Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Consigli su problemi vari

E' da tempo che volevo scrivere,ma causa ansia rimando sempre.Oggi pure se sto agitata mi sono decisa.
Non so da dove iniziare e come spiegare le varie situazioni.Ho quasi 33 anni e non riesco a comportarmi come le altre persone ,irritando parecchio i miei genitori(ed hanno ragione).Non ho un lavoro,non ho amici e non ho un fidanzato.Sono la vergogna della mia famiglia,i miei mi odiano(mi è stato detto testuali parole"era meglio se non fossi nata");i parenti mi deridono e si vergognano a farsi vedere insieme a me;il paese mi ride dietro.Tutti condividono il pensiero che se da piccola avessi preso più botte ,non sarei così "stupida e capricciosa".Faccio una lista di punti,sia mentali..che fisici.Spero non mi giudicherete male,di giudizi ne ricevo abbastanza.Vorrei solo sapere se altri hanno di questi problemi e come ci convivono senza andare da dottori vari.Nel mio paese se parli di psicologo ti ridono in faccia.
Punto 1:il più grave.Non riesco ad attraversare la strada.E' difficile trovare un lavoro quando a piedi aspetti anche un'ora finché un anima pia attraversa la strada per aggregarmi.Le macchine vanno veloci ed io proprio non riesco a capire quando attraversare.Più di una volta ho rischiato un incidente quando mi sono azzardata ad attraversare da sola.Pensate che ho scelto la mia scuola superiore perché era dal lato giusto della strada.E alle medie e alle elementari doveva accompagnarmi mia madre.
Punto 2:La folla.In mezzo alle persone il mio cervello va in tilt e non capisco niente.Finisco per perdermi.Sui mezzi pubblici devo essere messa e poi presa come una bambola,il mio cervello non ragiona.Ho forti mal di testa e mi vergogno a dirlo mi è capitato di svenire.Ho un'ansia tremenda,le persone mi fanno paura e da sola non vado da nessuna parte.Alle superiori ho capito che quelli come me vengono facilmente persi di mira(mi tiravano dalle uova ai pomodori alle pietre)e nessuno viene ad aiutarti.Mi è sempre stato detto che era colpa mia,e che  se fossi stato meno grassa e meno stupida non avrei avuto problemi con le persone.
Punto 3:I rumori.Non sopporto i rumori.Alcuni mi innervosiscono come la tv alta o il russare.Altri come il vociare delle persone o la musica a palla mi fanno venire l'emicrania.Altri come i petardi o i tuoni mi fanno proprio male e sono costretta a tapparmi le orecchie facendo incavolare la famiglia.
Punto 4:non mi piace essere toccata.Già da piccola pure per una visita dal dottore se doveva toccarmi avevo scariche di diarrea.
Punto 5:questioni sentimentali.Ha quasi 33 anni mai avuto un fidanzato,mai dato un bacio e mia fatto altro.Ora per quanto so che è sbagliato,e per quanto mi è stato detto di mentire ed inventarmi dei fidanzati (perché nessuno darebbe lavoro o sarebbe amico ad una così),io non ci trovo niente di male.Perché devo  per forza dare un bacio o fare sesso?Sull'amicizia hanno comunque ragione,come le persone sanno questo mi prendono in giro e volano via(e a me non importa più di tanto.Se fossero veri amici non scapperebbero.I miei non lo capiscono).Io non ci posso fare niente.Non credo nell'amore,non credo nel matrimonio,non credo nelle persone.Quello che vedo sono persone che stanno insieme non per amore ma per evitare che la gente parli.Io non riesco a stare con persone che non stimo,che spesso odio e che mi fanno moralmente schifo.Non ce la faccio ad essere come mi vogliono,dicono che dovrei lanciare gli sguardi,parlare con malizia,accettare che qualcuno mi metta la mano sul sedere.Non ci riesco e non ci voglio provare,perché mi disprezzerei.Vedete i miei parenti e il mio paese dividono il mondo in donne belle che facendo le maliziose possono ottenere quello che vogliono; e donne brutte che devono sposare il primo che capita a tiro,stando mute,prendendo botte,facendo le serve e portando le corna.Tutti da secoli si comportano allo stesso modo,(pure i miei genitori non è che stanno insieme per amore)io non ci riesco ad omologarmi.Io sto bene da sola.
