Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Cambiare è giusto?

speranza82speranza82 Membro Pro
modificato 17 April in Discussioni tra genitori
Ciao a tutti. Vorrei un consiglio. Secondo voi, è giusto cambiare asilo perché in quello attuale non sembra ci sia stata una "grande svolta" del bambino? Non riesco a capire se le aspettative nostre da genitori e di psicomotricista e musicoterapista sono troppo alte o se effettivamente il lavoro dell asilo ha stimolato poco mio figlio. Un esempio, prima dell asilo diceva sempre "Dammi" quando voleva qualcosa, dopo che lo ha iniziato no.. Va molto spronato al riguardo. Sicuramente, data anche la sua iperattività è dura gestirlo.. l assistente affidata è giovane e molto carina, ma troppo materna con lui che sta tirando fuori un carattere un po' oppositivo. Quindi se ne approfitta ed è diventato ancor più difficile gestirlo.. poi le sue ecolalie a casa sono sempre abbastanza presenti e già non è facile di per sé. Insomma la situazione è confusa e difficile. Non so che fare.....
Post edited by speranza82 on
«1

Commenti

  • claluiclalui Veterano Pro
    Pubblicazioni: 826
    Speranza dipende da tante tante cose. Prima domanda: il tuo piccolo ci va volentieri? Io valuterei già questo primo dato...seconda cosa: ha sostegno 1:1? Parli di assistente e non ho capito bene cosa intendi. E terzo: di preciso cosa vi aspettavate?non è migliorato proprio in nulla o alcune cose vanno peggio (come il dammi) e altre meglio?
    Tieni sempre presente due cose: la crescita avviene a scatti non è fluida e costante e nei nostri bimbi spesso questa cosa si nota di più. La seconda è che ci deve essere un lavoro sinergico casa-scuola-terapia perché si vedano degli effettivi miglioramenti. È spesso necessario fissare degli obiettivi e lavorare solo su quelli non aspettandosi un miglioramento globale che si avviene ma è più difficile da cogliere.
    Fenice2016
  • speranza82speranza82 Membro Pro
    modificato 17 April Pubblicazioni: 200
    Allora @clalui, lui è sempre andato volentieri mentre nelle ultime settimane ha espresso più volte il suo malcontento dicendo "nooo,non piace" e l altro giorno ha detto "non piace questa casa". Poi ci rimane! Lui ha sia assistente che insegnante di sostegno. È coperto x 26h. Con l insegnante che gli da un po' più regole e lo fa probabilmente lavorare di più non va male, l assistente invece lo coccola molto e lo "contiene" a volte fisicamente. Mio figlio non è cattivo o aggressivo,ma è iperattivo ed un po' irruento fisicamente.Ma se contenuto ovviamente si innervosisce.. come tutti del resto. Cmq ci eravamo posti come obiettivo l integrazione all interno dell asilo e l accettazione delle regole. Qualcosa si è raggiunto ma spesso mi dicono ultimamente "oggi era agitato.." oppure "oggi non ha voluto fare un attività.. ha pianto un po' e poi ha fatto.." Sicuramente casa-terapia stanno collaborando.. non riesco a capire se l asilo formalmente collabora ma alla fine spesso lo lascia fare e star nel suo mondo,anziché spronarlo di più.
    Post edited by speranza82 on
  • Fenice2016Fenice2016 Veterano
    Pubblicazioni: 1,727
    @speranza82 scrivi che ti riferiscono certe cose ultimamente, beh, considera che il tuo piccolo è da settembre (immagino) che frequenta! È lecito che utilmente possano emergere più difficoltà, tutti i bambini sono più stanchi, eperciopure lui. Il fatto che dica che non gli piace può anche essere dovuto al fatto che preferirebbe stare con te, a casa sua. I bimbi davvero adesso sono stanchi e se prima di adesso non si è mai lamentato probabilmente si trova bene.

    Ancora, scrivi che con l'insegnante di sostegno non va male, perciò ha fatto progressi? Con lei si trova bene?

    Se reputi che l'assistente sia eccessivamente protettiva, le puoi parlare, anzi devi! Richiedi un colloquio con tutte le insegnanti, l'assistente e i vari terapisti per fare il punto della situazione. É tuo diritto.

