Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Spettro autistico e sport: stereotipi o...

Leggendo sulla rete varie caratteristiche di noi " spettrali" risulta sempre: difficoltà di coordinamento, difficoltà nello sport ecc..
Per me è sempre stato un punto di forza.Magari inciampo nei miei piedi nella quotidianita o mi cadono gli oggetti dalle mani o prendo da 7 anni lo stesso spigolo dello stesso letto, ma gioco in prima squadra in una squadra di volley di serie B ( giovanili ovviamente), sono cintura marrone di karate, nuoto , ci provo con la canoa( risultati risibili), salto, mi arrampico .
Dunque sono io l' eccezione oppure ci sono altri sportivi qui dentro? ( per un attimo avevo pure pensato di iscrivermi al liceo sportivo, ma troppo lontano e troppa matematica...eh sì sono pure un autistico che litiga con la matematica).....
Jo
adisperanza82loconi
«13

Commenti

  • adiadi Membro Pro
    Pubblicazioni: 87
    Ciao Jo , mio figlio è piccolo (30 mesi )per dire se sarà uno sportivo o meno , ma già noto una certa inclinazione sulle attività sportive . Già nuota solo con l’aiuto dei braccioli e si arrampica da per tutto . Salta , corre non si ferma un attimo . È un po’ distratto però e tendenzialmente fa di testa sua . Quindi se lo scrivessi da ora non saprei se seguirebbe le regole . Un ultima cosa che lo penalizza molto secondo me : si annoia molto facilmente ...
  • JAA005JAA005 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 754
    @adi se non provi non sai. Alla fine gli istruttori di solito sanno come far seguire le regole.Io sono sregolato e mi annoio subito ...ma faccio sport da quando avevo 3 anni e in quel campo non ho mai dato problemi ( credo
    ..mi informo con mia madre)
  • RobKRobK Colonna
    Pubblicazioni: 1,171
    Io rientro perfettamente nello stereotipo: ho molta difficoltá negli sport, sono scoordinata, nonostante ne abbia provati molti.
    Però comunque pratico attivitá fisica per mantenermi in forma, corro e faccio esercizi vari.
    L'unico mio punto a favore, è la resistenza, mediamente superiore rispetto a quella degli altri, ed anche se mi stanco continuo
    JAA005Pimpirina
  • Tima_AndroidTima_Android Pilastro
    Pubblicazioni: 2,401
    Da piccola ero scoordinata e cadevo sempre. Ora pure tendo a inciampare e a essere lenta con le mani ma nello sport me la cavo con il karate, specialmente con i kata. Ho sempre fatto sport fin da piccolina. Ginnastica artistica, nuoto e danza. Sempre problemi poi nel karate ho trovato la mia via.
    JAA005adi
    "Dio promette la vita eterna” disse Eldritch “io posso fare di meglio; posso metterla in commercio"  -- Philip K. Dick

    Il Nostro blog: My Mad Dreams
  • BlunotteBlunotte Membro Pro
    Pubblicazioni: 66
    Negli ultimi anni, giusto per muovermi un pochino, mi sono arrangiata a periodi (assolutamente random) con passeggiate, qualche esercizietto a casa (addominali, pesi, cyclette) o qualche corso di aquagym.
    Ho provato a correre, ma mi sento ridicola.

    Nel periodo scolastico le ore di educazione fisica sono sempre state una vera e propria sofferenza.
    Ricordo con piacere solo qualche attività delle elementari (percorsi, palla prigioniera, simil-baseball) o i momenti tipo corsa di riscaldamento/stretching (perchè si poteva chiacchierare o auto-regolarsi un po' di più).

    Mi sono sempre vergognata tantissimo nel fare esercizi quali salto in alto, salto in lungo, salto della cavallina, corsa di velocità, corsa a ostacoli, lancio della pallina, e così via. Ero sempre l'ultima per risultati ottenuti (eh sì, perchè il tutto veniva misurato e monitorato! Così tanto per non mortificare la gente).

    Dei giochi di squadra ad inseguire una palla non me ne è mai potuto fregare di meno e non li ho mai capiti. Vincere? Chisseneimportava.

    Correvo da una parte all'altra del campo "a seconda della corrente". Umiliantissimo il momento in cui si facevano le squadre: sempre lasciata per ultima (tranne quando capitava che a far le squadre fosse qualche "collega" altrettanto scarsa e disinteressata alla ginnastica, che mi chiamava per amicizia).
    La pallavolo la trovavo particolarmente ostica, perchè, se ad esempio nel calcio bastava mischiarsi nella folla e andare di qua e di là, nel volleyball si era più sotto ai riflettori se si sbagliava... Mi facevano anche paura i tiri violenti di certi compagni maschi, che ti facevano venire i polsi viola...

    [Col senno di poi mi dico che poteva essere la giusta nemesi di chi, bravissimo negli sport, arrancava con tutte le altre materie >:)]

    Mi capita fin da piccola di sbattere spesso negli spigoli o toccare di striscio i muri... Ho sempre addebitato la cosa a distrazione, pigrizia (perchè spostarsi 1 cm più in là quando ormai si è presa una certa traiettoria?), incapacità di calcolare il mio "spazio". Ora anche questo si aggiunge alla lista degli indizi che mi avvicinano agli "spettrali" (adoro questo termine, lo adotterò!).

    Ah, ho imparato a nuotare molto tardi. Solo con un goffo stile rana, per poco, dove si tocca. Ho un po' paura dell'acqua. 
    Pimpirina
  • JAA005JAA005 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 754
    @Blunotte...sei tipicamente spettrale in ciò.
    Ps: io ho 10 di ed fisica ma per fortuna non arranca nelle altre materie
  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 8,581
    Liceo sportivo troppa matematica? Troppe materie di dubbia qualità avrei detto...
    La matematica ideale alla fine è quella del classico penso.
    JAA005
  • BlunotteBlunotte Membro Pro
    Pubblicazioni: 66
    A ripensarci... Riguardo alla battuta conclusa con la faccina da diavoletto... Specifico che era solo per iper-generalizzare in modo spiritoso! Non vorrei aver ferito/offeso nessuno...!
    JAA005
  • NemoNemo Moderatore
    Pubblicazioni: 2,934
    Da bambino ero goffo e impacciato secondo i canoni dell'epoca. Postura insolita, camminata "strana". Eppure vivevo in montagna e passavo il tempo arrampicandomi sulle piante (ok, per leggere un libro lontano da tutti. Ma sul ramo ci dovevo pur salire).

    Ho iniziato a studiare danza classica verso i 10-11 anni e sicuramente questo mi ha portato grandi benefici dal punto di vista motorio/coordinativo. La danza comunque non è uno sport, per quanto in Italia la si consideri tale, quindi non so se questo risponde alla tua domanda. 
    JAA005
    Memento Mori
  • MarkovMarkov Pilastro
    Pubblicazioni: 8,581
    Comunque non saprei rispondere. Non ho mai saputo giocare negli sport di squadra come calcio o basket. Sia per questioni di attenzione sia perché (nel calcio) non riesco a guidare la palla.
    Però ho fatto nuoto senza problemi, karate fino alla cintura arancio-verde e poi corsa di resistenza. Quest'ultima mi ha dato i risultati migliori e quasi con stupore degli altri. Ad educazione fisica superavo a mani basse pure sui 50 metri due ragazzi che giocavano a calcio come sport. La gente a priori diceva: "Su tanti km riesci bene perché sei secco, ma nello scatto ti supero" e invece li superavo pure nello scatto.
    JAA005
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online