Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Ri-provare a lavorare o desistere?

2»

Commenti

  • MononokeHimeMononokeHime Colonna
    Pubblicazioni: 1,738
    Presso i centri per l’impiego della tua città hai già provato? Sei iscritta? Fanno spesso corsi di formazione professionale o riqualificazione mirati all’inserimento nel mondo del lavoro. Sono gratuiti e potrebbero essere un modo per iniziare un impiego un po’ più specifico, e sarebbe esperienza utile anche solo fosse un tirocinio inizialmente.
    HazelWolf
    Che io abbia il corraggio di accettare le cose che non posso cambiare, la forza di cambiare le cose che posso cambiare, e la saggezza per poterle distinguere. (versione personale)
  • HazelWolfHazelWolf Membro
    Pubblicazioni: 31
    MononokeHime ha detto:

    Presso i centri per l’impiego della tua città hai già provato? Sei iscritta? Fanno spesso corsi di formazione professionale o riqualificazione mirati all’inserimento nel mondo del lavoro. Sono gratuiti e potrebbero essere un modo per iniziare un impiego un po’ più specifico, e sarebbe esperienza utile anche solo fosse un tirocinio inizialmente.



    Mi ero iscritta parecchi anni fa, ma non mi hanno mai dato riscontri. Per i corsi non saprei, sto già facendo l'università, non vorrei aggiungere troppa roba insomma :D
    Poi comunque ho sempre l'idea che il problema non sia trovare lavoro, ma mantenerlo poi, questo mi mette sempre molta ansia quando mando i curriculum.
    Per esempio io sono soggetta a questi cali di energia pazzeschi, no? Queste ondate di sonno terribili che mi impongono di fermarmi e sdraiarmi. Ovviamente se sono a casa a studiare alle 16 del pomeriggio posso piantare lì e dormire, ma se sono al lavoro questo non può succedere e, credetemi, è talmente forte che non può essere paragonabile a un po' di sonnolenza che tutti hanno specie dopo pranzo. Così per esempio mi precludo certi lavori su tre turni, perché so di per certo che il turno notturno per me si tradurrebbe o in uno svenimento oppure in un'esperienza traumatica.
    Inoltre ho delle routine che devo assolutamente seguire, per me è essenziale che sia così, quindi un lavoro su tre turni equivarrebbe probabilmente a impazzire dopo il primo giro di turnazione.
    Questa cosa delle routine e di come il lavoro la toccherebbe è un grossissimo problema, ma proprio enorme. Purtroppo quando l'ho detto alla mia psicologa mi ha risposto che per necessità tutti dobbiamo scendere a compromessi e questo mi ha fatto malissimo, perché mi sento infantile e immatura a non riuscire a scendere a compromessi. Per me il mio schema di organizzazione è vitale e se dovessi scegliere tra la mia salute mentale e il lavoro è chiaro che sceglierei la mia salute.
    AmelieBlunotteValenta
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online