Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Test ados mi aiutate?

1567810

Commenti

  • loconiloconi Veterano
    Pubblicazioni: 322
    @clalui tutto vero, ma ogni volta che leggo quella formula è un colpo al cuore. La pediatra che scrive "persona gravemente handicappato" e poi a voce mi dice "Non si spaventi è solo per l'inps". Wolfgang ha scritto un bellissimo articolo sulla terminologia legata sull'autismo. L'importante sono i fatti, ma anche le parole hanno un peso e certe volte sono macigni.
  • claluiclalui Veterano Pro
    Pubblicazioni: 881
    Lo so Loconi, lo so bene. La mia unica difesa a livello psicologico è che io so chi è mio figlio...il resto è burocrazia.
    Sniper_Opsloconi
  • LinnaLinna Membro Pro
    Pubblicazioni: 87
    Scusate ,non lo so.Sono confusa.Idea che mi sono fatta leggendo,che parliamo di carte.E non di nostri figli. Forse sbaglio. Ma una carta non può cambiare sua identità. Rimane solo un pezzo di carta.
    claluimammaconfusa80
  • loconiloconi Veterano
    Pubblicazioni: 322
    Certo, però la tua identità è condizionata anche da ciò che gli altri pensano di te, per quanto possa essere sbagliato. Se sono carte ufficiali è peggio.
    Se mi presentassi a un colloquio di lavoro con una diagnosi di schizofrenia, per fare un esempio indegno, credi che il datore di lavoro penserebbe che si tratta solo di carte, o ragionerebbe sul quanto sia opportuno assumere una pazza? (Perché è così che viene considerato uno schizofrenico nel mondo di oggi)
    Se nella diagnosi inps di mio figlio ci fosse scritto "difficoltà date dalla condizione di neurodiverso", nei fatti la situazione sarebbe uguale, nelle parole ci sarebbe una bella differenza.
    Presentarsi al mondo come neurodiverso e non come handicappato, non è la stessa cosa.
    Perdonatemi il paragone :dichiararsi omosessuale non è uguale all'essere presentati come "invertiti".
    mammaconfusa80speranza82
  • mamma_francescamamma_francesca Colonna
    Pubblicazioni: 1,627
    Che bello sarebbe la dicitura "difficoltà date dalla condizione di neurodiverso", e tra l'altro molto più attinente alla realtà.
    [che poi se a scuola qualche compagno si permette di dire handicappato giustamente parliamo di bullismo e si becca una nota, non vedo come sia possibile che la stessa terminologia sia scritta su carte ufficiali; a sto punto il bullo potrebbe anche dire che non ha detto che la verità!]
    loconi
  • claluiclalui Veterano Pro
    Pubblicazioni: 881
    Bha Loconi non è detto che non ci si arrivi. Vista “l’invasione” non è escluso che prima o poi non venga creata una categoria a parte come per i non vedenti e i non udenti.
    Personalmente, però, non credo che siano le parole o le diciture a fare la differenza ma il modo in cui le si usa.
    loconi
  • SophiaSophia SymbolSenatore
    modificato May 2019 Pubblicazioni: 5,904
    Rispetto al cambiamento culturale che deve avvenire avete piena ragione.
    Molto si sta facendo, ma molto deve essere ancora fatto.

    Quello che dite ora, indubbiamente, nel futuro sarà diverso, ma ancora c'è bisogno di buona divulgazione e di nuove prospettive.

    Questo è un thread in cui @wolfgang parla appunto di una terza via, tra disabilita e neurodiversità, non solo come fatto culturale legato all'inclusione e al riconoscimento, ma amche come via di accesso ai servizi:

    https://www.spazioasperger.it/forum/discussion/9703/esiste-una-terza-via-tra-disabilita-e-diversita/p1
    claluiloconimammaconfusa80
    Post edited by Sophia on
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • ester1977ester1977 Membro
    Pubblicazioni: 116
    Giusto per chiarire.. Anche da noi è uscito ecolalia immediata e differita... Ma mia figlia non ripete! E il nostro test Ados è un disastro... Ovvio la parte più disastrosa è la mancanza di un adeguato linguaggio che è stato riportato a quello di una bambina di 18 mesi.. Comportamento stereotipati 0 ..non ne ha nessuno
  • ester1977ester1977 Membro
    Pubblicazioni: 116
    Noi siamo al livello 2 dello spettro, con inoltre deficit dello sviluppo in generale.. E ci è stata richiesta la 104-3 comma.. Oltre che legge 20 e tutto una serie di cose che sto cercando di capire..
  • dad_guerrierodad_guerriero Membro Pro
    Pubblicazioni: 115
    Ciao Ester
    Ho letto i tuoi messaggi e da profano ( mia figlia non ha fatto l'ados ha fatto vineland, la check list del metodo Denver, e un altro che non ricordo) mi chiedevo: il livello 2 dipendeva dal linguaggio visto che non ha stereotipie?
    mammarosanna
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online