Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Piangere sempre da bambini

Anche voi da bambini (elementari principalmente) quasi tutti i giorni scoppiavate a piangere senza un motivo apparente?

A me veniva proprio come uno sfogo, non ne potevo più di stare lì, sia se succedeva anche una piccolissima cosa sia se non succedeva apparentemente niente.
Mi sentivo diversa, come in un posto alieno, quindi spaesata e mi veniva una grande tristezza. Probabilmente avevo già capito che c'era qualcosa che non andava..
O forse c'erano troppi stimoli, infatti in genere mi capitava non durante le lezioni (quindi quando c'era un minimo di tranquillità e silenzio, con la maestra che spiegava) ma durante la ricreazione o comunque quando c'era casino.
Io non capivo il perché, solo non riuscivo a trattenermi.

Un giorno a mia madre ho anche chiesto se si poteva morire per troppa tristezza :/

Sulle pagelle ci scrivevano sempre "Brava, collaborativa ecc ecc ma troppo sensibile".

Invece per altre cose ero del tutto insensibile. Ad esempio ad una verifica di geografia avevo copiato direttamente dal libro (lo so, non si fa, avevo anche studiato ma non ricordavo niente) e la maestra una volta corretto il compito l'aveva letto a tutta la classe. Io per fortuna quel giorno ero assente (come spesso facevo).
Me lo aveva però raccontato la mia compagna di banco, "Hai copiato alla verifica..sai che la maestra ha letto a tutti il tuo compito? Beh, non fai niente, non piangi? Io piangerei".
Se non mi diceva lei di piangere nemmeno ci avrei pensato.. ma perché ho sempre avuto la testa così? :(
mammaconfusa80rondinella61

Commenti

  • vera68vera68 Colonna
    Pubblicazioni: 1,220
    I bambini ipersensibili (Io credo proprio di farne parte) sono un bel casino.
    Spesso sono bambini dalle alte potenzialità, spesso molto molto avanti ma delicatissimi.
    Sono bambini che pongono gii adulti in condizioni di non sapere da che parte prenderli.
    È come dover prendere un pesce rosso a mani nude per aiutarlo. Anche se hai una buona, buonissima intenzione, anche se cercherai di usare tutta la delicatezza del mondo purtroppo lo ustionerai.
    I bambini ipersensibili sono così...
    Se poi hanno anche un buon potenziale cognitivo allora sono proprio come farfalle dalle ali di cristallo. Belle creature che volano alto ma vanno in pezzi per un nonnulla, al primo tocco...
    mammaconfusa80
  • GecoGeco Colonna
    Pubblicazioni: 1,291
    Solo a casa, sempre, ogni giorno.
    Per sfogo, penso.
    Partivo da uno screzio con mio fratello e non mi fermano più.
    Ho un ricordo chiarissimo di quando ho smesso, verso gli otto anni, stagione da tuta leggera, ero sull'ingresso della camera di mio fratello, stavo piangendo e tra i singhiozzi mi son resa conto che:
    1- ogni giorno piangevo, ma proprio ogni giorno!
    2- non piangevo per colpa di mio fratello,
    3- non sapevo perché piangessi,
    4- non sapevo mai come fermarmi, se non per sfinimento,
    5- e non era normale tutto ciò.
    Ho smesso.

    Tra l'altro ho anche immediatamente perso la capacità della lacrimuccia a comando, fatta per scherzare in maniera consapevole. Chissà veramente cosa c'è nella testa.
    Ciao.
    rondinella61
  • KuramaKurama Veterano
    Pubblicazioni: 282
    Ciao ....no io non piangevo quasi mai.. quindi non so dirti bene probabilmente tenevo dentro tutto .. Non che ora sia molto diversa piango solo in casi di accumulo estremo sennò no, ma questo non vuol dire nulla ognuno ha il suo carattere e non c'è nulla di male a essere sensibili
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online