    Da ciò che hai scritto, non sembra che il bambino stia male o non faccia alcun progresso. Se qualcosa non funziona è fondamentale incontrarsi e parlarne. In casi estremi e rari può essere una soluzione cambiare scuola, qui, sinceramente, stando a quanto hai scritto, non ne vedo i presupposti.
    I miglioramenti non sono costanti e continui, anzi, perciò ci vuole tanta, tanta pazienza.


    Buon lavoro! :-)
    clalui
  • claluiclalui Veterano Pro
    Pubblicazioni: 826
    Speranza a me sembra che sia andata bene se fino ad ora è andato volentieri.
    Mio figlio nido e poi materna sistematicamente arrivato di questi periodi iniziava a non voler più andare ne a scuola ne a terapia. Aumentava la sua oppositivita’ e aggresdivita’ , era inquieto. Era, mi dissero, una sorta di sovraccarico a tutte le richieste fatte durante l’anno e l’unica maniera di farlo stare più sereno era di fatto non fare più niente. Continuavo a portarlo all’asilo ma con l’ordine di non stressarlo e non eccedere con le richieste. Un anno abbiamo anche interrotto terapia da maggio ad agosto perché davvero povero piccolo non ce la faceva più.
    Ora non so se sia lo stesso per tuo figlio ma c’è sempre un motivo se reagiscono così e non sempre è quello più logico per noi.
    Comunque tornando alla domanda iniziale personalmente non cambierei. Se il piccolo è andato fin ora volentieri, se ha trovato delle buone maestre e un buon ambiente non vedo quale sia il motivo di spostarlo in un altro luogo, con altri compagne altre maestre ecc e ricominciare da capo.
    Hai modo di richiedere un’altra assistente? Eventualmente cerca di cambiare solo quella se la vedi troppo materna.
    Comunque ricordati che è piccino, ci sta che venga lasciato in pace non si può pretendere una totale presenza tutta la giornata. Che stia un po’ nel suo mondo non gli fa male, anzi,lo aiuta tanto!
    Fenice2016
  • speranza82speranza82 Membro Pro
    Pubblicazioni: 200
    @Fenice2016 effettivamente lui non si è mai lamentato. Frignava x poco al distacco all inizio ma ovviamente e giustamente ci sta. Anzi,era una cosa positiva. Con le maestre ho avuto inizialmente un gran feeling ed ho scelto quest asilo perché una piccolissima realtà con veramente pochi bimbi (14) pensando che fosse molto più seguito e si potesse lavorare di più. Invece si fanno principalmente attività adatte a tutti, ma pochissimo di personalizzato x lui (visto che tempo e risorse ce ne sono). Devo ammettere che nonostante le loro remore iniziali (è iperattivo, vede poco i pericoli, non sta zitto ed è un po' disturbante, selettivo nel cibo, ma rimarrà a dormire?), ho insistito e quasi tutti i traguardi sono stati raggiunti. Nel senso che è vero che è iperattivo e poco attento, ma avendo una copertura tale, in teoria può esser guardato a vista. È vero che non sta mai zitto tra soliloqui ed ecolalie, ma se portato a fare non è disturbante. Non è assolutamente selettivo nel cibo. Perché inizialmente non gradiva il passato e non gli piace l uovo,non credo siano selettività. Cmq ora mangia 2 piatti di passato e uovo a stracciatella (in altri modi no). Ha dormito da subito.. mettendo come mio consiglio musica rilassante x tutti. L insegnante mi sembra più preparata per star con lui,lo sa prendere e sgridare quando serve. Con lei collabora. Anche se a volte si oppone. Effettivamente ora con la cooperativa di cui mi avvalgo, valuteremo se cambiar assistente x l anno prossimo. @clalui io non so che fare!! Dicono che soprattutto ora che sono piccoli devono "lavorare" ma poi giustamente non devono esser stressati. Lui fa in media 2 volte psicomotricita' ed 1 musicoterapia. E non sempre. Non ha mai fatto aba perché x lui l hanno sconsigliata. Decidere per lui è dura. Non vorrei stressarlo ma vedo che messo "sotto torchio" spesso produce di più. Lasciarlo troppo fare lo rende ancora più agitato ed oppositivo.
    Fenice2016
  • sara79sara79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 409