Punto 6:Il sole.Non sono un vampiro,ma diamine uscire in primavera e in estate è una tortura.Prurito come se mi strofinassi l'ortica in faccia e su tutto il corpo,macchie rosse,mal di testa e febbre.Immaginate che fortuna avere una famiglia che può zappare per ore sotto il sole, mentre io svengo.Tutti ripetono che con tutte queste debolezze in una famiglia che non ha di questi problemi non ci dovevo nascere.
Punto 7:Le zanzare.Ora casa mia non ha le zanzariere,ma raramente le si mettono,tanto le zanzare non fanno niente.A loro.Per una zanzara enorme mi sono fatta un mese di cortisone.Ma è normale?Perché pure le zanzare in una stanza piena di persone prendono di mira solo me?Perché io mi gonfio per una settimana e loro no!E' ingiusto,specialmente quando preghi di non spalancare le finestre di notte con le luci in casa accese.
Punto 8:Qualsiasi insetto,rettile,animale.Ho paura di tutto.Vedo un'ape?Corro.Una salamandra?Corro.Uno scarafaggio.Urlo e corro.Un ragno?Corro.Tutti dicono non avere paura.Con un colpo acchiappano tutto.Io non li vedo.Sento solo quando mi vengono addosso e mi fanno magari male, le cose che vanno veloci non le percepisco bene.
Punto9:Le scale mobili.Non so prendere neanche quelle.Ma pure con le scale normali,che faccio tutti i giorni abitando in un palazzo ho difficoltà a salire,mi capita di vedere i gradini strani.
Punto 10:Amicizia.Vista solo nei libri e nei film.Ora a scuola e in famiglia c'erano quelle persone che per far felici i miei mi sforzavo di essere amica.Ma alla fine ho detto basta.Parlavano male di me.Non mi volevano in giro con loro perché troppo seria(non sono una che fa cazzate,il mio cervello quando deve fare un'azione pensa sempre ai pro e ai contro),non bevevo e non fumavo(non fumo e non bevo neanche ora),ed ero grassa.Però per tenermi queste amicizie ero costretta a fare loro i compiti,ad ospitarle a casa mia quando loro s'incontravano con le altre amiche e a cucinarle il pranzo....ecc..Ma che amicizia è?Mi sento di specificare che nonostante io non bevo e non fumo,e non mi piace corteggiare,non ho mai detto loro che dovevano comportarsi come me.Ho sempre detto loro che ognuno è libero di fare quello che vuole.Io sono per la libertà di scelta,perché io non devo essere libera di scegliere?
Punto 11:Dormire.Ho problemi ad addormentarmi specialmente quando ho un orario in cui devo svegliarmi.Da piccola ho fatto dannare i miei e le prendevo tantissimo perché impedivo loro una vita sessuale.Alla fine per non prenderle fingevo di dormire.Ora da adulta litigo in continuazione.
Punto 12:Abitudini e fissazioni buone e cattive.MI piacciono le abitudini,detesto ospiti inattesi.Mi fisso ad esempio con un libro e finché non mi passa voglio sapere tutto.Questa è una fissazione buona.Mi fisso con una particolare cosa o con un'abitudine sul portare bene o male.Questa è una cattivissima fissazione.
Ce ne sarebbero altri di punti sulla mia vita disastrata ma ho già scritto tanto e non voglio infastidirvi troppo.Grazie a tutti,sia che rispondete e sia che solo leggete.Postare mi mette tanta ansia però sfogarmi un po' mi fa sentire meglio.
itNewtonValentavanessa1ShinjiRobKrondinella61mammarosannaCorocottas
“If a book is well written, I always find it too short.”Jane Austen

Risposte

  • RobKRobK Veterano Pro
    Pubblicazioni: 931
    Ciao, mi dispiace molto per la tua situazione!
