Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Avete mai l'impressione

Avete mai l'impressione di inquietare in qualche modo le altre persone? Che alcuni non si sentano a loro agio in vostra presenza per il vostro sguardo, l'inespressività facciale, la scarsa mobilità del corpo, il vostro modo di ridere o qualsiasi altra cosa? 
Io l'ho costantemente, la reazione degli altri alla mia persona è in assoluto la cosa che mi fa più soffrire dell'Asperger. Ho iniziato a modificare la mia naturale espressività molto presto, quando ero ancora una bambina, ma a volte ho l'impressione di peggiorare solo la situazione... 
Angel_aAJDaisyJAA005MononokeHimerondinella61lucy84KaliaValentaTatBlackCrow
Vaco, Lucili, vaco, 
et ubicumque sum, 
ibi meus sum. 

Migliori Risposte

  • rondinella61rondinella61 Colonna
    modificato 29 September Pubblicazioni: 1,481 Risposta ✓
    Io posso darvi un feedback "dall'altra sponda". Molti anni fa avevo un'amica/conoscente che, a pensarci bene, mi metteva leggermente in soggezione ma a quel tempo non avevo approfondito bene le dinamiche che si instauravano, dato che la vedevo saltuariamente. 

    Ebbene, durante l'ultima votazione l'ho ritrovata nei seggi, e ci rivedevamo dopo più di 10 anni. Era contentissima di vedermi ed è uscita fuori dall'aula per chiacchierare con me. Stavolta mi sono analizzata per bene e ho finalmente capito l'origine del mio disagio: il suo sguardo fisso (in mezzo alle mie sopracciglia?), con gli occhi immobili e quasi senza sbattere le palpebre. 

    Come mi sentivo? Come sotto i raggi X. Davvero, era questa la sensazione, e ad un certo punto mi sono ritrovata a pensare "Mi guarda così perché forse ha visto che non ho le sopracciglia ben pettinate? Forse non ho messo la crema idrantante stamattina? Avrò qualche peluzzo non depilato?, ecc,ecc".

    E siccome mi faceva domande sulla mia vita, il fatto di raccontarle di me sotto quello sguardo "indagatore" mi faceva sentire un po' come durante un interrogatorio. Fatto sta che non vedevo l'ora di inventare una scusa per andarmene.

    Io ho conosciuto altre persone ND, anche durante un Raduno Asperger a Milano, anche sul lavoro vi è qualcuna...però con nessuna ho avuto quella sensazione spiacevole. Che, immagino, sia quella di cui riferivate nei commenti precedenti. 
    CharadeMononokeHimeNemoSniper_OpsriotTat
    Post edited by rondinella61 on
  • LupaLupa Veterano
    Pubblicazioni: 239 Risposta ✓



    In molti animali lo sguardo fisso soprattutto se associato a una postura immobile e rigida denota una situazione carica di tensione: può essere una minaccia o una estrema attenzione a un pericolo o comunque a qualcosa su cui va tutta la loro concentrazione. Per quanto riguarda gli esseri umani non è assurdo pensare che possa essere percepito allo stesso modo, come scritto da @rondinella61 la reazione è ancestrale, non passa dalla consapevolezza. Una delle mie maestre delle elementari usava questa comunicazione corporea in maniera consapevole: quando voleva silenzio in classe si immobilizzava, stava rigida in piedi con le labbra serrate e lo sguardo fisso e duro. In pochi secondi otteneva il silenzio.
    Quando invece l'espressione facciale è neutra, lo sguardo tendenzialmente fisso e il corpo non presenta rigidità ma è comunque in una posizione di neutralità non comunicante l'inquietudine potrebbe essere data dall'imperscrutabilità. Al di là di ciò che viene detto il corpo comunica stati d'animo, intenzioni, chiavi di lettura per le parole pronunciate, se manca la comunicazione non verbale l'effetto è Mercoledì Addams che è stata caratterizzata proprio in questo modo.
    Mi rendo conto che tutto ciò non aiuta molto a risolvere il problema ma se per esempio lo sguardo fisso vi viene perché siete molto concentrate ad ascoltare o vi aiuta ad escludere gli stimoli ambientali potreste provare a guardare intensamente un punto diverso rispetto al volto della persona, oppure se siete in confidenza e vi accorgete che state fissando potreste provare a dire "scusa se ti fisso, è il mio modo per concentrarmi su ciò che mi dici". A tante persone sapere cosa sta succedendo dà molta tranquillità e sapere che lo fate perché vi interessa ciò che dicono è gratificante.
    rondinella61NemoCharadeMononokeHimeBlunotte
«13

Risposte

  • lucy84lucy84 Membro Pro
    Pubblicazioni: 81
    Sì, noto che spesso le persone sono a disagio con me, penso che più che altro sia la difficoltà nell’iniziare una conversazione di quelle banali per occupare il tempo. Cosa che io non so assolutamente fare, o si trova un argomento di cui mi interessso e di cui voglio parlare, o nulla.
    CharadeJAA005
  • Angel_aAngel_a Veterano
    Pubblicazioni: 159
    A me sembra di dare una sensazione di altezzosità che in realtà non ho. Credo di risultare antipatica all'inizio di ogni conoscenza perchè  me ne sto abbastanza per i fatti miei, e parlo poco all'inizio.
    Lo dimostra credo anche il fatto che in qualsiasi situazione mi introduco, a farmi delle amicizie ci metto mesi, se non anni.
    A mio avviso do proprio un'idea di distanza dagli altri che sicuro nno mi rende simpatica di primo acchitto,,,
    CharadeAJDaisyJAA005BlunotteTat
    " Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi....."
  • CharadeCharade Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,133
    Angel_a ha detto:

