Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Gioco

Mi chiedevo se fosse normale che da bambina, giocando con i miei genitori, imponevo loro cosa dire, come rispondere e muoversi. Come se non accettassi un diverso svolgimento da quello che mi ero prefissata . Credete sia sintomo di rigidità mentale e che possa essere considerato nella norma?

Commenti

  • GiadanielGiadaniel Veterano Pro
    Pubblicazioni: 382
    Beh, un po' di tirannia è innata nei bambini. Vogliono vedere fino a dove possono spingersi. Poi, se si vuole vederlo in chiave asperger, io non lo facevo. Mio figlio si. È molto tiranno. E si diverte molto nel vedere gli altri che fanno quello che dice. Credo sia un modo per esercitare un controllo che lo fa sentire meno confuso, nei rapporto con gli altri.
  • SophiaSophia SymbolSenatore
    Pubblicazioni: 5,902
    Una caratteristica di alcuni bimbi neurodiversi è quella di non condivisione del gioco e della mancanza di reciprocità, che si traduce in una modalità qualitativamente diversa di condurre il gioco.
    Il fatto di condurre il gioco dettando regole proprie può essere una caratteristica riscontrabile, come anche il fatto di tenere i giochi per sè oppure di ripetere lo stesso gioco nella stessa maniera.

    Dovresti sondare con la tua famiglia quale fosse il modo della tua interazione. Potresti farti raccontare alcuni aneddoti particolari se ce ne sono, quali fossero i giochi che facevi, quanti anni avevi e se effettivamente hanno notato una differenza con i tuoi fratelli (se ne hai), cugini e coetanei nellle varie modlità di comportamento (ovviamente facendoti specificare bene le differenze eventuali). Se ci sono video o foto, potresti andarli a rivedere.

    La parte relativa all'età di sviluppo è molto importante se si vuol capire meglio il proprio profilo.
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • SophiaSophia SymbolSenatore
    Pubblicazioni: 5,902
    Qui puoi trovare un cortimetraggio molto utile in proposito:
    https://www.asdinfowales.co.uk/la-festa-di-compleanno
    Newton
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • R3obR3ob Membro Pro
    modificato 28 April Pubblicazioni: 87
    Sophia ha detto:

    Una caratteristica di alcuni bimbi neurodiversi è quella di non condivisione del gioco e della mancanza di reciprocità, che si traduce in una modalità qualitativamente diversa di condurre il gioco.
    Il fatto di condurre il gioco dettando regole proprie può essere una caratteristica riscontrabile, come anche il fatto di tenere i giochi per sè oppure di ripetere lo stesso gioco nella stessa maniera.

    Dovresti sondare con la tua famiglia quale fosse il modo della tua interazione. Potresti farti raccontare alcuni aneddoti particolari se ce ne sono, quali fossero i giochi che facevi, quanti anni avevi e se effettivamente hanno notato una differenza con i tuoi fratelli (se ne hai), cugini e coetanei nellle varie modlità di comportamento (ovviamente facendoti specificare bene le differenze eventuali). Se ci sono video o foto, potresti andarli a rivedere.

    La parte relativa all'età di sviluppo è molto importante se si vuol capire meglio il proprio profilo.

    I miei genitori, da quando ho ripreso questo discorso, hanno dimenticato la mia infanzia. Sto ricostruendo tutto da sola, perché per fortuna ricordo tutto molto bene.
    Sophia
    Post edited by Sniper_Ops on
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online