Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Mi piacerebbe confrontarmi

Salve a tutti, mi sono iscritto al forum per confrontarmi con opinioni diverse dalla mia(nella nostra testa abbiamo sempre ragione) non so  se nella presentazione si debba fare cosi oppure presentarmi e poi aprire un topic(nel caso sono in errore eliminatelo pure) ho effettuato vari test  e vorrei esporveli e sapere cosa ne pensano le persone un po più esperte di questo forum.

Il seguente è il risultato della valutazione dello spettro autistico(non neuroscapes):
 Risultati test di neuroscapes:
ADAS: 116 punti
RAADS: 196 punti
ASBQ: 58 punti
AQ: 39 punti

Al di là di questi test la cosa che mi ha lasciato stranito è un esperimento, il test di turing inverso:

Risposte Corrette (RC) = 0%. Percentuale di risposte corrette al test di Turing. Sono le volte che hai indovinato correttamente se la serie era stata generata da un umano o da un computer.
Il numero medio di risposte corrette è 56% (8,4 risposte corrette). Il numero aspettato se si rispondesse a caso sarebbe il 50% (7,5 risposte corrette). Il 50% dei partecipanti risponde correttamente a 8 domande o più domande (53% o più). Nessun partecipante finora ha risposto correttamente a più di 13 (87%) domande o meno di 3 (20%).

Paradossalmente se avessi risposto a caso sarei stato più felice, questa è la mia situazione, ringrazio in anticipo chiunque vorrà perdere un pò di tempo nel rispondermi anche se non ho formulato una domanda specifica.

rondinella61
Alzo il volume a 103 finché non scardino le porte, la musica è l'unica che cura con le botte[M.S]

Commenti

  • SophiaSophia SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 5,282
    Benvenuto nel forum!

    Come saprai i test sono solo indicativi e non sostituiscono la diagnosi con un professionista, ma di danno delle indicazioni sul tuo funzionamento e ti aiutano a capire se chiedere una diagnosi oppure no. Molto dipende da una serie di variabili e priorità che sono diverse l'uno dall'altro.

    Considera inoltre che i risultati dei test vanno confrontati con la tua esperienza ed il tuo funzionamento nella vita reale, ovvero con le difficoltà reali che incontri.
    Spero che il forum possa aiutarti a far chiarezza.

    Intanto ti lascio il link della sezione Libri (https://www.spazioasperger.it/forum/categories/libri-documentari-recensioni) dove potrai trovare testi sull'argomento, in particolare ti segnalo Guida alla sindrome di Asperger di Attwood, un testo molto chiaro ed esaustivo sullo spettro autistico lieve:

    Se ti va di raccontarlo, come hai scoperto il forum?
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • ArkayArkay SymbolNeofita
    modificato 20 November Pubblicazioni: 8
    Grazie per la risposta, ovviamente la diagnosi di un esperto è la prova del 9 anche se pagare qualcuno che ascolti i miei problemi è una cosa che ho sempre detestato.

    Il forum l'ho scoperto questa estate, è stato un periodo particolarmente difficile e cercavo risposte del perchè di un ennesimo fallimento sociale e navigando online (come fanno i medici autodidatti del terzo millennio scrivendo la sintomatologia su google
    :)) ) ho scoperto il forum e il sito dei test

