Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Aggiornamenti e pareri

È passato parecchio dall'ultima volta che ho scritto qualcosa, ho provato a chiedere al centro a Roma un preventivo per la diagnosi, per ora ,dato quello che mi hanno inviato, la diagnosi potrà aspettare fin quando non finirò gli studi e troverò un lavoro decente.

Detto questo vorrei sapere i vostri pareri riguardo questo video: https://www.youtube.com/watch?v=n3Xv_g3g-mA 
Mi ha fatto riflettere parecchio e personalmente consiglio la lettura di loneliness( l altro libro non l'ho letto) che indaga -anche se non è esauriente dire che parla solo di questo- sul perché proviamo biologicamente lo stato della solitudine utilizzando come strumenti scanner cerebrali, monitoraggio pressione sanguigna ecc...

Tenta di scardinare il concetto hobbesiano del-tutti contro tutti- asserendo che i nostri sviluppi evolutivi siano stati dovuti in passato esclusivamente alla cooperazione. Che ne pensate?
Alzo il volume a 103 finché non scardino le porte, la musica è l'unica che cura con le botte[M.S]
«1

Commenti

  • DomenicoDomenico Colonna
    Pubblicazioni: 3,736
    Conosco il libro che dici, è stato anche tradotto in italiano :)
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • ArkayArkay Andato
    Pubblicazioni: 29
    che ne pensi del video?
    Alzo il volume a 103 finché non scardino le porte, la musica è l'unica che cura con le botte[M.S]
  • DomenicoDomenico Colonna
    Pubblicazioni: 3,736
    E' simpatico e istruttivo :)
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • RonnyRonny Neofita
    Pubblicazioni: 1,420
    Nell’essere umano si sono definiti diversi meccanismi, sia prosociali che antisociali, per stabilire quali debbano essere le relazioni tra esseri umani. Quindi il discorso in realtà è un discorso di media e varia da persona a persona.
    In realtà dire che l’evoluzione ci ha fatto brave persone è scorretto perché la prosocialità, in una logica evolutiva, è utile se rivolta al gruppo di appartenenza ma dannosa se rivolta agli avversari. Per questo la nostra empatia ha dei limiti e si basa sull’identificazione e sulla somiglianza.
    Inoltre i tratti prosociali sono vantaggiosi nel lungo termine perché garantiscono la coesione dei gruppi, ma svantaggiosi nel breve termine per l’individuo, dato che vincola il suo stato emotivo ad altri. Ciò non toglie che per una minoranza di persone che hanno spiccate abilità sociali sia vantaggiosa una carenza di empatia proprio perché gli altri ce l’hanno.
    La natura non è né giusta né etica, né fa le cose perché sono il bene. Mette sul tavolo vari tratti umani e vede quali riescono a vincere. Quelli che si diffindono ci sono. Dire che siamo destinati a comportarci bene perché la natura vuole così si chiama appello alla natura ed è una fallacia logica, anche se fatta per un buon motivo
  • RonnyRonny Neofita
    Pubblicazioni: 1,420
    In realtà pure il discorso che fa lui è un discorso di media: gli schizoidi ad esempio non soffrono la solitudine, nemmeno gli psicopatici. Per gli asperger la cosa è confusa e ambivalente: abbiamo bisogno degli altri ma abbiamo anche bisogno della solitudine
  • DomenicoDomenico Colonna
    Pubblicazioni: 3,736
    Ronny ha detto:

    Ciò non toglie che per una minoranza di persone che hanno spiccate abilità sociali sia vantaggiosa una carenza di empatia proprio perché gli altri ce l’hanno. 

    Come fanno ad avere spiccate abilità sociali se senza empatia?

    E nel caso ti riferivi ai psicopatici citati dopo: se non soffrono la solitudine non hanno neanche bisogno di tutte queste abilità sociali.
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • RonnyRonny Neofita
    Pubblicazioni: 1,420
    @Domenico le abilità sociali non sono legate al livello di solitudine e il bisogno di socializzare non deve per forza essere legato alla solitudine affettiva. Puoi voler socializzare per ottenere dei vantaggi o dei favori egoistici dalla cosa, e se riesci intuitivamente a capire l’altro la cosa non ti riesce tanto faticosa.
    In realtà che gli psicopatici non soffrano la solitudine è abbastanza chiaro. Infatti gli psicopatici non possono per una questione di tratti legare emotivamente con le persone perché è l’empatia affettiva che ti permette di fare ciò. Quindi se soffrissero la solitudine starebbero sempre male, dato che non potrebbero legare con nessuno.
    Infatti soffrire la solitudine non significa essere soli ma sentirsi soli, ossia disconnessi dagli altri. Uno psicopatico può soffrire la mancanza di stimolazione o divertimento offerti dalla presenza di altre persone ma non può soffrire emotivamente perché gli altri non lo capiscono oppure non vogliono stare con lui.
    Inoltre le abilità sociali possono servire per ottenere dagli altri ciò che vuoi, perché è molto difficile ottenere le cose dagli altri se ti ci relazioni male
  • DomenicoDomenico Colonna
    Pubblicazioni: 3,736
    Sì potrei essere d'accordo con te se per "abilità sociali" si intendono sia in senso pro-sociale sia in senso anti-sociale anche se mi sembra un po' stiracchiata inserire la seconda accezione.

    Per quanto riguarda i socio/psicopatici: non concordo perché il loro deficit di empatia affettiva li porta a non concepire le altre persone come veramente reali. Sono convinti di essere loro le uniche persone e gli altri hanno lo status di oggetti. Perciò noia e solitudine non sempre coincidono.
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • RonnyRonny Neofita
    Pubblicazioni: 1,420
    @Domenico le altre persone sanno che sono altre persone: semplicemente la loro sofferenza non influisce sullo stato emotivo dello psicopatico, perciò lui non ha problemi ad usarli per fini egoistici. Poi le abilità sociali sono abilità sociali: non sono positive o negative
  • ArkayArkay Andato
    Pubblicazioni: 29
    "l’evoluzione ci ha fatto brave persone "  "Dire che siamo destinati a comportarci bene perché la natura vuole così si chiama appello alla natura ed è una fallacia logica"

     Non ho idea da dove tu abbia preso questi spunti dato che ne il libro ne il video parlano di questo, quello che s'intende nel libro è una ricerca per capire se la solitudine prolungata crea meccanismi dannosi a livello biologico. Quello che s'intende nel video invece è più una domanda che un affermazione, ovvero: Siamo nell'era storica dove siamo interconnessi a livelli che non ci sono mai stati, ma paradossalmente le percentuali di persone con disagi sociali sono raddoppiate se non triplicate, rispetto a decenni fa, come è possibile? 
    Detto questo sono convinto (anche se ovviamente come in molti ambiti delle nostre esistenze vi è il principio di indeterminabilità) che nell'antichità i comportamenti anti-sociali(isolamento,misantropia,bassa empatia) portavano ad un unico esito la morte. Ultimo appunto credere che gli "schizoidi" e gli "psicopatici" non soffrano la solitudine è un errore nella forma e nella sostanza. Saluti
    Domenico
    Alzo il volume a 103 finché non scardino le porte, la musica è l'unica che cura con le botte[M.S]
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online