Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Forrest

ForrestForrest Neofita
modificato 24 May in Discussioni tra genitori
Buongiorno.
Sono il papà di un bimbo di 3 anni non ancora diagnosticato, ma che secondo noi lo sarà a breve, purtroppo.
Premesso che è nato molto prematuro, per ora è stato valutato da NPI solo come incapace a regolare le emozioni (tipico appunto dei prematuri), consigliato psicomotricità (dove va e collabora con operatore molto volentieri) che ad ora conferma questa problematica, ma non una patologia.
Però...
Il piccolo ha un sacco di reazioni/azioni strane che vedo riportate in molti dei vostri piccoli bimbi: il nostro problema non è tanto il cambio di routine ma, ci sembra, le sue decisioni/gusti/volontà improvvise; esempio: portarlo in bagno a cambiarlo anzichè stare a giocare, irrequietezza difficoltà ad instaurare rapporti con coetanei (sembra che li eviti nonostante a casa li nomini spesso), rabbia se il fratello si siede prima sul vasino, bizza se non prende lui i biscotti, bizza se accontenti con una qualunque voglia improvvisa (biscotto, gioco, oggetto), addirittura è successo che si è lamentato perchè non abbiamo girato con la macchina in una strada dove voleva andare lui o perchè il biscotto si è spezzato nel latte o perchè gli ha aperto la portiera la mamma anzichè io, etc.
All'asilo ci dicono che tende ad isolarsi quando non interessato, ma che rientra nel gruppo quando sollecitato senza problemi.
Ha problemi di motricità dovuti, dice l'ortopedico "di fama", dalla postura in pancia (aveva il gemello tra le gambe!) che gli ha provocato estrema rotazione delle anche/piedini, quindi è piuttosto impacciato e lento nel correre (si arrabbia quando arriva prima il fratello).
Ora: ho letto e ci hanno consigliato di costruirgli una routine visiva fatta di immagini, ma il problema non sono tanto le successioni quotidiane, ma le piccole cose/avversioni improvvise! Nel senso: come facciamo a prevedere se vuole o non vuole spingere il carrello della spesa quando siamo in ritardo, o se vuole che la porta la apra lui o un altro, o se preferisce un biscotto anzichè un altro ? Non possiamo mica disegnare ogni secondo dell sua vita, fatta comunque naturalmente di gusti/imprevedibilità! 
Vi prego aiutatemi, io non ce la faccio più: non riesco più a dormire dall'ansia di una diagnosi che arriverà e soprattutto mi inizia la tachicardia da quando si alza la mattina (È sereno? Accetterà tutto ?) a quando si addormenta la sera (piccoli incubi/lamenti notturni compresi!)
Ditemi come vivere, come rasserenarlo, placarlo, le frasi consigliate quando va in crisi.
Grazie fin da ora.
Post edited by Sniper_Ops on
«1

Risposte

  • mamma_francescamamma_francesca Colonna
    Pubblicazioni: 1,373
    Secondo me dovete aver pazienza, perchè con la crescita imparerà a gestire le emozioni e quindi avrà meno crisi. Anche mio figlio da piccolo si arrabbiava molto se si rompeva il biscotto, poi pian piano ha iniziato ad accettarlo. Per me dovete avere pazienza e mantenervi calmi di fronte alle sue frustrazioni, senza cedere alle sue pretese, ma cercando di distrarlo. Piano piano si abituerà che non può prevedere tutto e che alcune cose che vuole saranno differite nel tempo. Per me sarebbe uno sbaglio "prepararlo" sempre prima con immagini, perchè comunque la vita è fatta di imprevisti ed è meglio che piano piano si alleni per accettarli. La cosa migliore è invece individuare delle attività che lo calmano tipo fare una passeggiata o ascoltare la musica in modo che ci siano dei momenti della giornata dove il suo livello di stress si abbassa per fare in modo che quando arriva la frustrazione non parta già da un livello alto di stress.
  • ForrestForrest Neofita
    modificato 24 May Pubblicazioni: 8
    Ti ringrazio. Ma praticamente, ad esempio: si alza e tergiversa per venire in bagno a togliersi pannolino, lavarsi, etc, e intanto i minuti passano. Come facciamo? Cosa dire/fare?
    Post edited by Sniper_Ops on
  • gufomatto79gufomatto79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 470
    Sicuramente con il giusto intervento migliorerà. Probabilmente lavorare sulla gestione delle emozioni, il loro riconoscimento e la reciprocità lo aiuterà molto. Mia figlia a 3 anni era molto sregolata, se non aveva tutto e subito piangeva e si buttava a terra. In 2 anni è molto migliorata. Prova a contare con lui fino a dieci dicendogli che dovete aspettare, se ti chiede qualcosa, nascondigli e cercalo insieme a lui in modo tale da far passare un po' di tempo nell'attesa, se invece non è il momento di fare un gioco del genere e si mette a piangere o a gridare, digli che deve aspettare ma tu capisci che lui è arrabbiato e mentre piange non ti allontanare da lui, entra e condividi la sua emozione e prova a offrirgli un'alternativa possibile nell'attesa di ciò che vuole. Se si arrabbia perché il fratello si siede prima di lui, cerca di proporgli un'attività in cui lui è molto bravo in modo da gratificarlo. Magari puoi provare a farli andare in bagno in un momento in cui non te lo chiedono così puoi farli sedere alternando il posto. Oppure usa 2 vasini diversi. Provo solo a consigliarti. Magari hai già fatto tutto...
  • ForrestForrest Neofita
    modificato 24 May Pubblicazioni: 8
    Grazie. Sotto sotto spero sempre che la tegola della diagnosi non arrivi, anche se troppe cose non mi tornano; è una continua altalena, parla, canta, propone le sua facce in base a emozioni, sta con altri (se coinvolto), dallo psicomotricista si diverte, all'asilo ci dicono sia sereno e tranquillo; poi ha queste ricadute improvvise! E ci coglie impreparati. Non sappiamo veramente trovare le parole da rivolgergli, quasi scioccati dal suo modo di fare! Quindi secondo voi il trucco sta nel "deviare" l'attenzione sulla cosa che vuole in quel momento ?