     Ho iniziato con l'esperimento di turing e il fatto di non essere riuscito neanche una volta ad indovinare se dall'altra parte c'era un robot o un umano mi ha indispettito ed ho iniziato a fare gli altri test, successivamente ho chiesto a qualche collega all'università che fa psicologia ma si sono aggiunti più dubbi che altro (poichè da quanto mi hanno detto sono quasi tutti test sperimentali) e mi hanno detto di rivolgermi ad un esperto. Cosi oggi ho deciso di  iscrivermi al forum con altre persone che pare abbiano la mia stessa sintomatologia.
    Post edited by Arkay on
    Alzo il volume a 103 finché non scardino le porte, la musica è l'unica che cura con le botte[M.S]
  • SophiaSophia SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 5,282
    Beh si, per avere una risposta certa si deve necessariamente incontrare un professionista; la diagnosi pubblica costa meno, e si riesce a risparmiare un po', sempre che si trovi il posto giusto e la persona adatta, cosa non facile.
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • ArkayArkay SymbolNeofita
    Pubblicazioni: 8
    Già è difficile trovare la persona adatta, il problema personalmente non è tanto il costo, è l'atto in se di dover pagare per sentirsi dire frasi fatte o terapie/comportamenti  da seguire, non credo di essere malato e non credo che l'asperger sia una malattia. Non mi sento malato.
    Non ho molta fiducia nella psichiatria/psicologia ritengo che siano "scienze" molto labili, senza offendere nessuno ritengo che siano a metà tra l'oroscopo e la rabdomanzia, anche se so che ci sono molti professionisti capaci quindi  non voglio condannare una categoria.
    In conclusione di questa lunga "presentazione" sono d'accordo con te, la persona giusta è il punto cosa non facile da trovare...
    Alzo il volume a 103 finché non scardino le porte, la musica è l'unica che cura con le botte[M.S]
  • ShikiShiki Veterano Pro
    Pubblicazioni: 766
    È come pagare un qualsiasi altro medico che ti sente lamentare perché hai un malessere fisico. E anche con i medici di questo tipo trovi tanti incapaci o comunque persone settoriali che non sono capaci di vedere il corpo umano come in insieme dove un pezzo dipende da tutto il sistema e viceversa. Di conseguenza, ignorare i problemi della mente è ignorare una parte del nostro corpo.
    Così come anche comprendere la mente altrui non è facile, quasi più difficile di capire un malessere fisico ma non poi così più difficile.
    Nessuno qui ti dirà che l'asperger è una malattia. Infatti i veri problemi sono di due tipi: i problemi sociali, sensoriali, ecc e i problemi di comorbillità che possono subentrare più facilmente in persone sensibili e non adattate alla società, cioè ansia, depressione, ecc.

    Quindi pagare un buon psichiatra o psicoterapeuta non è come pagare un cartomante (che magari può farti sentire bene ugualmente, a ognuno il suo...) e tanto meno è una scienza alla stregua di oroscopi, ecc.
    Ci sono studi e studi, ecc. Non è una scienza esatta e ancora giovane, ma come tutte le scienze.
    Sophia
    "Dio promette la vita eterna” disse Eldritch “io posso fare di meglio; posso metterla in commercio"  -- Philip K. Dick

  • ArkayArkay SymbolNeofita
    modificato 22 November Pubblicazioni: 8
    Come ho specificato non volevo offendere nessuno ne generalizzare su una categoria, ma comunque non è come un malessere fisico, sarebbe come paragonare la meccanica dei quanti con la relatività generale( ovvero cose molto piccole con cose molto grandi) fanno parte dello stesso universo ma seguono regole e leggi differenti ed ancora non riusciamo a capire in che modo sono correlate(se lo sono), ora tornando al discorso della terapia, ho un paio di amici( gli unici che non ho volontariamente allontanato,anche se ci ho provato) ma comunque perfino a loro non riuscirei a fargli comprendere il disagio che provo da una vita, tu mi potresti rispondere eh ma loro non sono degli esperti sarebbe come curarsi con google, e ti darei ragione. 
    Tra un paio di giorni torno in Italia e per evitare che anche l'iscrizione a questo forum risulti inutile ascolterò il consiglio che mi avete ripetuto due volte e inizierò a farmi seguire da qualcuno, anche per vedere se effettivamente ho l'asperger, ma dai topic che ho letto in questi giorni ho paura di essere nel posto giusto.Se conoscete qualcuno di decente in Abruzzo ditemelo.Vi farò sapere come andrà grazie per i consigli 
    :|
    Post edited by Arkay on
    Alzo il volume a 103 finché non scardino le porte, la musica è l'unica che cura con le botte[M.S]
  • ShikiShiki Veterano Pro
    Pubblicazioni: 766
    Non so fino a che punto il paragone con la fisica sia così equivalente, ma la mente e il corpo sono strettamente collegate, sennò non esisterebbero le malattie psicosomatiche, per esempio. Come anche tutti gli studi sul cervello che si stanno facendo e il concetto di neurodoversità risulterebbe fuffa.
    E tranquillo che non penso che tu abbia offeso nessuno ;)
    Voglio dire che però pensare alla psiche come una entità staccata dal corpo è errato.

    Il disagio che provi da una vita nessuno lo capirà mai davvero, lo dico per esperienza, ma portai trovare comunque persone che sapranno aiutarti, consigliarti e ti faranno acquisire maggior consapevolezza.

    Come mai hai allontanato gli amici?

