Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Strano rapporto con il contatto fisico

Ciao a tutti, è la prima volta che scrivo qui, spero di essere nella giusta categoria
Sono una ragazza di 22 anni e ho sempre avuto problemi con la socializzazione, in particolare con il contatto fisico
Da sempre evito le strette di mano e gli abbracci, mi mettono ansia e imbarazzo, però ultimamente sento il bisogno di superare questo blocco
Se incontro un conoscente per strada cerco di non limitarmi alle parole, voglio integrare anche il contatto fisico, ma non so bene come fare e quello che ne risulta è una strana situazione di disagio dove ogni dieci secondi sfioro le mani della persona guardandola a volte negli occhi e a volte nelle mani (viene tutto da sé, non ho il controllo della situazione..)
E la persona che ho di fronte può fare due cose:
1) Capire che cerco un contatto e quindi reagire positivamente (un abbraccio, per esempio)
2) Fare un passo indietro guardandomi male e congedandomi in fretta..
Queste strane situazioni sono sempre più frequenti.. Come posso integrare il contatto fisico senza sembrare idiota?

Commenti

  • Tima_AndroidTima_Android Colonna
    Pubblicazioni: 2,015
    Ho lo stesso problema ma non mi forzo a cercare il contratto fisico. Lo evito e basta.

    Nel tuo caso, perché vuoi toccare nonostante ti dia disagio?
    "Dio promette la vita eterna” disse Eldritch “io posso fare di meglio; posso metterla in commercio"  -- Philip K. Dick

    Il Nostro blog: My Mad Dreams
  • JAA005JAA005 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 340
    MarinaMari ha detto:

    Ciao a tutti, è la prima volta che scrivo qui, spero di essere nella giusta categoria
    Sono una ragazza di 22 anni e ho sempre avuto problemi con la socializzazione, in particolare con il contatto fisico
    Da sempre evito le strette di mano e gli abbracci, mi mettono ansia e imbarazzo, però ultimamente sento il bisogno di superare questo blocco
    Se incontro un conoscente per strada cerco di non limitarmi alle parole, voglio integrare anche il contatto fisico, ma non so bene come fare e quello che ne risulta è una strana situazione di disagio dove ogni dieci secondi sfioro le mani della persona guardandola a volte negli occhi e a volte nelle mani (viene tutto da sé, non ho il controllo della situazione..)
    E la persona che ho di fronte può fare due cose:
    1) Capire che cerco un contatto e quindi reagire positivamente (un abbraccio, per esempio)
    2) Fare un passo indietro guardandomi male e congedandomi in fretta..
    Queste strane situazioni sono sempre più frequenti.. Come posso integrare il contatto fisico senza sembrare idiota?
    Credo di capire. Tu ti sforzi di avere un contatto fisico, ma sei bloccata Quindi il tuo approccio sembra "irreale".Io odio essere toccato, a meno che non sia io a deciderlo e a quel punto rischio di esagerare.Comunque diciamolo : difficilmente divento l' anima della festa...
    Secondo me non dovresti sforzarti. :-)
  • Marco75Marco75 Moderatore
    Pubblicazioni: 2,029
    Dovresti prima chiederti se davvero vuoi il contatto fisico, oppure se lo stai cercando solo per far piacere agli altri e/o apparire più normale. Sii il più possibile onesta con te stessa, e chiediti se davvero ne hai bisogno, se è una modalità che senti come tua e può darti giovamento.

    Se sì, è possibile che il tuo blocco sia solo timidezza, e allora si supera semplicemente facendo pratica, lasciandosi andare: si sarà goffi all'inizio, ma poi la ricerca del contatto diviene sempre più spontanea e naturale. 
    Se però ti accorgi che invece quella non è la tua modalità, che abbracciare e toccare le persone ti crea disagio, allora ti sconsiglio fortemente di forzarti a farlo: la naturalità non la raggiungerai probabilmente mai, e il risultato sarà con ogni probabilità ulteriore ansia.
    "There are those that break and bend. I'm the other kind"

