Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Se non fosse nello spettro la terapia aba gli starebbe facendo male?

Ciao a tutti. Eccomi qui con l’ennesima domanda. Scusatemi tanto ma il periodo è un po’ così....
Non dormo ultimamente al pensiero che sto sbagliando tutto. Vi spiego. Il mio bambino 25 mesi ormai da 3 sta facendo aba. I primi due mesi 1 ora al giorno per 4 giorni. Ora con giugno è passato alle 10 ore,fa 2 ore al giorno per 5 giorni.
Non lo so..ma io lo vedo diverso. Più “autistico”.
Mi spiego. È un bambino molto solare. Furbissimo. In piena evoluzione. I miei sospetti sono nati intorno ai 21 mesi e ad oggi ha fatto tantissimi progressi che in quel periodo non c erano. Entro i due anni di età ha iniziato a indicare a comunicare con me con i gesti a farmi capire tutto quello che vuole. Se motivato soprattutto (come tutti i bambini) esegue qualsiasi ordine io gli chieda. Non ha mai avuto comportamenti problema per me semplicemente piccoli capriccetti da bambino. Si ogni tanto (più prima che ora) s gli dicevi di no si buttava a terra,ma questa è una cosa che fanno tanti bambini NT a questa età credo che la cosa importante sia che con il cresce la cosa si evolva,e comunque sta dimininiendo tanto. Ora gli episodi sono molto diminuiti. Ma in più di questo comportamento problema ci tengo a dire che durava veramente poco. Cioè lo sgrido
O gli dico no ad una cosa per lui bellissima,si butta a terra,se non lo guardo lui dopo 15 secondi si alza o se gli propongo un’altra cosa per lui nella immediatamente si scorda del capriccio e passa a quella.
Bo io non l’ho mai visto con un completamente autistico.
Certo che F ha i suoi problemi relazionali e sociali. Non imita tutti i giochi che gli si propongono ma quando gli propongono quello che gli piace come ci gioca subito ed imita subito. Non prova a parlare e a ripetere quello che dico ma quando gli faccio un verso nuovo di animale come si diverte subito a provare a rifarlo... insomma non fa certe cose ma a suo piacimento è capacissimo...
Ok ok...arrivo alla mia domanda perché mi sto dilungando tantissimo. Allora mi chiedo, se fosse invece che autismo un disturbo del linguaggio (pragmatico) correlato sicuramente ad un disturbo relazionale, contenere un bambino con le braccia durante un comportamento problema (per l’operatore problema perché per me è solo capriccio) può portare a frustrazione?
Oppure obbligare un bambino di 2 anni ogni volta che passa ad un nuovo gioco a raccogliere tutti i pezzi per terra fino all’ultimo pezzo anche usando la forza cioè tenendolo prendendogli le mani e appoggiandole su ogni singolo pezzo puro creare frustrazione?

Ciò vi spiego..io notavo tanti miglioramenti quando la terapia era molto piacevole,improntata su stimoli e divertimento. Il
Mio bimbo stava imparando tanto grazie al gioco funzionale,recuperando tutto il
Tempo che aveva perso a giocare con coperchi pentole,bottiglie schede.....
Da giugno l’operatore mi ha detto che i nuovi studi dicono che devono iniziare a negargli i giochi a volte,a dirgli di aspettare per avere dei comportamenti problema da risolvere.
Ma un bimbo di 2 anni è in una stanza con tanti giocattoli e Spesso ora quando va verso un giocattolo che comunque gli interessa perché se no non andava te gli dici di non toccarlo porca puzzola è normale sbrocca!!!! E te che fai? Me lo blocchi anche?me lo “contieni”?!?! Io penso che un qualsiasi bambino in un momento del genere avrebbe un momento
Di frustrazione.
È positivo questo? Fa bene al bambino??