    L'iscrizione al forum non è inutile, figurati ;)
    Puoi leggere, confrontarti, ecc. Serve anche a questo.

    In Abruzzo non conosco nessuno e di professionisti del settore ce ne sono pochi...
    Però intrapendi questo percorso diagnostico e/o psicoterapeutico solo se lo vuoi tu, non perché te lo abbiamo detto noi.
    "Dio promette la vita eterna” disse Eldritch “io posso fare di meglio; posso metterla in commercio"  -- Philip K. Dick

  • ArkayArkay SymbolNeofita
    Pubblicazioni: 8
    Mi piace molto la piega che sta prendendo il discorso, allora per quanto riguarda la stretta interconnessione tra mente e corpo(quindi se esistono medici per la cura del corpo allora quelli della mente hanno lo stesso ruolo "medico") proprio per via del concetto stesso di neurodiversità non ci sono concetti fissi ma al massimo simili, il paragone con la fisica è giusto secondo me proprio  difronte a questo concetto, quando andiamo nel campo del micro( quanti,quark ecc...) essendo molto sensibili e a bassa intensità riusciamo a conoscere o la velocità o la direzione ma mai entrambe, in altri casi vi è il concetto di indeterminabilità, ovvero un fenomeno si riesce a comprendere solo una volta che è accaduto non prima, nemmeno se il quark andasse in "terapia" si riuscirebbe a sapere( perdona il paradosso) dove sta andando , al contrario quando ci si sposta nel macro( quindi seguendo il paragone che sto facendo il corpo umano) le cose sono molto più semplici,evidenti e influenzabili dal nostro diretto intervento.

    Per quanto riguarda cose più terrene, perché allontano le persone?inconsciamente ti direi perché piuttosto che dare scelta a loro di andarsene preferisco cacciarli io(inoltre so che non è proprio un viaggio a disney land stare con me)  ad un livello razionale ti direi perché all'inizio di qualunque relazione inter-sociale vi è la sagra della banalità,e non la sopporto, ho imparato l'arte della dissimulazione molto tempo fa, fingermi interessato alle cose che dicono gli altri solo per convenzione sociale,inoltre anche quando parlano è come se restassero in silenzio poiché non dicono "niente", poi rispondo e mi fanno e quindi?( questa è una citazione un pò parafrasata:D).
    Al contrario in un gruppetto piuttosto longevo(scuola media) di amici, con  due su cinque sono persone  mi piace dialogare, mi interessa quello che dicono e a loro interessa quello che ho da dire, inoltre diciamo che nelle mie interconnessioni di amicizie se mi chiedono di uscire mi devono prendere per logoramento perché stai certo/a che le prime 5 volte neanche le immagazzina il mio cervello, e così passo per lo stronzo che se lo tira; quindi più che allontanarli (tranne in casi dove il livello medio delle conversazioni è calcio,schedine,figa in questi casi li caccio) gli indico la strada.

     Per quanto riguarda il libero arbitrio della scelta terapeutica ne sono consapevole:)>-
    Alzo il volume a 103 finché non scardino le porte, la musica è l'unica che cura con le botte[M.S]
  • SophiaSophia SymbolModeratore
    modificato 22 November Pubblicazioni: 5,282
    Sono d'accorso con quanto detto da @Shiki.
    I dati delle ricerche attestano che il dolore fisico e quello psicologico non siano cose differenti.

    Chiaramente credo fermamente che alcuni approcci teorici siano oggi opinabili, per questo è sicuramente meglio comprendere bene a quale professionista rivolgersi.

    Come forse saprai sono pochi i professionisti in Italia che sono esperti nella diagnosi degli adulti. La condizione autistica ha una storia giovane in termini di conoscenza e di studi.

    Nella sezione Regioni e territorio puoi trovare le esperienze degli utenti del forum, non so se puoi spostarti di regione, ma forse ne vale la pena.

    Mi piace il discorso sulla fisica, e mi piace pensare che meccanica e fisica quantistica possano tenersi insieme con riferimenti a contesti differenti.
    Shiki
    Post edited by Sophia on
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • ArkayArkay SymbolNeofita
    Pubblicazioni: 8
    Da quello che ho letto c'è un centro a Roma che sembra valido, mi consiglieresti di organizzare una visita li?
    Alzo il volume a 103 finché non scardino le porte, la musica è l'unica che cura con le botte[M.S]
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586