Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Ha un nome questa mia difficoltà?

Buonasera,

mi trovo fin da piccolo con un problema a cui non ho saputo dare un nome.

In pratica:
1) quando la gente mi parla capisco a spezzoni quanto mi dice, soprattutto se sono discorsi lunghi, è come se la mia concentrazione funzionasse a intermittenza, e da quel che riesco a capire.. unisco il puzzle e ne faccio un interpretazione.

2) Ho uno sguardo vuoto (non soffro di depressione, dormo il giusto, non uso droghe, non uso farmaci) e a volte sono così distratto (in genere chi è distratto pensa a qualcosa, nel mio caso no) che è come se non vedessi e non sentissi.
Ci sono stati dei casi in cui al ritorno dal supermercato sono stato presente per un tragitto.. poi dopo questo "dormire ad occhi aperti" mi sono ritrovato in un punto e dico.. " Già son qui?" è come se in quell'istante mi isolassi.

è un fenomeno molto più accentuato quando sono nervoso e quando la gente mentre mi parla mi fa discorsi lunghi o complicati.

Non capisco se sia un possibile deficit dell'attenzione, una delle caratteristiche degli aspie, catalessi, ecc..

Anche perché c'è da aggiungere una cosa (a scuola ho subito bullismo, in famiglia c'è chi mi ha dato dell'handicappato, chi si agitava e urlava se non capivo..) per cui ci può anche stare se la mia reazione di isolamento sia dovuta alla paura di non capire o apparire stupido agli occhi altrui.

Però se fosse dovuto semplicemente da un trauma, perché questo meccanismo si attiva contro la mia volontà anche in contesti che non reputo ostili?
Ha un nome?




AmeliekatrissBlue_Soul
«13

Commenti

  • Terra_di_MezzoTerra_di_Mezzo Membro Pro
    Pubblicazioni: 119
    @harimau08

    1) mi capita spesso, soprattutto se un argomento non mi interessa oppure ho altri pensieri. Credo abbia a che fare con l'attenzione

    2) penso ad altre cose che addirittura vedo nella mia testa e non vedo la strada ma vado in modalità pilota automatico, quando "ritorno" dico come te, toh sono qui

    Credo siano condizioni abbastanza comuni fra di noi
    harimau08katriss
  • harimau08harimau08 Andato
    Pubblicazioni: 86
    @Terra_di_Mezzo

    Ah ok, lo chiedo perché la mia psicologa fece un accenno alla depersonalizzazione.

    Vidi su un sito che lo descriveva come un meccanismo di difesa in cui per stress, traumi o patologie si tende ad estraniarsi.

    Ma poi andando su altri siti mi sono accorto che tra le caratteristiche c'erano robe del tipo..

    Vedersi uscire fuori dal corpo, vedere le braccia piú lunghe del solito..

    E non é il mio caso.

    Poi non so, forse ci sono le eccezioni su certi sintomi oppure ho letto in modo superficiale quanto c'era scritto.
  • TheHDTheHD Membro
    Pubblicazioni: 23
    Mi capita spesso di fare le scale per tornare a casa dalla scuola e mi ritrovo dal piano terra al terzo piano quasi all'istante... Magari nel frattempo penso ad altro e continuo a camminare per la mia strada senza accorgermene
    harimau08katriss
  • Marco75Marco75 Moderatore
    Pubblicazioni: 1,776
    Andare "col pilota automatico" è abbastanza comune tra noi (ma non solo). Io sono molto poco "mindful", ho poco contatto con quello che sto facendo, ma questo capita perché ho la testa costantemente invasa di pensieri. Non mi pare, invece, di avere momenti di blackout, in cui sono distratto ma non penso a niente. Stessa cosa per quanto riguarda le discussioni e i discorsi altrui (raramente riesco a seguirne uno dall'inizio alla fine).
    Quello che descrivi, ma non sono un esperto, sembra una forma abbastanza intensa di deficit di attenzione, o comunque un problema legato a quell'area.
    Terra_di_Mezzoharimau08OrsoX2katriss
    "Love yourself first"
  • harimau08harimau08 Andato
    Pubblicazioni: 86
    @Marco75

    Riguardo il momento di black out, ha presente quando si guarda la tv passivamente? Così tanto per far passare il tempo perché magari in TV non c'é di meglio? Ecco..
    Io in quel momento ad esempio ho un senso di estraniazione verso la tv, e questo meccanismo di isolamento mi porta a guardare la tv, ma é come se non la stessi guardando.

