi soprusi, crescendo avrai una bella e solida corazza che ti permetterà di affrontare meglio la vita. 
    E di tanto in tanto, io penso che un vaffanculo bulli di m** oppure un più superiore "ma quanti anni avete, cinque?" avrei potuto dirlo, da giovane.


    Ps: sfoga le tue stereotipie in bagno, da solo, d'ora in poi. E poi parla di queste cose con un professore di cui ti fidi, spiegagli le OCD etc, perché se è un buon professore lui potrà a) aiutarti e B) magari spiegare in generale il tuo problema. I ragazzini spesso prendono in giro ciò che non conoscono.
    Post edited by SusanDelgado on
  • RyderRyder Membro
    Pubblicazioni: 10
    SusanDelgado ha detto:

    Ciao Ryder, ti rispondo io che ho subito un bullismo cominciato alle medie e finito all'ultimo anno di superiori. Capisco come ti senti, dico davvero. Ti capisco anche se sono una ragazza e ti capisco da MOLTO sospetta AS.
    Cosa puoi fare? 1) cercare una diagnosi, 2) cercare un supporto psicologico. Quest'ultimo punto è importantissimo perché sei in un periodo in cui qualsiasi cosa è un dramma. Lo so, been there. 
    Poi puoi fare ciò che io non sono mai riuscita a fare io, ovvero prendere coscienza che stai subendo del bullismo e che puoi subire e basta, farti mettere i piedi in testa, oppure lasciarti scivolare tutto. Per fare ciò, devi trovarti un hobby fuori da scuola che porti però interazione sociale con altre persone. Dici che sei negato negli sport? Hai mai avuto la passione per la musica? Hai mai pensato di suonare per esempio nella banda del tuo paese? Faresti amicizie che non ti aspetti e interagiresti con gente di diverse fasce d'età. In più è molto facile imparare, basta informarsi.
    Per quanto riguarda la scuola, per me ogni giorno era un incubo e anch'io avevo professori che si mettevano dalla parte dei bulli e quindi contro di me, so
    benissimo come ti senti. Ma non lasciare che questo ti definisca. Cambia taglio di capelli, vestiti bene, vai in giro a testa alta e mostragli che quello che gli dici non lo senti nemmeno (per te ci sono o non ci sono dev'essere la stessa cosa, devi renderli invisibili), e nel frattempo cerchi di fare conversazione con altri ragazzi della scuola. Se hai il coraggio di affrontare questi soprusi, crescendo avrai una bella e solida corazza che ti permetterà di affrontare meglio la vita. 
    E di tanto in tanto, io penso che un vaffanculo bulli di m** oppure un più superiore "ma quanti anni avete, cinque?" avrei potuto dirlo, da giovane.


    Ps: sfoga le tue stereotipie in bagno, da solo, d'ora in poi. E poi parla di queste cose con un professore di cui ti fidi, spiegagli le OCD etc, perché se è un buon professore lui potrà a) aiutarti e B) magari spiegare in generale il tuo problema. I ragazzini spesso prendono in giro ciò che non conoscono.


    No, aspetta un attimo, io non ho detto che mi vengono crisi di doc in pubblico, di certo non voglio essere preso anche per pazzo, mi vengono anche in pubblico, però cerco di trattenermi e di non esplodere, quando sono a casa da solo se mi vengono mi sfogo. I tic c’è li ho un pubblico ma le crisi ossessivo compulsive cerco di sfogarle solo a casa
    Domitilla
  • DomitillaDomitilla Senatore
    modificato 22 September Pubblicazioni: 2,687
    Se "scleri" solo a casa sei già bravo...
    Scusa la risposta dura, scusate anche tutti voi che leggete, ma... trovati gente della tua "razza"* e fa' gruppo con loro.
    Ne esistono tanti come te, devi solo trovarli.
    Anche donne.
    Cerca di sviluppare il "radar nerd".
    Certo, se poi punti alla fashionblogger fighetta perdi facilissimo... ma siamo sinceri, quanto può essere interessante una donna che sotto l'aspetto da fatina non nasconde nulla?
    Alla lunga poi te la stufi.

    ----
    * Razza intesa come interessi e pensieri simili ai tuoi.
    ShikiMononokeHime
    Post edited by Domitilla on
  • RyderRyder Membro
    modificato 23 September Pubblicazioni: 10
    Markov ha detto:

    Che scuola superiore fai? Vivi in una città grande e ragionevolmente aperta o in posti piccoli?



    Vivo in una città di circa 21.000 abitanti, e nel mio paese ci sono sia gente diciamo intelligente e sia gente bigotta che usa ancora “ricchione” come offesa e faccio il liceo linguistico
    Post edited by Ryder on
  • RyderRyder Membro
    Pubblicazioni: 10
    Ryder ha detto:

    Markov ha detto:

    Che scuola superiore fai? Vivi in una città grande e ragionevolmente aperta o in posti piccoli?



    Vivo in una città di circa 21.000 abitanti, e nel mio paese di sono sia gente diciamo intelligente e sia gente bigotta che usa ancora “ricchione” come offesa e faccio il liceo linguistico

  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 5,418
    Potresti essere arrivato proprio a quell'età dove tra un po' i tuoi coetanei maturano e ciò che hai descritto non viene più stigmatizzato. Però poi sta a te pretendere il giusto e approfittarne per imparare a socializzare senza bruciare le tappe. Non ti aspettare che quelli che vivono di feste, moda e donne vogliano davvero conoscere a fondo uno come te, non lo pretendere. Meglio la strada che ti ha detto @Domitilla
    MononokeHime
  • ParsifalParsifal Membro
    Pubblicazioni: 18
    Ti capisco perfettamente, ho vissuto il periodo scolastico (tutto) come un inferno, ha letteralmente distrutto gran parte della mia serenità in modo permanente, ma a distanza di tempo, posso dirti che sono molto più arrabbiato con me stesso rispetto a ciò che provo per le persone che mi hanno fatto vivere quell'inferno, perché ho realizzato che la sofferenza fu una mia scelta, c'è una citazione che dice più o meno: "il dolore è un riflesso naturale, la sofferenza è una scelta", ed è assolutamente vero... In questo momento ciò che stai vivendo sta avendo un impatto negativo sulla tua vita, ma ti prego non incolpare l'AS come se fosse una malattia, essere Asperger non è una maledizione, è una differenza positiva, che toglie qualcosa, ma ti da altro in cambio, il problema non sei tu, la scuola è lo specchio della società, una società che non ama le differenze e fa di tutto per sopprimerle, ma esserne consapevoli è una risorsa, così come lo è sapere di essere AS, perché puoi iniziare a capirti e gestirti gradualmente, scoprire come " funzioni" torna molto più utile del fingere di essere NT. Fossi in te inizierei a curarmi maggiormente di te stesso, rispetto ciò che pensano di te gli altri, prendersi cura di se stessi significa anche farsi seguire da persone esperte nel caso compaiano problemi tipo l'OCD, ma ricordati... non è essere AS che provoca certe problematiche, è il vivere in un ambiente che non ci è naturale, a mio parere sforzarsi 24/24 7/7 ad essere NT ed essere circondati da idioti che ti bullizzano è la vera ragione dei tuoi problemi... Cambia prospettiva equilibrando la tua natura, inizia da piccoli cambiamenti, graduali, solitamente a noi non piacciono, ma in questo caso saranno i cambiamenti che TU scegli, non imposti da canoni e regole che per te non hanno senso.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586