Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Shutdown, Meltdown e Tantrum

MintMindMintMind Membro
modificato March 2018 in Sensi, percezioni, attenzione
È da tanto tempo che leggo queste due parole, ma in internet non ho mai trovato definizioni precise.
Dalle mie scarse informazioni, mi risulta che lo Shutdown consista nel chiudersi in se stessi, mentre il Meltdown è una forma di sfogo.
Se sapete anche poco a proposito, spiegatemelo, perchè mi da fastidio conoscere solo vagamente ciò che mi interessa.
Grazie in anticipo! :)
Post edited by Sophia on
«134

Commenti

  • anankeananke Senatore
    Pubblicazioni: 1,585
    Non so, il Meltdown penso sia quando in seguito a sovraccarico sensoriale vai in black out e ti ritrovi ad avere una qualche reazione "spiazzante", del tipo un'esplosione di rabbia o un prendere e andartene via fuori contesto. Se hai visto il film Molto forte, incredibilmente vicino, un esempio valido di meltdown, penso sia quando vedi il bambino in camera sua che ha uno scoppio di rabbia e accoltella (se ricordo bene) dei pezzi di cartone.

    Shutdown è forse quando ti chiudi in te stesso ed è un'altra conseguenza al black out/sovraccarico che può portare al Meltdown. Penso comporti isolamento mentale, raccoglimento estremo in sè stessi, forse accompagnato da sensazione di vuoto mentale. Serve penso a svuotarsi o a mettere un fermo a quell'insieme di stimoli sensoriali che ha provocato il sovraccarico di turno. Non so che altro dire e non so se le informazioni che ti ho dato siano corrette, ad ogni modo penso che altri potranno spiegarti con maggior precisione la questione
    Ultima96
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,732
    I "comportamenti estremi" di quel tipo sono 3: tantrum, meltdown e shutdown.

    Il Tantrum sono i "capricci" anche estremi, anche degli adulti, sono le crisi legate al "volere", cioé sono comportamenti finalizzati ad ottenere qualcosa (non vuol dire che uno lo faccia a posta ma solo che l'obiettivo è qualcosa che si vuole).

    A seguito invece del sovraccarico sensoriale od emotivo possono avvenire il meltdown e lo shutdown. Sono quindi comportamenti reattivi, cioé conseguenze di qualcosa. Durante il meltdown si "spengono" le funzioni superiori del cervello che controllano e regolano il comportamento e quindi c'è spesso una sorta di "attacco di panico" che può anche essere violento ed è difficilissimo calmarsi e fondamentalmente impossibile ragionare, c'è fondamentalmente un eccesso di energia nervosa o in termini tecnici un sovraccarico del sistema nervoso simpatico. Lo shutdown invece inizia in modo simile, ma l'organismo umano è fatto per "non superare il limite", quindi a seconda da persona a persona, ad un certo punto parte il sistema parasimpatico, ma iper-reagisce anche quello e al posto di riportare al livello normale il sistema, è come se lo "spengesse", una sorta di "salva vita", che quindi manda in uno stato quasi catatonico. La sensazione (almeno per me) è simile a quella di avere la coscienza che fluttua in una specie di limbo.
    KrigerinnefriedenEirenerondinella61Ultima96Albina
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • Andato46Andato46 Senatore
    Pubblicazioni: 5,160
    Il Tantrum sono i "capricci" anche estremi, anche degli adulti, sono le crisi legate al "volere", cioé sono comportamenti finalizzati ad ottenere qualcosa (non vuol dire che uno lo faccia a posta ma solo che l'obiettivo è qualcosa che si vuole).
    Posso avere un esempio? Non so se ho capito bene....
  • CoreuteCoreute Veterano
    Pubblicazioni: 403
    Io sicuramente sono soggetto in modo saltuario, ma non trascurabile, sia a tantrum sia a meltdown, invece lo shutdown non l'ho mai sperimentato. @wolf che tu sappia questi diversi comportamenti dipendono anche dal tipo di personalità di chi li manifesta? Per esempio ci sono forse tipologie di personalità più soggette ad alcuni di loro e non agli altri? Io per esempio mi giudico impulsivo, ma anche freddo, in me predomina la rabbia quando 'perdo la testa' o il panico: le mie risposte comportamentali inoltre dipendono molto dal mio umore del momento, di solito poi sono abbastanza forte e resistente di fronte a influenze esterne, tranne quando queste superano il mio limite di sopportazione, allora ne sono completamente sopraffatto, la vita diventa un inferno e vedo tutto nero: è una vulnerabilità abbastanza critica, è un po' come se fossi senza pelle in quei periodi, senza difese, completamente in balia del mondo esterno, e se il tutto dura mesi, in un'ipotesi estrema, è molto facile che io diventi fortemente depresso se non peggio...
  • ezrealezreal Veterano
    modificato March 2013 Pubblicazioni: 278
    Una volta al cinema, stavamo facendo tardi, non mi volevano fare entrare con le patatine del mc donalds. Vuoi un po' di stress in quel periodo, vuoi la faccia di culo del commesso che strappava i biglietti. Non c'ho visto più.. letteralmente, non vedevo più le facce o le cose per intero, devo essere impazzito per 1 minuto perché dei ragazzi e il mio amico erano scandalizzati.. Non so se fosse tantrum, meltdown o una normale incazzatura, ma mi sono messo davvero paura per la facilità con cui ho perso il controllo..
    JAA005
    Post edited by ezreal on
    If i go crazy then will you still call me superman?
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,732
    @Coreute si, dipendono dalla persona. Ad esempio io tendo molto, ma molto di più ad andare in shutdown. Meltdown ne ho avuti che si contano sulle dita. Shutdown a centinaia.

