Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Come resistere alla tentazione della misantropia?

Certe volte quando vado sui social o quando sono sui mezzi pubblici resto basito (tanto per usare un eufemismo) dall'ignoranza e dalla presunzione della gente, del popolino, e in quei momenti mi vengono pensieri rabbiosi e violenti, del tipo "li ammazzerei tutti (e nel modo più crudele possibile)!". Ad alimentare la mia misantropia è anche il fatto che ho l'impressione che per le mie idee (molto razionali) rischio di essere "isolato" e quindi più "esposto", meno capito, più "giudicato" (male), in poche parole un "emarginato", pur non facendo nulla di male, se non esprimere la mia opinione (diversa da quella della maggioranza).

In parole povere, cosa devo fare per resistere alla tentazione del cinismo e della misantropia?
rondinella61amigdalaBriseidedaddomareaditerraDipo
«1

Commenti

  • aspergerincelaspergerincel Neofita
    Pubblicazioni: 1
    Io purtroppo vivo questa situazione da quando ho 13 anni ora ne ho 19,la mia misantropia per la società,la gente ipocrita irrazionale con valori contrastanti e ingiuste ha raggiunto un livello così estremo che inizio a credere che sto vivendo in una simulazione dove ci sono dei moderatori che cercano di farmi incazzare e soffrire,per quanto non riesca a capire come ragiona la gente
  • Nando5000Nando5000 Membro
    modificato 11 August Pubblicazioni: 43

    Credo che la misantropia sia una specie di bulletto incompreso. Fa tanto baccano perchè vuole avere attenzioni, e quando le riceve sino in fondo, scompare in una nuvola.

    Sono stato così a lungo sulla soglia della misantropia a lanciare giudizi ed opinioni sugli altri (Sempre nelle mia sola testa), denigrando il valore di tutti gli umani. Quando poi ho iniziato ad addentrarmi davvero in lei, è successo l'inevitabile: La mia misantropia si è rivolta anche verso me stesso. Ma è durata relativamente poco (2-3 anni).

    In questo tempo ho scorto tanto male ovunque, ma ho anche compreso che la misantropia è semplicemente un atteggiamento, come un altro.

    Gli estremi si toccano, ed il passaggio dalla misantropia alla curiosità e poi l'amore per l'uomo è stato abbastanza breve.
    L'uomo è grandioso, ma fortemente incompreso (Forse anche per l'abitudine che ci insegna a dare le cose per scontate). La mia conclusione è che si tratta di una creatura-capolavoro: Si può solo amarlo per le sue doti. E ciò non toglie che si possano invece deplorare i suoi atteggiamenti.

    Dunque: La misantropia non si evita. Esplorala fino in fondo e vedrai che ti condurrà dove non avresti mai pensato. Almeno, questa è la mia esperienza.

    A volta abbiamo in effetti l'impressione di capire gli altri e dunque ci sentiamo "degni" di slanciarci in opinioni e simili, ma non scordiamoci che non esiste nessun modo per capire gli altri (Al massimo posso mettermi nei loro panni, ma chi indossa sono sempre io), per pensare con la loro testa ed ottenere il loro punto di vista. Purtroppo vige questa regola di estremo soggettivismo (Che diviene oggettivismo, ancora per principio degli estremi).

