Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

urgentissimo bisogno di consigli

12346

Commenti

  • NewtonNewton Pilastro
    Pubblicazioni: 4,242
    Io però non capisco una cosa: perché non viene sequestrato il foulard, o i vari fazzoletti che avevi già menzionato? Se l'odore arriva da lì, si sente subito. E gli odori chimici possono dare fastidio a tante persone, dunque è del tutto lecito intervenire.
    marco3882katriss
  • katrisskatriss Veterano Pro
    Pubblicazioni: 417
    @Newton lo farei volentieri ma...con i fazzoletti al Sert mi hanno detto che è inutile perché le sostanze sono volatili e non ne resta traccia se non immediata...chiedere il foulard alla ragazza è un rischio perché occorre fornire motivazione valida...oltretutto la madre è straniera, incattivita perché la figlia è spesso assente, abbiamo man dato lettera dalla segreteria e, per la strada, mi ha detto che avrebbe risposto il suo avvocato... ora piuttosto se vediamo che la cosa prosegue ( fra alcuni collleghi abbiamo concordato di fare caso a quando ha questo foulard e se ne fa usi strani...) la isoliamo in modo che l'odore non causi danni a vicini di banco...però anche lì occorre cautela...cioè spostare anche altri altrimenti poi occorre la motivazione...
  • marco3882marco3882 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 856
    Scusa se forse è stato scritto, ma convocare una riunione con tutti i genitori della classe parlando apertamente del problema?
    Magari i genitori degli alunni che si comportano bene possono unirsi in protesta contro la dirigenza per intervenire oppure prenderanno le dovute misure per cautelare i loro figli.
    Io farei così se sapessi che mio figlio è in classe con elementi degradati ;)
    katriss
  • katrisskatriss Veterano Pro
    Pubblicazioni: 417
    @marco3882 grazie per il tuo utile intervento. Se potessi agire a modo mio, farei come hai scritto... essendo una scuola pubblica, devo obbedire ai superiori e rimettermi alle decisioni della maggioranza dei colleghi. La Dirigente vieta di parlarne apertamente. La collega di scienze, sua amica, non vuole riferimenti espliciti e, benché faccia parte del suo programma, non vuole trattare in classe specifici argomenti... anche io vorrei che i genirori attenti sapessero e salvaguardassero i figli ma mi impediscono di parlare apertamente quindi posso farlo solo con allusioni generiche o invitando con insistenza sia i bambini a parlare con i genitori sia i genirori a chiedere ai loro figli cosa accade in classe... È una vergogna il comportamento della Dirigente, che poi mi obbliga a seguire 25 ore di corso con rinomato psicoterapeuta che parla dei problemi dei preadolescenti, probabilmente perché così mette l'intervento in vetrina e ne ricava anche guadagni economici...
    sono profondamente disgustata...faccio ciò che posso ma l'ipocrisia è a livelli inauditi. ..in un contesto dove poi quasi tutti i giorni mandano mail per invitare gli insegnanti a compiere azioni didattiche sull'empatia, sul rispetto, sulle emozioni... io lo faccio e lo avrei fatto anche senza gli inviti e-mail, ma i ragazzi e le famiglie non sono scemi e vedono che qualcuno si disinteressa realmente di loro.
    nebel
  • RemiNoreRemiNore Veterano Pro
    Pubblicazioni: 490
    Ho letto tutti gli interventi ma adesso non ricordo.. quanti sono i bambini che praticano lo sniffing?
    Se ricordo bene, si tratta di una scuola media. È un periodo difficile. Sto pensando a me in quel periodo. Può essere che sia un modo di attirare l'attenzione perché hanno bisogno di aiuto? Non tutti sono bravi a dirlo e neppure a capirlo. Non so se sono bambini maleducati che non ti permetterebbero di avvicinarli per parlare a tu per tu, singolarmente.
    Ovviamente non conoscendo dal vivo la situazione, è difficile pensare a una soluzione che possa portare alla soluzione del problema.
    Non so, ma mi viene da pensare che alla base di tutto ci siano delle difficoltà, ma non so.
    Poi, ben venga la lezione teorica del Sert, ma non è che parlando proprio dello sniffing, i ragazzi in questione possono sentirsi additati e spinti ad allontanarsi ancora di più da un corretto comportamento?
    Inoltre, c'è la possibilità che una eventuale lezione su questo, possa far venire la voglia di provare anche a chi non ne fa uso? È un'età difficile e la risposta dei ragazzi non è sempre così scontata.
    katriss
  • katrisskatriss Veterano Pro
    Pubblicazioni: 417
    @RemiNore grazie per il tuo intervento. I tuoi dubbi sono i miei e quelli di vari colleghi. Penso proprio che vogliano attirare l'attenzione e che vivano male, vi sto che le famiglie non li seguono e vanno dietro a comportamenti provocatori e contro le regole forse proprio per essere visti. Io e altri colleghi abbiamo già parlato tante volte a questi alunni, sia a tu per tu sia in gruppo. In totale penso che chi pratica lo sniffing sia un gruppo di 5-6 alunni,;che su una classe di 20 non sono pochi... purtroppo due di loro hanno comportamenti pessimi verso molti colleghi ::rispondono male, ci deridono, fanno perdere tempo e se la ridono... uno in particolare, iperprotetto dalla madre ( che poi non firma una comunicazione e viene a scuola solo per protestare o insultare me...), mi manca quasi completamente di rispetto in modo esplicito e plateale. Siccome la madre mi ha aggredita malamente ( e la Dirigente l'ha sostenuta ) ho le mani legate...ogni tanto scrivo qualcosa sul diario ma più che altro ignoro ...anche se è difficile..La collega di sostegno,;spesso in classe, ha udito molte gravi provocazioni, ma chiamata da me a testimoniare davanti ai colleghi, se ne è lavata le mani,;dicendo di non ricordare bene e che lei a volte sta nell'aula a volte no... pessima collaborazione. Per ora il Sert non interviene...puntiamo al dialogo tra figli e genitori e speriamo di capire meglio la situazione. Oggi abbiamo bandito il Bianchetto..Ho avuto due ore con loro e li ho fatti lavorare tantissimo in modo che non avessero tempo di pensare a altro. ..però non posso fare sempre così... La Dirigente mi ha incrociata nel corridoio ma non mi ha chiesto nulla. ...
    RemiNore
  • marco3882marco3882 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 856
    Se non ottieni supporto concreto da scuola e dirigenza ti restano tre strade:

    Segnalazione-denuncia autorità competenti carabinieri sert

    Lettera anonima ai giornali locali ;)

    Oppure come si dice in Veneto: "che i se' ciave" cioè che si arrangino, la vita è loro. Che se non vogliono impegnarsi a scuola e sono irrecuperabili affari delle famiglie. Tu stai facendo fin troppo
    katrissnebel
  • NemoNemo Moderatore
    Pubblicazioni: 2,247
    Oggi abbiamo bandito il Bianchetto..Ho avuto due ore con loro e li ho fatti lavorare tantissimo in modo che non avessero tempo di pensare a altro. ..però non posso fare sempre così... 
    Ecco. A me una domanda sorge spontanea: perché "non posso fare sempre così"?
    A scuola si va per assolvere un obbligo, certo, ma soprattutto per imparare (e non mi riferisco necessariamente solo all'apprendere nozioni). Credo che "farli lavorare tantissimo" dovrebbe essere la regola quotidiana, non l'eccezione. 

    marco3882
    Memento Mori
  • katrisskatriss Veterano Pro
    Pubblicazioni: 417
    @Nemo grazie per la tua riflessione! Certo che a scuola si va per lavorare e imparare! La mia difficoltà a farli scrivere e lavorare attivamente di continuo sta nel fatto che, insegnando italiano e storia, devo anche (e tengo a farlo) spiegare, interrogare, farli parlare, interagire,dibattere,;lavorare in gruppo... mentre spiego molti disturbano ma non posso dettare di continuo appunti. ..Non ha senso...mentre interrogo do del lavoro a chi non riesce a stare zitto a ascoltare...ma intanto lo devo preparare e poi correggere... è molto stancante! nelle classi "normali" si raggiungono dei patti: non vuoi seguire, "dormi" ma non rompi...; lasciami interrogare in pace e io ti lascio iniziare i compiti o leggere ( abbiamo un armadio pieno di bellissimi libri, quasi tutti miei)... qua per alcuni ogni scusa è buona per disturbare e creare confusione...legata a volte al probabile sniffing. ..quindi gestire l'attenzione in classe è difficile.
    Nemo
  • katrisskatriss Veterano Pro
    Pubblicazioni: 417
    Certo...poi ci sono colleghi che non interrogano ma fanno solo verifiche scritte...ma io trovo indispensabile il fatto che i ragazzi imparino ad esprimersi e questo è possibile solo facendoli parlare, sia su argomenti di studio sia su esperienze e opinioni.
    nebel
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586