    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,732
    Il problema è che con i tantrum sale l'attivazione emotiva e possono facilmente trasformarsi in meltdown.
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • Andato46Andato46 Senatore
    Pubblicazioni: 5,160
    @wolfgang merci!
  • SandraBloomSandraBloom Membro
    Pubblicazioni: 63
    @wolfgang parlerò 'senza filtrare' anche se magari non sarebbe opportuno..volevo chiederti se episodi, sotto stress e con sistema nervoso sovraccarico,in cui si manifestano comportamenti credo definibili 'paranoici' (es. alzarsi moltissime volte dal letto (alzarsi ritornarci e rialzarsi etc.. ) per controllare che il gas sia spento e le prese staccate perchè si ha l'angoscia che la casa esploda e che muoiano tutti, guardare tantissime volte le prese vicino al letto perchè si teme che il letto prenda fuoco, o,per es., se si sta seduti, girarsi continuamente per controllare che alle proprie spalle non ci sia nessuno(anche se si sa di essere soli in casa e anche in pieno giorno con luce piena) in uno stato di angoscia e terrore fortissimi e insensati, irrazionali, tanto da non riuscire a stare in una stanza col vuoto dietro la schiena ma nemmeno con la schiena contro il muro perchè 'potrebbe uscire qualcosa dal muro' una sensazione di pericolo di morte o di non so cosa che opprire, sistema nervoso alle stelle, un'allerta fortissima e ingiustificata, ma così forte da sentirsi proprio 'fuori di testa' .. fino a piccole allucinazioni reiterate (come la senzazione di vedere una persona della propria camera per qualche secondo se ci si gira velocemente 'cogliendola di sorpresa' e altre brevi allucinazioni.. ) possono essere riconducibili a meltdown? e se sì con alta o bassa probabilità? e quindi a un'eventuale asperger ? e poi le crisi di meltdown 'tradizionali' (insomma quelle che avete descritto sopra) di rabbia e disperazione possono comprendere anche urla a vuoto così forti da farsi malissimo alla gola e anche senza dire parole, pianti violenti, istinto/furia violenta e distruttiva verso se stessi e/o verso oggetti (es. prendere a calci e pugni e spallate i muri e i mobili facendosi molto molto male, lanciare oggetti, avere l'istinto fortissimo di piantarsi un coltello magari nel braccio etc.(anche se magari questo del coltello non si mette in atto)? e sono anche queste manifestazioni di asperger? ps. ad ogni modo credo di avere sia episodi di meltdown sia episodi di shutdown.. shutdown possono essere stati non proprio catatonici ma diciamo come se si fosse così tanto assorti da sentirsi fuori dal proprio corpo o da 'non sentirsi' affatto..e possono durare anche poco? e si possono avere tutte queste cose (frequentissime) senza essere aspie? intendo potrebbe essere altro.. o niente? o non so.. scusa se ti faccio tante domande.. non vorrei essere pedante.. :( è che mi è sembrato di capire che conosci queste cose e per me sono novità.. e la psicologa e la psichiatra ricondussero questi 'sintomi ad altro..a mille cose diverse a dire il vero..
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,732
    @SandraBloom

    cerco di risponderti con un po' di ordine. 
    - Meltdown e Shutdown possono aversi anche senza essere asperger, basta avere un sistema percettivo/emotivo ipersensibile o uno scarso controllo centrale degli stimoli. Fondamentalmente qualsiasi cosa si può avere senza essere Asperger. Non esiste un singolo tratto distintivo, è per quello che le diagnosi si fanno sulla base di tanti fattori diversi.

    - Quello di cui parli all'inizio sono pensieri ossessivi, possono essere legati ad una componente ossessivo-compulsiva, o al più "paranoide" non certo paranoica. Questo perché razionalmente ti rendi conto che sono pensieri irrazionali e quelle brevi allucinazioni che hai sono semplici, brevi e momentanee manifestazioni dell'alto livello d'ansia. Sono comuni negli Asperger, ma anche in altre condizioni. E' parte del funzionamento umano, se sono in ansia e in una zona di guerra è facile che confonda un ombrello per un fucile, o un ombra per un aggressore, non è una "allucinazione", sono dispercezioni (percezioni mal interpretate) a causa dell'alto livello di arousal (attivazione nervosa).
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online