Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Perché noi Italiani siamo scemi?

1246

Commenti

  • Mich1992Mich1992 Andato
    Pubblicazioni: 86
    Trovo la discussione molto interessante e quanto mai attuale. Sono d'accordo in particolar modo con quanto affermato da @kaffo nelle sue risposte. Per fare una precisazione, più che di tempi bui io parlerei semplicemente di una vera e propria fase di decadenza dell'umanità, iniziata più o meno ai tempi dell'antica Grecia e nella quale tutti noi siamo ancora immersi, nessuno escluso. Basta infatti guardarsi attorno per capire come quell'equilibrio essenziale per vivere in armonia con noi stessi e tutto ciò che ci circonda stia andando sempre più irreparabilmente perduto, e come questa cosa ci abbia portato a vivere vieppiù contro natura e in un modo decisamente disfunzionale
    kaffo
  • TatTat Colonna
    Pubblicazioni: 1,074
    Preciso che sono convinta che non si può avere una percezione attendibile di ciò che succede in uno stato, a meno di non vivere in questo per un periodo di tempo abbastanza lungo. Per dirla in un altro modo: percepisco in un modo la realtà politica del luogo in cui vivo proprio perchè ci vivo (e pure quella in maniera molto mediata dai messaggi che fanno passare i media, internet compreso, ma almeno i risultati di determinate scelto li vivo sulla mia pelle nel quotidiano), ma percepisco quella di paesi lontani in maniera ancora più filtrata, dai media da un lato e dalla mancanza di un'esperienza diretta sufficientemente lunga dall'altro.
    Quindi non so se all'estero le scelte politiche vadano davvero a partiti seri. Sospendo il giudizio alla maniera dell'epochè di scettica memoria.

    Posso solo dire che ciò che vedo qui mi sembra essenzialmente l'abbandono di ogni tipo di coscienza critica e ragionamento autonomo. C'è la tendenza a dare per scontato e vero ciò che viene detto dagli altri, riportando pari pari le argomentazioni sentite altrove, senza analizzarle e farsene una propria, senza metterle a confronto con i fatti e nemmeno in relazione tra di loro. C'è una tendenza al prendere per buona la soluzione più semplice senza chiedersi se valida, la spiegazione più elementare, ciò che è più scontato. Credo che sempre di più piaccia il potersi identificare con chi governa, per linguaggio, cultura e competenze, nonchè modo di comunicare e quindi i voti si dirottino verso chi puù rappresenta l'italiano medio, figura che si sta sempre più degradando, questo si. Che sia per pigrizia, per abbassamento del QI (del resto il cervello se viene messo in stand-by perchè più comodo, tende all'atrofia), o perchè viviamo da figli della (non)mentalità degli anni 80 (dall'iper-impegno politico alla vuotezza totale di Drive In e Milano da Bere), o per un mix di queste ed altre cose io non lo so.
    So che non stiamo messi bene.
    La democrazia di per sè non è garanzia di un buon governo. non è detto che la maggioranza decida per il meglio solo perchè tale. Insomma, non mi discosto molto dal pensiero di Platone su essa, non vogliatemene male.
    Gabba Gabba Hey!
  • AndrewAmbientAndrewAmbient Veterano
    Pubblicazioni: 156
    L'Italia è sempre stata un popolo di "artisti": siamo solidali ma allo stesso tempo nemici. Artisti per dire "lunatici", ovvero, senza avere un'idea precisa e obbiettivo da raggiungere; ció porta il popolo a essere manipolato agevolmente dai media e politici. Inoltre siamo individualisti: prima vengo io e dopo (forse) vieni te. Comunque, sembra che non siamo tutti cosí ma la maggior parte preferisce lasciarsi manipolare; ricordatevi che il popolo italiano è prevalentemente "anziano" per cui gli anziani difficilmente sposano l'idea dell'innovazione.
  • DomenicoDomenico Andato
    Pubblicazioni: 3,935
    Gli italiani non sono scemi, sono stupidi gretti e cattivi.

    Attenti solo a quello che il Guicciardini chiamava il "particulare"

    Quando ci furono gli stupri di guerra da parte degli alleati nell'ultimo conflitto mondiale nei confronti di donne italiane tutti a vergognaqrsi e a nascondere l'orrore perché il paesino mormora e perché bisogna sempre dare la colpa alla vittima ma quando gli americani offrirono risarcimento in denaro ecco che tutti stuprati.

