Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Perché noi Italiani siamo scemi?

2456

Commenti

  • Tom9997Tom9997 Neofita
    Pubblicazioni: 22
    Lo1979 ha detto:

    Allora innanzi tutto "scemi" piano con le parole.
    Ma chi lo dice che sono loro scemi e non noi? tu? noi? tante persone? io ho imparato a non dare mai dello "scemo" a chi la pensa diversamente da me sarebbe qualcosa di molto vicino all'intolleranza politica e ben lontano dal concetto di democrazia pensare che delle perosne siano "sceme" perche la pensano in una maniera diversa da me.
    A mio avviso bisogna prendere atto che le altre persone vedono le cose in maniera diversa da noi, che le fa arrivare a conclusioni e prendere decisioni che io magari non capisco, o non condivido e magari penso che siano "sceme" ma non le persone! magari lo sono le loro idee, le decisioni o le azioni ai nostri occhi perche dal nostro punto di vista sono tali e chi lo dice tra noi due chi ha ragione? quindi per me soprattutto, piano con le parole!
    non c'è nessuno "scemo" ci sono solo persone che sulla base delle loro esperienze e delle loro nozioni e della loro capacità di ragionamento si fanno una opinione che vale tanto e come quella degli altri. caso mai occorre domandfarsi e ragionare bene sul fatto che FORSE non sono bene informati oppure non lo siamo noi e hanno ragione loro... chissà.
    Intanto il titolo di studio medio dell'elettorato di certi partiti conferma la definizione "scemo" che è appropriata a questo periodo politico, seconda cosa "Noi" vediamo le cose in una prospettiva diversa ma non le vediamo deformate, non vediamo un asino dove i neurotipici vedono un gatto. Le persone che agiscono senza informarsi seguendo l'impulso in una faccenda così importante come il voto, come puoi chiamarli se non scemi? Non si tratta di punti di vista, di destra e sinistra normali, ma di partiti con un programma politico ridicolo e fuori da ogni cognizione a prescindere dal posizionamento.

    riot
  • fattore_afattore_a Colonna
    Pubblicazioni: 2,205
    Associare l'ignoranza al voto sbagliato è un errore, perché:
    - lascia intendere che ci sia un voto giusto, ma il voto è una scelta e non una risposta a un quiz;
    - lascia intendere che la politica sia un libro da leggere o una nozione da applicare a prescindere delle persone (tipica concezione radical chic degli intellettuali di sinistra).

    Bisogna interpretare il voto anche in relazione al passato: è giusto confermare la fiducia a chi è stato in maggioranza? Il voto a scadenza prefissata serve a questo.
    Lo1979GecoSniper_Opsamigdala
  • Tom9997Tom9997 Neofita
    Pubblicazioni: 22
    fattore_a ha detto:

    Associare l'ignoranza al voto sbagliato è un errore, perché:
    - lascia intendere che ci sia un voto giusto, ma il voto è una scelta e non una risposta a un quiz;
    - lascia intendere che la politica sia un libro da leggere o una nozione da applicare a prescindere delle persone (tipica concezione radical chic degli intellettuali di sinistra).

    Bisogna interpretare il voto anche in relazione al passato: è giusto confermare la fiducia a chi è stato in maggioranza? Il voto a scadenza prefissata serve a questo.

    Sempre la stessa questione, non esiste un voto giusto ma esiste un voto sbagliato, associato all'ignoranza. Se si candidasse Adolf Hitler, il voto nei suoi confronti sarebbe "né giusto né sbagliato"?

  • fattore_afattore_a Colonna
    Pubblicazioni: 2,205
    Tom9997 ha detto:

    fattore_a ha detto:

    Associare l'ignoranza al voto sbagliato è un errore, perché:
    - lascia intendere che ci sia un voto giusto, ma il voto è una scelta e non una risposta a un quiz;
    - lascia intendere che la politica sia un libro da leggere o una nozione da applicare a prescindere delle persone (tipica concezione radical chic degli intellettuali di sinistra).

    Bisogna interpretare il voto anche in relazione al passato: è giusto confermare la fiducia a chi è stato in maggioranza? Il voto a scadenza prefissata serve a questo.

