Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Ho bisogno di un parere..

Na1618Na1618 Neofita
modificato 10 February in Mi presento
Ciao a tutti!! Sono mamma di un bimbo di 3 anni appena compiuti e da circa un anno leggo le vostre discussioni cercando di trovare una storia quanto più simile alla nostra esperienza ..

A 24 mesi segnalo alla pediatra che il bambino si incanta spesso e lei ci prescrive una visita dal neuropsichiatra per sospette assenze.La npi esclude per bimbi così piccoli questa possibilità e dopo un primo incontro somministra al bimbo 3 test: non ci consegna i risultati ma ci dice che per un test è negativo , un altro dubbio e in uno “ volendo essere cattiva “ ci rientra. Ci dice che possiamo iniziare un percorso di logopedia e psicomotricità dandoci la diagnosi di disturbo dello sviluppo non altrimenti specificato e di vedere come evolve la situazione.
X fragile negativa e risonanza magnetica che evidenzia una malrotazione ippocampale sinistra ( può significare epilessia o nulla) siamo in attesa di fare eeg.
Il bambino diceva mamma, qualche verso di animale fatto male e basta..ha iniziato ora a dire qualche parola in più (da circa un mese..)quindi sul linguaggio sono leggermente più tranquilla anche perché prova a ripetere

indico alcune cose positive e non
Indica con il dito ciò che vuole o ti porta direttamente (ad esempio al frigorifero ) ;dice si con la voce e no con il capo o con il dito; imita molto adulti e bambini; porta gli oggetti richiesti o di sua iniziativa per mostrare un gioco rotto o per chiedere di giocare con lui; mangia qualsiasi cosa tranne bevande dolci; è super mammone.. soprattutto da quando sono stata a casa per la seconda gravidanza ad ora;va volentieri alla materna ( da anticipatario).. a volte vuole che rimango a giocare con lui; a 2 anni e mezzo ha tolto il pannolino notte e giorno in una settimana ( fa capire che deve andare in bagno chiamando l’adulto e toccandosi .. sto cercando di insegnarli la parola pipì ); mi “aiuta” nelle faccende domestiche tipo passare l’aspirapolvere o cucinare;gioca molto con le macchinine ( a volte le fa scontrare e combattere a volte si sdraia per terra e le da scorrere davanti ai suoi occhi)fa gioco funzionale come dar da mangiare ai dinosauri o portare il cibo finto a noi..
Si nasconde , imita le espressioni facciali ,si sveste da solo,gioca al cellulare si giochini di logica per bambini, gioca correttamente con una tastiera di sapientino ( risponde alle domande tipo tocca questo o quel tasto )

Non ha stereotipie a parte un mmmm con la voce quando mangia o quando è molto concentrato ( la npi però a dice questo non da peso)

Però ...ha scarso contatto oculare ,non sempre si gira se chiamato ( se urlo si però ..già fatti i test dell’udito); non ama farsi toccare, abbracciare ecc al di fuori di mamma e papà ; ha poca percezione del pericolo ..si arrampica ovunque, a volte è assente, guarda il vuoto
Carattere difficile e testardo

Alcuni giorni sembra come tutti gli altri( e mi sembra di essere diventata matta) , a giorni sembra che non sia presente ...è difficile da spiegare

In famiglia vedono delle difficoltà ma mi dicono che io e i medici esageriamo ..che sono cose che i bambini fanno

Con gli altri bambini ..a volte sembra non vederli, a volte ci gioca molto attivamente.

È sicuramente indietro rispetto ai suoi coetanei.
All’asilo mi dicono che si incanta, che il più delle volte osserva gli altri giocare dall’esterno( fa lo spettatore)
Che partecipa volentieri alle attività con le maestre tipo dipingere e che si prenderanno un po’ di tempo per osservarlo ...ma mi dicono che a loro avviso l’autismo è una cosa diversa.