    Purtroppo non ho molti consigli pratici, se non quello di parlare con i tuoi genitori e cercare il loro supporto. Prova a prenderli di petto e spiegare tutto, non so come sono fatti ma è raro che i genitori provino odio per i propri figli, queste frasi molte brutte che ti rivolgono possono essere dette "di pancia".
    Capisco molto bene la questione psicologo, io ho vissuto fino ai 18 anni in un paese ed era tabú, ma potresti dire ai tuoi che ne senti il bisogno e che vorresti risolvere i tuoi problemi con il loro aiuto, e se te la senti anche con una figura professionale. Del resto non lo dovrebbero sapere tutti, no?
    Vedendoti determinata ad affrontare il tutto, potrebbero cambiare idea ed atteggiamento.
    Rowan
  • mamma_francescamamma_francesca Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,332
    Forse li potresti convincere che con l'aiuto di uno psicologo potresti migliorare i tuoi punti deboli e ovviamente tenere privata la cosa in maniera da evitare ulteriore stigma.
    Rowan
  • RowanRowan Membro Pro
    Pubblicazioni: 163
    Vi ringrazio delle risposte.
    Con i miei ho provato a parlare anni fa,ma è inutile,parlare con un muro mi avrebbe dato più soddisfazione.I miei non sono cattiva gente ma hanno una mentalità molto ristretta,le loro risposte andarono da"un vedi dove devi andare" a "prendi una zappa e vai a zappare" a" troppi vizi e questo è il risultato".
    C'è stato un periodo bruttissimo durante l'adolescenza in cui ero arrivata a farmi male fisicamente,e quando loro se ne accorsero pensando che fossi troppo viziata me le diedero di santa ragione.I miei non sono proprio fatti per ascoltare e comprendere.
    Per questo se devo uscirne dai questi problemi,devo farlo da sola.
    itmammarosannaCorocottas
    “If a book is well written, I always find it too short.”Jane Austen
  • mareaditerramareaditerra Membro
    Pubblicazioni: 33
    Ci sono psicologi, ho saputo che, con una nuova legge, fanno sedute online. Quindi penso che i tuoi genitori ti lasceranno qualche momento da sola e potresti chiedere aiuto ad una professionista su come poter affrontare la situazione.
    Inoltre esiste il telefono rosa per tutte quelle donne in difficoltà che non sanno come uscire da una situazione distruttiva. I tuoi genitori fanno violenza psicologica su di te e invece di cercare di aiutarti ti nrgano tutto.
    Quindi chiama e chiedi come puoi andar via da li ed essere messa in una casa famiglia, lontano da loro, dove potrai avere le cure necessarie e magari poter trovare un lavoro adatto a te. Sai scrivere molto bene e hai scritto tanto e questa qualità non tutti ce l'hanno.
    Rowan
  • RowanRowan Membro Pro
    Pubblicazioni: 163
    Quella del psicologo online sarebbe una buona idea!Ma immagino siano a pagamento e...non accettino monete di cioccolato,che per quanto deprimente,è l'unico denaro che al momento possiedo.Se si prova a googlare "psicologo online gratis" di risultati ne escono,il problema è capire dove non sta la presa in giro.
    Il telefono rosa invece sarebbe un po' troppo drastico,la mia famiglia è arretrata,ignorante,credulona e via dicendo,ma almeno a casa mia so da chi sono circondata.Andare in un altro posto,in mezzo a gente estranea, mi farebbe sentire a disagio.E poi anche se i miei genitori sono quel che sono(sono figli del loro tempo) non farei mai qualcosa che possa danneggiarli.
    Comunque grazie :)
    “If a book is well written, I always find it too short.”Jane Austen
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586