Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Who am I? Discorso attorno all'identità

Non sono una madre
Non sono una moglie
Non sono una fidanzata
Non sono una donna in carriera
Non sono una single cacciatrice di uomini
Non sono una nerd
Non sono particolarmente colta (ho una cultura a macchia di leopardo, accumulata negli anni un po' alla caxxo)
Non sono una radical chic (passo con scioltezza dal guardare Ranucci a vedere "non ditelo alla sposa")
Non sono socialmente/politicamente impegnata

La mia testa poggia su sabbie mobili, prima o poi verrò risucchiata
GiadanielWBorg_Andatorondinella61RemiNoreNemoEstherDonnellyKrigerinne
«1

Commenti

  • DomenicoDomenico Colonna
    modificato 22 March Pubblicazioni: 3,671
    Scusami @camelia ma perché definirti per forza secondo un ruolo sociale, un copione confermato da altri esterni e non per quello che senti di te stessa? 
    GecoLisaLaufeysonAJDaisyamigdalaEstherDonnelly
    Post edited by Domenico on
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • cameliacamelia Pilastro
    Pubblicazioni: 3,288
    Il problema è proprio questo...Who am I?
  • Marco75Marco75 Moderatore
    Pubblicazioni: 2,025
    Capisco bene la sensazione, perché a volte ce l'ho anch'io.
    Ogni volta che mi pare di rientrare in qualche categoria predeterminata, trovo qualcosa che la smentisce. E sì. vale anche per la SA, nonostante le due diagnosi. Poi, mi dico che probabilmente è così per tutti, che nessuno viene risucchiato completamente da una categoria, e che queste ultime in realtà servono solo per comodità descrittiva (e qualche volta per riconoscersi in gruppi sociali).
    Insomma, banalmente uno dovrebbe mettersi davanti allo specchio e trovare cos'è che lo rende unico - non nel senso di speciale o superiore agli altri, ma proprio nel senso di individuo con la propria, irripetibile, unicità -, capire che cosa lo definisce, e iniziare a definire se stesso a partire da quelle caratteristiche.
    DomenicoGecoAmelierondinella61Nemoaang91
    "There are those that break and bend. I'm the other kind"

    Cinema, teatro, visioni
  • cameliacamelia Pilastro
    modificato 22 March Pubblicazioni: 3,288
    Credo che il mio sia più un desiderio di appartenenza che di identità, o meglio, credo che da un solido senso di appartenenza scaturisca un' identità che non sia uno straccio al vento....ma poi, nei fatti, sono recalcitrante a qualunque inclusione.
    Fenice2016RemiNore
    Post edited by camelia on
  • BlindBlind Colonna
    Pubblicazioni: 2,186
    Ogni bicchiere "mezzo vuoto" è, allo stesso tempo, anche "mezzo pieno" ;)

    Forse più che cercare a tutti i costi una inclusione completa - che raramente esiste - si potrebbe cambiare il punto di vista per concentrarsi su quello che c'è, anziché su ciò che manca...


    (Una cosa tipo:
    "Non sono una madre ma sono altrettanto responsabile"
    "Non sono una donna in carriera ma ho un lavoro che mi piace"
    "Non sono particolarmente colta ma non sono completamente ignorante"
    "Non sono una radical chic ma non sono una cafona"
    ecc.)

    marco3882Fenice2016LisaLaufeysonAJDaisyNemoamigdalaEstherDonnelly
  • DomenicoDomenico Colonna
    Pubblicazioni: 3,671
    Forse talvolta si potrebbe contemplare la possibilità di essere nati apolidi della vita e che non ci si può fare molto. Talvolta per quanto doloroso, si può contemplare l'ipotesi di rimanere sui generis per tutta la vita.
    cameliaAJDaisyNemo
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • GecoGeco Colonna
    modificato 22 March Pubblicazioni: 1,291
    Eliminato, scusate non centrava il senso della discussione.
    Ciao.
    Post edited by Geco on
  • WBorg_AndatoWBorg_Andato SymbolAndato
    Pubblicazioni: 4,497
    Per me tu sei @camelia e io ti voglio bene per quello che sei.
    La definizione di camelia è camelia.
    cameliaLisaLaufeysonNemo
    Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale
  • Marco75Marco75 Moderatore
    Pubblicazioni: 2,025
    @camelia, magari fai parte della categoria dei recalcitranti (o degli apolidi) se proprio vuoi essere inclusa da qualche parte. È così brutto?
    camelia
    "There are those that break and bend. I'm the other kind"

    Cinema, teatro, visioni
  • cameliacamelia Pilastro
    Pubblicazioni: 3,288
    Il fatto di essere inclusa in un gruppo di non inclusi è interessante :))
    Sempre meglio della soluzione democristiana e un tantino deprimente di @Blind :D
    Marco75rondinella61
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online