La npi a breve ci farà nuovi test ma per lei il bambino è autistico e basta ( deve solo decidere la gravità )

Abbiamo fatto vedere il bambino ad un altra npi la quale a differenza della npi dell’asl Riscontra dei tratti autistici soprattutto per lo sguardo ,ma non un caso così grave come la reputa la collega.

lo so che è solo un etichetta data per poter lavorare e migliorare ma questa diagnosi mi sta logorando..perché non ho un parere uguale all’altro...

Guardò mio figlio con gli occhi una terapista , non vi dico che seconda gravidanza di ansie e pianti ho passato..
Qualcuno è nella mia situazione o ha una storia simile da raccontare ?
mammaconfusa80
Post edited by Na1618 on
«1

Commenti

  • mammaconfusa80mammaconfusa80 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,042
    Ciao cara, capisco tutte le tue sensazioni meno quella del secondo figlio, noi ci siamo fermati a uno. Lo spettro autistico è talmente tanto ampio e i quadri talmente tanto differenti che veramente è impossibile trovare due bimbi uguali. Capisco che se ti fosse data questa etichetta staresti molto male così come lo sono stata io e come a volte ancora lo sono. Il consiglio che do a tutte le mamme è quello di concentrarsi soltanto sulle difficoltà e di prendere dallo Stato tutti gli aiuti possibili (sono pochi purtroppo) per far evolvere il tuo bambino. I casi più lievi possono anche perdere la diagnosi col tempo (ovviamente se lo sei, sempre nd rimani) ma se poi diventi super funzionale non sei costretto a divulgarlo a nessuno di cui nn ti fidi. Ti abbraccio.
    gufomatto79Nemo
  • Na1618Na1618 Neofita
    Pubblicazioni: 9
    Grazie mille per il tuo conforto!!
    La seconda gravidanza è arrivata qualche settimana prima della sua prima visita ..se no forse non avrei cercato altri figli..non so
    Però ad oggi vedo nella sorella , in qualunque modo andranno le cose , un grande stimolo per lui..
    A distanza di mesi ho capito che questa etichetta serve per ottenere aiuti e quindi mi sono attivata per dargli una logopedista privata che lo vede una volta a settimana ( perché siamo stati anche sfortunati nell’assegnazione della terapista dell’asl di salute fragile..non lo vede da settembre)
    mammaconfusa80
  • gufomatto79gufomatto79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 470
    Piacere di conoscerti. Concordo con @mammaconfusa80. Comprendo e condivido le tue ansie ma se verrà una diagnosi, tuo figlio ha molti punti a suo favore e le terapie fanno davvero tantissimo. Trovare due bimbi identici è impossibile, anche io spesso ho cercato di farlo. Cerca se puoi di lavorare con lui ma anche di non pensare troppo a ciò che porrebbe farlo rientrare nello spettro ma solo a quello che vi fa stare bene. Piacere di conoscerti
    mammaconfusa80
  • claluiclalui Veterano Pro
    Pubblicazioni: 781
    Ciao benvenuta! Mamma di un hf di sette anni. Quando i bimbi sono piccolini è difficile interpretare quelli che potrebbero essere i segnali. Ricordati comunque che sono diagnosi d’attesa che possono assolutamente cambiare nel tempo. Stai serena davvero! Da quello che dici hai un ometto in gamba e con il giusto supporto farà passi da gigante!
    mammaconfusa80gufomatto79LisaLaufeyson
  • DomitillaDomitilla Senatore
    Pubblicazioni: 2,916
    Indipendentemente dalla diagnosi (che è di competenza medica), da mamma leggo di un bimbo stanco.
    Dico così perché mi sembra che quello che dici tu "si incanta" gli serva per ricaricare le batterie o per "scaricarle" se la situazione è particolarmente caotica o stressante.
    gufomatto79Nemo
  • gufomatto79gufomatto79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 470
    Adesso che ci penso, anche mia figlia da più piccola a volte si incantava e io preoccupata cercavo di distoglierla. Mi ricordo che le passavo la mano sugli occhi dolcemente e poi lei si riprendeva. Credo come ha detto Domitilla che potrebbero essere attimi di sovraccarico sensoriale. Comunque anche mia figlia grande non nello spettro lo faceva da molto piccola da 1 a 2 anni e penso che anche a lei servisse per elaborare gli imput esterni. La seconda lo ha fatto per un po' di più.
  • dad_guerrierodad_guerriero Membro Pro
    Pubblicazioni: 65
    Io lo faccio ancora oggi a quarant'anni...incantarmi intendo.
    Effettivamente a volta capita pure a mia figlia..ma sinceramente non è una cosa che mi preoccupa
    gufomatto79Nemo
  • gufomatto79gufomatto79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 470
    Se per questo io ho capito solo adesso che oltre ad incantarmi, non riesco a fare più di una cosa alla volta. Se sto pensando a qualcosa e qualcuno mi parla o mi chiama, anche se sento che cosa mi dice, non riesco a rispondere fino a quando non ho finito di pensare a ciò che ho in mente. Ovviamente lo faccio con i miei parenti, con gli estranei mi sforzo. Ma a casa sanno che se non rispondo subito non lo faccio per antipatia o che. Però mia figlia si arrabbia :)
    Nemo
  • SophiaSophia SymbolModeratore
    modificato 11 February Pubblicazioni: 5,902
    Benvenuta tra noi @Na1618.
    Spero tanto che qui nel forum riuscirai a tornare un po più serena.
    Sicuramente apprendere informazioni, condividere e confrontarti con atri genitori ti aiuterà a chiarire alcuni dubbi e a guardare le cose con più obiettività.