    Post edited by Sniper_Ops on
  • chiocciolinachiocciolina Membro Pro
    modificato 24 May Pubblicazioni: 214
    Forrest ha detto:

    Ti ringrazio. Ma praticamente, ad esempio: si alza e tergiversa per venire in bagno a togliersi pannolino, lavarsi, etc, e intanto i minuti passano. Come facciamo? Cosa dire/fare?

    Potresti provare a promettergli una cosa che a lui piace tanto se collabora a lavarsi è vestirsi ad esempio.
    Quando mio figlio non vuole fare una cosa gli prometto una canzoncina dal tablet e lui subito collabora
    :D
    Post edited by Sniper_Ops on
  • gufomatto79gufomatto79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 470
    Non direi di deviare piuttosto allenarlo ad attendere e concedere solo un' alternativa però facendogli notare che ciò che vuole non può averlo
  • ForrestForrest Neofita
    modificato 24 May Pubblicazioni: 8
    Ok, allora: un'ora fa faccio presente che inizierò a lavarli per la nanna, dicendo che partirò da M. Apriti cielo! "Noooooo, io, io, io, io", con seguito di lamenti logorroici!! Io come diamine faccio a sapere ogni volta se una cosa l'aggrada o no?? Ho tentato di spiegargli, di attendere, sembrava gli avessero detto che erano i suoi ultimi minuti di vita! Per poi venire in bagno e non volersi cambiare! Cosa dovrei fare?? Cosa dovrei dire?? Al parco perché corre più lento del fratello inizia la crisi, lo sentono a kilometri di distanza, e chiede il ciuccio e pupazzetto! Non è vita, non ce la faccio più! Aiutatemi per favore...
    Post edited by Sniper_Ops on
  • chiocciolinachiocciolina Membro Pro
    Pubblicazioni: 214
    Forrest ha detto:

    Ok, allora: 1 ora fa faccio presente che iniziero' a lavarli x la nanna, dicendo che partirò da M ! ...apriti cielo !!! Noooooo, io, io, io, io con seguito di lamenti logorroico !!!! Io come c... faccio a sapere ogni volta se una cosa l'aggrada o no ???? Ho tentato di spiegargli...di attendere...sembrava gli avessero detto CGE erano i suoi ultimi minuti di vita ! Per poi venire in bagno...e non volersi cambiare!!! Cosa dovrei fare???? Cosa dovrei dire???? Al parco perché corre più lento del fratello inizia la crisi, lo sentono a km di distanza, e chiede il ciuccio e pupazzetto! Non è vita, non ce la faccio più! Aiutatemi per favore...

    Perdonami ma non è che è solo un pochino viziato?da ciò che racconti mi sembra più una gara con il fratello magari è solo geloso.
    Forse inconsciamente è stato più coccolato perché nato prematuro possibile?
  • ForrestForrest Neofita
    Pubblicazioni: 8
    Sono gemelli, lui fino a 2 anni è stato un angelo, poi sono iniziate le problematiche...guarda caso la npi ha consigliato psicomotricità solo a lui
  • ester1977ester1977 Membro
    Pubblicazioni: 99
    @Forrest innanzitutto benvenuto tra noi! Volevo dirti di non vivere nell'ansia aspettando un'eventuale diagnosi di autismo che magari non ha! Così ti rovini l'esistenza e vivi il rapporto con lui in maniera stressante.. Sicuramente come dice @chiocciolina magari è un po geloso del fratello e vuole comunque primeggiare ed essere il centro dell'attenzione! Oggi ,per esempio ,quando mia figlia grande (11 anni)mi ha abbracciato e baciato ,ha scatenato la gelosia della piccola, è andata dalla sorella e l'ha colpita! Ovvio l'ho guardata negli occhi e senza sgridarla ,le ho spiegato che assolutamente non si fa una cosa del genere.. Allora ha capito, e in segno di scuse.. Le ha dato tanti baci.. Pura gelosia la sua
    chiocciolina
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online