Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Paura che la sindrome peggiori

A volte ho questo timore, che la sindrome di Asperger peggiori il mio comportamento, facendomi apparire come "lo scemo del villaggio".

Per esempio non ricordo precisamente le battute al corso di teatro (anche se stiamo già alla seconda lezione di quest'anno) , a volte mi distraggo e la mia attenzione "sfarfalla", non riesco a capire bene le frasi (anche se sono gli altri a mangiarsi le parole), tendo ad essere impaziente, una notizia "negativa" (o un post "negativo" su facebook) che mi colpisce mi fa star male tutta la giornata (o quasi), a volte nel tempo libero non ho proprio voglia di uscire di casa, faccio sempre la solita routine.

Che fare?

Scusate lo sfogo.
Charade

Commenti

  • MononokeHimeMononokeHime Colonna
    modificato 15 September Pubblicazioni: 1,553
    Prova a non pensare che sia la sindrome di asperger a peggiorare le cose. Prova a togliere l’asperger dai problemi che hai elencato.
    Ciò che può far cambiare le situazioni (a volte), è COME le guardiamo .


    Prova a rileggere ciò che hai scritto, senza la prima parte. Prova a leggerlo come se l’avesse scritto qualcun altro:

    - non ricordo PRECISAMENTE le battute al corso di teatro
    Possibile risposta: stiamo alla seconda lezione di quest'anno > devo darmi tempo, ho solo bisogno di ripassare di più le battute

    - a volte mi distraggo, non riesco a capire bene le frasi
    Possibile risposta: sono gli altri a mangiarsi le parole > quando avremo imparato tutti meglio le nostre battute poi sarà più facile capire dove siamo arrivati e stare “sul pezzo”, perché sarà tutto un po’ più fluido

    - tendo ad essere impaziente
    - una notizia "negativa" che mi colpisce mi fa star male tutta la giornata
    Possibile risposta: potrebbe essere un periodo stressante, in cui sono particolarmente stanca, e quindi suscettibile > forse ho bisogno di trovare un modo di scaricare lo stress, forse facendo qualcosa che mi piace e che sia rilassante

    - A VOLTE nel tempo libero non ho proprio voglia di uscire di casa
    Possibile risposta: capita di non aver voglia di uscire, anche se ci farebbe bene. A volte va bene assecondare, perché così ricarichiamo le pile.

    -faccio sempre la solita routine
    Possibile risposta: cosa posso fare per cambiare questa routine? A volte basta un piccolo cambiamento.


    A volte cambiare punto di vista ti permette di vedere i problemi in maniera diversa. Invece di pensare che è un unico problema, che è un qualcosa su cui non puoi avere controllo (asperger) a “peggiorare” le cose (a creare i problemi), prendi il singolo problema e prova a vedere come poter risolverlo/migliorare.
    Se individui le singole difficoltà diventa più facile affrontarle, ti senti meno sopraffatta.
    (spero di non essere stata riduttiva, non voglio sminuire il tuo malessere)
    Angel_aMinolloSniper_Opsvera68loconi
    Post edited by MononokeHime on
    Che io abbia il corraggio di accettare le cose che non posso cambiare, la forza di cambiare le cose che posso cambiare, e la saggezza per poterle distinguere. (versione personale)
  • NewtonNewton Pilastro
    Pubblicazioni: 5,121
    Sei una persona ansiosa?
  • MinolloMinollo Veterano
    Pubblicazioni: 257
    Newton ha detto:

    Sei una persona ansiosa?

    Un pochino si.
  • DipoDipo Membro Pro
    modificato 16 September Pubblicazioni: 103
    Puoi provare a fare training autogeno (se non lo conosci è una tecnica di rilassamento basata sull'autoipnosi, relativamente semplice, veloce ed efficace), oltre a cercare un maggiore contatto con la natura (prati, montagne, ecc.) per (ri)trovare la serenità e forza interiore, che leggendo cosa e come scrivi mi sembra è quello di cui hai bisogno.

    Ci sono passato / ci passo anch'io tante volte, e spesso bastano 10 minuti per uscire da questi stati d'animo.

    Anche una maggiore ricerca della spiritualità secondo me potrebbe essere utile/necessaria, a prescindere dal tuo orientamento o non-orientamento religioso.

    Comunque tutto penso si basi sul riacquisire coscienza di se stessi e dopo di che accettare il fatto che molte persone che ti fanno stare male (diminuendo la tua autostima) lo fanno perché loro anzitutto stanno male, per cui devi vederlo come un grido di aiuto che puoi affrontare se queste persone ti sono care chiedendo loro il perché del loro comportamento come farebbe un genitore premuroso verso il figlio, altrimenti affidi i loro problemi a Dio con una preghiera, se ti rendi conto che non puoi intervenire.

    Già così dovresti stare più serena e "concentrata", o meglio "deconcentrata", "come se" non ti importasse più di tanto, ma in realtà ti interessa ma sai che ce la farai anche senza pensarci troppo.
    PimpirinaMinollo
    Post edited by Dipo on
  • vera68vera68 Colonna
    Pubblicazioni: 1,459
    Concordo con @MononokeHime
    Cerca di cambiare punto di vista, di darti un'altra spiegazione.
    In ogni caso l'asperger non è una scusa né una mannaia che taglia le vie di uscita.
    La consapevolezza di essere asperger deve darti la forza di accertarti nelle tue debolezze, se diventa un peso, un limite o una condanna allora accantonala.
    Dai spazio ad altro.
    A volte è l'immagine che noi abbiamo di noi stessi che ci frega....in primis

    Coraggio
    :x

    Il training può avere la sua efficacia. Ti mette in contatto con te stesso
    Se fai anche psicoterapia, non mollare
    MinolloMononokeHime
  • MinolloMinollo Veterano
    Pubblicazioni: 257
    Dipo ha detto:

    Puoi provare a fare training autogeno (se non lo conosci è una tecnica di rilassamento basata sull'autoipnosi, relativamente semplice, veloce ed efficace), oltre a cercare un maggiore contatto con la natura (prati, montagne, ecc.) per (ri)trovare la serenità e forza interiore, che leggendo cosa e come scrivi mi sembra è quello di cui hai bisogno.

    Ci sono passato / ci passo anch'io tante volte, e spesso bastano 10 minuti per uscire da questi stati d'animo.

    Anche una maggiore ricerca della spiritualità secondo me potrebbe essere utile/necessaria, a prescindere dal tuo orientamento o non-orientamento religioso.

    Comunque tutto penso si basi sul riacquisire coscienza di se stessi e dopo di che accettare il fatto che molte persone che ti fanno stare male (diminuendo la tua autostima) lo fanno perché loro anzitutto stanno male, per cui devi vederlo come un grido di aiuto che puoi affrontare se queste persone ti sono care chiedendo loro il perché del loro comportamento come farebbe un genitore premuroso verso il figlio, altrimenti affidi i loro problemi a Dio con una preghiera, se ti rendi conto che non puoi intervenire.

    Già così dovresti stare più serena e "concentrata", o meglio "deconcentrata", "come se" non ti importasse più di tanto, ma in realtà ti interessa ma sai che ce la farai anche senza pensarci troppo.

    Grazie per il consiglio, anche se hai fatto un piccolo errore: sono maschio :D
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online