Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Giudizi negativi sulla mia diagnosi - help

Ciao a tutti,
A ottobre ho avuto diagnosi come disturbo dello spettro autistico (non specificato) se non livello 1 con altre comorbiditá.
Ho comunicato questa cosa ad una persona cara, Asperger (autodiagnosticata), e non ci crede. In pratica dice che é come se fosse impossibile che io sia autistic*. Il mio stato d'animo é pessimo perché io ero content* della diagnosi e mi sento come se fosse stata invalidata.
Al contempo diversi personaggi attorno a questa persona che non mi conoscono, mi hanno attaccato pesantemente con giudizi sulla mia persona e quando ho tentato di difendermi mi hanno accusato di narcisismo. Purtroppo é una cosa che a me fa male perché ho un padre con tale diagnosi, che non ha mai seguito terapie ed é stato parecchio cattivo nei miei confronti e ancora ad oggi, ha atteggiamenti abusivi ed é come se io non esistessi. Fra l'altro in sede di diagnosi ho parlato e mostrato la diagnosi su mio padre ed hanno escluso assolutamente tale disturbo in me.
Voi come reagireste ad una situazione simile?

Commenti

  • riotriot Moderatore
    Pubblicazioni: 4,858
    scusa ma non capisco:

    gatto14 ha detto:

    A ottobre ho avuto diagnosi come disturbo dello spettro autistico (non specificato) se non livello 1 con altre comorbiditá.

    [...]

    ho un padre con tale diagnosi, che non ha mai seguito terapie ed é stato parecchio cattivo nei miei confronti e ancora ad oggi, ha atteggiamenti abusivi ed é come se io non esistessi. Fra l'altro in sede di diagnosi ho parlato e mostrato la diagnosi su mio padre ed hanno escluso assolutamente tale disturbo in me.

    comunque la diagnosi va comunicata a poche persone scelte bene. avrebbero dovuto darti indicazioni in merito.
    evidentemente quella tua persona cara non era da includere tra queste, ma ormai se la cosa ti fa male, puoi solo prenderne le distanze, e anche dal suo gruppo.

    io reagirei in questo modo.

    LisaLaufeysonOrsoX2rondinella61

  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 6,750
    Quando è così sa di scusa. Quali sono le differenze tra te e lei?
    Che tu lavori e lei no?
    Che tu sai uscire di casa e lei no?
    Che lei si fa strani scrupoli inesistenti e tu no?
  • LisaLaufeysonLisaLaufeyson Veterano Pro
    modificato 10 January Pubblicazioni: 965
    @riot : credo intenda che hanno escluso il disturbo narcisista.

    Per il resto sono anch'io dell'opinione che tu non sia tenuto a confidare la diagnosi a chiunque solo perché parte della tua cerchia famigliare o degli amici stretti.
    Valuta attentamente..
    Se ti fa star male.. allontanati.
    Al contempo invece rimani positiv* riguardo la tua diagnosi. Pensa che ti è stata comunicata da una figura professionale, mentre chi la mette in dubbio, mi pare di capire, non ha le competenze mediche per farlo.
    Essere diagnosticati non vuol dire poter o saper diagnosticare.
    riotNewtonrondinella61
    Post edited by LisaLaufeyson on
  • Marco75Marco75 Moderatore
    Pubblicazioni: 1,951
    Io me ne fregherei, personalmente, ma capisco che non per tutti sia facile.
    Una cosa che però potresti fare è chiedere spiegazioni alla persona in questione, che mi pare di capire è tua amica o parente, sul motivo per cui ha rivelato la tua diagnosi a persone terze. Questo non si fa, a prescindere da tutto.
    Per il resto, il parere di una persona autodiagnosticata non può valere quanto quello di un professionista, quindi eviterei di soffermarmici troppo.
    LisaLaufeysonOrsoX2Newtonrondinella61vera68
    "There are those that break and bend. I'm the other kind"
  • gatto14gatto14 Neofita
    Pubblicazioni: 19
    riot ha detto:

    scusa ma non capisco:

    gatto14 ha detto:

    A ottobre ho avuto diagnosi come disturbo dello spettro autistico (non specificato) se non livello 1 con altre comorbiditá.

    [...]

    ho un padre con tale diagnosi, che non ha mai seguito terapie ed é stato parecchio cattivo nei miei confronti e ancora ad oggi, ha atteggiamenti abusivi ed é come se io non esistessi. Fra l'altro in sede di diagnosi ho parlato e mostrato la diagnosi su mio padre ed hanno escluso assolutamente tale disturbo in me.

    comunque la diagnosi va comunicata a poche persone scelte bene. avrebbero dovuto darti indicazioni in merito.
    evidentemente quella tua persona cara non era da includere tra queste, ma ormai se la cosa ti fa male, puoi solo prenderne le distanze, e anche dal suo gruppo.

    io reagirei in questo modo.


    Riot specifico la mia diagnosi é disturbo dello spettro autistico.. (secondo il DSM-5 Asperger e pdd-nos non sono piú diagnosi)

    In sede di diagnosi ho mostrato nonché discusso anche la diagnosi su mio padre come disturbo della personalitá narcisistica e I medici NON hanno riscontrato tali tratti (DPN) in me.
    Le comorbiditá sono ADHD, ansia (generalizzata & sociale), difficoltá comunicative in ambito sociale/contesti sociali

    riot
  • gatto14gatto14 Neofita
    Pubblicazioni: 19
    Markov ha detto:

    Quando è così sa di scusa. Quali sono le differenze tra te e lei?
    Che tu lavori e lei no?
    Che tu sai uscire di casa e lei no?
    Che lei si fa strani scrupoli inesistenti e tu no?

    Non so perché la mia diagnosi venga invalidata.
    Si ho una laurea, ho sempre lavorato (per esigenza non avevo alternative) anche se di recente ho perso il lavoro. Esco da sol*, in contesti sociali ho problemi.
    Ho anche la dislessia con diagnosi da anni.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586