Sto impazzendo. Ho paura che sto focalizzando mio figlio e che lo sta facendo nella maniera più sbagliata possibile.
chiocciolinaAmelie
«134

Commenti

  • viola85viola85 Membro
    Pubblicazioni: 51
    Aggiungo che F non ha ancora diagnosi certa, per ora mi è stato detto disturbo misto del linguaggio e della relazione....una cosa del genere..
  • asia1234asia1234 Veterano
    Pubblicazioni: 239
    Mi sembra che ci sia qualcosa di sbagliato nella terapia ..nn tanto nel mettere a posto i giochi o nel fatto di struttura la sessione di terapia.. Io penso che l aba fatta da professionisti e nel modo giusto cucito addosso ad ogni bambino andrebbe applicata su tutti i bimbi e male.nn fa . Ciò che è sbagliato per me è che a due anni e un Po Po troppo presto per iniziare con delle sessioni vere e proprie.. infatti mia figlia all' inizio per quasi un anno ha fatto tutto a mo di gioco .. quasi una psicomotricita.. poi siamo passati alla musica che è una sua grande passione .. poi e comparso il linguaggio lei è cresciuto anijtorno ai tre anni e mezzo ha iniziato le sessioni strutturate.. ora io nn sono un esperta però nel mio caso non ho mai avuto dubbi sul modo operandi della terapista.. se tu li Hai ce qualcosa che nn quadra
  • mamma_francescamamma_francesca Colonna
    Pubblicazioni: 1,373
    Secondo me non è la terapia ABA che è sbagliata, sono i terapisti ad essere completamente DEFICIENTI, ma proprio tantissimo. E ti spiego anche il perchè. Un bimbo non è un robot da programmare affinchè faccia tutto ciò che l'adulto gli ordina ma è una persona da educare ... quindi è vero che deve imparare a superare le frustrazioni - cosa fondamentale per la crescita - ma le frustrazioni devono essere legate ad una necessità autentica, in modo che il bambino la capisca. E' chiaro che quando vai al parchetto bisogna fare la fila e aspettare il proprio turno per andare sull'altalena, ma se invece l'altalena è libera non ha alcun senso per il bimbo dover aspettare, cioè le fatiche che si richiedono al bimbo devono avere un significato. Tipo è ora di mangiare dunque si spegne la tv e il bambino deve imparare a sopportare la frustrazione, mentre non avrebbe alcun senso spegnere la tv a metà di un cartone senza motivo se non quello di provocargli un comportamento problema per insegnargli a superarlo. Il bimbo deve fidarsi dell'adulto e obbedire ma allo stesso tempo piano piano deve anche crearsi uno spirito critico e capacità di autoregolarsi. Purtroppo nel basso funzionamento credo che delle volte non ci siano altre possibilità se non quelle di insegnare alla persona ad ubbidere sempre ai comandi, perchè non c'è la capacità cognitiva di autodeterminarsi, ma in un bimbo in crescita non si deve mai impostare la terapia in questi termini, allora sì che gli farebbe male!
    [comunque l'ABA serve per modificare i comportamenti, quindi si potrebbe pure usare per condizionare comportamenti sbagliati, è fondamentale che i terapisti sappiano quello che stanno facendo]

    P.S. insegnare a riordinare è una cosa positiva, ma siccome secondo me il vero problema dell'autismo è la RIGIDITA', insegnare concetti come prima di passare ad un nuovo gioco si riordina SEMPRE quello finito è sbagliato e pure pericoloso, meglio insegnare a riordinare ma nell'ambito sempre di un atteggiamento il più flessibile possibile; non si insegna a superare la "rigidità" con un'altra "rigidità", ma abituando alla flessibilità! In genere il modo migliore per insegnare a dei bimbi piccoli a riordinare è quello di "marry poppins", cioè attraverso il gioco: tipo mettiamo a nanna le costruzioni nella scatola, vediamo chi raccoglie e mette più peluche nel contenitore e cose di questo tipo.