    Sempre la stessa questione, non esiste un voto giusto ma esiste un voto sbagliato, associato all'ignoranza. Se si candidasse Adolf Hitler, il voto nei suoi confronti sarebbe "né giusto né sbagliato"?

    Non esiste un voto giusto e non esiste un voto sbagliato.
    Oggi tu non voteresti Hitler, ma nella Germania degli anni Trenta lo avresti votato? Bisogna contestualizzare e non è corretto giudicare la storia.
    Lo1979amigdala
  • Tom9997Tom9997 Neofita
    Pubblicazioni: 22



    Non esiste un voto giusto e non esiste un voto sbagliato.
    Oggi tu non voteresti Hitler, ma nella Germania degli anni Trenta lo avresti votato? Bisogna contestualizzare e non è corretto giudicare la storia.


    Era un esempio empirico, per far capire che non esiste un voto giusto ma esiste un voto sbagliato, non per forza se una cosa è sbagliata allora l'altra è giusta. Esiste il giusto soggettivo, ma lo sbagliato è oggettivo in questo caso, non so se riesco a far capire il concetto.
    Tipo Forza nuova o casa pound se non ti va bene una differente collocazione storica da quella attuale.
  • cameliacamelia Pilastro
    Pubblicazioni: 3,502
    La domanda che da il titolo a questa disussione, fa capire che se pur non si vota Salvini si può adottare il suo stile comunicativo, e il suo stile comunicativo non prevede la complessità, ma prevede solo una contrapposizione tra un "noi" e un "loro", in cui noi siamo il bene e gli altri il male, noi abbiamo capito tutto e gli altri nulla.
    Lo1979KaliaGecoriotEstherDonnellyamigdala
  • Lo1979Lo1979 Veterano
    Pubblicazioni: 215
    Tom9997 ha detto:


    Intanto il titolo di studio medio dell'elettorato di certi partiti conferma la definizione "scemo" che è appropriata a questo periodo politico, seconda cosa "Noi" vediamo le cose in una prospettiva diversa ma non le vediamo deformate, non vediamo un asino dove i neurotipici vedono un gatto. Le persone che agiscono senza informarsi seguendo l'impulso in una faccenda così importante come il voto, come puoi chiamarli se non scemi? Non si tratta di punti di vista, di destra e sinistra normali, ma di partiti con un programma politico ridicolo e fuori da ogni cognizione a prescindere dal posizionamento.



    intanto il titolo di studio non conta poi cosi molto con l'intelligenza, per fare un esempio mio nonno aveva la 5a elemnetare ma leggeva libri di filosofia storia e politica che che tu forse non conosci nemmeno, (non lo so e per dire) mentre io ho conosciuto gente laureata che so in filosofia o che ne so cosa, che appena portatifuori dal loro binario non sapevano più che pesci prendere.

    Detto questo, ignoranza ce n'è molta ma soprattutto c'e molta superficialità che e ancora peggio.
    ma io dico che se in giro c'è molta ignoraza e superficialità c'e da chiedersi il perchè, e soprattutto o ci attiviamo per combatterle oppure prendiamo atto che la democrazia non funziona, oppure ancora non ci lamentiamo.

    io penso che molta gente vota per ignoranza a prescindere sia a destra che a sinistra che al centro, votano sulla base di un loro interesse personale e non riescono a vere le cose da una prospettiva più lontana e i partiti in maniera trasversale cavalcano questa cosa. di volta in volta le persone chiamiamole semplici percepiscono dei problemi e le forze politiche che li riescono a intercettare e vi provano a rispondere ottengono risultati a difgferenza di quelli invece che si ostinano a ripetere che quelle cose NON sono un problema. e tutto cio a prescindere di chi ha ragione o chi ha torto.

    questa cosa si chiama "governare a furor di popolo" ed è una diretta conseguenza della democrazia diretta. e questa si, che e pericolosa come cosa, io non me la prendo con chi fa scelte di sinistra o di destra purche sia convinto da un ragionamento sensato, io me la prendo con chi le fa per mera convenienza.
  • Tom9997Tom9997 Neofita
    modificato May 2019 Pubblicazioni: 22
    Lo1979 ha detto:


    intanto il titolo di studio non conta poi cosi molto con l'intelligenza, per fare un esempio mio nonno aveva la 5a elemnetare ma leggeva libri di filosofia storia e politica che che tu forse non conosci nemmeno, (non lo so e per dire) mentre io ho conosciuto gente laureata che so in filosofia o che ne so cosa, che appena portatifuori dal loro binario non sapevano più che pesci prendere.


