Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Come hanno reagito le persone a cui avete confidato di essere aspie?

1356

Commenti

  • IndecisoIndeciso Colonna
    Pubblicazioni: 2,754
    Grazie a tutti per continuare la discussione. Sono d'accordo sul fatto di evitare di parlarne a conoscenti o colleghi con cui non c'è un rapporto d'amicizia. Mi sto rendendo conto che averlo detto a due persone che ritenevo amiche e che non si sono mostrate interessate né hanno chiesto spiegazioni non conoscendo la sindrome mi ha fatta riflettere sul rapporto con loro, molto più freddo e indifferente di quanto pensassi. Pazienza! Le persone che ho scelto erano appunto SCELTE, per comunicare a loro il motivo di molte mie stranezze che più volte mi avevano fatto notare, incitandomi anche a cambiare, ma di cui non sapevo dare una ragione né modificare.
    Questo è una delle cose ancora da imparare bene (almeno per me, ma credo valga per tanti altri). Quando definire veramente amico/a una persona?
    questo poi incide sul raccontare o meno fatti privati tipo questo discusso in questo topic. Personalmente posso definire amici/che pochissime persone (si contano sulle dita) e  sicuramente non dipende dal tempo che ci ho passato insieme (a meno che non si cominci a parlare di un buon numero di anni). Anzi, ora che ci penso è successo l'esatto opposto.... e ritornando in topic cmq non ne ho parlato a nessuno, magari prima penso a fare un check up e poi magari ci penso a dirlo a qualcuno.
    WBorgkatrissamigdala
  • katrisskatriss Veterano Pro
    Pubblicazioni: 425
    @indeciso la penso come te e anche io ho problemi a capire quando una persona si può definire amica... Magari ti dice di esserlo o tu pensi che lo sia...così poi uno si apre e spesso rimane fregato dal gelo o da risposte secche e frettolose... io pensavo di fare bene perché queste persone mi hanno dimostrato affetto, ma evidentemente questa cosa a loro non interessa. ..
    Indeciso
  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 10,209
    @Marco75 non vedo tanti luoghi comuni né reazioni "stupide" nelle frasi che hai quotato. Negare quelle frasi equivale a chiedere di essere il poveretto che va compatito senza poter esser capito, perché in fondo si aggiungerebbe la pretesa che gli altri non possono essere come lui...
    Penso che anch'io non accetterei mai compromessi come quelli che, se ho capito bene, tu riterresti ottimali.
  • Marco75Marco75 Senatore
    Pubblicazioni: 2,075
    @Markov, non ho capito bene. A quali compromessi ti riferisci?
    Io non ho mai parlato di compromessi, anzi, dicevo proprio il contrario. Dicevo che, se rivelo a qualcuno di essere Asperger, voglio essere trattato esattamente come prima. Perché, se mi conosci da anni, non è che un nome ti può far cambiare la percezione su di me.
    Dall'altra parte, non mi piace nemmeno la frase "abbiamo tutti qualcosa", principalmente perché non è vero (poi bisognerebbe intendersi sul significato di questo "qualcosa"), e poi perché, pure se fosse, il "qualcosa" mio è diverso da quello tuo e da quello di altri ancora. È una frase che non mi sposta di un millimetro i termini del problema.
    Sul "sei un genio" ho già detto, è una frase che mia cugina mi ha detto affettuosamente, ma ovviamente è il più classico dei luoghi comuni. E, principalmente, nel mio caso non è vero.
    katriss
    "There are those that break and bend. I'm the other kind"

