Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Non riesco più a fidarmi di nessuno

Le persone sono incomprensibili e imprevedibili. Non riesco più a capire chi mi è amico e chi no, fino a che punto lo è e come fare per capire fino a dove espormi.
Mi sembra di tornare dentro la mia stanza buia dove mi isolo da tutti per difendermi.
Mi sto chiudendo di nuovo.
Non riesco quasi più a provare emozioni nell'interagire con il prossimo. Non riesco più ad aspettarmi niente.
Sto tornando alle mie esclusive attività in solitaria.
Non sto più uscendo se non solo per andare all'università (dove sono sempre sola e ultimamente sto provando strane paranoie appartenenti al passato) o a karate (dove recentemente un gruppo di loro ci ha invitati, a me e il mio ragazzo, a prendere parte a delle giornate con giochi da tavola - non mi aspetterò niente di niente... ho paura che andrò in pilota automatico).
E nel frattempo, quando mi scordo di avere un'autostima, penso a come autodistruggermi.
Newtonvera68Andato_52SirAlphaexamarco3882RemiNoreValentaSniper_OpsBlackCrowMarco75Autistico
"Dio promette la vita eterna” disse Eldritch “io posso fare di meglio; posso metterla in commercio"  -- Philip K. Dick

Il Nostro blog: My Mad Dreams
«13

Commenti

  • Tima_AndroidTima_Android Pilastro
    Pubblicazioni: 2,420
    Al momento mi sono disconnessa da tutti i social. Ho bisogno di vivere per me stessa, lontana dal resto.
    Sui forum però continuerò a esserci, a periodi alterni, come sempre.

    So bene che devo fare pace con un sacco di cose e appunto per questo devo ricominciare a vivere per me stessa.
    "Dio promette la vita eterna” disse Eldritch “io posso fare di meglio; posso metterla in commercio"  -- Philip K. Dick

    Il Nostro blog: My Mad Dreams
  • Tima_AndroidTima_Android Pilastro
    Pubblicazioni: 2,420
    Consigli?

    Come fate a capire se una persona è vostra amica?
    E fini a che punto esporsi? Come fate a valutare tutto questo?
    "Dio promette la vita eterna” disse Eldritch “io posso fare di meglio; posso metterla in commercio"  -- Philip K. Dick

    Il Nostro blog: My Mad Dreams
  • BlackCrowBlackCrow Membro Pro
    Pubblicazioni: 763
    Onestamente non ho una risposta alla tua domanda. Diciamo che una persona è davvero nostra amica se dimostra con i fatti un senso di appartenenza verso un dato legame. Quanto consideri il legame che ha con te, è un ottimo metro di paragone per capire quanto davvero ti è amica una persona. Il problema è che chiederlo non serve quasi mai. Se io chiedessi ai miei conoscenti una domanda simile, ti direbbero che siamo amici quando poi so bene non essere vero.
    Tima_Android
  • modificato December 2018 Pubblicazioni: 25
    Shiki ha detto:

    Le persone sono incomprensibili e imprevedibili. Non riesco più a capire chi mi è amico e chi no, fino a che punto lo è e come fare per capire fino a dove espormi.
    Mi sembra di tornare dentro la mia stanza buia dove mi isolo da tutti per difendermi.
    Mi sto chiudendo di nuovo.
    Non riesco quasi più a provare emozioni nell'interagire con il prossimo. Non riesco più ad aspettarmi niente.
    Sto tornando alle mie esclusive attività in solitaria.
    Non sto più uscendo se non solo per andare all'università (dove sono sempre sola e ultimamente sto provando strane paranoie appartenenti al passato) o a karate (dove recentemente un gruppo di loro ci ha invitati, a me e il mio ragazzo, a prendere parte a delle giornate con giochi da tavola - non mi aspetterò niente di niente... ho paura che andrò in pilota automatico).
    E nel frattempo, quando mi scordo di avere un'autostima, penso a come autodistruggermi.

    1 Ti consiglio "The code of trust" se sai leggere bene in inglese.
    2 Mi spiace dirtelo ma siamo esseri umani, la fiducia si costruisce col tempo e si coltiva, capire con chi si sta parlando é il primo passo per selezionare le persone di cui fidarsi, ma questo lo ottieni solo con l'esperienza, se ti chiudi in te stessa non potrai mai saperlo, come dice Fibra: "chi non si fida resta solo".
    3 Dipende dalla tua logica e dalle tue esperienze capire quando viene a mancare uno dei mattoncini della fiducia e se é o meno il caso di dare una seconda chance alla persona che l'ha fatto cadere, per il resto, se vivi nella paura di essere sempre tradita non concluderai mai niente nella vita, io ho lavorato con manie di persecuzione totalmente da solo, uscivo di casa e sentivo le persone sparlarmi, tutt'ora ogni tanto penso questo, ma riduco la cosa con quello che allegramente chiamo l'algoritmo delle pare:
    "Mi può danneggiare se fosse vera questa para?
    Si=
    Cosa posso fare per capire se é reale o meno?=
    Possibili soluzioni, confronto con persone di cui mi fido se ne ho per vedere se é fattibile, ricerca online e senso critico in assenza.
    No=
    Il problema non sussiste, fottitene e vai avanti", che penso sia la cosa più logica da fare :)