    Anche sulla gestione dei capricci ho i miei dubbi, se funzionava il tuo metodo, cioè quello di non prestare attenzione e fare finta di niente, non capisco perchè lo devono contenere fisicamente ... direi che è un passo indietro.
    amanitaAmelieester1977
  • sara79sara79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 403
    Ho letto al volo, e mi scuso se ripeto cose già scritte da altri. Hai ragione, stiamo scherzando? Ora, premesso che ho un nipotino di 24 mesi, NT, che scorrazza spesso per casa mia, sembra un ciclone, tocca tutto, scoccia tutto, fa i dispetti ai cuginetti, quindi lo dovrei contenere e farlo urlare. Si, hai ragione, questa non è educazione, è frustrazione! È rabbia che viene covata, e poi esplode.
    Al di là di diagnosi ecc. ci sono motivi validi per contenere un bambino, e i capricci non sono un motivo valido, punto. Ora chi ti sta scrivendo si è fatta cacciare da un reparto di Np per il motivo suddetto da te, parliamo di terapie gratis. Però se come me , è una cosa che non tolleri, allora voglio dirti che noi siamo vivi e stiamo bene, e nessuno ha contenuto nessuno, le cose si spiegano, si cercano compromessi e si deve dare il tempo di crescere e capire. In bocca al lupo.
  • amanitaamanita Veterano
    Pubblicazioni: 201
    Io non dico nulla perché mamma_francesca ha già detto tutto quello che avrei detto anche io.
    Ti dico solo : fai attenzione perché un approccio sbagliato può arrecare un danno ad un bambino così piccolo.
    Queste non sono diagnosi di certezza.. soprattutto a due anni e un intervento sbagliato può essere dannoso.
    I bambini non sono lavatrici e bisogna dargli il giusto terreno affinché costruiscano la loro personalità.
    In questo modo come cresceranno??
    Io non critico la comportamentale se fatta bene ma così no.
    Davvero. Fai attenzione.
  • chiocciolinachiocciolina Membro Pro
    Pubblicazioni: 214
    Ciao Viola io vivo un'esperienza simile alla tua con tanti dubbi che mi assalgono.
    Ora l'ultimo dubbio su terapia aba è:se il bambino fa delle cose spontaneamente perché ricorrere sempre è comunque al rinforzo?
    Mio figlio ormai quando fa qualcosa mi guarda e si auto-applaude per dire sono stato bravo che mi dai?
    Insomma devo dire che questa la trovo proprio una pecca della terapia in questione.
    Come cresceranno questi bambini con l'idea sempre di fare per ottenere il contentino?
    E quando non ci sarà aumenterà la loro frustrazione?
    gufomatto79
  • gioiagioia Veterano Pro
    Pubblicazioni: 586
    Allora. Aba non e' solo per l autismo quindi anche se landiafnosi fosse diversa non gli farebbe male. Poi e' chiaro che ogni bambino doverso e soprattutto ogni terapista e' diverso, io sottolineo che parlo di aba fatta come si deve! Sul mettere a posto un gioco anche dovendolo promptare un po mano su mano sono d accordo, perche anche se piccolo purtoppo il bambino deve apprenderr che .. Ti ho detto di sistemare.. Devi sisptemare. Altrimenti impara a non rispondere alle richieste e di conseguenza neanche alle domande. Sul contenimento fisico sono meno d accordo .. . Bisogna vedere di volta in volta cosa succede dipende dal compoetamento problema, insomma non e' una cosa a cui possiamo risponderti noi ma dovresti confrontarti con terapisti e supervisori ogni volta per capire cosa e perche si sta facendo. Quanto al fatto che tu ad oggi lo veda piu autistico di oeri ti devo dire che la cosa mi sembra abbastanza normale. Nonostante i miglioramenti che possano avere piu si cresce e piu le differenze comportamentali con i coetanei divengono evidenti. Questo non e' certo colpa delle terapie ma della crescita anagrafica. Io stessa al compimento dei tre anni mi sono resa conto che mio figlio iniziava a sembrarmi piu autistico di quello che mi sembrava fino ai due... Perche ovviamente puo sembrare normale che un bambino di due anni nn sappia risponderr bene ad alcune domande per esempuo o che ripeta sempre le stesse cose... A tre anni e mezzo ti rendi conto che nn puo sembrare piu normale ... Anche se mio figlio cresce e continua a migliorare. Lui migliora ma piu cresce piu lo vedo diverso...