    Cinema, teatro, visioni
  • MarkovMarkov Pilastro
    modificato October 2018 Pubblicazioni: 10,209
    In particolare mi riferivo a:
    "abbiamo tutti qualcosa", perché tu intanto qualcosa per te l'hai trovata, perché loro non possono?
    Questo si riallaccia pure con la cugina il cui sospetto era infondato.
    Trovo un po' strano perché ormai ho visto che tra gli aspie si trova sia il militante di partito, che è quello che crede che gli altri siano tutti ignoranti a cui vanno aperti gli occhi, sia quello che non vuole condizionare troppo ma vuole fare terra bruciata sui problemi degli altri, difendendo la propria condizione unica...
    Post edited by Markov on
  • MinolloMinollo Veterano Pro
    Pubblicazioni: 352
    Io l'ho confidato a due amici e mi hanno detto che non si nota molto che sono "aspie" (dello stesso parere pure la mia psicologa).
    katriss
  • katrisskatriss Veterano Pro
    modificato October 2018 Pubblicazioni: 425
    @Markov non capisco bene le tue considerazioni. Certo che ognuno ha i propri problemi,;è innegabile e non esistono problemi puramente di serie a e di serie b, ma, a parer mio, dipende da quanto incidono sulla vita e da come la persona li vive. Venendo al tema della discussione, però, ritengo che scoprire, dopo decenni di interrogativi, bullismo, depressioni, ansie e rabbia, che molti problemi non sono una "colpa " né una responsabilità ma un diverso funzionamento mentale...abbia il suo peso. Anche io, come @Marco 75, non voglio che la gente mi tratti in modo diverso ma, magari ( non so se sbaglio ma così penso ora), che non se la prendano con me per certe difficoltà o strategie che attuo per far fronte a problemi o per ridurne le conseguenze psicologiche. Spero di essere riuscita a spiegarmi.
    Marco75rondinella61neonero
    Post edited by katriss on
  • MarkovMarkov Pilastro
    modificato October 2018 Pubblicazioni: 10,209
    Quindi non capisco cosa non ti era chiaro.
    Io son d'accordo che si vada trattati come prima, specie perché poi nella realtà capiterebbe che già da prima avevo capito dove fossero gli aspetti fuori dal comune e già da prima avevo concluso che, non avendomi infastidito, non ci fosse nulla da distinguere esplicitamente rispetto agli altri. :)
    (E con uno conosciuto 3 anni fa mi capitò davvero così. Non sapevo fosse già diagnosticato, avevo notato comportamenti anomali in linea con l'anomalia dei miei amici più stretti, quando poi ho saputo della sua diagnosi (1 anno fa) ho solo pensato: "va be, è finito pure lui nel giro...").
    Infatti sono assolutamente scettico che tutti i conoscenti possano aver capito fischi per fiaschi, quando va così è perché la persona sta dichiarando a voce più diversità di quella che si vede da fuori. Semmai il dubbio su come comportarsi si pone solo quando conosci per la prima volta uno di cui sai della diagnosi prima ancora di averlo conosciuto. Lì si, potrebbero esserci sorprese...
    Post edited by Markov on
  • katrisskatriss Veterano Pro
    Pubblicazioni: 425
    Non mi era chiaro il tuo riferimento al fatto che tutti abbiamo dei problemi, come se questo sminuisse l'importanza di scoprire di essere aspie. Oggi comunque ci sono poco con la testa quindi può darsi che non capisca perché ho le pile scariche...diciamo così. Non mi è ancora successo, tranne sul forum, di parlare di persona con un aspie o di sapere che un mio conoscente che frequento lo sia. Sono curiosa di vedere come mi comportero, spero meglio di chi, con me, evita la questione, cioè non ne tiene proprio conto quando spiego certi miei comportamenti. Infatti mi passa la voglia di spiegarli...
  • MarkovMarkov Pilastro
    modificato October 2018 Pubblicazioni: 10,209
    No è il contrario, sono quelli aspie che rifiutano affermazioni come: "tutti abbiamo qualcosa", "anche lei si sospettava", "questo lo fa pure mio figlio"... a sminuire l'importanza degli altri e in casi estremi a mettersi i paraocchi.
    Un compromesso così io lo accetterei solo se mi viene spontaneo, di certo non se mi venisse richiesto.
    Quindi, in un certo senso, pretendere di avere influenza sull'opinione degli altri per me può essere un valido motivo per vedere qualcuno diversamente da prima...
    katrissneonero
    Post edited by Markov on
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online