    Eccoli gli italiani. Anzi mi dispiace per Berlusconi che ci ha creduto per il narcisismo di piacere a loro a tutti i cosi. L'indottrinamento della tv commerciale? Non aspettavano altro.

    Italiani brava gente, talmente bravi che usarono armi chimiche contro gli etiopi quando non lo fece Hitler in tutta la guerra.
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • TatTat Colonna
    Pubblicazioni: 1,074
    AndrewAmbient ha detto:

    L'Italia è sempre stata un popolo di "artisti": siamo solidali ma allo stesso tempo nemici. Artisti per dire "lunatici", ovvero, senza avere un'idea precisa e obbiettivo da raggiungere; ció porta il popolo a essere manipolato agevolmente dai media e politici. Inoltre siamo individualisti: prima vengo io e dopo (forse) vieni te. Comunque, sembra che non siamo tutti cosí ma la maggior parte preferisce lasciarsi manipolare; ricordatevi che il popolo italiano è prevalentemente "anziano" per cui gli anziani difficilmente sposano l'idea dell'innovazione.

    Io direi voltagabbana più che artisti o lunatici... eravamo noti per non finir mai una guerra con chi l'avevamo iniziata...
    L'obiettivo credo sia chiaro, lo hai detto tu stesso: benessere personale. Come raggiungerlo? Nel modo più semplice e rapido possibile, se poi qualcun altro dice qual è al mio posto, meglio, io mi accodo.
    Non credo che il problema sia l'innovazione, ne' che il problema siano gli anziani dato qual è l'età media di chi vota gli attuali partiti al governo... non credo che coi selfie e le sparate sui social ti fai un seguito politico di anziani....
    Gabba Gabba Hey!
  • Lo1979Lo1979 Veterano
    Pubblicazioni: 220
    Tat ha detto:

    Io direi voltagabbana più che artisti o lunatici... eravamo noti per non finir mai una guerra con chi l'avevamo iniziata...



    Beh perche la moda di adesso dei politici di saltare sul carro del vincitore da dove la avranno appresa?

    Lo
    Tat
  • Antonius_BlockAntonius_Block Pilastro
    modificato June 2019 Pubblicazioni: 3,524
    it
    Post edited by Antonius_Block on
  • TennantTennant Neofita
    Pubblicazioni: 46
    Non siamo scemi, tendiamo a dimenticare
  • luckyduckluckyduck Membro Pro
    Pubblicazioni: 465
    Chi pensa di vivere in un popolo di scemi è scemo. Dunque se è intelligente dovrebbe tener conto che è scemo, ma non può perché è scemo. Dunque un popolo di scemi è scemo e fa cose sceme ed un qualunque scemo di quel popolo non può che dire cose sceme.

    Detto ciò, io non penso che si possa ridurre una popolazione ad uno degli estremi di una dicotomia come questa. Perché siamo tutti scemi e tutti intelligenti. Queste dicotomie hanno un unico utile pratico rispetto a quello che facciamo noi giorno per giorno.

    Almeno però eviterei il razzismo verso gli Ungheresi o il senso di inferiorità per ogni popolazione che ha la ventura di stare sopra la nostra per una mera convenzione circa come si affiggono le carte geografiche alle pareti. Almeno queste scemenze risparmiamocele.
    AntaresPimpirina
  • forzadeltassoforzadeltasso Membro Pro
    modificato November 2019 Pubblicazioni: 99
    Non è un fatto di intelligenza, abbiamo pochissima memoria storica. Basti pensare a quanti meridionali votano Lega, nonostante decenni di insulti e di razzismo nei nostri confronti, ma io non dimentico, anche perché recententemente mi è stato fatto notare che i cittadini meridionali come me non sarebbero "italiani". Ma, caro il mio pseudo-nazionalista, sono stati i TUOI antenati a volerci rendere "Italiani" a forza e tu mi dici che non siamo italiani. Ma vati fa' na zupp'i ranocc, come si dice dalle mie parti, tu e tutti i falsi nazionalisti che la pensano come te.
    Fine dello sfogo e ricordate il proverbio siciliano "quannu lu diavulu t'accarizza voli l'arma" (Quando il diavolo ti accarezza vuole l'anima).
    Post edited by Sniper_Ops on
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online