    itLisaLaufeyson
  • gufomatto79gufomatto79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 470
    Salve @viola85 ! Penso che dovresti confrontarti con il tuo terapista. Io sono convinta che ogni intervento debba essere cucito addosso ad ogni bimbo il più possibile. Purtroppo in Italia siamo molto indietro e siamo ancora alla fase iniziale di aver capito che fare terapia è fondamentale ma abbiamo dei terapisti esperti sul loro approccio a volte troppo e che quindi sono portati a leggere i comportamenti dei bambini solo nell'ottica della loro formazione. Anche mia figlia ha iniziato a fare alcuni gesti con la mano dell' operatore che la guidava ma non ho mai avuto la sensazione che venisse forzata o contenuta.
  • adiadi Membro Pro
    Pubblicazioni: 67
    Mahhh @viola85 , le tue perplessità sono lecite . Parlaci con il terapista ed esponi i tuoi dubbi . Non conosco Aba come terapia perché per nostro figlio abbiamo scelto un altro approccio . Molto diverso da quello che racconti tu .
    Io da mamma non condivido molto il fatto di sforzare il bambino oltre a quello che è la sua età . Ma è un mio pensiero personale .
  • viola85viola85 Membro
    Pubblicazioni: 51
    Grazie a tutti veramente a tutti per le risposte. Avete un po’ confortato il mio pensiero che dopo una notte insonne piena di pianti si è consolidato:stanno sbagliando!!!! Il mio bimbo è un bimbo sempre sereno sorridente ironico,fino a tre settimane fa prima che iniziassero questo nuovo approccio non aveva comportamenti così opponitivi. Devono spingere sul giocare sul ridere e socializzare quella è la chiave di tutto. Con questa chiave stava raggiungendo grandi progressi giorno dopo giorno.
    Oggi pomeriggio glie ne parlerò!

    Rispondo a @gioia
    Vedo F più autistico di quello che secondo me non è perché per colpa di questa frustrazione è lamentoso in maniera particolare dato che è un bimbo che non parla e non può dirmi nulla al di fuori dei suoi lamenti, che prima non esistevano ma ora ci sono molto spesso.
    Ma anche i suoi lamenti sono “funzionali” e quindi non ci vedo un peggioramento, semplicemente soffro perchè si lamenta “nel momento giusto” ma senza potermi dire quello cosa stia pensa.
    Passare il messaggio che è normale che andando avanti sembrino più autistici credo sia sbagliato per tutte quelle mamme come me che invece vedono un tunnel con alla fine una luce.
    Te lo dico perché quando mi sono iscritta a questo forum inizialmente sono scappata perché c erano persone che mi scrivevano in privato,pensando di farmi cosa gradita,dicendomi e spiegandomi quello che sarebbe diventato mio figlio,addirittura che se non aveva stereotipie sarebbero arrivate presto. Non dormivo la notte pensando a quello che mi aspettava invece sono bastati tre mesi per vedere solo miglioramenti.
    Ancora tante difficoltà ma tanti miglioramenti.
    Scusa se posso sembrare che ti stia rispondendo a tono ma non è così,anzi ti ringrazio dei tuoi sempre molto ragionati consigli.
    Scrivo questo perché credo che come facevo io mesi fa,ci sono molti genitori che leggono in silenzio questo forum cercando delle risposte.
    Devono sapere che bisogna affrontare la situazione perché non è detto che quello che si prospetta in un momento sia veramente il futuro.
    Io sono speranzosa e credo di averne le basi.
    Oggi guardò il mio bambino e mi sento positiva. Forse mi sarà servita questa notte insonne a piangere
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online