    Cinema, teatro, visioni
  • MarinaMariMarinaMari Neofita
    Pubblicazioni: 3
    Grazie a tutti per le risposte!
    In realtà la maggior parte delle volte non cerco il contatto fisico, di solito evito le persone
    Ma ci sono momenti in cui mi sento più "sicura" di me stessa ed è proprio in quelle situazioni che inconsciamente mi viene da azzardare, cercando un contatto fisico con le persone
    Forse non è da me, forse dovrei lasciar perdere, ma mi piacerebbe uscire da questa situazione un giorno perchè la vedo come un blocco che mi impedisce di vivere davvero
    Voi state bene con voi stessi?
    Riuscite ad accettarvi nonostante le difficoltà ad interagire con il mondo?
  • JAA005JAA005 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 340
    Bella domanda. La risposta è tendenzialmente no. Guardo gli altri e mi chiedo come sarebbe essere come loro.A volte piango, a volte mi arrabbio.A volte provo ad imitare i loro comportamenti con risultati risibili ( un po' forse come quando tu provi a cercare il contatto fisico). Al tempo stesso mi sa che dobbiamo imparare ad accettato per come siamo. (Banale , ma credo sia l unica soluzione.)
  • SusanDelgadoSusanDelgado Neofita
    modificato 19 March Pubblicazioni: 71
    Lasciamo perdere. Io non sopporto il contatto fisico, soprattutto quelle persone che quando ti parlano devono per forza toccarti. Smetto di ascoltare il discorso perché nella mia testa c'è soltanto la mano che mi tocca la spalla. 
    Non provo mai a superare l'ostacolo come vuoi fare tu, quindi non saprei cosa consigliarti se non di comportarti come vedi in giro. Solitamente mi sembra che non ci sia più di un contatto all'inizio dell'interazione (saluti e baci) e poi uno alla fine (saluti/abbracci e baci). Ma posso sbagliarmi, eh, non è che io sia proprio esperta in questo campo.
    Per quanto mi riguarda, nonostante la mia scarsissima sopportazione, do i classici due baci sulle guance quando incontro qualche amico strettissimo (ok, sto mentendo. Li do ogni tanto, se costretta), ma è un dramma interiore che dissimulo con un sorriso esteriore. 

    Post edited by SusanDelgado on
  • Marco75Marco75 Moderatore
    modificato 19 March Pubblicazioni: 2,029
    A me i due baci a inizio e fine incontro non infastidiscono, ho imparato a darli molti anni fa e non mi creano particolari problemi.
    L'eventuale contatto MENTRE si parla invece mi infastidisce e non mi viene molto naturale ricercarlo. Anche se ammetto che, a volte, avrei l'istinto di abbracciare e non lo faccio, perché non so bene COME farlo senza risultare goffo e/o inopportuno.
    Più in generale, comunque, un abbraccio una tantum va bene, uno che allunga le mani mentre parla, anche solo occasionalmente, decisamente no.
    Arkay
    Post edited by Marco75 on
    "There are those that break and bend. I'm the other kind"

    Cinema, teatro, visioni
  • MarinaMariMarinaMari Neofita
    Pubblicazioni: 3
    Il problema è che neanche i baci sulle guance mi vengono naturali, li do solo se la persona che ho di fronte mi porge la guancia
    Però anche in quel caso impiego tantissime energie perchè non mi viene naturale, devo impegnarmi per farlo e tante volte finisco per passare per goffa. Per esempio dopo due baci tendo a dare anche il terzo, ma non credo si faccia così, infatti spesso si creano situazioni di disagio (una volta ho baciato a stampo un ragazzo involontariamente X_X )

  • SusanDelgadoSusanDelgado Neofita
    Pubblicazioni: 71
    MarinaMari ha detto:

    Il problema è che neanche i baci sulle guance mi vengono naturali, li do solo se la persona che ho di fronte mi porge la guancia
    Però anche in quel caso impiego tantissime energie perchè non mi viene naturale, devo impegnarmi per farlo e tante volte finisco per passare per goffa.
    Be', fai come me: guarda sugli altri lo schema del saluto, lo memorizzi e lo ripeti a pappagallo. Solitamente se ne danno due, uno a sinistra e uno a destra, e via, il gioco è fatto. Talvolta la gente ne da tre, in certe culture si fa così, ma noi limitiamoci a due, che per quanto ci riguarda sono già loro difficili come esami universitari  :))
  • plutoneplutone Andato
    Pubblicazioni: 106
    Per me il contatto fisico formale e' semplice,esattamente come l'interazione stessa all'interno della formalita'. Invece sul piano relazionale informale,avverto sempre un senso di estraneita' tra me e l'altro che difficilmente mi permette di non essere fisicamente freddo e sulle mie. Non riesco a sciogliermi per niente. Invece con gli animali mi risulta piu' semplice,non immediato perche' devo un attimo capirne il carattere,ma sicuramente piu' facile e nel tempo spesso soddisfacente. Credo quindi che nel mio caso il problema sia proprio legato a come percepisco gli altri esseri umani,ovvero minacciosi.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online