Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Disturbo schizoide: lavoro e vita

Mi è stato diagnosticato da uno psicologo un disturbo della personalità e letargia, anche se è una prima diagnosi e rientro in disturbi molto simili, quasi certo schizoide, ma ho caratteristiche anche dell'evitante ed alcune altre.
Vorrei sapere qualcosa di più da qualche utente e persona che vive questo disturbo tutti i giorni: se è migliorato se ha iniziato una terapia, ha trovato lavoro, se è riuscito a costruirsi una famiglia, cose così.

Se avessi una diagnosi certa e certificata da una commissione medica, mi toglierebbero la mia capacità di intendere e volere, finirei in un centro di salute mentale, finirei con un TSO, impasticcato da qualche droga con il consenso del medico? Lo psicologo mi ha detto che non sono un pericolo per nessuno, nemmeno per me stesso, mi viene solo involontariamente una specie di allergia quando sto in mezzo a tutti gli altri oltre me stesso, e paradossalmente ora non riesco più a stare nemmeno da solo.

In ambito lavorativo mi è stato detto che tale disturbo potrebbe ricadere nelle categorie protette. Vorrei sapere di più su questo ambito: cosa si dovrebbe fare?  Avrei una specie di invalidità ed un aiuto da parte dello Stato, finché non trovassi lavoro? Oppure se passassi per queste categorie andrei a finire a fare il soprammobile o verrà considerato anche il mio effettivo curriculum?


Ringrazio

Commenti

  • RonnyRonny Neofita
    Pubblicazioni: 1,418
    I disturbi della personalità non portano ad internazioni in manicomio, anche perché i manicomi non esistono più.
    Si puoi entrare nelle categorie protette ma non so se ti conviene perché ci sono sia degli svantaggi che dei vantaggi. Dipende dalla tua situazione. Conviene sentirti con uno psicologo, soprattutto con uno specializzato nel disturbo schizoide, anche se non credo siano tanti.
    Non sono schizoide, quindi non posso dirti delle strategie di coping. Da come ti sei descritto immagino tu sia uno schizoide overt e un primo passo potrebbe essere cercare di diventare covert: prova a cercare su internet degli schizoidi covert e a chiedergli dei consigli
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online