    Spero di esserti stato utile :)>-
    vera68Tima_Android
    Post edited by Morte_Vilesangue on
  • vera68vera68 Colonna
    modificato December 2018 Pubblicazioni: 1,482
    Ciao @Shiki
    Io ti consiglio una cosa. Annotati i motivi per cui ti senti così. Episodio per episodio.
    Intendo dire che questo momento passerà e tu non ti sentirai piu cosi "senza via d'uscita". Quando magari riemergera nuovamente questa sensazione prendi nota di come sono i meccamismĺi scatenanti quali sono le paure che maggiormente emergono quando hai paura di non poterti fidare. Se provi rabbia, se riesci, individua il motivo della rabbia , quale frase ti verrebbe fuori spontaneamente (anche se magari non riesci effettivamente a dirla) ad esempio: "mi stai raccontando una gran balla" "e chi me lo dice che poi fai davvero cosi" ecc...e segnati che ruolo ricopre la persona di cui al momento non ti fidi. È una autorità come un genitore un maestro? o una persona che consideri tuo pari? È una persona profondamente amata?
    Quali sensazioni fisiche senti? Mal di stomaco, pressione da qualche parte del corpo ecc...

    Questo potrebbe esserti utile a trovare le motivazioni profonde della rottura della fiducia. Meglio se tu le potessi riferire al tuo terapeuta, ma credo che in ogni caso la conoscenza abbia un grande effetto sull'ansia.
    Tima_AndroidSniper_Ops
    Post edited by vera68 on
  • Tima_AndroidTima_Android Pilastro
    modificato December 2018 Pubblicazioni: 2,420
    Grazie mille a tutti.
    Io è come se dovessi imparare daccapo a fidarmi...
    E l idea di annotarsi le cose mi è stata consigliata nell'ultima seduta con la mia psicoterapeuta... Ma sono tante le cose che devo segnarmi, tra diario alimentare, e altro... e faccio fatica a stare dietro ad anche solo una di queste cose.
    Ma al momento cerco di essere comunque disponibile a uscite ecc, senza espormi troppo.
    vera68
    Post edited by Tima_Android on
    "Dio promette la vita eterna” disse Eldritch “io posso fare di meglio; posso metterla in commercio"  -- Philip K. Dick

    Il Nostro blog: My Mad Dreams
  • Tima_AndroidTima_Android Pilastro
    Pubblicazioni: 2,420
    Penso di non avere più nessuno da chiamare amico. (Escluso io mio ragazzo)
    E sono anche arrabbiata e stanca.
    Le persone sono una marea incomprensibile di egoismo e stupidità.

    SophiaSniper_OpsdaddoAutistico
    "Dio promette la vita eterna” disse Eldritch “io posso fare di meglio; posso metterla in commercio"  -- Philip K. Dick

    Il Nostro blog: My Mad Dreams
  • Piu82Piu82 Pilastro
    modificato December 2018 Pubblicazioni: 1,513
    Leggo ciò che scrivi e il cuore a volte mi si stringe altre volte mi si apre...

    Non sono nessuno e non posso sapere fino in fondo cosa provi (ma a volte io credo di sì...), però adesso ho pensato che vorrei dirti questo:


    Tu scrivi:
    "Penso di non avere più nessuno da chiamare amico. (Escluso il mio ragazzo)"

    Quando era così, per me, era comunque meraviglioso, era bello molto più di adesso.
    (Almeno per un periodo lo è stato).

    È solo un mio pensiero, solo una mia esperienza....Ma forse potrebbe esserti utile...


    Post edited by Piu82 on
  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 8,633
    Giusto per capire.

    In cosa ti dovresti fidare? 

    Io non sono il tipo che ha rapporti dove ci si fida. La mia policy è molto versatile: sono tutti amici nel momento stesso in cui si comincia a parlare. 
    Le altre sono complessificazioni ridondanti che portano solo a pensare a questi aspetti più del dovuto, togliendo tempo ad altro.
  • Tima_AndroidTima_Android Pilastro
    Pubblicazioni: 2,420
    @Markov se non mi fido non riesco nemmeno a parlare. Con nessuno di niente. Solitudine assoluta e io che mi chiudo in me stessa.
    Tutto questo va aldilà del come intendiamo le amicizie, ecc. Non riesco proprio più ad aprirmi ai rapporti umani. Provo ansia, insofferenza, disprezzo, paura.

    @Piu82 avere lui infatti mi ha salvata... Non so dove sarei a quest'ora.
    vera68Piu82chandra
    "Dio promette la vita eterna” disse Eldritch “io posso fare di meglio; posso metterla in commercio"  -- Philip K. Dick

    Il Nostro blog: My Mad Dreams
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online