    Non voglio predicare umiltà, ma quella che dici essere una tua caratteristica: Razionalità. E cosa c'è di più razionale che ammettere che non potrò mai assumere altra prospettiva che la mia?
    Minollotierre
    Post edited by Sniper_Ops on
  • CharadeCharade Veterano Pro
    modificato 11 August Pubblicazioni: 964
    Secondo me ti può essere utile pensare che viviamo in una democrazia (per fortuna) quindi loro hanno diritto ad avere le loro idee e a esprimerle, così come tu hai il diritto a non essere d'accordo e pensare che le loro siano idee stupide. Tuttavia se lo esprimi, oltre a pensarlo, non puoi aspettarti che ti accolgano a braccia aperte. Quindi o decidi che hai il coraggio di sostenere le tue idee sebbene impopolari sapendo che non piacerai agli altri, oppure ti limiti a una via di mezzo, a avere le tue idee nella tua testa e ad accettare che la maggioranza non la pensa come te (che non significa che quello che pensi non sia giusto)
    MinolloDipo
    Post edited by Charade on
    Vaco, Lucili, vaco, 
    et ubicumque sum, 
    ibi meus sum. 
  • PimpirinaPimpirina Membro Pro
    Pubblicazioni: 118
    Stai giudicando gli altri in base alle loro idee ma pretendi di non essere giudicato per le tue... Dovresti, secondo me, prendere atto del fatto che è un pensiero irrazionale e concentrarti su altro.
    MinolloDipo
  • andreapandreap Membro
    Pubblicazioni: 71
    Io ho una famiglia di parassiti tutti i giorni in piazza che vivono in alloggi popolari, campano di sussidi vari, figliano come conigli e soprattutto rompono i coglioni...
    Certe volte vorrei sterminarli tutti nell'olio bollente, altre invece li invidio, perché si svegliano la mattina pensando solo a cosa mangiare, e si addormentano pensando solo a digerire...
    Penso che l'umanità sia composta da noi e loro, solo noi non riusciremmo a riprodursi adeguatamente, solo loro non potrebbero progredire abbastanza...la diversità è la chiave di sopravvivenza di ogni specie vivente.
    Avere a ché fare con la gente fa sempre bene, si impara sempre, qi alto o qi basso, cafoni o gran signori, ubriaconi o preti, non fa differenza...
    E qualche volta potrebbe risultare più gratificante il tuo vicino che ti dice che mangiando bietole o cicoria va di corpo regolarmente piuttosto che la scoperta di qualche altra particella subatomica...
    Dipo
  • LupaLupa Veterano
    Pubblicazioni: 192
    Con me funziona ampliare il punto di vista cercando di capire e approfondire anche solo dal punto di vista razionale se non riesco o non voglio sondare gli aspetti emotivi.
    Nessuno è solo orribile o solo meraviglioso, guardare i vari lati e la complessità umana mitiga molto gli aspetti negativi che in genere saltano agli occhi e fa scoprire i lati piacevoli.
    andreapneonero
  • mareaditerramareaditerra Membro Pro
    Pubblicazioni: 73
    Non è che in fondo in fondo questo "popolino" ti fa invida per come vive in modo spensierato e leggero? A volte quando diciamo che qualcosa non ci piace è perchè inconsciamente desideriamo esser come loro. La pesantezza dell'anima invece tormenta e non fa godere di nulla. A me è capitato a volte di stare in mezzo a donnine ciarlere che facevano gossip e mi chiedevo " perchè io non sono così"? Ed in effetti sono poche le donne con cui ho interessi in comune. Ma qualche volta quel loro chiacchiericcio allegro lo invidiavo perchè almeno avevano con chi parlare. Invece io no.
  • andreapandreap Membro
    Pubblicazioni: 71
    Mischiarsi tra la folla, il nostro unico punto debole...
    Riuscirci significa aprire un mondo totalmente inesplorato.
    Riuscendo a far ridere il prossimo ti verranno aperte tutte le porte che vuoi, criticando o lamentandoti verrai preso a pesci in faccia.
    La frase magica è "ma che cacchio me ne frega a me", ripetila nella mente ad alta voce, un rigurgito di ignoranza che oscura il proprio pensiero lineare e razionale, spegni il cervello, ragiona di panza, trasformati un attimo da cafone, un cafone intellettuale, e impararerai a vivere come il 98% della popolazione mondiale
  • MinolloMinollo Veterano
    Pubblicazioni: 257
    Grazie a tutti dei consigli (anche se a 8 mesi dal mio post).

    In questi mesi ho scoperto che la mia misantropia è data dal fatto di essere sempre e comunque "in minoranza", pur non facendo nulla di male (almeno credo) e anche (e qui rischio di essere "monotematico") dai social media, da quello che ci leggo sopra che mi fa arrabbiare (pure se sorvolo pigiando il pulsante di "prossima pagina") e anche dall'atteggiamento di mio fratello, che passa il tempo libero a litigare sui social e a lamentarsi di quanto è cretina la gente e che ha pure diritto di voto.

    Vorrei concludere con una citazione tratta dal discorso finale di uno dei film che ho apprezzato di più ("American History X"): L'odio è una palla al piede: la vita è troppo breve per passarla sempre arrabbiati, non ne vale la pena.
    Dipo
  • MinolloMinollo Veterano
    Pubblicazioni: 257
    Riporto in alto questo topic perchè in questi giorni sta ritornando (la mia misantropia) e vorrei fare (come terapia) un elenco delle cose che detesto dell'umanità:

    1)Vuole la pena di morte per i crimini degli altri, ma poi per i propri pretende una giustizia più indulgente (o grida al "complotto").

    2)Delega la capacità di pensare e ragionare ai mass-media (specialmente internet e TV).

    3)Ogni spazio in cui c'è libertà di parola lo manda in malora con sciocchezze e pretende di essere considerato alla stregua di un premio Nobel.

    4)Crede in ogni cosa che dia ragione ai suoi preconcetti.

    5)Si lamenta che non arriva a fine mese, ma poi spende stipendi in p*ttanate consumistiche (come smartphone di ultima generazione o serate in discoteca).

    6)Ha il complesso del "chiagne e fotte" (come direbbero a Napoli).

    7)Non è mai coerente con quanto afferma o predica.

    8)Vuole sempre "l'uomo della provvidenza" che risolva i problemi al posto suo (in pratica un sostituto di mamma e papà).

    9)Manca di rispetto per il prossimo ed è allergico alla "convivenza civile".

    10)Odia chiunque è "diverso" o "altro da se'".

    11)Odia i ricchi e/o potenti solo perchè li invidia.

    12)è infantile, menefreghista e vuole scegliere sempre la strada più facile (indipendentemente se giusta o no) per ottenere quello che vuole.

    13)In spiaggia o sull'autobus invade ogni spazio possibile.

    14)Si comporta troppo spesso come un bambino viziato (anche quando è adulto).

    15)è ignorante e orgoglioso di esserlo, ma pretende di saperne di più persino di un premio Nobel.

    16) Quando si tratta di politica non va mai oltre lo sfogo (qualunquista) "da bar".

    E questo è tutto.
    Cosa ne pensate? Cosa fare per togliermi di dosso questo "mostro" che è la misantropia?
    Valenta
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online