    Detto questo, ignoranza ce n'è molta ma soprattutto c'e molta superficialità che e ancora peggio.
    ma io dico che se in giro c'è molta ignoraza e superficialità c'e da chiedersi il perchè, e soprattutto o ci attiviamo per combatterle oppure prendiamo atto che la democrazia non funziona, oppure ancora non ci lamentiamo.

    io penso che molta gente vota per ignoranza a prescindere sia a destra che a sinistra che al centro, votano sulla base di un loro interesse personale e non riescono a vere le cose da una prospettiva più lontana e i partiti in maniera trasversale cavalcano questa cosa. di volta in volta le persone chiamiamole semplici percepiscono dei problemi e le forze politiche che li riescono a intercettare e vi provano a rispondere ottengono risultati a difgferenza di quelli invece che si ostinano a ripetere che quelle cose NON sono un problema. e tutto cio a prescindere di chi ha ragione o chi ha torto.

    questa cosa si chiama "governare a furor di popolo" ed è una diretta conseguenza della democrazia diretta. e questa si, che e pericolosa come cosa, io non me la prendo con chi fa scelte di sinistra o di destra purche sia convinto da un ragionamento sensato, io me la prendo con chi le fa per mera convenienza.
    Non si può negare che non siano direttamente collegati, oggi giorno. In passato, come nel caso di tuo nonno, era un'epoca diversa ed è perfettamente comprensibile che una persona fosse molto intelligente avendo anche la prima o la quinta elementare. Se guardiamo nel contesto contemporaneo il titolo di studio è molto più collegato all'intelligenza rispetto al passato, anche se non è un fattore sufficientemente valido per determinare l'intelligenza di una persona. /Editato perché letto di fretta sul bus, sorry /

    Post edited by Tom9997 on
  • Lo1979Lo1979 Veterano
    Pubblicazioni: 215
    Tom9997 ha detto:



    Non si può negare che non siano direttamente collegati, oggi giorno. In passato, come nel caso di tuo nonno, era un'epoca diversa ed è perfettamente comprensibile che una persona fosse molto intelligente avendo anche la prima o la quinta elementare. Se guardiamo nel contesto contemporaneo il titolo di studio è molto più collegato all'intelligenza rispetto al passato, anche se non è un fattore sufficientemente valido per determinare l'intelligenza di una persona. /Editato perché letto di fretta sul bus, sorry /

    sicuramente oggi piu di allora, però no, io non credo che sia una semplificazione accettabile, a meno che non vogliamo mettere in discussione il concetto stesso di democrazia e del fatto che ogni voto vale 1 (e per me andrebbe pure bene).
  • Tom9997Tom9997 Neofita
    modificato May 2019 Pubblicazioni: 22
    Lo1979 ha detto:


    sicuramente oggi piu di allora, però no, io non credo che sia una semplificazione accettabile, a meno che non vogliamo mettere in discussione il concetto stesso di democrazia e del fatto che ogni voto vale 1 (e per me andrebbe pure bene).

    È uno dei tanti elementi coinvolti, sicuramente uno dei più importanti. Adesso non ricordo su che sito straniero (molto affidabile) fu pubblicata, ma una mappa del QI medio dei vari stati europei mostrava che, appunto, i paesi in cui si verificano queste difficoltà sia più basso rispetto agli altri. In particolare voi italiani avete un QI medio di 96 (O gli italiani neurotipici). Quindi è assodato che anche quello è il problema, sono tutti dati statistici che ognuno può interpretare come vuole.
    Geco
    Post edited by Tom9997 on
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online