Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Sono adulto e sto cercando di capire "cosa" sono, chiedo vs esperienze per chiarire

Salve a tutti, sono nuovo del forum e come si evince dal titolo sto cercando di capire "cosa" sono.
Chiedo scusa immediatamente se usero´ termini non appropiati ma non sono un esperto di questo argomento. Eventuali inesattezze non hanno alcun scopo di offesa.

Cercero´ di essere breve e chiaro, perche´ il discorso e´ complesso
Ho 37 anni e da qualche tempo sto cercando di capire se ho la sindrome di Asperger oppure no. Sono sempre stato un po´ particolare anche se apparentemente con una vita "normale" e una buona socializzazione. Ho sempre avuto parecchie fisse e sempre un po´ fastidioso specialmente se mi si conosce da vicino.
I rapporti sentimentali sono sempre stati molto problematici, per una mia difficolta´ a "sopportare" attenzioni. Come dicevo la socializzazione appartemente buona e´ sempre stata da parte mia difficoltosa, raramente la vivo con serenita´. 
Potrei continuare molto ma arrivo al punto.

Non ho mai creduto molto ad una "sindrome", anche per la mia formazione e per l´eta´ dove certe attenzioni non esistevano nemmeno, e spesso ho avuto la convinzione di essere sbagliato io colpevolizzandomi.

Ora sto facendo i test sul sito neuroscape.org e stando ai risultati rientro di molto (non solo di qualche punto) negli Asperger.
Non so l´affidabilita´ di questi test, essendo solo online, e spero nel giro di un paio di mesi di riuscire ad avere un consulto medico (non mi e´ semplice vivendo all´estero).

La mia domanda e´: chi di voi ha capito di essere Asperger da adulto e come l´ha capito e che percorso ha fatto?

Spero che questa domanda non sia troppo vaga e confusa.

Rigranzio fin da ora per l´attenzione.

Ciao!

katrissJimboStrange
Taggata:
«1

Commenti

  • AdalgisaAdalgisa Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,771
    Ciao spero di non essere invadente cosa vuol dire nello specifico (magari con esempi) difficolta' a sopportare attenzioni?
    katriss
    E' vero se è vero che è vero che..

    che mi fa impazzire se penso che le cose che ho toccato insieme a te debbano svanire...dimmi che non è, dimmi che non è tutta un'illusione...un'illusione"
  • marcodicamtmarcodicamt Neofita
    Pubblicazioni: 5
    ciao!
    Un contatto fisico che non sia di tipo sessuale non mi mette a mio agio. 
    Quando una persona, anche se  mi piace, mi cerca mi mette tensione. 
    non capisco cosa si aspetta da me e non reagisco di conseguenza
  • SusanDelgadoSusanDelgado Neofita
    Pubblicazioni: 33
    marcodicamt ha detto:


    Quando una persona, anche se  mi piace, mi cerca mi mette tensione. 
    non capisco cosa si aspetta da me e non reagisco di conseguenza

    Welcome in my world dear.

    Io l'ho capito per caso, leggendo post e commenti su questo forum. Per tutta la mia vita mi sono sentita come un'extraterrestre che non è in grado di capire e rispondere agli usi e costumi di tutti, e pensavo di avere ansia/fobia sociale, ma certe cose vanno molto al di là della semplice fobia sociale. Le stereotipie, ad esempio, e il contatto visivo per dirne un'altra.
    E il contatto fisico con la gente. Odio gli abbracci.

    Io però non ho ancora una diagnosi, aspetto di poter trovare lavoro e guadagnare qualche spicciolo prima di approfondire la cosa, ma dai post che leggo, dall'auto esame che faccio ogni giorno, l'autismo c'è e si vede.
    katriss
  • vera68vera68 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 778
    Ciao e benvenuto.
    I test sono solo indicativi. Bisogna fare una valutazione da un terapeuta esperto.

    Soprattutto negli adulti intervengono delle comorbieta che sono le prime cose che si vedono perché appunto parliamo di adulti che 30/40/50 anni fa o più erano bambini magari rientranti in modo più o meno lieve nello spettro e mai riconosciuti. Poi i bambini bene o male crescono portandosi dietro un vissuto spesso pesante o traumatico che contribuisce a consolidare disturbi di personalità. A volte il vissuto traumatico è conseguenza dall'autismo, a volte è legato a cause ambientali.
    e il terapeuta deve fare un po' un lavoro archeologico

    Dunque devi iniziare un percorso diagnostico, che finirà per essere un percorso di consapevolezza sul tuo modo di funzionare.
    Ciao
    OrsoX2katriss
  • MidnightMidnight Membro
    Pubblicazioni: 13
    Iniziare un percorso diagnostico......

    a parole è facile, io sono quasi due anni che provo ad auto-convincermi a "provare" a farmi dare una guardatina.