    Ovviamente non sono costantemente così, é a intermittenza..( piú costante in situazioni di disagio)

    Tra l'altro ho anche notato (in merito all'attenzione scolastica) che se gli argomenti sono di mia conoscenza mi é piú facile essere attento, in quanto lo valuto ripasso.
    Il problema sono le nuove informazioni.. Devo impararle da me, se devono spiegarmi qualcosa detta a voce, e se mi danno un limite di tempo é la fine.

    Anche perché nelle situazioni nuove c'é l'ansia che non aiuta.

    Esistono i deficit dell'attenzione senza essere iperattivi?
  • Marco75Marco75 Moderatore
    Pubblicazioni: 1,776
    @harimau08, capisco l'esempio del televisore, e mi capita anche abbastanza spesso, ma di solito in quei momenti la mia mente è impegnata in altro. Non mi pare ci siano mai momenti di vuoto totale, ma cercherò magari di farci caso le prossime volte.
    Per quanto riguarda il deficit di attenzione senza iperattività, sì, esiste, è una delle tre varianti possibili (quella più comune è quella in cui sono presenti entrambe le componenti, ma ci sono anche le altre due - con prevalenza di disattenzione o iperattività - e non sono affatto rare).
    harimau08Sophiakatriss
    "Love yourself first"
  • Terra_di_MezzoTerra_di_Mezzo Membro Pro
    Pubblicazioni: 119
    harimau08 ha detto:

    @Marco75

    Riguardo il momento di black out, ha presente quando si guarda la tv passivamente? Così tanto per far passare il tempo perché magari in TV non c'é di meglio? Ecco..
    Io in quel momento ad esempio ho un senso di estraniazione verso la tv, e questo meccanismo di isolamento mi porta a guardare la tv, ma é come se non la stessi guardando.

    Ovviamente non sono costantemente così, é a intermittenza..( piú costante in situazioni di disagio)

    Tra l'altro ho anche notato (in merito all'attenzione scolastica) che se gli argomenti sono di mia conoscenza mi é piú facile essere attento, in quanto lo valuto ripasso.
    Il problema sono le nuove informazioni.. Devo impararle da me, se devono spiegarmi qualcosa detta a voce, e se mi danno un limite di tempo é la fine.

    Anche perché nelle situazioni nuove c'é l'ansia che non aiuta.

    Esistono i deficit dell'attenzione senza essere iperattivi?

    Si esiste.
    Per il discorso scolastico io ero molto simile, all'università a lezione scrivevo tutto quanto veniva detto per imparare poi da solo con calma.
    Se lo sai gestire non è un grande ostacolo, finiva sempre che gli altri che seguivano e sembravano capire lì per lì poi bocciavano o prendevano voti non massimi, io ne uscivo sempre con 30 e lode.
    Quindi coraggio!
    Marco75harimau08katriss
  • harimau08harimau08 Andato
    Pubblicazioni: 86
    @Terra_di_Mezzo @Marco75

    Non sapevo ci fosse, grazie!

    In genere chi la diagnostica? Psichiatra? Psicologo o neuropsicologo? Si fanno dei test?
  • Marco75Marco75 Moderatore
    Pubblicazioni: 1,776
    Come per l'autismo, è una condizione che viene associata più che altro a bambini e adolescenti, quindi gli specialisti per adulti sono piuttosto rari. A Roma so di una psichiatra che si occupa specificamente di adulti, se vuoi posso informarmi. Non so se se ne occupino anche a CuoreMenteLab, in questo caso mi trovi un po' impreparato...
    harimau08katriss
    "Love yourself first"
  • harimau08harimau08 Andato
    Pubblicazioni: 86
    @Marco75
    Grazie per l'iniziativa, ma valuterò quelli della Lombardia, Roma é troppo lontana, rischierei di spendere piú in biglietti che per la visita in sé.
    Marco75
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586