Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Gita: chi dorme con me?! Ennesimo problema a scuola

2456

Commenti

  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 10,228
    superconce ha detto:

    Fai solo la terza media e hai già capito tutte queste cose di te: la tua vita sarà uno spasso. Te lo garantisco. Gli adolescenti sfigati nelle camerate e tu la singola tipo suite royal? praticamente un genio. Lo sai cosa fanno i maschi nelle camerate? Scoreggiano. Si fanno altre cose cameratiste. Praticamente hai vinto la supercoppa dei divi a stare da solo
    Poi la verità è che sono terrorizzati dall avere un testimone gay mentre fanno davvero cose gay (il famoso omoerotismo da etero in gita , simile a quello degli spogliatoi)

    Ma questo accade solo ai livelli infimi.
  • gufomatto79gufomatto79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 695
    @JAA005 ovviamente la mia è un'opinione personale ma mi sembra di capire che i tuoi insegnanti non sono riusciti a far bene il loro lavoro e questa osservazione mi nasce spontanea ricordandomi che tu hai detto che la tua è una scuola un po' di figli di papà. In scuole così si riuniscono spesso famiglie dall'intelligenza emotiva pari a zero e insegnanti convinti che i loro studenti siano superdotati dal punto di vista scolastico. Peccato che nella vita non contano né l'ISEE della famiglia né tanto più il mero QI, se poi sei vuoto e al posto del cuore hai un sasso. Tempo fa ad un corso di aggiornamento discussi con una collega che sosteneva che nella sua scuola, noto scientifico di città, le famiglie in quanto benestanti non avessero figli problematici. Quindi in classe non c'erano mai problemi. Là quindi desumo che nessuno si drogasse, tormentasse i compagni/e più brutti, più strani, nessuno si tagliasse, avesse crisi di panico. Ste cose capitavano solo altrove e soprattutto in scuole più popolari. La faccio breve: mi viene in mente che alcuni tuoi prof. possano semplicemente essere di questo genere, ecco perché leggo le offese che ti regalano e anche se tu sei davvero avanti, non credo sia giusto questo battesimo continuo all'ignoranza altrui.
  • gufomatto79gufomatto79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 695
    ... gli insegnanti non siano... Non posso leggere gli erroroni!!! :))
  • Tima_AndroidTima_Android Pilastro
    Pubblicazioni: 3,157
    Le medie è stato il mio periodo scolastico peggiore. Bullismo quasi paragonabile a stalking.

    Scelsi una scuola superiore dove nessun mio compagno delle medie sarebbe andato. Per diversi anni lì andò meglio, per poi degenerare all'ultimo anno, dove sono quasi crollata, ma per motivi particolari.

    Alle elementari e alle medie gli insegnanti non fecero niente per aiutarmi. Dicevano che era colpa mia perché non socializzavo e per anni non dissero niente ai miei genitori che rimasero all'oscuro per molto tempo.
    marco3882LisaLaufeysonNemo
    Raise your words, not voice. It is rain that grows flowers, not thunder.
    The Breadwinner (2017)

    Il Nostro blog: My Mad Dreams
    Le mie storie: Shiki Ryougi
  • BlindBlind Colonna
    Pubblicazioni: 2,541
    Probabilmente sarò contro-corrente e/o insensibile ma sperare che in un futuro imprecisato una sorta di "giustizia divina" premi te e punisca coloro che ora sembrano più forti magari condannandoli all'insuccesso o a lavori poco gratificanti) mi sembra piuttosto ridicolo e paradossale.

    In occasione delle gite a scuola non ho mai saputo quali sarebbero stati i miei compagni di stanza. Gli altri formavano gruppetti già parecchi mesi prima della partenza mentre io dovevo attendere l'arrivo in albergo per sapere quanti di loro avrebbero trovato una stanza col numero adatto di posti letto e chi sarebbe "avanzato", così che potesse dormire con me in un'ottica di razionalizzazione e ottimizzazione dei posti letto - e quindi delle spese - da parte della scuola.
    La singola non è mai stata neanche presa in considerazione, perché riservata agli insegnanti accompagnatori. Ricordo, invece, che alle superiori finii in stanza con un ragazzo celiaco di un'altra classe che non avevo mai visto prima (dovendo portarsi dietro* chili di pasta, biscotti e altri alimenti ad hoc, i suoi professori temevano che i compagni potessero fargli scherzi ignoranti che avrebbero potuto avere conseguenze anche gravi)

    [(*) prima del 2000 trovare cibo/ristoranti per celiaci non era semplice come ora (non esisteva neanche l'obbligo di dichiarare gli ingredienti nel menù...) quindi chi era in questa condizione doveva provvedere da sé]


    Non ho mai augurato disgrazie o malanni ai compagni di classe che non mi avevano "scelto" perché non mi fregava nulla del loro giudizio e non ho mai pensato che avrebbero dovuto essere puniti solo perché non gli ero gradito.
    Chi sta bene da solo non dovrebbe prendersela con gli altri perché lo "isolano" (altrimenti, mi sembra evidente che necessita della loro compagnia ed approvazione!).


