Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Approccio biologico

2

Commenti

  • riotriot Moderatore
    Pubblicazioni: 6,018
    @DrMoody grazie per le precisazioni.

    possiamo quindi continuare a dedurre che l'apparato gastrointestinale oltre al sospetto per la sindrome PANS/PANDAS sia soggetto a forme psicosomatiche?

  • DrMoodyDrMoody Veterano Pro
    Pubblicazioni: 362
    @riot figurati, spero di essere utile a qualcuno :)
    Da quel che ho letto, sì. Posto che anche PANDAS se non ci sono stati sviluppi recenti è a sua volta un'ipotesi, potrebbe essere così. Del resto l'apparato digerente è molto soggetto alle variazioni di stress, ansia, ecc. Un autistico che ne prova molta, potrebbe produrre effetti di questo tipo. Secondo me è la spiegazione più semplice, peraltro (ma è una mia opinione personale).

    O anche, mi viene in mente ora: gli autistici, specie bambini, hanno una forte selettività alimentare; questo potrebbe spiegare condizioni anomale del microbiota che a loro volta potrebbero dare dei disturbi.

    PS: Prima ho dimenticato: la selettività alimentare è un ulteriore problema nelle diete, specie quelle molto restrittive come quella di cui si sta parlando o altre che fanno parte di analoghi "protocolli" biomedici.
    riotSniper_Ops
  • chiocciolinachiocciolina Veterano
    Pubblicazioni: 366
    Il neuropsichiatra che segue mio figlio gli ha prescritto delle analisi varie tra cui quelle per la disbiosi intestinale e il microbiota uscite negative per fortuna...ma empiricamente quando ho eliminato il latte e derivati per una settimana circa, causa gastroenterite, ho visto mio figlio molto più calmo e attento e migliorato tantissimo anche il contatto oculare e diminuite le stereotipie.
    Poi ripresa la classica alimentazione sono ricomparse le stereotipie e tutto il resto.
    Questa è la mia personalissima esperienza.
    dad_guerriero
  • cartalcartal Membro Pro
    Pubblicazioni: 106
    La mia bambina, mangia sempre le stesse cose e non c’è verso di fargli provare altre alimenti , abbiamo provato di tutto! Mangia fesa tacchino pane tanto patate banane e stop
  • claluiclalui Veterano Pro
    Pubblicazioni: 881
    Cartal ormai ovunque ci sono centri che tra le terapie fanno specifici percorsi alimentari per ampliare il repertorio di cibi mangiati. L’intervento diviene necessario lì dove non c'è un giusto apporto delle varie tipologie di alimenti necessari ad una crescita armonica.
    Parlane con chi vi segue. Spesso questi percorsi danno ottimi risultati e non sono molto invasivi per i bimbi anche se a volte risultano pesanti per le famiglie che devono seguire alla lettera ciò che gli viene chiesto di fare.
    Sophia
  • DrMoodyDrMoody Veterano Pro
    Pubblicazioni: 362
    chiocciolina ha detto:

    Il neuropsichiatra che segue mio figlio gli ha prescritto delle analisi varie tra cui quelle per la disbiosi intestinale e il microbiota uscite negative per fortuna...ma empiricamente quando ho eliminato il latte e derivati per una settimana circa, causa gastroenterite, ho visto mio figlio molto più calmo e attento e migliorato tantissimo anche il contatto oculare e diminuite le stereotipie.
    Poi ripresa la classica alimentazione sono ricomparse le stereotipie e tutto il resto.
    Questa è la mia personalissima esperienza.

    Purtroppo l'esperienza individuale è per definizione aneddotica: è soggetta a un'infinità di bias. Sentirai un sacco di gente che ti dice che l'omeopatia a loro fa bene, nonostante non ci sia alcun principio attivo nei rimedi omeopatici e nonostante le review che dimostrano come l'effetto di tali rimedi sia equivalente a quello del placebo. Per questo sono necessari i trial, con esami dettagliati e il più possibile standardizzati, compiuti da esperti, in doppio cieco.
    Detto ciò, non escludo che ci possa essere un legame tra dieta e alcuni aspetti comportamentali. Al più nel caso specifico mi pare strano che i test intestinali fossero negativi e ci sia stato un miglioramento così netto e immediato, però vai a sapere. Potrebbe essere semplicemente una conseguenza della gastroenterite, per dirne una.
    Stando a quel che ho studiato, tuttavia, è da escludere categoricamente che il razionale sia quello della "detossificazione", che davvero non vuol dire nulla.
    Sniper_Ops
  • chiocciolinachiocciolina Veterano
    Pubblicazioni: 366
    @DrMoody concordo con te ma allora come mai il neuropsichiatra ha prescritto a mio figlio tali analisi?Evidentemente qualcosa di scientifico alla base deve esserci.
    Così come ha prescritto folina e magnesio che non credo facciano miracoli ma forse sono di aiuto...
  • DrMoodyDrMoody Veterano Pro
    Pubblicazioni: 362
    @chiocciolina infatti nel primo post ho scritto che il legame tra intestino e autismo è indagato da molti ricercatori. Ci sono diverse discussioni anche su questo forum, ne hanno postata qualcuna.
    Ma il problema non è "detossificare" l'organismo da ipotetiche sostanze "nocive" che si accumulano: per quello ci sono già fegato e reni. Altrimenti saremmo tutti morti nel giro di qualche giorno. :)
    Inoltre se le analisi effettuate sono negative, evidentemente non c'è problema da quel punto di vista.
    Io comunque consiglio non di fare o non fare qualcosa, ma di affidarsi a professionisti rispettati e a terapie riconosciute dalla comunità scientifica. Per il resto mi sono limitato a riportare i dati disponibili (cioè che non esistono studi che confermano l'efficacia della GAPS e che la dottoressa proponente è per molti versi molto sospetta).
    Idem con patate per la chelazione, che è un processo pericoloso e riservato a condizioni particolari, di solito emergenze mediche peraltro, e può portare a gravi danni se utilizzato ad mentulam canis.

    Sniper_OpsriotSirAlphaexa
  • chiocciolinachiocciolina Veterano
    Pubblicazioni: 366
    Il problema è che affidarsi a medici esperti è un parolone nel senso che questo è un terreno scivoloso dove ciò che si sa è davvero poco...ognuno dice la sua e come giustamente dice @DrMoody si rischia di fare danni...Io vorrei tanto aiutare mio figlio in tutti i modi ma ho sempre una dannata paura di fare la scelta sbagliata
  • gufomatto79gufomatto79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 715
    @chiocciolina, io ho assistito ad una conferenza organizzata dall'Università di Pisa sui rapporti tra intestino e cervello. Se vuoi cerca su :dieta senza glutine e caseina. Noi abbiamo provato per una settimana dopo essere stati da un pediatra ma tutta la faccenda non ci è piaciuta. Pra di fare analisi ci hanno dato la dieta e prescritto circa 200 euro al mese di integratori. Poi abbiamo fatto una visita dal gastroenterologo che poi ha tenuto questa conferenza. A noi non ha prescritto dieta. Abbiamo fatto analisi delle feci prescritto. Poi non abbiamo continuato. Abbiamo solo sempre dato un probiotico e niente più. Credo che andare da un professionista serio sia la cosa migliore.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online