    Speranza82 se ti può essere utile in questo periodo a scuola ci sono dei cambiamenti dovuti alle piccole recite di fine anno che un po’ in tutte le scuole fanno, nel nostro caso erano fattori di stress perché ad esempio invece di fare l’ora di ginnastica come al solito in palestra facevano le prove, il primo anno è stata traumatica lui non voleva più andare a scuola e in più mettici come ti hanno già detto la stanchezza.Se non fa ABA è evidente che sia visto come un bambino in grado di di riuscire a modificare da solo i comportamenti deve solo maturare, è vero che fa poche ore di terapia come scrivi ma se è seguito h24 quella è a tutti gli effetti terapia, è fiato sul collo e i bambini lo sentono. Comunque nemmeno mio figlio ha mai fatto terapia da giugno a settembre anzi quest’anno ha iniziato solo logopedia a fine ottobre perché che viene prima la scuola e credimi i miglioramenti a riposo sono da rimanere a bocca aperta.
    Fenice2016
  • speranza82speranza82 Membro Pro
    modificato 17 April Pubblicazioni: 200
    @sara79 sicuramente è stressato. Non lo metto in dubbio. Vero è anche che spostarlo in un altro asilo sarebbe un gran cambiamento anche se credo che per ora non abbia costruito rapporti coi compagni. Anche lui ha fatto degli stop dalla terapia perché o ammalato (magari solo un paio di settimane) o per problemi della terapista (anche 2 mesi di seguito). L Aba gli é stato sconsigliato x via del suo approccio e anche x il fatto che non è facile farlo lavorare dietro compenso.. anzi! Il tuo bimbo è un aspie? Quanti anni ha? Per ora mio figlio è nello spettro e sembra quasi sicuramente ad alto funzionamento e ad agosto compie 4 anni. Sicuramente è migliorato ma non ha fatto un grosso cambiamento in 1 anno. Le sue terapiste dicono che cmq l iperattività lo distrae e limita molto.. quindi lavorare con lui è impegnativo (anche se quando è attento è molto recettivo)!
    Post edited by speranza82 on
  • sara79sara79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 409
    Nemmeno il mio ha mai lavorato dietro compenso, ed ha avuto solo qualche ora di sostegno l’ultimo Anno di asilo la maestra lo lasciava fare e lo informava che sarebbe iniziata un attività, lui girava e girava e poi alla fine si metteva a fare quello che facevano gli altri, io credo che volesse essere sicuro di saper fare è un perfezionista, guai a dirgli “hai fatto bene” quando così non era e tutt’ora è così, solo che prima dava di matto ora te lo dice chiaramente. Adesso ha quasi 8 anni e comincia anche a fare i compiti da solo, il suo problema principale è il suo sentirsi inadeguato e consapevole delle sue problematiche infatti il lavoro maggiore è stato sull’autostima il suo motto era: non faccio così non sbaglio. Lui non è Asperger ma ha un buon funzionamento è un linguaggio ipoevoluto rispetto ai coetanei ma sempre in ascesa.
    La chiave di volta è stata l’ingresso alla primaria e li che si gioca la partita vera e si comincia a vedere realmente la potenzialità....... comunque fidati i bambini li conosce, te lo garantisco non ti far ingannare dal fatto che non si confronta ancora.
    Fenice2016
  • speranza82speranza82 Membro Pro
    modificato 18 April Pubblicazioni: 200
    No bhe @sara79, a lui hanno dato un bel monte ore di sostegno da subito. Per essere aiutato il più possibile. Al momento non so come definirlo perché si è aperto poco, sicuramente non è un bimbo facile e portarlo a fare tutto ciò che gli viene richiesto è dura (un po' perché si perde nei suoi discorsi ed un po' perché non vuole farlo x carattere).. al momento essendo passato ormai solo il primo anno di asilo quello che mi sento di dire è che è difficile aiutarlo perché è palese che sia oppisitivo anche solo nel momento in cui gli si fa una richiesta: o si chiude o dice no a priori. Questo non lo porta sicuramente a nulla.. e da genitore è deprimente!
    Post edited by speranza82 on
  • sara79sara79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 409
    È piccolo, non è ancora pronto, sta studiando, socializzare è pesante, servono competenze che si acquisiscono con il tempo, per voi è un ostacolo, per lui è l’everest, è spaventoso. Un passo alla volta, il lavoro dietro c’è, aiutatelo ad amarsi. Solo questo.
    Fenice2016
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online