    A me sembra di dare una sensazione di altezzosità che in realtà non ho

    do proprio un'idea di distanza dagli altri che sicuro non mi rende simpatica di primo acchitto

    Uguale. Ho perso il conto delle volte che mi sono sentita dire che mi sento superiore, che ho la puzza sotto il naso e altre osservazioni dello stesso tenore. E non capivo esattamente cosa facessi per essere percepita così
    AJDaisyAngel_a
    Vaco, Lucili, vaco, 
    et ubicumque sum, 
    ibi meus sum. 
  • NemoNemo Moderatore
    Pubblicazioni: 3,012
    Più che un'impressione, è una certezza. La mia espressione facciale "neutra" risulta invece essere sempre accigliata e, tranne quando devo parlare (in tal caso faccio una fatica immensa a guardare in faccia l'interlocutore), mi scopro spesso a fissare le persone, che finiscono per sentirsi a disagio.

    Ma è assolutamente involontario, me ne rendo conto solo se mi guardo allo specchio o se mi scattano una foto.
    Charade
    Memento Mori
  • JAA005JAA005 Veterano Pro
    modificato 29 September Pubblicazioni: 788
    Risulto saccente e irriverente ed ho un' espressione "da presa per i fondelli" (Cit) o "faccia da schiaffi". In realtà sono piuttosto timido, del resto ho un'espressione "neutra". L'altro giorno avevo un'emicrania assurda ed ho risposto male a mio padre: "Non rompere, non vedi che non sto bene?"; Risposta: "Non me ne sono accorto. Sembravi solo chiuso nel tuo mondo". E avevo un martello pneumatico sulle tempie. Boh.
    CharadeBlackCrow
    Post edited by Sniper_Ops on
  • Sloth_on_FireSloth_on_Fire Neofita
    Pubblicazioni: 2
    Neanche a farlo apposta ho pubblicato 5 minuti fa una discussione chiedendo esattamente la stessa cosa XD (anche se in modo 10 volte più prolisso)
    Comunque si, ho il sospetto di dare un'impressione disagiante alle persone con cui parlo, come se intuissero che "qualcosa non va" in me ma non riuscissero a capire che cosa. Credo sia dovuto al fatto che il mio non è la mia espressione non combacino con l'argomento della discussione, o alle reazioni esagerate o al linguaggio del corpo
    E si, sono cosciente di dare spesso l'impressione essere altezzoso o tirarmela anche quando mi stia sforzando di comunicare tutto l'opposto-_-'
    Charade
  • MononokeHimeMononokeHime Colonna
    Pubblicazioni: 1,693
    È capitato, e capita. Anch’io vengo/sono stata presa per “altezzosa”, o che “se la tira”. Ma riscontro anche (comprendo ora), che talvolta dipende dall’insicurezza dell’altro.
    Anch’io tendo ad avere espressione seria/imbronciata, se non ci sto attenta (in giro per strada, mentre aspetto in fila, ecc). Passo anche dall’essere percepita come molto sicura di sé, a essere percepita come molto insicura e ansiosa, anche quando “penso” di essere “neutra”.
    NemoCharadeBlunotte
    Che io abbia il corraggio di accettare le cose che non posso cambiare, la forza di cambiare le cose che posso cambiare, e la saggezza per poterle distinguere. (versione personale)
  • LupaLupa Veterano
    Pubblicazioni: 239
    Da bambina e ragazzina ho avuto qualche espressione facciale non coerente con lo stato d'animo. Per esempio quando mi dovevo concentrare mi veniva un'espressione tipo questa  /:) e mi sono presa una marea di sgridate dalle maestre. Per il resto fino a non tanti anni fa come Nemo anch'io ho sempre avuto una espressione accigliata nonostante lo stato d'animo neutro. Ora sono già diversi anni che nessuno mi chiede più "ma sei arrabbiata?" ma non so se è perché la mia espressione neutra si è in qualche modo rasserenata o se per stile di vita ed età chi non mi conosce non si prende più tante confidenze.
    Per quanto riguarda l'atteggiamento se sto in disparte ad osservare sono inavvicinabile, diversamente credo di essere abbastanza mimetica anche se a volte tendo a impormi causando soggezione.
    Dal punto di vista dell'osservatrice un esempio di ciò che dici che mi viene in mente è il personaggio di Sheldon Cooper di The Big Bang Theory; credo sia molto stereotipato ma rende bene l'idea. Ciò che salta agli occhi e che quindi può risultare inquietante agli occhi dei nt è la palese mancanza di spontaneità nell'espressione facciale che viene interpretata come falsità da chi non conosce l'Asperger.
    NemoMononokeHimeJAA005CharadeAngel_aBlunotte
  • vera68vera68 Colonna
    Pubblicazioni: 1,543
    I miei me lo dicono sempre che sono inquietante.
    Charade
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online