Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Bimbo autistico abbandonato dai genitori.

Ciao a tutti,
Vorrei iniziare una riflessione su un triste fatto di cronaca, il modo in cui è stato riportato dai media e le reazioni che ha suscitato, in particolare sui social.
La notizia la conoscete, un bimbo autistico di 11 anni viene abbandonato dai genitori e affidato al tribunale dei minori.
Così iniziano i commenti nei confronti della famiglia, che poveretti sono stati lasciati soli, che si tratta di una disabilità molto grave, che è difficilissimo affrontare una tale situazione, in sostanza: ci spiace tanto per il bambino, ma la famiglia pure, con una disgrazia così, è da capire.
E via una serie di genitori eroi che raccontano quanto sia dura vita con i loro figli disabili, di quanto siano soli, di come gestiscano con forza e sacrificio questa sfortuna che il destino gli ha riservato.
Questo atteggiamento mi crea una sensazione di fastidio.
Non una parola su come la vita possa essere arricchita da un figlio diverso, non una parola sul trauma di un bambino, sulle conseguenze che avrà su di lui l'abbandono. L'autismo non è una disgrazia, è una difficoltà, a volte grave, ma non può essere una giustificazione per un gesto del genere. Piuttosto la famiglia può essere inadeguata e non è un'infamia dirlo.
Voi cosa ne pensate?
Nemorondinella61RomulanderMononokeHimeTat
«134

Commenti

  • JAA005JAA005 Veterano Pro
    modificato 28 July Pubblicazioni: 782
    Guarda, sinceramente ci son rimasto da schifo dopo aver letto l'articolo. Allora se è vero che in questo Paese lo Stato sociale è risibile, è altrettanto vero che dovrebbe esistere una cosa chiamata "Umanità". Io non riuscirei ad abbandonare un criceto, figuriamoci una persona. Ho subito pensato alla ragazzina autistica che era nella mia scuola alle medie (Quella che io definisco l'autistica vera, dato che non parla e passa il suo tempo a fare puzzle) che ha pure una sorella con la sindrome di Down (Quando il destino si accanisce). Ebbene, i genitori non mi paiono né attacchi né appartenenti ad un contesto socio culturale particolarmente elevato, eppure curano queste ragazzine con amore.

    Non credo che per i miei genitori sia sempre facile avere a che fare con me, ma sono orgogliosi di me, dei miei progressi, dei miei punti di forza e accettano i miei indubbi punti di debolezza. Mi rendo conto che probabilmente non sono il figlio che avrebbero desiderato (Nessuno dice: "Vorrei un figlio auristico"), ma un conto è una proiezione, un conto la realtà. (Insomma, se vuoi cicciobello é meglio non fare figli).

    Jo
    dad_guerrieroNemorondinella61damyMinolloRomulanderester1977SoleTatsperanza82
    Post edited by Sniper_Ops on
  • DomenicoDomenico Andato
    Pubblicazioni: 3,935
    Io penso al bene del bambino. Se i genitori sono inadeguati ed incapaci (a prescindere da quanto è responsabilità loro o meno) quantomeno una chance potrebbe averla.

    E poi sarebbe ora che lo Stato si rimboccasse le maniche e lavorasse onestamente per una volta tramite i suoi privilegiati funzionari con la poltrona assicurata!
    rondinella61ester1977
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • loconiloconi Veterano
    modificato 27 July Pubblicazioni: 295
    @JAA005 Sui tuoi genitori ho i miei dubbi.
    Probabilmente non sei il figlio che si aspettavano, ma sei molto di più. Io sarei felice se fossi mio figlio. Fai dei ragionamenti molti maturi e molto bene articolati. Penso che tu li abbia piacevolmente sorpresi e non ti sto lisciando.
    JAA005Romulandersperanza82
    Post edited by loconi on
  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 8,808
    Conosco casi dove è stato ugualmente affidato a strutture da adulto per impossibilità a gestirlo.
  • loconiloconi Veterano
    Pubblicazioni: 295
    @Markov quello che mi infastidisce è la retorica del genitore eroe, che si arrende contro le avversità della vita.
    Il centrare il problema sui genitori e non sul figlio.
    Sarà che il mio unico obiettivo è mio figlio, non mi interessa quanto può essere difficile, mi stressa che lui non possa farcela e che io non abbia più la forza per intervenire.
    Il centro non sono io, è lui. E quando mi dicono "siete dei genitori splendidi", sottinteso " vi sacrificate e affrontate la sfortuna" mi viene da mandarli a quel paese e rispondere che la mia unica sfortuna è incontrare persone che si complimentano per il mio coraggio.
    DomenicoJAA005NemoTat
  • DomenicoDomenico Andato
    Pubblicazioni: 3,935
    Non ho capito dove vuoi andare a parare @loconi

    Dici quello che non ti sta bene ma non dici per quale alternativa non approvi la scelta di quei genitori disperati.