    Comunque, in tutte le gite scolastiche non mi sono mai trovato realmente male: cambiando ogni volta compagni di stanza ho avuto modo di conoscere persone diverse che spesso, nell' "intimità" della stanza hanno abbandonato i comportamenti del gruppo per trattarmi come loro pari.

    @JAA005 guarda queste occasioni come opportunità e non come tragedie.

    claluimarco3882EstherDonnellyGecoSniper_OpsNemoFenice2016amigdala
  • Tima_AndroidTima_Android Pilastro
    modificato May 2019 Pubblicazioni: 3,157
    "Chi sta bene da solo non dovrebbe prendersela con gli altri perché lo "isolano" (altrimenti, mi sembra evidente che necessita della loro compagnia ed approvazione!)."

    Magari però davvero una persona desidera far parte di un gruppo ed essere accettato, specialmente da adolescente.
    E poi tutto va bene finché si isola e basta (che poi non è vero perché l'isolamento forzato fa male, molto male e parlo per esperienza) ma quando entrano in gioco gli atti di bullismo, come prese in giro pesanti e botte, le cose cambiano nettamente.

    Finché si vuole stare da soli e non ci importa degli altri va tutto bene ma se l'isolamento é causato dai maltrattamenti allora diventa un vero e proprio abuso.

    Concordo però che sia abbastanza infimo e immaturo sperare nel futuro in cui loro faranno lavori umili e poco realizzati.
    Io non so che lavoro fanno i miei carnefici del passato e non mj importa e saperlo non mi darebbe niente.
    Blind
    Post edited by Tima_Android on
    Raise your words, not voice. It is rain that grows flowers, not thunder.
    The Breadwinner (2017)

    Il Nostro blog: My Mad Dreams
    Le mie storie: Shiki Ryougi
  • mamma_francescamamma_francesca Colonna
    Pubblicazioni: 1,582
    Tu con chi vorresti stare in camera da letto?
    Prima rispondi a questa domanda, se non sai rispondere questo è il punto da cui partirei io per una svolta nella vita!

    [ovviamente va bene anche "da solo" se è la risposta vera]
  • mamma_francescamamma_francesca Colonna
    Pubblicazioni: 1,582
    Alle persone piace essere "considerate" e "giudicate" importanti, se per te un compagno vale l'altro allora è da li che devi partire nel cercare di conoscere e instaurare una relazione con gli altri; perchè le persone sono tutte diverse tra loro e stanno ad una distanza diversa dal nostro cuore.
  • mamma_francescamamma_francesca Colonna
    Pubblicazioni: 1,582
    Comunque questi ragazzini di oggi mi fanno paura, un tempo logicamente c'erano i compagni meno "gettonati" ma nessuno si sarebbe permesso di fronte ad un prof. di dire cose come "con lui non dormo perchè è un autistico di m." o anche solo "con lui non dormo" perchè la conseguenza sarebbe stata "bene allora vuol dire che non ci sarà nessuna gita perchè non ve la meritate" e tanti saluti, un problema in meno per gli insegnanti. Magari lo dicevano tra di loro, con battutine ma poi una soluzione veniva trovata e stop, nessuno ha mai dormito in una singola. E con il senno del poi anche da noi c'era un aspie - futuro ing - io tutto sto vantaggio nella conoscenza dello spettro proprio non lo vedo!
    Se fossi un prof e sentissi un alunno dire "autistico di m." lo sospenderei per due settimane tanto per dare il buon esempio subito.
    GecoNemoBlind
  • JAA005JAA005 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 825
    mamma_francesca ha detto:

    Tu con chi vorresti stare in camera da letto?
    Prima rispondi a questa domanda, se non sai rispondere questo è il punto da cui partirei io per una svolta nella vita!

    [ovviamente va bene anche "da solo" se è la risposta vera]

    Con le ragazze.Ma non è possibile.Con due ragazze ho legato.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online