Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

QI medio di un Asperger

Se gli Asperger sono una percentuale bassissima della popolazione mondiale, ma delle persone con oltre 160 di QI 7 su 10 sono Asperger, sapreste dirmi qual'è il QI medio Asperger?
«1345678

Commenti

  • DomitillaDomitilla Senatore
    Pubblicazioni: 2,772
    Non sono brava in matematica, ma per saperlo farei così: range minimo del QI medio + range massimo QI elevato diviso due.
    Di istinto direi 125-130 però.
    Autistico
  • RonnyRonny Neofita
    Pubblicazioni: 1,179
    Direi 120-130. Comunque avere un'alta intelligenza non significa avere una vita migliore o più di successo, né essere per forza più razionali, dato che la razionalità è una cosa che impari ad avere grazie all'educazione
    DomitillaMarco75rondinella61LisaLaufeysonAutistico
  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 6,023
    Domitilla ha detto:

    ma per saperlo farei così: range minimo del QI medio + range massimo QI elevato diviso due.


    :-?
    AJDaisySniper_OpsBlackCrowrondinella61AutisticoGecoLisaLaufeyson
  • MarkovMarkov Pilastro
    modificato 7 January Pubblicazioni: 6,023
    Comunque io non mi convincerò mai finché non esisterà una diagnosi basata solo sull'individuazione di elementi genetici.

    Al momento, ad esempio, il motivo per cui la media è alta potrebbe stare benissimo in altri fattori:

    1) Quando uno ha tratti seri e qi 100 viene dato per autistico. Se invece fa tanto al test del QI magari continuano a darlo per asperger...

    2) Quando una persona ha qi 100, se fallisce nella vita passa inosservata. Viene dato per scansafatiche, pigro, viziato. E in ogni famiglia esiste uno così. Nessuno si preoccupa di capire quanto sia in grado di comprendere le situazioni, neanche lui stesso.
    Quando invece fallisce uno di fascia alta sembra crollare il mondo. È come se dentro la sua testa sentisse: "non può essere vero" tutti i giorni. Partivano caricati di aspettative. E quindi poi bisogna per forza trovare una spiegazione. Per forza.

    3) Uno di fascia alta con tratti leggeri potrebbe pure non avere un bel niente, ma con difficoltà paragonabili ad un AS per colpa del mondo in cui vive. Magari viene sminuito continuamente da parenti e compagni fessi che hanno idee diverse da lui (e stranamente sempre la stessa tra di loro!) e finirà per chiedere una diagnosi gonfiando molto le statistiche sul valore medio.
    AntaresLisaLaufeysonvera68Onorata
    Post edited by Markov on
  • BlackCrowBlackCrow Membro Pro
    modificato 7 January Pubblicazioni: 564
    L'aspie ha un qui più alto per definizione poiché esclude QI inferiori.
    Oltretutto non ha senso il ragionamento riportato sopra poiché l'andamento del QI rispetto una norma NT ed una ND non è proporzionale.
    Infatti l'asperger è un sottoinsieme dei NT per cui ha ovviamente rarità necessariamente minore. Oltretutto bisogna considerare che già essere ND la si può considerare una rarità per cui sono due eccezioni che devono essere centrate. Ciò detto, da un certo punto in poi, ma già dai 145, si può notare una forte prevalenza di autistici rispetto la popolazione neurotipica. Ovviamente 7 su 10, con qi 180 o +, sono autistici.
    Sniper_OpsFabrizioVader
    Post edited by BlackCrow on
  • DomenicoDomenico Veterano Pro
    Pubblicazioni: 2,058
    Markov ha detto:

    Comunque io non mi convincerò mai finché non esisterà una diagnosi basata solo sull'individuazione di elementi genetici.  

    Secondo me non basterà. L'autismo ha una pesante componente genetica ma non necessariamente una sola causa genetica.
    L'autismo lo concepisco come un sistema dinamico complesso multifattoriale dove l'ambiente gioca un ruolo chiave. Serve una concezione che sia più della somma delle parti natura più ambiente.
    Marco75LisaLaufeysonvera68
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 6,023
    Ok ma così sarà difficile avere una stima fondata, dato che stai semplicemente calcolando il qi medio di un gruppo che selezioni secondo i criteri che "scegli" di volta in volta.

    Tre anni fa a Roma fecero fare l'AQ a tutti gli studenti del primo anno di matematica. Non so con quale esito, ma sicuramente anche questi privilegi sui target da valutare influiscono molto...
    Perché non provano a somministrare l'AQ in massa agli adulti che frequentano le scuole serali di abilitazione professionale?
    Sniper_Opsloconivera68
  • FabrizioVaderFabrizioVader Veterano Pro
    Pubblicazioni: 335
    Dipende dagli studi e dal criterio con cui il campione è selezionato,comunque direi 110-120
    Sniper_Ops
  • FabrizioVaderFabrizioVader Veterano Pro
    Pubblicazioni: 335
    @Domitilla fare la media prendendo gli estremi e dividendo per due è fallace e porta a una sovrastima in quanto la curva gaussiana ha un andamento che la porta ad appiattirsi sempre più,pertanto in termini di rarità il valore mediano è più vicino all'estremo inferiore che non a quello superiore.
    DomenicoBlackCrowSniper_Ops
  • MarkovMarkov Pilastro
    modificato 9 January Pubblicazioni: 6,023
    Allora, ho scaricato 3 pdf provenienti da fonti non esattamente aperte al pubblico, quindi fatene buon uso :D
    In linea di massima si capisce che gli studi dove vengono QI alti sono stati fatti prendendo asperger più lievi. D'altronde viene usato l'AQ come strumento valido…
    Invece quelli dove viene un iq medio inferiore a 100 sembrano riguardare casi più gravi. Viene evidenziata goffaggine motoria in oltre il 50% dei casi. (Cosa che in quelli che fanno l'AQ mi pare una bella rarità da riscontrare :) ).

    Quello più interessante a mio avviso è quello che ho chiamato "a1" (terzo link). Lì vengono confrontati asperger, nt, gifted, talented (= persone con iq nella media che mostrano talenti in alcune aree). Ho trovato inaspettato  che i "talented" in termini di tratti autistici sembrano essere i secondi subito dietro gli asperger. Mostrano mediamente più sensibilità a stimoli vari rispetto ai gifted. Forse è l'unico aspetto che mi ha davvero sorpreso, per tutto il resto, a buon lettor, si intuisce per quale motivo emergono così tante differenze tra studi diversi.



    AJDaisyAutisticoLisaLaufeysonBlackCrowSniper_Opsvera68Onorata
    Post edited by Markov on
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586