    Vuoi forse dire che se il destino gli ha riservato questa difficoltà devono incassare e basta?
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • riotriot Moderatore
    modificato 27 July Pubblicazioni: 5,578
    per chi non conosce la notizia, riporto il link alla news della fondazione Casa Sebastiano che ha portato fuori il caso, in cui evidenziano fortemente la mancanza di adeguato supporto sia istituzionale e sia dei servizi, e quindi il fallimento delle strutture che avrebbero dovuto sostenere questo caso.

    "fallimento". ma in che senso? la domanda allora è: il bambino di 11 anni è stato effettivamente abbandonato, oppure la famiglia non ha mezzi e capacità per farsene carico da sola e ha cercato aiuto attraverso il tribunale dei minori?

    perché nell'articolo ci sono due frasi che fanno riflettere:
    «La famiglia non vuole più tenerlo -riprende la voce-. È affidato al Tribunale dei minori».

    a leggere con attenzione e considerando il "fallimento" istituzionale denunciato, può benissimo significare che la famiglia non è che non vuole il bambino, ma che non è in grado di accudirlo da sola, di tenerlo in casa, e quindi si è rivolta al tribunale dei minori per ricevere aiuto.

    è evidente che non si tratta di un bambino di grado lieve e non conosciamo i dettagli per ovvi motivi di privacy, ma se si afferma che c'è stato "un fallimento" dietro a questa vicenda, il sospetto è che la famiglia sia stata lasciata da sola, abbandonata per prima essa stessa da chi si doveva far carico del supporto.

    per questo a mio parere i commenti di estranei sono fuori luogo, mancando tutti i dettagli e la conoscenza della storia che ne sta dietro.

    detto questo, certo leggere di abbandono e di rifiuto è orribile. mi auguro che il caso poi si riveli meno grave di quanto sia stato fatto emergere.

    sugli aspetti di positività nella relazione genitori/figli autistici hai ragione, ma purtoppo è un discorso che investe tutta la visione dell'autismo in Italia.

    DomenicoSirAlphaexaNewtonloconiLisaLaufeysonNemorondinella61barbamamma
    Post edited by riot on

  • loconiloconi Veterano
    Pubblicazioni: 295
    @Domenico in realtà ho aperto il thread per cercare di fare ordine sulle mie sensazioni, arricchendomi del vostro punto di vista.
    Provo fastidio, per il codazzo di genitori con figli disabili che a seguito della notizia, hanno celebrato il loro ruolo, mettendosi quasi in contrapposizione con la famiglia del bambino, parlando della loro fatica e fingendo di comprendere la famiglia, perché anche loro soffrono, ma al contrario di questi, ce la fanno.
    Il tutto incentrato su sé stessi. Non su chi vive la condizione. Non so se sono riuscita a spiegarmi.
    Domenicoasia1234
  • NewtonNewton Pilastro
    Pubblicazioni: 5,140
    Io credo che sia un caso di sensazionalismo giornalistico. Sapevano benissimo che la frase "i genitori non lo vogliono più" avrebbe provocato ondate di indignazione. Che poi io vorrei sapere se davvero dei genitori possano rifiutare un figlio perché "non lo vogliono più", come se fosse un prodotto di Amazon mandato indietro. Non penso. Penso che i servizi sociali piuttosto debbano intervenire nei casi in cui la famiglia da sola non riesca a soddisfare i criteri base per il benessere del minore.
    riotSirAlphaexaloconiLisaLaufeysonNemoChristianrondinella61EstherDonnelly
  • DomenicoDomenico Andato
    Pubblicazioni: 3,935
    @loconi adesso ho afferrato, ti ringrazio del chiarimento.
    loconi
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online