    Poi irrimediabilmente finisce che mi viene l'ansia perché non so come iniziare e decido di conseguenza di pensarci su un altro po'.

    ricominciando il loop da capo.....

    Ma a voi non è capitata questa indecisione?


    katriss
  • Marco75Marco75 Moderatore
    Pubblicazioni: 1,807
    Benvenuto.
    Personalmente, ti consiglio di seguire il forum e partecipare alle discussioni, capire fino a che punto ti riconosci nella condizione e in seguito valutare se cercare un approfondimento diagnostico.
    Per rispondere alla tua domanda, io ho capito di essere Asperger da adulto dopo che una mia conoscente virtuale mi aveva messo la pulce nell'orecchio, ho avuto una prima diagnosi a CuoreMenteLab e poi una seconda da una neuropsicologa specializzata in autismo. La sensazione di diversità ed estraneità al mondo neurotipico è stata sempre molto forte. In seguito, questa ha avuto semplicemente un nome.
    katriss
    "Love yourself first"
  • katrisskatriss Membro Pro
    Pubblicazioni: 397
    Benvenuto! Grazie per esserti fidato, aperto e aver chiesto il nostro punto di vista. Io sono in attesa di diagnosi; per anni ho girovagato tra psicologi e psicoterapeuti, che mi hanno fatto diminuire l'ansia ma aumentare la rabbia, prima repressa perché vissuta con senso di colpa per sentirmi inadeguata... Stavo così male ( attacchi di panico) che andare da un professionista era indispensabile per arrivare a fine giornata. Poi una conoscente mi ha messo la pulce nell'orecchio; ho fatto i test on line e i risultati sono stati alti...la mia amica ha patlato di me a uno specialista che conosce e da mesi vado da lui. Stiamo facendo test e colloqui ma è un iter lungo perché nella mia zona gli specialisti Asperger sono pochi e hanno un grande carico di lavoro. Condivido il consiglio di @Marco75 e aggiungo cbe potresti leggere anche qualcosa sull'argomento ( nel sito trovi articoli e interventi. ..) e/o guardare film con personaggi Asperger per sentire se è quanto ti riconosci. A presto!
  • marcodicamtmarcodicamt Neofita
    Pubblicazioni: 5
    Grazie a tutti per le risposte e scusate il ritardo ma lavoro il fine settimana.
    Mi ci vedo molto in quello che avete scritto.

    @vera68 Poi i bambini bene o male crescono portandosi dietro un vissuto spesso pesante o traumatico che contribuisce a consolidare disturbi di personalità. A volte il vissuto traumatico è conseguenza dall'autismo, a volte è legato a cause ambientali.

    ho sempre pensato alle cause ambientali ma ora e´ nato il sospetto

    @katriss guardare film con personaggi Asperger per sentire se è quanto ti riconosci

    non c´avevo mai pensato... se avete qualche titolo, nel frattempo faro´ una ricerca.

    Ho gia´ richiesto un consulto che spero di fare quando saro´ in Italia intanto comincero´ anche a spulciare il forum e a documentarmi meglio in generale.
    Grazie ancora!



  • katrisskatriss Membro Pro
    Pubblicazioni: 397
    qualche film: Adam; Crazy in love; molto forte incredibilmente lontano; il mio nome è Khan, il mondo di Amelie;:la solitudine dei numeri primi; l'eleganza del riccio. Alcuni sono proprio su Asperger altri su autismo in generale.
  • RyunosukeRyunosuke Membro Pro
    Pubblicazioni: 57
    Benvenuto.
    A me il suggerimento l'ha dato il mio ex, solo che lui voleva fare una battuta ("Non è che sei un po' autistica?") che io ho preso sul serio. Era il 2005.
    Nei primi anni mi sono limitata a cercare ogni tanto informazioni su internet. Poi ho cominciato a comprare libri, ho letto tanto negli ultimi 6-7 anni. Ho scoperto il forum e dopo un po' ho iniziato a leggere regolarmente, poi ho fatto il grande sforzo di iscrivermi.
    Penso che fin dall'inizio avrei voluto sapere, ma per vari motivi chiedere una valutazione mi sembrava molto difficile da affrontare. Da qualche anno ci pensavo ma la vedevo come una possibilità più o meno remota.
    All'inizio di quest'anno, improvvisamente mi è sembrato ovvio che potevo prendere un appuntamento. è stata veramente una cosa improvvisa, da un giorno all'altro (anche se poi c'ho messo 2 mesi per telefonare...). Quindi qualche mese fa ho ricevuto la diagnosi.
    Penso che questa decisione improvvisa di farmi valutare non sia stata un caso, dipende da tutto quello che ho fatto negli ultimi anni (anche frequentare il forum).

    @Midnight ti auguro di essere più veloce di me! io sono stata veramente lenta....anni di indecisione
    katrissSophiarondinella61
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586