Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

È arrivata la diagnosi

Dopo svariati mesi di tentennamenti, tirchioneria perché non volevo dare a uno psicologo 60 euro a settimana dato che non lavoro (più, al momento), mi sono arresa e ad agosto ho cominciato la psicoterapia.
Molto interessante, mi ha detto che la mia parte genitoriale è ipercritica e quindi è per questo che tendo a voler essere perfetta a tutti costi in ogni campo.
Ma il motivo per cui sto scrivendo qui dopo mesi di silenzio è che ho parlato alla psicologa dei miei "problemi", le mie stereotipie, il mio non riuscire a capire come si fa amicizia e lei ha cominciato con: 
Susan tu ti ami? Ti vuoi bene così come sei? 
-Sì, certo.
-E allora a cosa ti serve sapere perché tu sei tu? 
-Perché è importante per me. Perché se io non ci vedo bene voglio che qualcuno mi dica Susan non ci vedi perché hai la miopia, e in questo caso è la stessa cosa.
-Però tu ti ami, giusto? Ti vuoi bene così come sei?
-Yes.
E lei - C'è questa cosa, che viene chiamata... (pausa di suspence)... sindrome... di... Asperger. Che fa parte dello spettro autistico. Ma non deve spaventarti, non deve dirti niente perché tu sei tu e se tu ti ami allora nessuna etichetta può cambiare ciò.

Insomma, dopo un'omelia su come devo amare me stessa e le mie risposte che io accetto come sono (puntava su sta cosa, non so perché), è uscito finalmente Spettro autistico, sindrome di Asperger. Senza che io gliene abbia mai parlato, perché sono andata da lei con l'intenzione di non parlarle dei miei sospetti ma vedere se lei li identificasse.
Quindi non è una diagnosi col pezzo di carta, ma è una diagnosi di una terapista. Sono contenta, mi sento finalmente, e con ogni diritto, a casa mia in questo forum.
Vorrei saltare e urlare al mondo che sono così e sono fiera, ORGOGLIOSA di quello che sono.
E vi voglio bene, chiunque vuoi siate. A meno che non siate dei bulli, in quel caso vi odio.
Con amore
<3
PimpirinaMononokeHimeAnnaCiAJDaisySuncemarco3882claluiBlunotteSniper_Opsrondinella61OrsoX2

Commenti

  • riotriot Moderatore
    Pubblicazioni: 5,452
    allora ti vogliamo bene per come sei! :)





  • NewtonNewton Pilastro
    Pubblicazioni: 5,121
    Molto brava questa psicologa.
    Io credo che lei abbia insistito tanto sull'amore verso te stessa perché ci sono persone che sentendosi dare una diagnosi non si sentono aiutate, anzi, si sentono condannate a un'esistenza di difficoltà. Ed è il motivo per cui molti psicologi non danno diagnosi ma forniscono il supporto necessario evitando di dare etichette che a quella particolare persona potrebbero non far bene.
    SirAlphaexaAJDaisyBlunotterondinella61LisaLaufeysondavid
  • luckyduckluckyduck Membro Pro
    Pubblicazioni: 420
    Forse puntava molto sull'amore verso te stessa nella speranza che tu un giorno possa sbattertene altamente di questa diagnosi.
    AJDaisy
  • SusanDelgadoSusanDelgado Neofita
    Pubblicazioni: 75
    Luckyduck io non voglio sbattermene di questa diagnosi. Io la amo, ne sono orgogliosa perché non sono più quella Strana, che da piccola si comportava come Ritardata, che era Asociale e Diversa, non accettata e chissà perché.
    Io sono io, ora più che mai. Ora so perché sono così, perché quando parlo con qualcuno che mi sovraccarica energeticamente parlando devo correre in bagno o dove non mi guarda nessuno a scaricare le stereotipie. Posso dirlo, anche a me stessa, che faccio questo perché sono così ed è NORMALE che io faccio determinate cose perché sono fatta così. È bello, è liberatorio, ero miope e ora ci vedo più chiaro che mai. 
    Ps sono fissata con la grammatica e l'ortografia. Ho fatto errori nel primo post ma, dato che sto cercando di combattere la mia fissa della perfezione, non ho riletto apposta, così da non poter correggere quello che ho scritto a posteriori.
    Però quanto caspita mi disturba quel chiunque VUOI siate che ho scritto alla fine. M'infilerei una matita negli occhi per quanto mi disturba.
    In ogni caso grazie per le vostre risposte <3
    CharadeMononokeHimePimpirinaBlunotteOrsoX2Angel_a
  • BlunotteBlunotte Membro Pro
    Pubblicazioni: 66
    Grazie per ciò che hai condiviso, Susan, e per il "messaggio di gioia" che hai trasmesso in questo thread!
    E complimenti per l'autocontrollo nella rilettura, sei stata bravissima a resistere!
  • luckyduckluckyduck Membro Pro
    Pubblicazioni: 420
    Potrai comunque correggere quello che scrivi accettando lavori più o meno sommari ed eventuali imperfezioni che o hai notato successivamente o non hai notato affatto.

    La fissazione perfezionistica è solo un modo di descrivere certe sofferenze quotidiane che vengono considerate significative da chi le vuol curare. Se chi cura e chi soffre sono lo stesso soggetto, spesso questo modo di descriversi la propria sofferenza (autoanalisi) non è foriero di quello sviluppo sperato proprio da chi ha introdotto questo genere di descrizioni. Che ciò non succeda anche per un altro genere di descrizioni, come quelle attualmente in fase di diffusione e legate alle diagnosi qui poste in essere, è tutto da dimostrare.
  • Socke_21_43Socke_21_43 Andato
    Pubblicazioni: 185
    Allora benvenuta in questo fantastico forum in cui ti divertirai e apprezzerai questo mondo unico e magico, pieno di geni nascosti (come sicuramente anche tu) . Buon divertimento
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online