    Riguardo l'incantarsi, è bene escludere che siano assenze di natura neurologica. Da quanto scrivi se ne stanno occupando i medici.
    Quello che puoi fare casomai è raccogliere appunti su questi momenti. Ovvero quando sono iniziate, quando avvengono, quanto durano, cosa stava facendo lui in quel momento e cosa accade dopo.

    Ho sofferto di epilessia e quindi, anche per fare una diagnosi di esclusione, queste informazioni possono essere molto utili ai medici.

    Chiaramente sono elementi che puoi dimenticare facilmente,o che sono passibili di interpretazioni, a maggior ragione, è meglio avere un quaderno su cui appuntare nell'immediato quel che accade.

    Per quanto riguarda altri aspetti, come ti hanno già detto, il bimbo è molto piccolo e lo sviluppo è un grande alleato.
    Quando sono così piccoli le diagnosi provvisorie o residue non devono esser viste come negative. Lasciano semplicemente la porta aperta ad altre evoluzioni, perlopiù positive, data l'acquisizione di competenze. Capita anche con gli adulti. Si tratta infatti di valutazioni passibili di cambiamento che sono infatti considerate "dinamiche".

    Chiaramente è comprensibile la tua paura per qualcosa che non conosci e per la vaghezza dei termini utilizzati, ma al momento cerca di non sprecare le tue energie in pensieri che riscgiano di peggiorare solo il tuo stato d'animo.

    Da quel che scrivi il tuo bimbo ha molte risorse, pertanto puoi cominciare a guardare i suoi punti di forza e a stimolarlo, per esempio, nel linguaggio giocando, cantando, vedendo cartoni musicali, con giocattoli interattivi, raccontando fiabe o ascoltanto fiabe sonore.
    Post edited by Sophia on
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • Na1618Na1618 Neofita
    Pubblicazioni: 9
    Grazie X il suggerimento di annotarmi quando si incanta...inizialmente li avevo collegati a momenti di relax o a sonnolenza...ma capitano in diversi contesti.
    Abbiamo fatto eeg ed è negativo ( in stato di veglia xke non si è addormentato)... e mi sento una sciocca a non sentirmi sollevata; avrei voluto forse che trovassero un problema di fondo con una “ soluzione”.
    Vorrei farvi una domanda forse sciocca ma che non mi da pace : è possibile che alterni momenti di assoluta, passatemi il termine “normalità “di sguardi , comprensione,gioco e socialità a momenti in cui sembra “ scollegato “ ??
    È veramente questo l’autismo ?avete questa sensazione con i vostri bambini?
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online